Il formato delle “Christmas lectures”, si ispira alla tradizione inglese avviata da Michael Faraday nel 1825 alla Royal Institution di Londra, e ha come obiettivo quello di presentare al pubblico temi scientifici di interesse generale tramite appassionanti seminari e dimostrazioni, tenuti da scienziati e scienziate di alto livello nei giorni che precedono la pausa delle festività natalizie.

La prima edizione (che ha segnato anche la prima volta di una Christmas lecture in Sardegna) è stata organizzata dal nostro ateneo nella Cittadella universitaria di Monserrato il 19 dicembre 2023 insieme all’associazione ScienzaSocietàScienza.  Ospite d’onore Eugenio Coccia, fisico delle astroparticelle, professore di Astrofisica al Gran Sasso Science Institute de L’Aquila e Direttore dell’Institute of High Energy Physics a Barcellona.


Martedì 19 dicembre nella Sala congressi Blocco I (Cittadella universitaria di Monserrato), l’Università degli Studi di Cagliari e l’associazione ScienzaSocietàScienza hanno presentato la Christmas lecture Esplorando l’Universo, da Galilei alle onde gravitazionali.”

La presentazione è stata tenuta da Eugenio Coccia, fisico delle astroparticelle, professore di Astrofisica al Gran Sasso Science Institute de L’Aquila e Direttore dell’Institute of High Energy Physics a Barcellona. La lezione, aperta e rivolta al pubblico di tutte le età, è stata un entusiasmante viaggio intorno al concetto di gravità e al suo ruolo centrale per l’esplorazione dell’universo. Il racconto è arrivato sino all’Einstein Telescope: progetto ambizioso e prospettiva entusiasmante per la Sardegna e per tutta l’Italia.   
 
Eugenio Coccia è professore ordinario di Astrofisica al Gran Sasso Science Institute de L’Aquila e direttore dell’Institute for High Energy Physics di Barcellona (Spagna). È riconosciuto a livello internazionale per lo sviluppo dei rivelatori di onde gravitazionali ed è uno degli autori della loro scoperta.  

Laureato in Fisica alla Sapienza nel gruppo di Edoardo Amaldi, è stato Fellow al CERN di Ginevra e ha poi svolto la sua attività nei laboratori INFN di Frascati e del Gran Sasso e all’Università di Leida (Olanda).  È stato direttore dei laboratori INFN del Gran Sasso, presidente del Comitato Internazionale delle Onde Gravitazionali, presidente della Società Italiana di Relatività Generale e Fisica della Gravitazione e primo Rettore del Gran Sasso Science Institute, la scuola universitaria superiore a L’Aquila che ha contribuito a fondare dopo il terremoto del 2009.  

 È membro dell’Academia Europaea, Fellow della European Physical Society, vice-Presidente della Società Italiana di Fisica ed è stato recentemente nominato Presidente della Commissione Grandi Rischi dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Ha pubblicato circa 400 articoli su riviste internazionali ed è editore di 7 volumi sulla fisica delle astroparticelle e sulle onde gravitazionali. 


Document