UniCa UniCa News Notizie «Segno di vitalità, nuovo luogo di incontro»

«Segno di vitalità, nuovo luogo di incontro»

Così Maria Del Zompo ha definito la corte giardino della Cittadella di Monserrato, inaugurata dopo i lavori di sistemazione e ammodernamento realizzati con il coordinamento scientifico di Giovanni Battista Cocco e il lavoro della Direzione guidata da Antonio Ninni Pillai. “È un’opera innovativa che si aggiunge ad altre già terminate - ha rimarcato Aldo Urru, Direttore Generale di UniCa - Per gli studenti è un ulteriore tassello per aiutarli a studiare meglio e con passione". Il responsabile del Verde di UniCa, Gianluca Iiriti: "Abbiamo scelto specie che daranno colori in tutte le stagioni". La Cittadella arricchita da due opere di Luciano Zedda, artista di Gavoi
26 marzo 2021
Cittadella universitaria di Monserrato: il Rettore taglia il nastro dei nuovi giardini

Una nuova sistemazione per gli spazi aperti della Cittadella di Monserrato, progettati sotto il coordinamento scientifico di Giovanni Battista Cocco

Roberto Ibba

Cagliari, 26 marzo 2021 - Sono stati inaugurati i giardini della Cittadella di Monserrato, dopo la riprogettazione degli spazi e i lavori di sistemazione. All'evento hanno partecipato il Rettore Maria Del Zompo, Aldo Urru (Direttore Generale di UniCa), Vito Lippolis (Prorettore delegato per il Presidio di Monserrato) e Antonio Pillai (Responsabile della Direzione investimenti, manutenzione immobili e impianti). All'iniziativa sono intervenuti anche il sindaco di Monserrato Tomaso Locci, l'assessora Emanuela Stara e il presidente del Consiglio comunale di Monserrato Piergiorgio Massidda.

“L’ateneo non si è mai fermato: questo giardino è segno di vitalità, un luogo di incontro - ha detto questa mattina il Magnifico - La bellezza di uno spazio è fondamentale per crescere bene con entusiasmo, tutti in un ambiente bello e accogliente abbiamo più voglia di fare bene le cose. Qui si studierà bene, è uno spazio che si presta per stare bene”. La prof.ssa Del Zompo ha quindi ringraziato tutto il personale coinvolto nella realizzazione e ha sottolineato che “inaugurare oggi questi spazi è un segno di affetto nei miei confronti, ringrazio molto per questo la struttura”.

“In linea con l’idea di questa Governance si è voluto dare importanza alle persone e all’ambiente - ha sottolineato il prof. Lippolis - che facilita l’incontro e lo scambio di idee. È la tappa di un miglioramento continuo del verde: per la prima volta in ateneo in questi anni è stata individuata la figura del delegato per il verde”.

Il progetto di riqualificazione dell'area verde della Cittadella di Monserrato è stato condotto con la consulenza architettonica e paesaggistica di Giovanni Battista Cocco (responsabile scientifico e coordinatore di progetto),  Andrea Manca (assistente al progetto), Francesca Musanti (assistente alla redazione grafica) e la consulenza botanica di Gianluca Iiriti. Il lavoro amministrativo è stato portato avanti da Agostino Ciro Giuliano Zirulia, Responsabile del Procedimento. I lavori sono stati diretti da Gianluca Altea con Sandro PirasRenzo Mameli. L'impresa esecutrice è la Edilpalm di Antonello Schirru.

L'idea di fondo del progetto architettonico parte dall'ipotesi che i giardini della Cittadella possano essere interpretati come stanze all'aperto, ricostruendone una nuova identità in modo da favorire la socializzazione tra gli studenti e le occasioni di vita all’aperto di tutta la comunità scientifica, che potrà trovare nuovi luoghi di interazione e confronto.

La prof.ssa Del Zompo incontra i rappresentanti degli studenti prima dell'ianugurazione
La prof.ssa Del Zompo incontra i rappresentanti degli studenti prima dell'ianugurazione
Le parole del Rettore Maria Del Zompo

“È un’opera innovativa che si aggiunge ad altre già terminate - ha rimarcato Aldo Urru, Diretto Generale di UniCa - Per gli studenti è un ulteriore tassello per aiutarli a studiare meglio e con passione"

L’intervento ha interessato un’area di circa 6.150 mq, compresa tra il blocco di ricerca C, che accoglie gli ambienti per le Scienze Biomediche, (Microbiologia, Virologia), Scienze della vita e dell’ambiente (Neuroscienze, Biologia e genetica), Sanità Pubblica, Medicina Clinica e Molecolare (sezione di igiene) e quello D, che ospita le attività legate alle Scienze Chimiche e Biologiche e quelle della Vita e dell’Ambiente. 

“È un’opera innovativa che si aggiunge ad altre già terminate - ha rimarcato Aldo Urru, Direttore Generale di UniCa - Per gli studenti è un ulteriore tassello per aiutarli a studiare meglio e con passione. Sono orgoglioso anche di poter parlare della donazione di un artigiano di Gavoi, Luciano Zedda, che ha regalato due opere all’ateneo. Due pietre che identificano l’appartenenza al territorio, nonostante la vocazione internazionale dell’Università di Cagliari. L'augurio è che possiamo trovarci ai 400 anni successivi, come diciamo nei nostri paesi”.

Nell'intervento si è cercato di valorizzare il patrimonio botanico esistente e negli spazi saranno sistemate le sedute Spun Magis, ideate dal designer Thomas Heatherwick e vincitrici del Compasso d’Oro 2014, che permetteranno vedute del giardino non convenzionali. Inoltre, sono state installate alcune attrezzature sportive insieme ai dispositivi per favorire una mobilità dolce (parcheggio biciclette), consentendo di praticare diverse attività fisiche. 

Maria Del Zompo, Aldo Urru, Luciano Zedda, Tomaso Locci e Ninni Pillai davanti all'opera che raffigura il logo dei 400 anni creato da Stefano Asili
Maria Del Zompo, Aldo Urru, Luciano Zedda, Tomaso Locci e Ninni Pillai davanti all'opera che raffigura il logo dei 400 anni creato da Stefano Asili
L'intervento del Direttore Generale di UniCa Aldo Urru

“Questo giardino è un bel biglietto da visita, la parola chiave di questi spazi è eleganza. Anche per questo abbiamo scelto specie che daranno colori in tutte le stagioni", ha evidenziato Gianluca Iiriti, responsabile del Verde dell'Ateneo

Giovanni Battista Cocco ha progettato i nuovi spazi della Cittadella universitaria di Monserrato: “Sono stanze all’aperto di un lungo asse che collega i corpi architettonici della Cittadella - ha spiegato - in una linea che si deforma e abbraccia le palme. Sedute particolari consentiranno poi una posizione verso il cielo. Abbiamo studiato l’apparato vegetale con cura, grazie alla consulenza di Gianluca Iiriti”.

“Questo giardino è un bel biglietto da visita, la parola chiave di questi spazi è eleganza. Anche per questo abbiamo scelto specie che daranno colori in tutte le stagioni - ha evidenziato Gianluca Iiriti, responsabile del Verde di UniCa - Il verde è cresciuto in questi anni in tutto l'ateneo: abbiamo aumentato il numero dei giardinieri e dei collaboratori, ora c’è una struttura organizzativa. Spero che questo sia un esempio per altri giardini esistenti a Cagliari”.

L'intervento di Luca Iiriti, responsabile del Verde di UniCa
L'intervento di Luca Iiriti, responsabile del Verde di UniCa
Il taglio del nastro

“È un giardino nato tanti anni fa - spiega Antonio Ninni Pillai - L'idea viene da lontano, dai tempi dell'allora Rettore Pasquale Mistretta. Noi, con questa nuova realizzazione, abbiamo dato più spazio al verde"

“È un giardino nato tanti anni fa - spiega Antonio Ninni Pillai - L'idea viene da lontano, dai tempi dell'allora Rettore Pasquale Mistretta. Noi, con questa nuova realizzazione, abbiamo dato più spazio al verde".

Indicando una delle due pietre donate da Lorenzo Zedda, l'ingegner Pillai ha quindi concluso: "Quella pietra è disegnata da Stefano Asili”. Il riferimento è al logo raffigurato, creato per i 400 anni dell'Università di Cagliari. Un momento, quello di questa mattina, che rimarrà scolpito nella memoria di tanti, esattamente come quest'anno accademico, profondamente segnato dalla preoccupazione, ma anche dalla grande voglia di ripartire.

Per l'Ateneo, hanno partecipato all'iniziativa anche Rosa Cidu e Roberto Crnjar, direttori dei Dipartimenti di Scienze chimiche e geologiche e di Scienze biomediche.

L'opera di Luciano Zedda ammirabile all'ingresso della Cittadella universitaria di Monserrato
L'opera di Luciano Zedda ammirabile all'ingresso della Cittadella universitaria di Monserrato

RASSEGNA STAMPA

L'UNIONE SARDA del 26 marzo 2021

Cagliari - pagina 18

Cittadella

Oggi il battesimo dei nuovi giardini

L'inaugurazione dei nuovi giardini della Cittadella universitaria sarà l'occasione per il commiato di Maria Del Zompo. Oggi alle 10,30 il rettore saluterà parte del personale e assieme al direttore generale Aldo Urru, al prorettore delegato per il presidio di Monserrato Vito Lippolis e a Antonio Ninni Pillai, responsabile della Direzione investimenti, manutenzione immobili e impianti, racconterà il progetto.
L'idea della “Stanza di stanze” è partita dall'ipotesi che gli spazi verdi del campus dell'ateneo possano essere interpretati come stanze all'aperto, ricostruendone una nuova identità in modo da favorire la socializzazione tra gli studenti e le occasioni di vita all'aperto di tutta la comunità scientifica, che potrà trovare così nuovi luoghi di interazione e confronto.
L'intervento complessivo ha interessato un'area di circa 6.150 metri quadrati compresa tra il blocco di ricerca C, che accoglie gli ambienti per le Scienze Biomediche, (Microbiologia, Virologia), Scienze della vita e dell'ambiente (Neuroscienze, Biologia e genetica), Sanità Pubblica, Medicina Clinica e Molecolare (sezione di igiene) e quello D, che ospita le attività legate alle Scienze Chimiche e Biologiche e quelle della Vita e dell'Ambiente.
Nell'intervento si è cercato di valorizzare il patrimonio botanico esistente e negli spazi saranno sistemate particolari sedute, dette “Spun Magis”, ideate dal designer Thomas Heatherwick e vincitrici del Compasso d'Oro 2014, che permetteranno vedute del giardino non convenzionali. Inoltre, sono state installate alcune attrezzature sportive insieme a dispositivi che permettono il parcheggio di biciclette e consentono di praticare diverse attività fisiche.

La notizia su L'Unione Sarda del 26 marzo 2021 a pagina 18
La notizia su L'Unione Sarda del 26 marzo 2021 a pagina 18

L'UNIONE SARDA del 27 marzo 2021

Agenda - pagina 21

L'artista di Gavoi

Un nuovo giardino con le opere di Zedda

La Cittadella di Monserrato ha un nuovo giardino. Dopo i lavori di sistemazione e ammodernamento, ieri è stata riaperta l'area di circa 6.150 metri quadrati, compresa tra il blocco di ricerca C, che accoglie gli ambienti per le Scienze Biomediche, (Microbiologia, Virologia), Scienze della vita e dell'ambiente (Neuroscienze, Biologia e genetica), Sanità Pubblica, Medicina Clinica e Molecolare (sezione di igiene) e quello D, che ospita le attività legate alle Scienze Chimiche e Biologiche e quelle della Vita e dell'Ambiente.
«L'ateneo non si è mai fermato: questo giardino è un segno di vitalità, un nuovo luogo di incontro. La bellezza di uno spazio è fondamentale per crescere con entusiasmo: tutti in un ambiente bello e accogliente abbiamo più voglia di fare bene le cose. Qui si studierà e si lavorerà meglio», ha detto il rettore Maria Del Zompo durante l'inaugurazione. Al suo ultimo incontro pubblico a pochi giorni dalla scadenza del suo mandato, il rettore ha ringraziato il personale coinvolto nella realizzazione e ha sottolineato che «inaugurare questi spazi è un segno di affetto nei miei confronti, per questo ringrazio molto la struttura». Collocate negli spazi della Cittadella anche due opere di Luciano Zedda, artista di Gavoi.
«Le opere, realizzate in granito, identificano la nostra appartenenza al territorio, nonostante la vocazione internazionale dell'Università di Cagliari», ha sottolineato Aldo Urru, direttore generale dell'ateneo. «Il giardino che inauguriamo oggi è un'opera innovativa che si aggiunge ad altre già terminate. Per gli studenti è un ulteriore tassello collocato per aiutarli a studiare meglio e con passione», ha aggiunto Urru.

La notizia su L'Unione Sarda del 27 marzo 2021 a pagina 21
La notizia su L'Unione Sarda del 27 marzo 2021 a pagina 21

Allegati

Link

Ultime notizie

15 giugno 2021

UniCa alla Mostra internazionale di architettura della Biennale di Venezia

Questa mattina, 15 giugno, alle 11 la presentazione dell'esposizione temporanea "Il mare, le coste e le sfide dell’abitare", curata da Alessandra Lai e Paolo Sanjust, docente di Architettura del Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e architettura, progettata per raccontare una serie di progetti ed esperienze realizzati sulle coste della Sardegna. IL LINK PER SEGUIRE I LAVORI SU ZOOM

14 giugno 2021

Venerdì 18 giugno il 28mo Rapporto CRENoS sull'economia della Sardegna

Sarà Gianfranco Atzeni, docente di Economia politica all'Università di Sassari, a presentare l'analisi condotta dai ricercatori dei due atenei sardi, autori di un documento riconosciuto come il punto di riferimento più autorevole e completo in materia. L'appuntamento è per le 10.30 nell'Aula A della Facoltà di Scienze economiche, politiche e giuridiche: i lavori saranno introdotti dalla neodirettrice del CRENoS Anna Maria Pinna e vedranno la partecipazione dei due rettori degli atenei sardi, Francesco Mola e Gavino Mariotti. Quindi la discussione dei dati con un panel di imprenditori. L'iniziativa sarà trasmessa in streaming sulla pagina facebook del CRENoS e sul canale YouTube di UniCa. Il link per la partecipazione in presenza e la RASSEGNA STAMPA

14 giugno 2021

Nasce il primo Dottorato Nazionale in Sviluppo Sostenibile e Cambiamento Climatico

Aperto il bando di concorso per l’ammissione al primo Dottorato Nazionale in Sviluppo sostenibile e Cambiamento climatico, XXXVII ciclo, A.A. 2021-22. 3 anni di studi, 6 curricula, 93 borse cofinanziate al 50%, 12 borse finanziate interamente, 30 Università italiane pubbliche e private. UniCa aderisce al progetto sotto il coordinamento della Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia

Questionario e social

Condividi su: