UniCa UniCa News Notizie Scienze della produzione multimediale, c’è il primo laureato

Scienze della produzione multimediale, c’è il primo laureato

Esattamente alla fine del secondo anno dall’inizio delle lezioni, Marco Marras ha tagliato il traguardo del nuovo corso di laurea magistrale nato su volontà del Rettore Maria Del Zompo e coordinato da Antioco Floris per con l’intento di offrire competenze di alto livello in uno degli ambiti professionali attualmente in più forte espansione. Il neodottore ha discusso una tesi sull'importanza della figura del media educator, un nuovo professionista che può operare nell’infosfera per contribuire a migliorare i processi di partecipazione alla vita contemporanea. LA NOTIZIA E' SU TUTTA LA STAMPA: guarda la rassegna
24 luglio 2020
Marco Marras è il primo laureato in Scienze della produzione multimediale

Marco Marras ha conseguito oggi il titolo discutendo una tesi dal titolo “#EDUCHIAMOCIAPREVENIRE: La Media Education nella prevenzione del bullismo e del cyberbullismo"

Sergio Nuvoli

Cagliari, 24 luglio 2020 - Evento importante per l’Università di Cagliari che, esattamente alla fine del secondo anno dall’inizio delle lezioni e con perfetta puntualità, ha avuto il suo primo laureato in Scienze della produzione multimediale. Si tratta del corso di laurea magistrale, coordinato da Antioco Floris, nato esattamente due anni fa su precisa volontà del Rettore Maria Del Zompo con l’intento di offrire competenze di alto livello in uno degli ambiti professionali in forte sviluppo e che ha raccolto notevole interesse nel mondo studentesco.

Marco Marras ha conseguito oggi il titolo discutendo una tesi dal titolo “#EDUCHIAMOCIAPREVENIRE: La Media Education nella prevenzione del bullismo e del cyberbullismo", un lavoro impegnativo in cui è stato seguito dai docenti Diego Cavallotti e Maria Luisa Pedditzi.

Marco Marras mentre discute la tesi dalla sua abitazione in collegamento con la commissione presieduta da Antioco Floris
Marco Marras mentre discute la tesi dalla sua abitazione in collegamento con la commissione presieduta da Antioco Floris

Il neodottore ha fatto emergere l’importanza della figura del media educator come un nuovo professionista che può operare nell’infosfera per contribuire a migliorare i processi di partecipazione alla vita contemporanea ottenendo il voto di 110 su 110

Marras – classe 1997 - ha sviluppato un progetto a carattere sperimentale in cui la componente di ricerca sul campo si è coniugata con la realizzazione di strumenti multimediali capaci di intervenire per controllare le consuetudini di cyberbullismo, quella forma di bullismo che si pratica nel web e in particolare sui social media, la nuova agorà dei rapporti interpersonali del mondo contemporaneo.

Il neodottore ha fatto emergere l’importanza della figura del media educator come un nuovo professionista che può operare nell’infosfera per contribuire a migliorare i processi di partecipazione alla vita contemporanea ottenendo la votazione di 110 su 110.

La felicità di Marco dopo la proclamazione
La felicità di Marco dopo la proclamazione

RASSEGNA STAMPA

L'UNIONE SARDA del 26 luglio 2020

Cagliari - pagina 26

Tesi sul cyberbullismo

Contenuti multimediali, primo laureato del nuovo corso

Marco Marras è il primo laureato in Scienze della produzione multimediale all'Università di Cagliari. Ha concluso venerdì pomeriggio il suo percorso di studio.
Si tratta del corso di laurea magistrale coordinato da Antioco Floris, nato esattamente due anni fa per volontà del rettore Maria Del Zompo con l'intento di offrire competenze di alto livello in uno degli ambiti professionali in forte sviluppo.
Marco Marras ha conseguito il titolo discutendo una tesi dal titolo “#Educhiamociaprevenire: la Media Education nella prevenzione del bullismo e del cyberbullismo”, un lavoro impegnativo di ricerca e di approfondimento in cui è stato seguito dai docenti Diego Cavallotti e Maria Luisa Pedditzi.
Marras, che ha 23 anni, ha sviluppato un progetto a carattere sperimentale in cui la componente di ricerca sul campo si è coniugata con la realizzazione di strumenti multimediali capaci di intervenire per controllare le consuetudini di cyberbullismo, quella forma di bullismo che si pratica nel web e in particolare sui social media, la nuova agorà dei rapporti interpersonali del mondo contemporaneo.
Il neodottore ha fatto emergere l'importanza della figura del media educator come un nuovo professionista che può operare per migliorare i processi di partecipazione alla vita contemporanea.
Intanto sui social dell'ateneo cagliaritano continua a spopolare la rubrica #unicalaurea: le studentesse e gli studenti che si laureano stanno condividendo foto e commenti, con post che raggiungono un numero elevatissimo di like e condivisioni.

L'articolo su L'Unione Sarda del 26 luglio 2020 a pagina 26
L'articolo su L'Unione Sarda del 26 luglio 2020 a pagina 26

Link

Ultime notizie

28 maggio 2022

Così sopravvive il super batterio anti-radiazioni

Dallo studio guidato dai ricercatori dell’Università di Cagliari Dario Piano e Domenica Farci e realizzato da un network internazionale di studiosi arriva nuova luce su un organismo capace di resistere ad una dose di radiazioni gamma 15mila volte superiori a quelle sufficienti ad uccidere un uomo. Possibili applicazioni in biomedicina per lo sviluppo di antibiotici di nuova generazione e nelle nanotecnologie per lo sviluppo di nuovi biomateriali. RASSEGNA STAMPA

28 maggio 2022

Economia, ecco cosa ci ha insegnato la crisi

Dalla presentazione del Rapporto CRENoS gli spunti per la ripresa. Emergono alcuni insegnamenti: la dimensione piccola delle imprese espone a maggiori rischi, ma anche una elevata specializzazione produttiva aumenta il rischio. Va poi tenuta in considerazione l’importanza dei servizi pubblici, non solo sanitari. C’è, infine, un disallineamento delle competenze. “Tutto ciò è risaputo, ma non sempre chi disegna le politiche economiche sembra esserne consapevole”, ha avvertito Gianfranco Atzeni, docente di Economia politica dell’Università di Sassari e coordinatore del Rapporto 2022. RASSEGNA STAMPA

28 maggio 2022

Storia, ricerca, anatomia: lo straordinario pregio delle cere di Clemente Susini

Fiore all'occhiello dell'ateneo, ospitate in CIttadella dei musei e patrimonio dell'Università di Cagliari, sono state visitate da una delle massime autorità mondiali del settore, Amy Ladd. "Opere assolutamente spettacolari e inarrivabili" ha detto stamani la docente a Stanford e chirurgo ortopedico a Palo Alto. La scienziata è stata accompagnata da Alessandro Riva, Luciano Colombo e Francesco Loy

27 maggio 2022

Venerdì 27 maggio la presentazione del Rapporto CRENoS

A partire dalle 10 nell’Aula A della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche (in viale Sant'Ignazio n.76, Cagliari) la presentazione del 29mo Rapporto sull’economia della Sardegna che il CRENoS redige ogni anno per analizzare le tendenze economiche recenti e fornire alcune analisi della congiuntura. Dopo i saluti dei rettori dei due atenei sardi, a illustrare i dati sarà Gianfranco Atzeni, docente di Economia politica all'Università di Sassari. Per accedere nell'aula sarà necessario indossare una mascherina FFP2. L'evento sarà trasmesso in streaming sul canale Youtube dell'Università di Cagliari e sulla pagina Facebook del CRENoS. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: