I Prin (Programmi di ricerca di rilevante interesse nazionale) attraverso dei bandi di cadenza annuale cofinanziano progetti di ricerca a carattere libero (cioè senza riferimenti a tematiche predefinite) proposti dalle università. Ciascun programma è sviluppato da una o più unità operative di ricerca, raggruppanti un numero adeguato di ricercatori (guidati da un responsabile dell’unità operativa), afferenti a più una o più università, ed è coordinato da un docente-ricercatore universitario (coordinatore scientifico del programma).


Annualità

Con decreto direttoriale n. 1409 del 14 settembre 2022 il Mur ha emanato un bando per il finanziamento di Progetti di ricerca di rilevante interesse nazionale (Prin) in linea con gli obiettivi tracciati dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr).

Tematiche
È ammissibile affrontare tematiche relative a qualsiasi campo di ricerca nell’ambito dei tre macrosettori, e relativi sottosettori, Erc (v. allegato n. 2), concernenti i temi strategici emergenti che sono correlati agli obiettivi di un cluster del Programma quadro europeo di ricerca e innovazione 2021-2027, individuati come di seguito in tabella:

Tema strategico Cluster di riferimento
Sostenibilità e protezione delle risorse naturalicluster 5; cluster 6
Economia circolarecluster 1; cluster 4; cluster 5
Biodiversità e servizi ecosistemicicluster 1; cluster 6
Qualità dell’ambientecluster 2; cluster 3; cluster 5
Benessere umanocluster 1; cluster 2; cluster 3; cluster 6

Per la descrizione dei cluster, vedasi allegato n. 1.

Risorse disponibili
420.000.000,00 euro (il 30 per cento della dotazione destinata al finanziamento delle proposte presentate è riservato a progetti presentati da Pi di età inferiore a 40 anni alla data della pubblicazione del presente bando, o di età superiore che possano beneficiare delle cause di proroga previste nel bando).

Linee d’intervento
A (Principale): aperta a tutti i Pi che non abbiano fatto richiesta di partecipare alla linea d'intervento B;
B (Sud): riservata a progetti nei quali tutte le unità (compresa quella del Pi) siano effettivamente operative nelle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia).

Progetto
- durata: biennale;
- struttura organizzativa: almeno due unità operative appartenenti a più atenei, enti o istituzioni differenti;
- costo: massimo 300.000,00 euro;
- modalità di finanziamento: i costi del progetto sono coperti dal finanziamento Mur.

Soggetti beneficiari
Le università e le istituzioni universitarie italiane, statali e non statali, comunque denominate, ivi comprese le scuole superiori a ordinamento speciale, nonché gli enti pubblici di ricerca vigilati dal Mur, aventi sede operativa nel territorio nazionale e le Afam italiane riconosciute dal ministero.

Soggetti proponenti
Nell’ambito dell’ateneo possono assumere il ruolo di coordinatori nazionali o responsabili locali:
- professori-ricercatori di ruolo a tempo indeterminato in atenei statali o non statali;
- ricercatori a tempo determinato il cui contratto non gravi su fondi vincolati a specifici progetti, già oggetto di finanziamento pubblico.
Ogni professore-ricercatore, tecnologo degli Epr o docente Afam può figurare, qualunque sia il suo ruolo (Pi, responsabile di unità, partecipante), in una sola proposta del presente bando.
Non è ammessa la partecipazione al bando Prin 2022 - Pnrr nel ruolo di Pi a coloro che abbiano sottomesso domanda di partecipazione nello stesso ruolo al bando Prin 2022 (d.d. n. 104 del 2 febbraio 2022).

Scadenza
La modulistica sarà disponibile dal 18 ottobre 2022. La proposta redatta online sull’apposito form ministeriale, in lingua inglese, dev'essere presentata entro e non oltre il 30 novembre 2022 (ore 15).

Contatti

Direzione per la Ricerca e il territorio
via san Giorgio 12 (ingresso 3 - piano 1) - 09124 Cagliari

Settore Programmi di ricerca nazionali, regionali e di ateneo
Nicola Ruju
Simona Labieni
Angelica Piras


Con decreto direttoriale n. 104 del 2 febbraio 2022 il Mur ha emanato un bando per il finanziamento di Progetti di ricerca di rilevante interesse nazionale (Prin).

Tematiche
È ammissibile affrontare tematiche relative a qualsiasi campo di ricerca nell’ambito dei tre macrosettori, e relativi sottosettori, Erc.

Risorse disponibili
741.814.509,15 euro (il 30 per cento della dotazione destinata al finanziamento delle proposte presentate, è riservato a progetti presentati da Pi di età inferiore a 40 anni alla data della pubblicazione del presente bando).
Saranno riservate alle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) 218.144.020,80 euro.

Progetto
- durata: biennale;
- struttura organizzativa: almeno due unità operative appartenenti a più atenei, enti o istituzioni differenti;
- costo: massimo 250.000,00 euro;
- modalità di finanziamento: i costi del progetto sono coperti dal finanziamento Mur, tranne quelli relativi al personale dipendente a tempo indeterminato, che restano a carico dell’ateneo-ente-istituzione sede dell’unità di ricerca.

Soggetti beneficiari
Le università e le istituzioni universitarie italiane, statali e non statali, comunque denominate, ivi comprese le scuole superiori a ordinamento speciale, nonché gli enti pubblici di ricerca vigilati dal Mur, aventi sede operativa nel territorio nazionale e le Afam italiane riconosciute dal ministero.

Soggetti proponenti
Nell’ambito dell’ateneo possono assumere il ruolo di coordinatori nazionali o responsabili locali:
- professori-ricercatori di ruolo a tempo indeterminato in atenei statali o non statali;
- ricercatori a tempo determinato il cui contratto non gravi su fondi vincolati a specifici progetti, già oggetto di finanziamento pubblico.
Possono partecipare anche coloro che sono stati finanziati con il Prin 2020.

Scadenza
La modulistica sarà disponibile dal 7 febbraio 2022. La proposta redatta online sull’apposito form ministeriale, in lingua inglese (a scelta del proponente, può essere fornita anche un'ulteriore versione in lingua italiana), dev'essere presentata entro e non oltre il 31 marzo 2022 (ore 15).

Contatti

Direzione per la Ricerca e il territorio
via san Giorgio 12 (ingresso 3 - piano 1) - 09124 Cagliari

Settore Programmi di ricerca nazionali, regionali e di ateneo
Nicola Ruju
Simona Labieni
Angelica Piras


Con decreto direttoriale n. 1628 del 16 ottobre 2020 il Mur ha emanato un bando per il finanziamento di Progetti di ricerca di rilevante interesse nazionale (Prin).

Tematiche
È ammissibile affrontare tematiche relative a qualsiasi campo di ricerca nell’ambito dei tre macrosettori, e relativi sottosettori, Erc.

Risorse disponibili
179.000.000,00 euro.

Linee d’intervento
Nell’ambito della dotazione complessiva sopra indicata, il 10 per cento dell’importo è riservato a progetti presentati da Pi di età inferiore a 40 anni alla data del presente bando. Per il 2021 e 2022 il ministero provvederà all’apertura annuale di finestre per la presentazione di progetti nell’ambito della presente unica procedura di finanziamento, da definirsi con avvisi integrativi, rivolti a coloro che non risultino titolari (come Pi o responsabili di unità) di progetti Prin del bando immediatamente precedente.

Progetto
- durata: triennale;
- struttura organizzativa: il numero delle unità organizzative può variare da uno a cinque; in un progetto non ci può essere più di un'unità di ricerca del medesimo ente;
- costo: massimo 1.200.000,00 euro;
- modalità di finanziamento: contributo del 100 per cento dei costi ritenuti congrui (eccettuate le spese di personale strutturato) ed è erogato in unica soluzione anticipata direttamente agli atenei-enti sedi delle unità di ricerca.

Soggetti beneficiari
Le università e le istituzioni universitarie italiane, statali e non statali, comunque denominate, ivi comprese le scuole superiori a ordinamento speciale, nonché gli enti pubblici di ricerca vigilati dal Mur, aventi sede operativa nel territorio nazionale.

Soggetti proponenti
Nell’ambito dell’ateneo possono assumere il ruolo di Principal investigator quali coordinatori nazionali:
- professori-ricercatori di ruolo a tempo indeterminato;
- ricercatori a tempo determinato di cui al comma 3, lettera b) dell’articolo 24 della legge 30 dicembre 2010, n. 240, che abbiano ottenuto la valutazione positiva prevista dal comma 5 del medesimo articolo a seguito del possesso dell’abilitazione scientifica nazionale.
Possono invece assumere il ruolo di responsabili di unità locale:
- professori a tempo indeterminato;
- ricercatori in servizio a tempo indeterminato o determinato.

Scadenza
La modulistica sarà disponibile dal 25 novembre 2020. La proposta redatta online sull’apposito form ministeriale, in lingua inglese (a scelta del proponente, può essere fornita anche un'ulteriore versione in lingua italiana), dev'essere presentata entro e non oltre il 26 gennaio 2021 (ore 15).

Costo annuo lordo altre categorie

assegnista: 23.787,00 euro;
dottorando
borsista di ricerca: le borse in oggetto non possono essere attivate su bandi ministeriali;
tecnici da impiegare in attività di ricercanon possono partecipare al Prin 2020.

Per il personale docente si veda sotto.

Contatti

Direzione per la Ricerca e il territorio
via san Giorgio 12 (ingresso 3 - piano 2) - 09124 Cagliari

Settore Programmi di ricerca nazionali, regionali e di ateneo
Nicola Ruju
Simona Labieni
Angelica Piras


Con decreto direttoriale n. 3728 del 27 dicembre 2017 il Miur ha emanato un bando per il finanziamento di Progetti di ricerca di rilevante interesse nazionale (Prin).

Tematiche
È ammissibile affrontare tematiche relative a qualsiasi campo di ricerca nell’ambito dei tre macrosettori, e relativi sottosettori, Erc.

Risorse disponibili
391.000.000,00 euro.

Linee d’intervento
a) Principale: aperta a tutti i progetti che non appartengano in via esclusiva alla linea b) o alla linea c);
b) Giovani: riservata a progetti nei quali tutti i ricercatori partecipanti, compresi i responsabili di unità e lo stesso coordinatore nazionale, siano di età inferiore a 40 anni alla data del presente bando;
c) Sud: riservata a progetti nei quali tutte le unità (compresa quella del Pi) siano effettivamente operative nei territori delle regioni in ritardo di sviluppo (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) o in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna).

Progetto
- durata: triennale;
- struttura organizzativa: il numero delle unità organizzative è sei (quattro per la linea Giovani e per il macrosettore Shjdelle altre due linee); in un progetto non ci può essere più di un'unità di ricerca del medesimo ente;
- costo: massimo 1.200.000,00 euro; (800.000,00 euro per la linea Giovani);
- modalità di finanziamento: integrale (eccettuate le spese di personale strutturato);
- premialità: a scopo di premialità, a favore dell’ateneo sede di ricerca del coordinatore scientifico nazionale, è prevista la corresponsione di una quota forfettaria pari al 3 per cento del costo congruo del progetto.

Soggetti beneficiari
Atenei ed enti pubblici di ricerca vigilati dal Miur.

Scadenza
La proposta redatta sull’apposito form ministeriale, in lingua inglese, dev'essere presentata entro e non oltre il 29 marzo 2018 (ore 15).

Contatti

Direzione per la Ricerca e il territorio
via san Giorgio 12 (ingresso 3 - piano 2) - 09124 Cagliari

Settore Programmi di ricerca nazionali, regionali e di ateneo
Nicola Ruju
Vera Aru
Nives Bertarione



Contatti

Direzione per la Ricerca e il territorio
via san Giorgio 12 (ingresso 3 - primo piano) - 09124 Cagliari

Settore Programmi di ricerca nazionali, regionali e di ateneo
Nicola Ruju
Simona Labieni
Angelica Piras