La sezione Amministrazione Trasparente contiene i dati e i documenti che l’Università degli Studi di Cagliari ha l’obbligo di rendere accessibili come disposto dal DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2013, n. 33 - NormattivaRiordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”), come modificato dal DECRETO LEGISLATIVO 25 maggio 2016, n. 97 - Normattiva,  concernenti l'organizzazione e l'attività dell’Università, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche.

La sezione è organizzata sulla base dell’allegato al D.lgs. n. 33 del 2013, così come esposto nell’allegato C al Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza (unica.it - Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza).

Le informazioni in essa contenute sono supervisionate dal RPCT - Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza dell'Università degli Studi di Cagliari coadiuvato dal Settore protezione dei dati personali (privacy) e trasparenza e dal Settore prevenzione della corruzione e trasparenza.

Documenti, informazioni e dati 


Accesso ai documenti dell’Università di Cagliari

La trasparenza concorre ad attuare il principio democratico e i principi costituzionali di eguaglianza, imparzialità, buon andamento, responsabilità, efficacia ed efficienza nell'utilizzo di risorse pubbliche, integrità e lealtà nel servizio alla nazione. Essa è condizione di garanzia delle libertà individuali e collettive, nonché dei diritti civili, politici e sociali, integra il diritto ad una buona amministrazione e concorre alla realizzazione di una amministrazione aperta, al servizio del cittadino.

Il diritto di accesso nei confronti dell’Università di Cagliari può essere esercitato secondo tre diverse modalità.

Cosa è (artt. 22 ss. della L. n. 241/1990)

Tutti i soggetti privati, compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente a una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale  chiesto l’accesso

Cosa è possibile richiedere

Documenti amministrativi: ogni rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie del contenuto di atti, anche interni o non relativi ad uno specifico procedimento, detenuti dall’ateneo e concernenti attività di pubblico interesse, indipendentemente dalla natura pubblicistica o privatistica della loro disciplina sostanziale

Come inviare l’istanza di accesso civico

Il richiedente deve indicare gli estremi del documento oggetto della richiesta ovvero gli elementi che ne consentano l’individuazione, specificare e, ove occorra, comprovare l’interesse connesso all’oggetto della richiesta, dimostrare la propria identità e, ove occorra, i propri poteri di rappresentanza del soggetto interessato.

La richiesta può essere presentata:

  1. via mail (certificata o non certificata) su documento informatico sottoscritto mediante la firma digitale o la firma elettronica qualificata, il cui certificato è rilasciato da un certificatore qualificato;
  2. per posta raccomandata, su documento cartaceo sottoscritto con firma autografa e presentato unitamente alla copia del documento d’identità;
  3. via mail (certificata o non certificata) su documento informatico sottoscritto con firma autografa e presentato unitamente alla copia del documento d’identità;
  4. verbalmente, qualora, in base alla natura del documento richiesto non risulti l’esistenza di controinteressati. Qualora non sia possibile l’accoglimento immediato della richiesta in via informale, ovvero sorgano dubbi sulla legittimazione del richiedente, sulla sua identità, sui suoi poteri rappresentativi, sulla sussistenza dell’interesse alla stregua delle informazioni e delle documentazioni fornite, sull’accessibilità del documento o sull’esistenza di controinteressati, l’amministrazione invita l’interessato a presentare richiesta scritta, di cui l’ufficio rilascia ricevuta.

Posta elettronica certificata di ateneo (abilitata a ricevere solo da caselle pec): protocollo@pec.unica.it

Unità organizzativa che detiene il documento (invio all’indirizzo di posta elettronica della struttura, cui seguirà la protocollazione dell’istanza; consegna a mano con rilascio di ricevuta; trasmissione per posta raccomandata). Articolazione degli uffici ; tabella dei procedimenti e degli uffici competenti.

Ufficio relazioni col pubblico

Cos’è (art. 5, comma 1 del d.lgs. 33/13)

È il diritto di chiunque di richiedere ed ottenere la pubblicazione di documenti, informazioni e dati che le pubbliche amministrazioni abbiano omesso di pubblicare pur avendone l’obbligo.

Cosa è possibile richiedere

Documenti, informazioni e dati concernenti l’organizzazione e l’attività dell’Università di Cagliari, in base a quanto previsto dal d.lgs. n.33/2013 e dettagliato nell’allegato C al Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza.

Come inviare l’istanza di accesso civico

Il richiedente può presentare un'istanza a titolo gratuito all'Università tramite:

  1. modulo di procedura guidata
  2. invio a trasparenza@unica.it;
  3. invio a protocollo@pec.unica.it;
  4. con posta ordinaria a Università degli Studi di Cagliari - Amministrazione Trasparente - Via Università 40 – 09124 Cagliari.

N.B. l’istanza è ricevibile solo se conforme a quanto previsto dall’art.65 del d.lgs. 7 marzo 2005, n. 82, recante Codice dell’amministrazione digitale.

Conclusione del procedimento

Il richiedente ha il diritto di ricevere un provvedimento espresso e motivato di accoglimento o di diniego totale/parziale o di differimento nel termine di trenta giorni dalla presentazione dell’istanza.

Nei casi di diniego totale o parziale dell'accesso o di mancata risposta entro il termine di trenta giorni, il richiedente può presentare richiesta di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza che decide con provvedimento motivato entro il termine di venti giorni. Avverso la decisione dell’Università o la decisione del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, il richiedente può proporre ricorso al Tribunale amministrativo regionale.

Trattamento dati personali

L’informativa per il trattamento dei dati è consultabile alla pagina https://www.unica.it/it/privacy per ciascuna categoria di interessati con finalità "prevenzione della corruzione e trasparenza". L'Università degli Studi di Cagliari effettuerà il trattamento dei dati personali comunicati dall’interessato al solo scopo di evadere l'istanza presentata, nel rispetto del Regolamento UE (2016/679). 

Cos’è (art. 5, comma 2 del d.lgs. 33/13)

È il diritto di chiunque di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico.

Cosa è possibile richiedere

Documenti, informazioni e dati concernenti l’organizzazione e l’attività dell’Università di Cagliari ulteriori rispetto a quelli dettagliati nell’allegato C al Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza senza l’obbligo di motivare la richiesta.

Come inviare l’istanza di accesso civico

Il richiedente può presentare un'istanza a titolo gratuito all'Università tramite:

  1. modulo di procedura guidata
  2. invio a trasparenza@unica.it
  3. invio a protocollo@pec.unica.it;
  4. invio con posta ordinaria a Univerisità degli Studi di Cagliari - Amministrazione Trasparente- Via Università 40 – 09124 Cagliari

N.B. l’istanza è ricevibile solo se conforme a quanto previsto dall’art.65 del d.lgs. 7 marzo 2005, n. 82, recante Codice dell’amministrazione digitale.

Conclusione del procedimento

Il richiedente e gli eventuali controinteressati hanno il diritto di ricevere un provvedimento espresso e motivato di accoglimento o di diniego totale/parziale o di differimento nel termine di trenta giorni dalla presentazione dell’istanza.

Nei casi di diniego totale o parziale dell'accesso o di mancata risposta entro il termine di trenta giorni, il richiedente può presentare richiesta di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza che decide con provvedimento motivato entro il termine di venti giorni. Avverso la decisione dell’Università o la decisione del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, il richiedente può proporre ricorso al Tribunale amministrativo regionale.

Nei casi di accoglimento della richiesta di accesso, il controinteressato può presentare richiesta di riesame al responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza e proporre ricorso al Tribunale amministrativo regionale.

Trattamento dati personali

L’informativa per il trattamento dei dati è consultabile alla pagina https://www.unica.it/it/privacy per ciascuna categoria di interessati con finalità "prevenzione della corruzione e trasparenza". L'Università degli Studi di Cagliari effettuerà il trattamento dei dati personali comunicati dall’interessato al solo scopo di evadere l'istanza presentata, nel rispetto del Regolamento UE (2016/679).   

I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla normativa vigente sul riuso dei dati pubblici, in termini compatibili con gli scopi per i quali sono stati raccolti e registrati, e nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali.