UniCa UniCa News Notizie UniCa, prime lauree on line

UniCa, prime lauree on line

Emanuele Angioni, Matteo Francesco Muntoni e Augusta Tiddia hanno discusso la tesi del corso di laurea triennale in Scienze naturali rispettivamente con Sandro Demuro, Susanna Salvadori e Maria Caterina Fogu, mentre Camilla Re ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Natura con Gianluigi Pillola e Paolo Sanjust. Una laureanda ha discusso la tesi in collegamento dai locali messi a disposizione dal Comune di Gonnosfanadiga. La soddisfazione del Rettore Maria Del Zompo: “Merito del lavoro di squadra, siamo bravi a fare le cose tutti insieme: tutto il personale, tecnico-amministrativo e bibliotecario e docente, ci tiene a non far perdere un solo giorno ai nostri studenti per colpa del COVID”. Disponibile un'ampia rassegna: la notizia è SU TUTTA LA STAMPA e sulla prima pagina de L'UNIONE SARDA
16 aprile 2020
Un momento della discussione della tesi di Camilla Re (in alto a destra): in alto a sinistra Valeria M. Nurchi, in basso Gianluigi Pillola e Michela Marignani

La soddisfazione del Rettore Maria Del Zompo: "L’Ateneo non farà perdere un solo giorno ai nostri iscritti e alle nostre iscritte per colpa del COVID: grazie di cuore alla dedizione di tutto il personale, che ci tiene a sostenere gli studenti"

Sergio Nuvoli - ulteriori immagini a disposizione sui canali social di UniCa

Cagliari, 16 aprile 2020 - Si sono svolte questa mattina le prime lauree on line in modalità a distanza all’Università di Cagliari, tre relative al corso di laurea triennale in Scienze naturali ed una del corso di laurea magistrale in Scienze della Natura.

“L’Ateneo cagliaritano ancora una volta, grazie al senso dell’istituzione e dell’appartenznenza di tutto il personale tecnico amministrativo e docente, ha superato tutte le difficoltà per consentire ai nostri studenti e alle nostre studentesse di laurearsi senza dover pagare lo scotto del coronavirus - è il commento di Maria Del Zompo, Rettore di UniCa - Tutti, lavorando insieme, siamo orgogliosi di contribuire sia con le lezioni (ormai tutte attivate) sia con gli esami di profitto al raggiungimento dell’obiettivo di ogni iscritto. L’Ateneo non farà perdere un solo giorno ai nostri iscritti e alle nostre iscritte per colpa del COVID: grazie di cuore alla dedizione di tutto il personale, che ci tiene a raggiungere l’obiettivo di accompagnare i nostri studenti e le nostre studentesse più velocemente alla laurea. Siamo bravi a fare le cose tutti insieme, con i nostri studenti e le nostre studentesse”.

Emanuele Angioni discute la tesi con il professor Sandro Demuro
Emanuele Angioni discute la tesi con il professor Sandro Demuro

La commissione era presieduta dalla prof.ssa Valeria M. Nurchi e composta dai professori M.Caterina Fogu (segretario), Sandro Demuro, Angelo Ibba, Michela Marignani, Gian Luigi Pillola, Susanna Salvadori, Paolo Sanjust, Daniel Carlo Zoboli

Queste le triennali: Emanuele Angioni ha discusso con il professor Sandro Demuro (come relatore) la tesi dal titolo “Valutazione preliminare dello stato ambientale e dell’analisi degli impatti antropici del sistema di spiaggia-duna di Cala Corsara (Isola di Spargi, Parco Nazionale dell’Arcipelago della Maddalena, Sardegna)”, Matteo Francesco Muntoni ha discusso con la prof.ssa Susanna Salvadori la tesi su “Ricovero e cura della Caretta caretta L. nel CRTM della laguna di Nora”, mentre Augusta Tiddia  ha discusso la tesi su “La Famiglia delle Labiatae nella tradizione popolare della Sardegna”, con la prof.ssa Maria Caterina Fogu.

Camilla Re ha infine conseguito la laurea magistrale discutendo la tesi su “GEOGARDEN: proposta progettuale di un percorso didattico sulla storia geologica della Sardegna”, con i docenti relatori Gianluigi Pillola e Paolo Sanjust e il docente controrelatore Daniel Carlo Zoboli.

La commissione era presieduta dalla prof.ssa Valeria M. Nurchi e composta dai professori M.Caterina Fogu (segretario), Sandro Demuro, Angelo Ibba, Michela Marignani, Gian Luigi Pillola, Susanna Salvadori, Paolo Sanjust, Daniel Carlo Zoboli.

Matteo Francesco Muntoni a casa poco dopo la proclamazione
Matteo Francesco Muntoni a casa poco dopo la proclamazione

La laureanda Augusta Tiddia ha discusso il suo lavoro di tesi sulle piante etnobotaniche nella tradizione popolare sarda, ospite nei locali del comune di Gonnosfanadiga

“Le tre tesi del corso di laurea triennale – commenta la Presidente Nurchi - spaziando tra lo studio dell’impatto antropico sulle spiagge, il recupero delle tartarughe marine e l’analisi dell’uso delle piante tradizionali della Sardegna, nel loro insieme inquadrano molto bene le competenze dei laureati nelle scienze ambientali e naturali. Relativamente alla laurea magistrale, la candidata Camilla Re ha presentato un lavoro interdisciplinare sulla valorizzazione del patrimonio geologico e paleontologico della Sardegna. Valorizzazione che si materializza con la proposta progettuale della realizzazione di un Geogarden”.

La laureanda Augusta Tiddia ha discusso il suo lavoro di tesi sulle piante etnobotaniche nella tradizione popolare sarda, ospite nei locali del comune di Gonnosfanadiga. Il sindaco del paese, Fausto Orrù, ha messo a disposizione della laureanda i servizi ed i locali del Comune permettendo così la buona riuscita del collegamento per la discussione della tesi online. “Siamo contenti e molto grati dell’aiuto dato dai sindaci per sostenere i nostri studenti che possono non avere a casa il miglior collegamento per partecipare alla sessione di laurea – conclude Maria Del Zompo, Rettore dell’Università di Cagliari – In questo modo i primi cittadini dimostrano attenzione alla cultura, l’unico strumento per continuare a crescere. Noi gli siamo davvero grati”.

Augusta Tiddia mentre espone alla commissione i contenuti della sua tesi di laurea
Augusta Tiddia mentre espone alla commissione i contenuti della sua tesi di laurea

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di venerdì 17 aprile 2020

MEDIO CAMPIDANO - Pagina 34

GONNOSFANADIGA. In Municipio la discussione della tesi in Scienze: è la prima volta

«LA MIA LAUREA NELL'AULA CONSILIARE»

Augusta Tiddia non ha internet a casa e ha chiesto ospitalità al sindaco

Per potersi laureare ha chiesto aiuto al sindaco di Gonnosfanadiga Fausto Orrù: «Non ho la linea Internet a casa, sono poco tecnologica e non ho mai fatto l'abbonamento telefonico per la linea dati, posso discutere la tesi in videoconferenza con l'Università dal Municipio?». Permesso accordato e da ieri Augusta Tiddia, 57 anni, operatrice sanitaria, è dottoressa in Scienze naturali con una tesi sulla flora endemica sarda.

In diretta

Alle 9.30 è iniziato il collegamento. Mentre i docenti si sono collegati dalle loro abitazioni, la laurenda l'ha fatto dall'aula consiliare. Augusta, nel primo gruppo di laureati online dell'Università di Cagliari, era particolarmente emozionata: «Ho aspettato tanto questo momento, mi sono iscritta in Scienze naturali nel 2006, dopo 14 anni pensare di non potermi laureare per mancanza di linea Adsl sarebbe stato devastante, ringrazio il sindaco». Come per ogni studente, anche per Augusta il percorso è fatto di alti e bassi: «Ma è stata un'esperienza bellissima, ho imparato tanto e i primi anni, quando frequentavo la facoltà, li ricordo con grande felicità». Poi sono arrivati anche i momenti tristi e la sua tesi ne porta il ricordo: «È dedicata ai miei genitori, sono venuti a mancare durante il mio percorso di studio ed è per questo che la dedico a loro». Di sicuro Augusta Tiddia non aveva immaginato di laurearsi in Municipio durante una pandemia in Comune ma la prende con ironia: «Non tutti i mali vengono per nuocere, sono molto emotiva e avere la commissione di fronte ed il pubblico di parenti e amici mi avrebbe agitata».

Le reazioni

Il sindaco ha incoronato la laureata mentre i vigili urbani immortalavano il momento, compresi i complimenti della rettrice Maria Del Zompo: «Siamo contenti e grati dell'aiuto dato dai sindaci per sostenere i nostri studenti che possono non avere a casa il miglior collegamento per partecipare alla sessione di laurea. In questo modo i sindaci dimostrano attenzione alla cultura, l'unico strumento per continuare a crescere». Il sindaco Fausto Orrù: «Una laurea è sempre motivo d'orgoglio per una comunità e sono felice di aver potuto aiutare Augusta Tiddia e di averle potuto donare la corona d'alloro. Abbiamo dimostrato che Gonnosfanadiga non si ferma nemmeno durante il coronavirus».

Johanne Cesarano

L'articolo di Johanne Cesarano su "L'Unione Sarda" di venerdì 17 aprile 2020
L'articolo di Johanne Cesarano su "L'Unione Sarda" di venerdì 17 aprile 2020

Link

Ultime notizie

27 maggio 2020

Coronavirus, il supporto di UniCa all’indagine epidemiologica

Dagli spazi dell’Università di Cagliari partono le telefonate per individuare le persone disponibili al test sierologico e al successivo prelievo venoso. Il ringraziamento dei vertici della Croce Rossa Italiana per la disponibilità mostrata dall’Ateneo

26 maggio 2020

Dal CLab di UniCa al progetto da un milione di euro - Bacfarm sul podio con il brevetto sui carotenoidi

La start up nata nel ContaminationLab dell'ateneo di Cagliari tra le prime cinque in Italia al "Life Science Innovation 2020" per l'idea innovativa sull'estrazione delle biomolecole antiossidanti con formidabili sviluppi in medicina, farmacia, alimentazione. "Sono stati selezionati anche per un modello di business alternativo, efficiente e sostenibile" dice Maria Chiara Di Guardo

26 maggio 2020

Sviluppo sostenibile, al via il percorso-concorso

Mercoledì 27 maggio alle 16 il primo dei quattro incontri organizzati dall’Ateneo per coinvolgere attivamente gli studenti sulle tematiche contenute nell’Agenda ONU 2030. Si inizia con il seminario tenuto da Alessandra Carucci su “Acqua pulita e servizi igienico-sanitari”, seguiranno gli altri tre appuntamenti. Quindi via al contest con premi in denaro per gli studenti e le studentesse che presenteranno un video o un elaborato giornalistico sui temi trattati. TUTTI I DETTAGLI e la RASSEGNA STAMPA

26 maggio 2020

European Digital UniverCity, manifestazione di interesse per docenti e ricercatori di UniCa

Lunedì 15 giugno scade il termine per candidare idee progettuali di didattica internazionale, con mobilità virtuale, nell’ambito dell’Università Europea EDUC. La call a pochi giorni dall'ufficializzazione dei temi prioritari e strategici sui quali i ricercatori dei sei atenei alleati (Potsdam, Cagliari, Pécs, Brno, Rennes, Paris-Nanterre) rafforzeranno la loro cooperazione interdisciplinare nei prossimi anni

Questionario e social

Condividi su: