Image
Illustrazione sul tema della disabilità

SCIENZE RIABILITATIVE DELLE PROFESSIONI SANITARIE

Corso di Laurea Magistrale
Accesso Programmato
MEDICINA E CHIRURGIA
LM/SNT2 Classe delle lauree magistrali in Scienze riabilitative delle professioni sanitarie
120 crediti
Italiano

Presentazione del corso

IL CORSO DI STUDIO È IN ATTESA DI ACCREDITAMENTO INIZIALE.

Ottenuto l'accreditamento sarà attivo a partire dall'A.A. 2023/2024.

--------------------------------------------------------------------

Il corso di laurea magistrale in Scienze riabilitative delle professioni sanitarie è incardinato nella Facoltà di Medicina e Chirurgia. L'attivazione del corso di studio risponde all'esigenza di offrire, ai laureati triennali delle Professioni sanitarie della riabilitazione (classe L/SNT2), una formazione culturale e professionale avanzata e in linea con gli standard europei previsti per i professionisti dell'area della riabilitazione.

Inoltre, l'attivazione di tale corso di laurea magistrale consente di formare professionisti in grado di ricoprire il ruolo, previsto dalla normativa vigente, di Dirigente dei Servizi delle Professioni Sanitarie nell'area delle Scienze della Riabilitazione. Il percorso formativo risponde all'esigenza di formare competenze in chi sarà chiamato a operare nelle direzioni sanitarie ospedaliere e della aziende sanitarie locali e negli altri servizi sanitari pubblici e privati nei quali sia prevista la competenza di un dirigente esperto di riabilitazione. Il laureato magistrale in Scienze della riabilitazione potrà inoltre trovare occupazione nell'ambito della didattica e ricerca scientifica presso le strutture universitarie.

Il corso si articola in due anni accademici e prevede l'acquisizione di 120 crediti formativi. È ad accesso programmato a livello nazionale per cui l'ingresso è subordinato al superamento di una prova di ammissione.

Il primo anno è finalizzato a fornire i modelli concettuali e metodologici nelle 4 aree di competenza del laureato magistrale (Area della ricerca; Area professionale; Area del management; Area formativa). Il secondo anno è finalizzato invece ad applicare e contestualizzare i modelli teorici e le metodologie apprese nelle 4 aree di competenza del laureato magistrale (Area della ricerca; Area professionale; Area del management; Area formativa) e con specifico riferimento ai futuri contesti lavorativi.

Grande rilievo verrà dato all'acquisizione di conoscenze e metodologie inerenti all’esercizio professionale, la capacità di lavorare in gruppo e in contesti organizzativi complessi, nonché alle metodologie di ricerca scientifica ulteriormente verificate da un elaborato finale. In tal modo lo studente potrà sperimentare una graduale assunzione di autonomia e responsabilità con la supervisione di esperti, concretizzando il suo profilo curriculare con tirocini obbligatori e con i crediti liberi. Particolare importanza riveste il tirocinio nella quale il discente sperimenta la messa in atto di competenze proprie dei ruoli dirigenziali in un contesto che consente la rilettura critica degli interventi e l’acquisizione di una modalità di miglioramento continuo delle competenze.

Requisiti di accesso

Titoli opzionali (a scelta tra i seguenti):
  • [L2] - Laurea di Primo Livello (triennale)
  • [L1] - Laurea ante riforma (vecchio ordinamento)
  • [LS] - Laurea Specialistica
  • [LM] - Laurea Magistrale
  • [TS] - Titolo straniero
  • [DU] - Diploma Universitario
  • [AP] - Abilitazione Professionale

Piano di studi

Anno di corso: 1
Obbligatori
Anno di corso: 2
Obbligatori
Status professionale conferito dal titolo
Dirigente/coordinatore/responsabile di processi avanzati nel campo della riabilitazione Il profilo professionale del Laureato Magistrale in Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie trova collocazione nell’ambito dei SS.SS. Nazionale e Regionale, nelle strutture private accreditate e convenzionate con il S.S.N. (Cliniche, strutture e centri di riabilitazione, Residenze Sanitarie Assistenziali, stabilimenti termali e centri benessere, ambulatori medici e/o ambulatori polispecialistici). L'attività professionale potrà essere, altresì, esercitata in strutture private in rapporto di dipendenza o libero-professionale. Il possesso della Laurea Magistrale è requisito legislativamente e contrattualmente richiesto nei ruoli del S.S.N. per posizioni di dirigenza e didattica. Inoltre, il possesso della Laurea Magistrale è requisito legislativamente e contrattualmente richiesto per ricoprire il ruolo di Direttore della Didattica Professionale dei corsi di Laurea triennali e/o magistrali della specifica area.
Caratteristiche prova finale
La prova finale consiste nella preparazione di una tesi, su un argomento concordato con un docente del CdS che funge da relatore, e della sua presentazione in sede di esame finale. La tesi di natura teorico-applicativa, preferibilmente con implicazioni valutative-organizzative-gestionali, nel contesto della Riabilitazione, viene discussa davanti alla Commissione, con un supporto informatico. Tale presentazione – dissertazione rappresenta il momento di verifica finale dell'acquisizione delle abilità di analisi, progettazione, gestione degli ambiti di competenza, con assunzione di responsabilità e di autonomia professionale.
Conoscenze richieste per l'accesso
Il Corso di Laurea magistrale in Scienze riabilitative delle professioni sanitarie è programmato a livello nazionale ai sensi dell'art. 1 della legge 264/1999. L’accesso è subordinato al superamento di una prova di ammissione predisposta da ciascuna università sulla base di quanto emanato annualmente tramite Decreto del Ministero dell'Università e della Ricerca (MUR) e riportato nei bandi di concorso. Nello stesso D.M. sono indicati i titoli di accesso alla prova di ammissione, la struttura e gli argomenti della prova. Sono ammessi alla prova di ammissione per l’accesso ai corsi di laurea magistrale coloro che siano in possesso di uno dei seguenti titoli: − laurea abilitante all’esercizio di una delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di laurea magistrale di interesse (L/SNT2); − diploma universitario abilitante all’esercizio di una delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di laurea magistrale di interesse (L/SNT2); − titolo abilitante all’esercizio di una delle professioni sanitarie ricomprese nella classe di laurea magistrale di interesse, di cui alla legge 26 febbraio 1999, n.42. Lo stesso D.M. può prevedere l’ammissione al Corso di laurea magistrale in Scienze Riabilitative delle professioni sanitarie prescindendo dall’espletamento della prova di ammissione e in deroga alla programmazione nazionale dei posti, qualora gli interessati svolgano funzioni operative specifiche.
Descrizione obiettivi formativi specifici
Il laureato deve possedere una qualificata ed elevata conoscenza e competenza in ambito di ricerca, formazione e management nell’ area della riabilitazione, ha quindi competenze per intervenire nei processi assistenziali, gestionali formativi e di ricerca negli ambiti pertinenti alle diverse professioni sanitarie comprese nella Classe. Più dettagliatamente dovrà possedere competenze che gli permettano di: - coordinare e/o dirigere servizi e organizzazioni sanitarie semplici e complesse, attraverso l’uso di strumenti per la pianificazione, la gestione delle risorse umane e della contabilità nell'economia aziendale; - rilevare e valutare l'evoluzione dei bisogni riabilitativi e programmare l'intervento terapeutico nell’ambito della classe riabilitativa di appartenenza; - individuare i fattori di rischio ambientale, valutarne gli effetti e l’impatto sulla salute e predisporre interventi di tutela negli ambienti lavorativi; - coordinare e gestire gruppi di lavoro, utilizzando strategie utili a promuovere l’integrazione multidisciplinare e organizzativa; - implementare e gestire programmi di sviluppo professionale, attraverso valutazioni, identificazione di obiettivi e azioni specifiche per il loro raggiungimento; - condurre una revisione sistematica della letteratura scientifica, anche attraverso banche dati, con aggiornamenti periodici, anche al fine della realizzazione di un articolo scientifico; - collaborare nel contesto di progetti di ricerca quantitativa e qualitativa; - verificare l'applicazione dei risultati di ricerca per il miglioramento continuo degli interventi riabilitativi; - attuare le prassi riabilitative nel rispetto delle norme legislative che regolano l'organizzazione dei servizi sanitari, della deontologia e responsabilità professionale; - conoscere e utilizzare tecniche di comunicazione efficace, individuale e di gruppo, anche finalizzate alla buona qualità dei rapporti interpersonali con i pazienti e i loro familiari; - valutare gli esiti riabilitativi dei pazienti utilizzando misure valide e affidabili; - collaborare con il team curante per sviluppare protocolli e linee guida da attuare negli interventi riabilitativi; - organizzare ed interpretare correttamente l'informazione sanitaria dalle diverse fonti disponibili che riguardano lo specifico ambito professionale riabilitativo; - utilizzare la tecnologia (ad esempio: la telemedicina) come strumento riabilitativo, terapeutico e preventivo e per il monitoraggio dello stato di salute; - saper documentare la propria pratica professionale in ambito riabilitativo, anche ai fini del miglioramento continuo della qualità dei servizi sanitari; - progettare e attuare interventi formativi per l'aggiornamento e la formazione continua nelle strutture sanitarie di afferenza; - programmare e gestire il coordinamento di un Corso di Laurea triennale e magistrale, Master di I e II livello e affinare, attraverso attività di coordinamento delle attività di tirocinio nella formazione di base, complementare e permanente, le competenze di insegnamento per la specifica figura professionale; - progettare e gestire attività didattiche nell'ambito della formazione permanente destinate ai professionisti della riabilitazione; - progettare e realizzare, nel contesto di equipe multidisciplinari, interventi educativi e di sostegno destinati ai singoli individui e alle comunità per l'autogestione e il controllo dei fattori di rischio per la salute: - istruire gli Organi comunitari sugli aspetti giuridici e normativi riguardo le competenze amministrative e giurisdizionali dello specifico profilo professionale, così da favorire l’integrazione nei rapporti con gli Stati esteri ed i rispettivi Ordinamenti. Il CdS si articola in due anni accademici e prevede l'acquisizione di 120 crediti formativi ed è ad accesso programmato a livello nazionale per cui l'ingresso è subordinato al superamento di una prova di ammissione. Il primo anno è finalizzato a fornire i modelli concettuali e metodologici nelle 4 aree di competenza del laureato magistrale (Area della ricerca; Area professionale; Area del management; Area formativa). Il secondo anno è finalizzato ad applicare e contestualizzare i modelli teorici e le metodologie apprese nelle 4 aree di competenza del laureato magistrale (Area della ricerca; Area professionale; Area del management; Area formativa) e con specifico riferimento ai futuri contesti lavorativi. Grande rilievo verrà dato all'acquisizione di conoscenze e metodologie inerenti all’esercizio professionale, la capacità di lavorare in gruppo e in contesti organizzativi complessi, nonché alle metodologie di ricerca scientifica ulteriormente verificate da un elaborato finale. In tal modo lo studente potrà sperimentare una graduale assunzione di autonomia e responsabilità con la supervisione di esperti, concretizzando il suo profilo curriculare con tirocini obbligatori e con i crediti liberi. Particolare importanza riveste il tirocinio nella quale il discente sperimenta la messa in atto di competenze proprie dei ruoli dirigenziali in un contesto che consente la rilettura critica degli interventi e l’acquisizione di una modalità di miglioramento continuo delle competenze.
Conoscenza e comprensione
AREA MANAGEMENT Il Laureato Magistrale dovrà acquisire conoscenze sui principi e metodi di economia e programmazione sanitaria, avviare approfondimenti di diritto amministrativo e del lavoro, tramite il perseguimento dei seguenti obiettivi formativi: OF 2) conoscere i principali modelli di management dei servizi riabilitativi e modelli integrati degli interventi riabilitativi ad alto livello di complementarietà; OF 3) conoscere i fattori di rischio lavorativo, le norme sulla salute e tutela negli ambienti di lavoro e la deontologia; OF 5) conoscere ed approfondire i principali interventi di valutazione e assessment della qualità dei servizi; OF 7) conoscere le nuove prospettive e le normative di indirizzo nazionali e internazionali sulla disabilità e sulla salute nei servizi sanitari; OF 8) conoscere i principi del diritto amministrativo e le nozioni di base dell'economia aziendale sanitaria; OF 9) conoscere le principali tecniche di organizzazione aziendale e i processi di ottimizzazione dell'impiego di risorse umane, informatiche e tecnologiche nell'ambito dei servizi sanitari; OF 10) conoscere ed approfondire i modelli di implementazione di un progetto riabilitativo, di rilevazione e misurazione dei bisogni e programmazione della verifica; OF 11) conoscere le abilità relazionali e comunicative utili nella gestione del personale e nella mediazione dei conflitti. AREA DELLA FORMAZIONE Il Laureato Magistrale dovrà acquisire conoscenze sui modelli pedagogici, modelli dell'apprendimento degli adulti e sulle metodologie tutoriali tramite il perseguimento dei seguenti obiettivi formativi: OF 6) Conoscere gli elementi di psicologia e antropologia utili per un’adeguata lettura dei contesti e dei processi; nelle organizzazioni sanitarie e dei rapporti tra professionisti e cittadini; OF 13) Conoscere i modelli di aggiornamento continuo delle competenze professionali e della formazione. AREA DELLA RICERCA Il Laureato Magistrale dovrà acquisire conoscenze sui metodi della statistica e dell'epidemiologia applicabili nell'ambito della ricerca del contesto sanitario, clinico e sociale della disabilità e dei compiti specifici della classe di appartenenza, tramite il perseguimento dei seguenti obiettivi formativi: OF 1) conoscere ed approfondire gli aspetti salienti e dell’attuale dibattito sulla innovazione scientifica e sui modelli riabilitativi della Classe; OF 4) conoscere ed approfondire gli elementi metodologici dell'epidemiologia, della statistica e della sperimentazione clinica; OF 12) conoscere ed approfondire le scienze Informatiche e gli elementi metodologici dell'epidemiologia applicati alla gestione Sanitaria. AREA PROFESSIONALE Il Laureato Magistrale dovrà acquisire conoscenze sui modelli riabilitativi della classe, applicabili anche in contesti complessi di intervento e su pazienti con comorbilità e valutazione degli esiti, tramite il perseguimento dei seguenti obiettivi formativi: OF 1) conoscere ed approfondire gli aspetti salienti e dell’attuale dibattito sulla innovazione scientifica e sui modelli riabilitativi della Classe; OF 2) conoscere i principali modelli di management dei servizi riabilitativi e modelli integrati degli interventi riabilitativi ad alto livello di complementarietà; OF 10) conoscere ed approfondire i modelli di implementazione di un progetto riabilitativo, di rilevazione e misurazione dei bisogni e programmazione della verifica; OF 11) conoscere le abilità relazionali e comunicative utili nella gestione del personale e nella mediazione dei conflitti; OF 14) conoscere i modelli di applicazione delle nuove tecnologie in ambito biomedico e in Riabilitazione; OF 15) conoscere ed approfondire gli aspetti inerenti i nuovi modelli di riabilitazione in fisioterapia; Neuropsichiatria infantile; Otorinolaringoiatria; Neurologia; Psichiatria.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
AREA MANAGEMENT Il Laureato Magistrale dovrà applicare e contestualizzare i modelli teorici e le metodologie apprese di programmazione sanitaria e management con specifico riferimento ai futuri contesti lavorativi, tramite il perseguimento dei seguenti obiettivi formativi: OF 18) utilizzare tecniche appropriate per gestire le relazioni professionali con i singoli e nei gruppi di lavoro; OF 19) coordinare attività sinergiche che permettano di potenziare gli interventi riabilitativi nella rete socio-sanitaria di assistenza; OF 20) implementare iniziative atte a mantenere elevata soddisfazione lavorativa, benessere organizzativo e tutela dei lavoratori; OF 21) applicare in maniera situata modelli di intervento di valutazione continua della qualità dei servizi conformi alle normative nazionali e convenzioni internazionali; OF 22) utilizzare tecniche di lettura e misurazione dei bisogni riabilitativi specifici con particolare attenzione alla “customer satisfaction”; OF 27) applicare la metodologia statistica e epidemiologica per avviare e monitorare la programmazione sanitaria selezionando metodi qualitativi e quantitativi appropriati; OF 28) applicare competenze informatiche utili alla gestione dei sistemi informatizzati dei servizi sanitari; OF 30) utilizzare la tecnologia nei servizi sanitari con particolare attenzione all’interfaccia tra utente e servizi concorrendo all’abbattimento del divario digitale; OF 31) saper leggere la conformità delle procedure amministrative con particolare attenzione alla relazione tra amministrazioni e utenti; OF 32) implementare e valutare l'impatto di differenti prassi operative dell'organizzazione e gestione dei servizi sanitari; OF 33) applicare appropriatamente l'analisi organizzativa e il controllo di gestione e di spesa di risorse (umane, tecnologiche, informative, finanziarie) nelle strutture sanitarie di bassa, media e alta complessità. AREA DELLA FORMAZIONE Il Laureato Magistrale dovrà mostrare capacità applicative relativamente alla progettazione e gestione di sistemi formativi di base e avanzati, di metodi didattici, la gestione dei gruppi di formazione, al fine di attivare eventi formativi specifici delle professioni sanitarie riabilitative, tramite il perseguimento dei seguenti obiettivi formativi: OF 23) Progettare e realizzare interventi formativi per l'aggiornamento e la formazione permanente tenendo conto della specificità delle diverse figure professionali sanitarie e dei differenti contesti; OF 24) Sviluppare programmi di insegnamento, nell'ambito delle attività tutoriali, di coordinamento di tirocinio, nella formazione di base anche accademica; OF 26) Implementare processi di aggiornamento continuo incentrati sulla innovazione scientifica negli ambiti di interesse. AREA DELLA RICERCA Il Laureato Magistrale sarà in grado di applicare le conoscenze acquisite al fine dell’analisi critica della letteratura scientifica, allenamento alla deduzione delle implicazioni per la pratica riabilitativa e valutativa, a collaborare nell’implementazione di studi clinici, tramite il perseguimento dei seguenti obiettivi formativi: OF 25) implementare studi clinici osservazionali o che valutano l’efficacia di interventi sulla base degli elementi metodologici della ricerca scientifica; OF 26) implementare processi di aggiornamento continuo incentrati sulla innovazione scientifica negli ambiti di interesse; OF 27) applicare la metodologia statistica e epidemiologica per avviare e monitorare la programmazione sanitaria selezionando metodi qualitativi e quantitativi appropriati; OF 32) implementare e valutare l'impatto di differenti prassi operative dell'organizzazione e gestione dei servizi sanitari. AREA PROFESSIONALE Il Laureato Magistrale sarà in grado di applicare le conoscenze acquisite nell’ambito dei processi organizzativi e della riabilitazione in contesti complessi ad alto livello di interdisciplinarietà, tramite il perseguimento dei seguenti obiettivi formativi: OF 17) avviare e promuovere una lettura adeguata dei contesti e saper implementare interventi riabilitativi integrati o specifici di ciascuna disciplina; OF 19) coordinare attività sinergiche che permettano di potenziare gli interventi riabilitativi nella rete socio-sanitaria di assistenza; OF 28) applicare competenze informatiche utili alla gestione dei sistemi informatizzati dei servizi sanitari; OF 29) implementare modelli che utilizzino nuove tecnologie biomediche in riabilitazione e valutarne efficacia, sostenibilità, benefici e validità ecologica; OF 30) utilizzare la tecnologia nei servizi sanitari con particolare attenzione all’interfaccia tra utente e servizi concorrendo all’abbattimento del divario digitale; OF 32) implementare e valutare l'impatto di differenti prassi operative dell'organizzazione e gestione dei servizi sanitari.
Autonomia di giudizio
Il laureato magistrale ha la capacità e le competenze per: - formulare autonome riflessioni ed essere in grado di prendere decisioni e confrontarsi con situazioni di tipo complesso; - integrare autonomamente le proprie conoscenze anche difronte a dati ed informazioni parziali; - essere in grado di riflettere sulle implicazioni sociali, etiche e deontologiche dell’applicazione delle proprie conoscenze; - saper valutare, anticipare ed affrontare problematiche tipiche dei processi lavorativi delle organizzazioni sanitarie; - rispondere responsabilmente alla necessità del miglioramento professionale continuo nei vari ambiti di interesse, ottimizzando le risorse anche per fare fronte a condizioni di incertezza e cambiamento. Metodi didattici e modalità di accertamento. L’autonomia di giudizio verrà acquisita tramite la frequenza alle lezioni frontali, attività di laboratorio e attività professionalizzanti come i tirocini, studio personale guidato e autonomo, in particolare mediante metodologie didattiche quali la discussione di casi in piccoli gruppi con presentazioni in sessioni plenarie. La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avverrà principalmente nel corso dei singoli esami di profitto attraverso prove orali, scritte e pratiche, relazioni, report.
Abilità comunicative
Il laureato magistrale ha la capacità e le competenze per: - mostrare abilità di comunicazione della lingua inglese nella forma scritta e parlata; - comunicare con chiarezza informazioni, strategie e problematiche di tipo organizzativo e sanitario con i propri collaboratori e con gli utenti; - sapere scegliere la forma e il mezzo di comunicazione adeguati all'interlocutore, sia specialista che non specialista; - comunicare con le diverse figure professionali che lavorano nella rete socio-sanitaria di assistenza utilizzando un linguaggio comune derivato dall'approccio interdisciplinare; - comunicare in modo efficace con l'utilizzo di strumenti informatici e di comunicazione telematica. Metodi didattici e modalità di accertamento. L’abilità nella comunicazione sarà conseguita tramite la frequenza alle lezioni frontali e attività professionalizzanti come i tirocini in cui verrà richiesto allo studente la partecipazione nelle valutazioni di equipe e esercitazioni. Le abilità comunicative scritte e orali saranno particolarmente sviluppate durante le attività laboratoriali e nelle presentazioni in aula o in singoli gruppi di studenti. La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avverrà principalmente nel corso dei singoli esami di profitto attraverso prove orali, scritte e pratiche, relazioni, come specificato in dettaglio per ogni insegnamento nella scheda programma, e secondo il calendario degli esami di profitto. In particolare, in tutte le attività in cui allo studente verrà chiesto di elaborare dissertazioni e verrà richiesta l’esposizione orale di tali elaborati. Nello specifico il laureato magistrale verrà sostenuto nello sviluppo di competenze atte a: - saper comunicare in lingua inglese (livello B2), con particolare riferimento alla comprensione della letteratura scientifica, delle procedure e dei manuali di laboratorio.
Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione
ITALIANO
Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati
Dirigente/coordinatore/responsabile di processi avanzati nel campo della riabilitazione Il profilo professionale del Laureato Magistrale in Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie trova collocazione nell’ambito dei SS.SS. Nazionale e Regionale, nelle strutture private accreditate e convenzionate con il S.S.N. (Cliniche, strutture e centri di riabilitazione, Residenze Sanitarie Assistenziali, stabilimenti termali e centri benessere, ambulatori medici e/o ambulatori polispecialistici). L'attività professionale potrà essere, altresì, esercitata in strutture private in rapporto di dipendenza o libero-professionale. Il possesso della Laurea Magistrale è requisito legislativamente e contrattualmente richiesto nei ruoli del S.S.N. per posizioni di dirigenza e didattica. Inoltre, il possesso della Laurea Magistrale è requisito legislativamente e contrattualmente richiesto per ricoprire il ruolo di Direttore della Didattica Professionale dei corsi di Laurea triennali e/o magistrali della specifica area.
Capacità di apprendimento
Il laureato magistrale ha la capacità e le competence per: - valutare le performance sulla base di standard organizzativi al fine di realizzare piani formativi di miglioramento professionale; - adottare autonomamente strategie efficaci tese all’apprendimento continuo formale e informale; - utilizzare sistemi informatici, archivi cartacei e digitali e database per identificare e selezionare elementi conoscitivi sull’innovazione, modelli di intervento e evidenze scientifiche nei diversi ambiti di interesse; - maturare la capacità di apprendimento necessaria ad intraprendere studi di livello successivo (Master, Dottorati di ricerca). Metodi didattici e modalità di accertamento. La capacità di apprendere verrà acquisita progressivamente lungo il percorso biennale, tramite la frequenza alle lezioni frontali, attività di laboratorio e attività professionalizzanti come i tirocini, studio personale guidato e autonomo e, in particolare, durante le attività didattiche che prevedono elaborazione di approfondimenti, report, dissertazioni e nella preparazione della tesi, elaborazione di ipotesi di ricerca, o problemi/quesiti formulati, interrogando le banche dati e utilizzando archivi, analizzando criticamente le pubblicazioni scientifiche internazionali, durante la raccolta di dati. La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avverrà attraverso i singoli esami di profitto attraverso prove orali, scritte e pratiche, relazioni singole o di gruppo su tematiche di approfondimento.
Competenze associate alla funzione
Dirigente/coordinatore/responsabile di processi avanzati nel campo della riabilitazione Il laureato sarà in grado di possedere ed esercitare elevate e avanzate competenze metodologiche in area di management, ricerca e formazione in ambito riabilitativo della Classe di appartenenza.
Funzione in contesto di lavoro
Dirigente/coordinatore/responsabile di processi avanzati nel campo della riabilitazione Il profilo professionale del Laureato Magistrale in Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie esercita funzioni dirigenziali e/o di coordinamento nel campo del management, dell'organizzazione e progettazione delle attività di riabilitazione, di gestione del personale, di elaborazione, costruzione e implementazione dei percorsi didattici e pedagogici applicati alla riabilitazione e di ricerca scientifica. In particolare, le funzioni che il laureato magistrale eserciterà sono quelle di: • coordinamento, gestione e controllo dell'organizzazione dei servizi e delle attività; • gestione e coordinamento delle risorse umane (ad es. definizione e razionalizzare dell’impiego del personale; formazione); • programmazione e/o autorizzazione dei servizi o degli interventi sanitari; • gestione e rendicontazione delle risorse finanziarie; • gestione e controllo della documentazione sanitaria; • vigilanza sull'igiene e sulla sicurezza ambientale; • gestione dei rapporti con altre strutture e utenza; • progettazione, gestione e coordinamento di protocolli di ricerca applicata e programmi formativi.