La legge 190 del 2012 ha introdotto un nuovo sistema di norme finalizzate a prevenire la corruzione. Le Pubbliche amministrazioni sono oggi chiamate a garantire elevati standard di trasparenza ed adeguate misure per scoprire le condotte illecite, prevenire il verificarsi delle stesse e creare un contesto sfavorevole in grado di impedirne lo sviluppo.

È bene chiarire che per corruzione si intendono tutte le varie situazioni in cui venga in evidenza un malfunzionamento dell’amministrazione dovuto all’uso per fini privati del potere pubblico (es. dipendente in conflitto di interessi) ovvero vi sia un inquinamento dell’azione amministrativa dall’esterno (es. dipendente che riceve un regalo extra soglia), sia che tale azione abbia successo sia nel caso in cui rimanga a livello di tentativo.

In questa sezione online l’Ateneo manifesta concretamente la sua volontà di attuare gli obiettivi della normativa presentando le misure di prevenzione della corruzione adottate e garantendo la possibilità di comunicare con l’amministrazione per avere chiarimenti, fornire suggerimenti ed effettuare segnalazioni di una condotta illecita al Responsabile per la prevenzione della corruzione (whistleblowing).

 

Il Dirigente Responsabile per la prevenzione della corruzione, ai sensi della legge 6 novembre 2012, n. 190 è il Dirigente della Direzione ambiente, sicurezza e audit: Dott. Marco Maxia – Decreto rettorale di nomina del responsabile (file PDF) / e-mail: marco.maxia@unica.it – telefono: +39 070 675 6544

Di seguito si riportano alcune delle misure di prevenzione della corruzione adottate dall’Ateneo:

Piano Integrato di Amministrazione e Organizzazione (PIAO)

Il PIAO, che ha assorbito diversi Piani tra cui il Piano triennale per la prevenzione della corruzione, presenta nella sezione 2.3 le aree a rischio di corruzione individuate dall’Ateneo, le misure di prevenzione, i tempi della loro adozione e i soggetti incaricati alla loro gestione (allegati A, B e C). (Per saperne di più)

Codice di comportamento di Ateneo

Il Codice di Ateneo stabilisce le regole di comportamento che tutti i dipendenti dell’Università di Cagliari devono adottare e delinea ulteriori specifiche tutele di prevenzione della corruzione come, ad esempio, l’obbligo di astensione in caso di conflitto di interessi e il limite per la ricezione dei regali. (Per saperne di più)

Attività formative ed eventi in materia di Anticorruzione e trasparenza

Tra le misure di prevenzione della corruzione vengono indicati specifici percorsi formativi/seminari riservati ai dipendenti ed altre attività, come la “Giornata della Trasparenza”, dedicate a sensibilizzare la società civile sul tema. (Per saperne di più)