Salta al contenuto principale
Image
Pale eoliche

TECNOLOGIE INDUSTRIALI PER LA TRANSIZIONE ENERGETICA E DIGITALE

Corso di Laurea
Accesso Programmato
INGEGNERIA E ARCHITETTURA
L-P03 Professioni tecniche industriali e dell’informazione
180 crediti
Italiano

Presentazione del corso

Il corso di laurea professionalizzante in Tecnologie industriali per la Transizione energetica e digitale si rivolge specificatamente alla formazione di tecnici qualificati che posseggano una buona conoscenza delle tecniche industriali, in grado di contribuire attivamente e in misura determinante alla fase di progettazione ed alla realizzazione di dispositivi e di impianti, all’analisi ed alla gestione di processi di produzione e/o di trasformazione, oltreché alla gestione della sicurezza e manutenzione degli stessi.

Si prevedono due percorsi: uno legato alle tecnologie impiantistiche meccaniche e l’altro alle tecnologie impiantistiche elettriche, con un numero programmato di studenti a livello locale pari a 15 per ciascun percorso.

Gli obiettivi formativi del corso sono fortemente orientati a un approccio pratico, grazie soprattutto alle attività laboratoriali e di tirocinio pratico-valutativo previste nel percorso formativo. Al termine, i/le laureati/e saranno abilitati all’esercizio della professione e potranno aver accesso alle due sezioni dell'albo unico dei periti industriali, a seconda del curriculum seguito.

Requisiti di accesso

Titoli opzionali (a scelta tra i seguenti):
  • [TSS] - Titolo di Scuola Superiore
  • [TS] - Titolo straniero

Piano di studi

Anno di corso: 1
Obbligatori
  • FISICA
    3 crediti - 24 ore - Primo Semestre
Anno di corso: 2
Obbligatori
Anno di corso: 3
Obbligatori
ATTIVITA' FORMATIVE A SCELTA DELLO STUDENTE (3 CFU)
Anno di corso: 1
Obbligatori
  • FISICA
    3 crediti - 24 ore - Primo Semestre
Anno di corso: 2
Obbligatori
Anno di corso: 3
Obbligatori
ATTIVITA' FORMATIVE A SCELTA DELLO STUDENTE (3 CFU)

Programma, testi e obiettivi

Status professionale conferito dal titolo
Tecnico Industriale per la Transizione Energetica e Digitale Il laureato in “Tecnologie Industriali per la Transizione Energetica e Digitale” si configura come Tecnico qualificato della filiera programmazione-progettazione-realizzazione-manutenzione-gestione di sistemi, macchine e impianti elettrici, elettromeccanici e meccanici per l’energia. In funzione dello specifico curriculum prescelto potrà esercitare le sue funzioni nell’Industria manifatturiera e di processo, negli Uffici tecnici di Enti ed Imprese, negli Studi e Società di progettazione, negli Uffici commerciali di Società per la produzione e fornitura di componenti e sistemi per l’industria. Il Corso di Laurea ha natura abilitante all’esercizio della professione di perito industriale laureato. In particolare, il laureato potrà iscriversi in una delle sezioni dell’albo dei periti laureati in funzione del curriculum scelto: sezione Meccanica e sezione Elettrotecnica e Automazione. L'iscrizione a una laurea magistrale non costituisce uno sbocco naturale per i laureati.
Caratteristiche prova finale
L’esame finale comprende lo svolgimento di una Prova Pratica Valutativa che precede la discussione della prova finale. La Prova Pratica Valutativa ha lo scopo di verificare l’acquisizione delle conoscenze, competenze e abilità acquisite durante il periodo di tirocinio pratico-valutativo, nonché delle conoscenze, competenze, abilità e autonomia operativa necessarie all’esercizio della professione. Consiste nell’esame della disciplina della professione e nella risoluzione di uno o più problemi pratici coerenti con quelli analizzati durante il tirocinio. La prova finale consiste nella predisposizione ed esposizione di un elaborato scritto redatto in modo autonomo dallo studente ed è volta a verificare la sua maturità in relazione alla capacità di identificare e affrontare aspetti concreti in ambiti di interesse della classe, le conoscenze e le competenze acquisite durante il corso. Il contenuto della prova finale dovrà illustrare un’esperienza sviluppata in forma integrata durante le attività di tirocinio, derivante cioè dall’azione formativa e di apprendimento integrata tra il mondo accademico e il mondo del lavoro (impresa, industria e/o libera professione), al fine di connotare professionalmente il percorso di uscita del laureato. L’esame finale abilita all’esercizio della professione di perito industriale laureato nel settore di specializzazione indicato dallo studente al momento dell’immatricolazione, la cui scelta è da intendersi definitive al momento dell’iscrizione al terzo anno di corso.
Conoscenze richieste per l'accesso
Per essere ammessi al CdL è necessario essere in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado, o di altro titolo acquisito all’estero riconosciuto idoneo. È richiesto altresì il possesso di una buona conoscenza della lingua italiana, parlata e scritta, di una capacità di ragionamento logico, della conoscenza e dell'utilizzo dei principi fondamentali delle scienze matematiche. In dettaglio, le conoscenze richieste relative alle scienze matematiche sono le seguenti. Insiemistica - Insiemi e principali operazioni insiemistiche (unione, intersezione, differenza, complementare e prodotto cartesiano); calcolo combinatorio (combinazioni, permutazioni e disposizioni). Aritmetica - Insiemi numerici e principali operazioni aritmetiche. Numeri decimali ed arrotondamenti; massimo comune divisore, minimo comune multiplo; media aritmetica. divisibilità, numeri primi e scomposizione in fattori primi. Algebra - Monomi e polinomi; espressioni algebriche, frazioni e semplificazione di espressioni; potenze con esponente intero e frazionario. Equazioni e disequazioni algebriche; sistemi di equazioni e disequazioni. Esponenziali e Logaritmi - Operazioni algebriche con esponenziali e logaritmi; cambiamenti di base; semplici equazioni e disequazioni esponenziali e logaritmiche. Geometria analitica - Coordinate cartesiane nel piano; equazione della retta per due punti; pendenza di una retta; equazione di una retta per un punto e parallela o perpendicolare ad una retta data. Distanza tra due punti nel piano; luoghi geometrici. Geometria piana - Figure piane e loro proprietà elementari. Teorema di Pitagora; proprietà dei triangoli simili; perimetro ed area delle principali figure piane. Goniometria e Trigonometria. Geometria solida - Solidi nello spazio e loro proprietà elementari; superfici e volumi dei principali solidi. Matematizzazione - Percentuali e proporzioni; calcolo della probabilità di un evento in semplici situazioni; unità di misura; riduzione di un problema concreto ad uno matematico. Gli studenti saranno ammessi al CdLp previo superamento di una prova selettiva e il CdLp utilizzerà il test offerto dal CISIA (Consorzio Interuniversitario Sistemi Integrati per l’Accesso) e denominato TOLC-LP (Test OnLine CISIA per Lauree Professionalizzanti) per verificare il possesso delle conoscenze minime in ingresso. Il CdLp è a numero programmato locale e il numero di posti sarà definito annualmente, in base alle risorse disponibili. Nel caso in cui gli studenti ammessi al corso abbiano ottenuto una votazione inferiore a una prefissata soglia minima, stabilita annualmente dal CdL, su uno o più ambiti oggetto della prova, saranno previsti specifici Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA). Gli studenti che non superano la soglia di punteggio stabilita possono iscriversi al corso di laurea con obblighi formativi aggiuntivi: le specifiche sugli obblighi formativi aggiuntivi, nonché sulle modalità del loro recupero, sono riportate nel Regolamento Didattico del CdS.
Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati
Tecnico Industriale per la Transizione Energetica e Digitale Il laureato in “Tecnologie Industriali per la Transizione Energetica e Digitale” si configura come Tecnico qualificato della filiera programmazione-progettazione-realizzazione-manutenzione-gestione di sistemi, macchine e impianti elettrici, elettromeccanici e meccanici per l'energia. In funzione dello specifico curriculum prescelto potrà esercitare le sue funzioni nell'Industria manifatturiera e di processo, negli Uffici tecnici di Enti ed Imprese, negli Studi e Società di progettazione, negli Uffici commerciali di Società per la produzione e fornitura di componenti e sistemi per l'industria. Il Corso di Laurea ha natura abilitante all'esercizio della professione di perito industriale laureato. In particolare, il laureato potrà iscriversi in una delle sezioni dell'albo dei periti laureati in funzione del curriculum scelto: sezione Meccanica e sezione Elettrotecnica e Automazione. L'iscrizione a una laurea magistrale non costituisce uno sbocco naturale per i laureati.
Abilità comunicative
Il/La laureato/a saprà organizzare e comunicare in modo efficace le informazioni e saprà discutere problemi e soluzioni in modo adeguato all'interlocutore. Sarà in grado di utilizzare un linguaggio tecnico appropriato al contesto lavorativo di riferimento, che tenga conto delle terminologie specifiche della disciplina, anche in lingua inglese. A tal fine conseguirà nel Corso di Laurea una attestazione linguistica di Inglese di livello B1. Il materiale didattico fornito durante il corso e la partecipazione alle lezioni consentiranno al laureato di acquisire il lessico tecnico preciso ed appropriato al contesto. Lo sviluppo delle abilità comunicative del laureato/a, sia orali sia scritte, verrà valutato attraverso la redazione di elaborati tecnici.
Autonomia di giudizio
Il/La laureato/a: • acquisirà la capacità di inquadrare un singolo problema di calcolo nella classe appropriata e di applicare ad esso il metodo risolutivo più adatto; • sarà in grado di interpretare, valutare ed esprimere giudizi autonomi in relazione a questioni legate ai fondamenti delle scienze informatiche; • sarà in grado di adeguare, gestire e modulare i componenti elettrici e meccanici organizzando opportune prove sperimentali; Il/La laureato/a sarà anche in grado di valutare le problematiche su temi legati alla transizione energetica di natura civile o industriale e di raccogliere e strutturare tutti i dati e le informazioni necessarie alla gestione di tutte le componenti in fase di progettazione, esecuzione o gestione e manutenzione degli impianti complessi. Pertanto: • sarà in grado di scegliere il metodo e gli strumenti più efficaci per il tracciamento energetico, ed i mezzi con i quali gestire, rappresentare e condividere e tale informazione; • sarà in grado di leggere e analizzare autonomamente misure digitali di tipo elettrico e meccanico, e scegliere gli strumenti, sistemi e sensoristica digitali più efficaci per il monitoraggio energetico. Il/La laureato/a sarà in grado di risolvere le problematiche tipiche di ambienti industriali: • sarà in grado di analizzare, studiare, progettare e implementare soluzioni tecniche e verificarne l'efficacia; • acquisirà la capacità di inquadrare un singolo problema nella classe appropriata e di applicare ad esso le tecniche di rilevamento e diagnostica più adatte. La capacità di giudizio autonomo sarà sviluppata in particolare attraverso la partecipazione ad esercitazioni e simulazioni svolte durante le attività laboratoriali e nelle attività di tirocinio. Il laureato esaminerà casi studio reali, acquisirà la capacità di inquadrare un singolo problema e individuare in autonomia soluzioni appropriate. Questo gli consentirà di individuare in maniera mirata gli interventi e le soluzioni tecniche da adottare in funzione dello specifico contesto lavorativo. L'acquisizione dell'autonomia di giudizio sarà verificata mediante valutazione dell'efficacia e della qualità dei lavori prodotti.
Capacità di apprendimento
Il/La laureato/a avrà la capacità di apprendere in maniera autonoma, necessaria per un continuo aggiornamento, e di attingere da diverse fonti bibliografiche in italiano e in inglese, al fine di acquisire nuove e attuali competenze. La capacità di apprendimento autonomo verrà sviluppata nell'ambito delle attività formative dei singoli insegnamenti, dei laboratori, del tirocinio pratico-valutativo e verrà ulteriormente rafforzata nelle attività relative allo svolgimento della prova pratica valutatica e della prova finale. La verifica delle capacità sarà eseguita tramite prove intermedie e/o finali, e la valutazione della qualità di elaborati individuali e della prova finale.
Conoscenza e comprensione
Fondamenti scientifico-strumentali di base Il Corso di Laurea ad orientamento professionale consentirà di acquisire conoscenza e comprensione su: • elementi base dell'analisi matematica: studio di funzioni, derivate ed integrali, equazioni differenziali • elementi di meccanica classica per punti materiali e corpi rigidi • leggi fondamentali della termodinamica, dei principali processi e cicli termodinamici, e della trasmissione del calore, dell'elettromagnetismo • principi dell'elettrotecnica • elementi di progettazione assistita dal calcolatore • leggi fondamentali della teoria delle misure e dell'automazione industriale • leggi fondamentali sui circuiti e reti elettriche • fondamenti dell'informatica e tecniche di programmazione • lingua inglese. Energia Il Corso di Laurea ad orientamento professionale consentirà di acquisire conoscenza e comprensione: • degli aspetti metodologico-operativi della matematica e delle scienze fisiche correlate ai processi energetici; • degli aspetti metodologico-operativi di base delle seguenti discipline caratterizzanti le materie di riferimento, ad un livello che consenta di comprendere e promuovere l'innovazione tecnologica nel settore: sistemi energetici alimentati da fonti rinnovabili e tradizionali per la produzione, consumo e accumulo di energia; • dei principali aspetti economico/sociali di rilevanza internazionale, nazionale e regionale correlati alla tematica energetica; • dei principali aspetti metodologico-operativi correlati alle normative nazionali e internazionali di valutazione dei processi di pianificazione e delle loro ripercussioni sugli aspetti correlati alla salute, sicurezza e agli impatti ambientali. Meccanica Il Corso di Laurea ad orientamento professionale consentirà di acquisire conoscenza e comprensione su: • elementi di base sul funzionamento delle macchine a fluido e dei sistemi energetici per la produzione di energia elettrica, termica e frigorifera, con particolare rilievo a quelli alimentati da fonte rinnovabile; • elementi di base sul funzionamento dei sistemi energetici e sugli impianti meccanici più importanti nei settori civili e industriali e sulla loro rappresentazione grafica; • elementi di base sulla valutazione della risorsa energetica da fonte rinnovabile e sulla integrazione in impianti esistenti o di nuova realizzazione, ai fini della sostenibilità e della transizione energetica; • elementi di base sulla progettazione sostenibile di impianti e processi industriali; • nozioni di base sul dimensionamento di macchine a fluido e sistemi energetici per lo sfruttamento di energie rinnovabili; • nozioni e normative sul calcolo dei carichi termici e frigoriferi e sul dimensionamento di sistemi energetici e impianti meccanici per uso civile e industriale; • nozioni e normative sul calcolo delle emissioni, dei consumi energetici e delle tecnologie per la transizione energetica in impianti e processi industriali. Elettrica/elettrotecnica Il Corso di Laurea ad orientamento professionale consentirà di acquisire conoscenza e comprensione: • degli aspetti metodologico-operativi della matematica e delle scienze fisiche correlate ai processi di conversione, produzione e distribuzione dell'energia elettrica e trattarne i problemi di gestione e progettazione impiantistica in ottica del paradigma della transizione energetica; • degli aspetti metodologici di base delle seguenti discipline caratterizzanti le materie di riferimento ad un livello che consenta di comprendere e promuovere l'innovazione tecnologica nel settore: consumo e accumulo di energia elettrica; tecnologie di conversione, distribuzione ed accumulo di energia elettrica, automazione e azionamenti elettrici e delle misure elettriche; • dei principali aspetti metodologici operativi correlati alla tematica della produzione, conversione ed accumulo dell'energia elettrica, ai fini della sostenibilità e della transizione energetica.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Fondamenti scientifico-strumentali di base Il Corso di Laurea ad orientamento professionale consentirà di applicare la conoscenza e la comprensione su: • analisi di sistemi fisici e matematici, valutazione della metodologia più adatta per la soluzione di un determinato problema • utilizzazione consapevole delle leggi matematiche di base nella risoluzione di problemi fondamentali • interpretazione dei fenomeni fisici di natura elettro-meccanica, energetica, termodinamica • valutazione e quantificazione di un determinato fenomeno elettro-meccanico • analisi di progettazione tecnica mediante il calcolatore • implementazione di programmi su modelli algoritmici noti, e dimestichezza con la terminologia di base dell'informatica • scrittura, lettura e conversazione in lingua inglese oltre l'italiano ad un livello equiparabile al B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER). Energia Il Corso di Laurea ad orientamento professionale consentirà: • di applicare le conoscenze di matematica e delle altre scienze applicate per l'interpretazione dei problemi tecnici correlati ai sistemi energetici; • la pianificazione di prove su sistemi reali, finalizzate allo sviluppo di soluzioni progettuali che consentano di risolvere problemi tecnici nel campo degli impianti di produzione, conversione ed accumulo energetico, individuandone infine i costi di progetto e di processo; • di individuare soluzioni a problemi reali, anche per giustificare, sostenere ed argomentare le proprie scelte tecniche nell'ambito della professione; • di organizzare e gestire l'integrazione delle proprie e altrui competenze energetiche, nell'ambito dello sviluppo di processi di pianificazione energetica. Meccanica Il Corso di Laurea ad orientamento professionale consentirà di acquisire: • abilità nella individuazione delle macchine a fluido e dei sistemi energetici più idonei al raggiungimento delle prestazioni richieste, con riferimento all'incremento di efficienza energetica e alla integrazione di energie rinnovabili, in conformità alla legislazione vigente; • abilità nella individuazione dei metodi per una valutazione di base della risorsa energetica da fonte rinnovabile; • abilità nella interpretazione corretta di dimensionamenti di macchine a fluido, sistemi energetici e impianti meccanici relativi a settori civili e industriali; • abilità nella interpretazione corretta del funzionamento, delle emissioni e del controllo di impianti e processi industriali; • capacità di effettuare il dimensionamento di base di macchine a fluido a servizio di impianti meccanici e di valutarne il punto di funzionamento; • capacità di effettuare il dimensionamento di base di sistemi industriali e di valutarne i costi economici e gli impatti ambientali ad esso connessi; • capacità di ipotizzare scenari di transizione energetica e di valutare gli effetti tecnico-economici dell'utilizzo di energia da fonti rinnovabili in sistemi energetici ed impianti meccanici esistenti o di nuova realizzazione; • capacità di elaborare i capitolati tecnici e le rappresentazioni grafiche di impianti meccanici relativi a settori civili e industriali, e di predisporre studi di fattibilità di impianti e processi industriali. Elettrica/elettrotecnica Il Corso di Laurea ad orientamento professionale consentirà di applicare la conoscenza e la comprensione: • all'interpretazione e descrizione di problemi connessi alla produzione, conversione e accumulo della energia elettrica, applicando le conoscenze di matematica e delle altre scienze fisiche e ingegneristiche di base; • alla pianificazione e progettazione di prove su sistemi reali al fine di individuare soluzioni progettuali atte alla risoluzione di problemi tecnici tipici nel settore dell'elettrotecnica e dell'impiantistica elettrica e automazione, in modo particolare nel campo degli impianti di conversione energetica da fonti tradizionali e rinnovabili, individuandone infine i costi di progetto e di processo; • alla organizzazione, gestione e integrazione delle proprie e altrui competenze nel settore elettrico/elettrotecnico, nell'ambito della progettazione di impianti e sistemi per la produzione, conversione e distribuzione della energia elettrica; • all'individuazione di soluzioni operative, per giustificare, sostenere ed argomentare le proprie scelte tecniche anche nell'ambito della professione, con particolare riguardo alla sostenibilità ambientale ed alla transizione energetica.
Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione
ITALIANO
Competenze associate alla funzione
Tecnico Industriale per la Transizione Energetica e Digitale Saper utilizzare le tecniche e gli strumenti per la soluzione di problemi tipici legati al mondo dell'industria e della professione sia per il settore Elettrico/Automazione che per quello Meccanico. Capacità di applicare le proprie competenze sia per individuare specifiche soluzioni a problemi tecnici sia per giustificare, sostenere ed argomentare dal punto di vista tecnico/economico le proprie scelte. Conoscere e saper applicare le metodologie standard per la progettazione e la verifica funzionale di dispositivi, apparecchiature e impianti nei limiti della propria formazione specifica (funzione del curriculum scelto) nei settori Elettrico/Automazione e Meccanico. Capacità di ulteriore auto-apprendimento per il necessario aggiornamento, nell'ambito di attività di formazione specifiche, e per potersi adattare agli sviluppi tecnologici. Capacità di operare in ambiti non limitati a quello regionale e, almeno in termini di sufficienti conoscenze linguistiche, anche in ambito nazionale ed internazionale.
Funzione in contesto di lavoro
Tecnico Industriale per la Transizione Energetica e Digitale Posizioni di tipo tecnico-operativo in imprese, enti o società per la produzione e gestione automatizzata di impianti produttivi di beni e servizi. Libera professione come Perito industriale laureato nel settore professionale specifico. Curriculum elettrico • progettazione di impianti elettrici e sistemi di automazione; • progettazione di impianti per la produzione, accumulo e conversione dell'energia elettrica, anche da fonti rinnovabili; • tecnico specialista a supporto della progettazione, della gestione e manutenzione di impianti elettrici e dell'automazione; • tecnico specialista a supporto dell'ufficio vendite di apparecchiature, dispositivi e sistemi in ambito elettrico e dell'automazione. Curriculum meccanico • progettazione meccanica di macchine e impianti industriali; • progettazione e supervisione di impianti per la produzione e accumulo dell'energia, anche da fonti rinnovabili; • tecnico specialista a supporto della progettazione, della gestione e manutenzione di impianti meccanici e termici; • tecnico specialista a supporto dell'ufficio vendite di apparecchiature, dispositivi e sistemi in ambito termomeccanico; • disegnatore meccanico per uffici tecnici di industrie e amministrazioni pubbliche. Previo superamento dell'esame specifico potrà svolgere la funzione di responsabile del servizio di prevenzione e protezione per le aziende.
Descrizione obiettivi formativi specifici
Il Corso di Laurea professionalizzante in Tecnologie Industriali per la Transizione Energetica e Digitale mira a fornire ai/alle laureati/e, oltre alle nozioni di base trasversali nell'ambito delle tecnologie industriali e dell'informazione, anche competenze specifiche nel settore delle macchine e sistemi per l'energia, dell'energia elettrica e relative tecnologie di conversione, dell'automazione, dell'impiantistica meccanica e dell'energetica, oltre che le capacità di interazione con altri specialisti su tematiche di respiro più ampio inerenti a sostenibilità, digitalizzazione e sicurezza. Per raggiungere questo scopo il percorso formativo professionalizzante è stato pensato in modo tale che venga garantito il giusto equilibrio tra le attività che caratterizzano gli ambiti disciplinari coinvolti anche in relazione alla presenza di due curricula distinti: elettrico e meccanico. Gli obiettivi formativi specifici del percorso professionalizzante sono comunque ad ampio spettro: • una solida formazione di base riguardo la progettazione e realizzazione di sistemi elettrici e meccanici /energetici, e le tecniche di programmazione al calcolatore; • una buona formazione riguardo le metodologie utilizzate per analizzare e risolvere i problemi tipici delle tecnologie industriali legate alla transizione energetica; • la capacità di integrare, con una prospettiva orientata alla transizione energetica, le soluzioni delle varie branche della scienza applicata con particolare riferimento all'elettrica e alla meccanica con adeguate competenze digitali; • una conoscenza della lingua inglese sufficiente ad affrontare una discussione tecnica e a comprendere manuali e testi tecnici necessari per l'aggiornamento professionale. L'articolazione del percorso formativo prevede una successione didatticamente e operativamente coerente di attività formative, declinate sui due curricula e suddivisa in anni e semestri. Nel seguito viene sinteticamente descritta l'articolazione del percorso formativo. Il primo anno prevede una serie di insegnamenti legati alle materie di base che pone l'enfasi sull'acquisizione degli strumenti matematici, informatici e di rappresentazione grafica supportata dal calcolatore. Già a partire dalle materie di base, dunque, gli insegnamenti fanno ampio uso di strumenti utili per stimolare il laureato ad apprendere e applicare le conoscenze mediante sperimentazione. Sono inoltre previsti dei corsi caratterizzanti con contenuti relativi ai principi delle teorie sui circuiti e gli impianti elettrici e sui dispositivi per la conversione elettromeccanica, alle macchine e ai sistemi connessi alle trasformazioni energetiche, ai dispositivi per la conversione dell'energia, alle componenti degli impianti industriali ed alle tecnologie IOT. Questo quadro disciplinare degli insegnamenti del primo anno è in particolare finalizzato a fornire il bagaglio culturale, tecnico-scientifico e strumentale per lo svolgimento dei laboratori degli anni successivi. Completa il quadro del primo anno una prova di conoscenza di lingua inglese con requisito di conseguimento del livello B1. Occorre sottolineare, che dal primo anno, secondo semestre, il corso di articola in 2 curricula, elettrico e meccanico, che si differenziano per le materie più specialistiche legate ai differenti ambiti caratterizzanti; questa differenziazione è coerente con l'organizzazione in sezioni dell'albo dei periti laureati. Nel secondo anno il percorso formativo è incentrato principalmente su attività laboratoriali, differenziate per curricula, con la possibilità di approfondire più specificatamente tematiche inerenti all'ambito elettrico, all'ambito meccanico e a specificità trasversali ai due profili. I laboratori consentiranno di fornire: strumenti pratici per la produzione industriale integrata ai sistemi informatici; competenze in materia di energie rinnovabili, impianti termici e di condizionamento, tecnologie per l'industria, impianti meccanici ed aspetti normativi; competenze in materia di convertitori statici ed azionamenti elettrici, reti elettriche intelligenti, progettazione di impianti e “building automation” per applicazioni industriali e civili. Il terzo anno prevede principalmente lo svolgimento dell'attività di tirocinio pratico-valutativo. Le giornate di tirocinio potranno alternarsi a giornate di studio presso l'università, con i docenti e tutor universitari, dedicate alle revisioni e verifiche dello stato d'avanzamento delle attività di tirocinio e ad eventuali approfondimenti tecnico-disciplinari. È previsto infine un corso professionalizzante, comune ai due curricula, che consente di acquisire una preparazione di base funzionale allo svolgimento della libera professione e alla sicurezza in ambito lavorativo.