UniCa UniCa News Notizie Riabilitazione neuromotoria a distanza con “DoMoMEA”

Riabilitazione neuromotoria a distanza con “DoMoMEA”

Sabato 27 marzo la presentazione dei risultati finali e pratici del progetto scientifico di telemedicina, realizzato dagli specialisti dell’Università di Cagliari coordinati dal professor Danilo Pani (Dipartimento di Ingegneria elettrica ed elettronica), per l’utilizzo della tecnologia Android e di sensori in aiuto a persone colpite da ictus cerebrale. Nel team, in cui collabora il Dipartimento di Scienze biomediche dell’Università di Sassari, anche il docente di UniCa Marco Monticone, del Dipartimento di Scienze mediche e sanità pubblica. L’EVENTO SU ZOOM valido anche per crediti ECM
25 marzo 2021
Danilo Pani

La teleriabilitazione domiciliare del paziente post-ictus, oltre i servizi di videoconferenza: i risultati tecnologici del progetto DoMoMEA


Ivo Cabiddu

Il progetto triennale DoMoMEA ha conseguito l’obiettivo di sviluppare un nuovo sistema per la neuroriabilitazione motoria domiciliare telemonitorata, basato su piattaforma Android e sull’uso di sensori inerziali e di pressione a basso costo. Scopo dell’evento accreditato di sabato 27 marzo è presentare le tematiche legate al trattamento del paziente con disabilità conseguente a ictus cerebrale o anche di altra natura neurologica oppure ortopedica, gli approcci bioingegneristici, il telemonitoraggio e i risultati conseguiti nel progetto. Il sistema verrà inoltre illustrato dettagliatamente con video dimostrativi e gli interventi degli sviluppatori.

Tele-riabilitazione, ovvero uso dei mezzi di comunicazione per fornire servizi di riabilitazione a distanza: non sempre è sufficiente interagire adoperando un semplice collegamento audio/video, che - per quanto parzialmente utile - presenta molte limitazioni perché non consente di monitorare i risultati con accuratezza. Il progetto DoMoMEA ha perciò sviluppato un sistema di tele-riabilitazione domiciliare semi-autogestita di tipo store-and-forward con l'opzione di un telemonitoraggio in tempo reale per pazienti con disabilità moderata di tipo neuromotorio dovuta a esiti di ictus cerebrale. Il sistema prevede, a costi contenuti, l’utilizzo di dispositivi elettronici avanzati - indossabili e non - caratterizzati da estrema semplicità d’uso. I dispositivi saranno affidati ai pazienti, che dal proprio domicilio, potranno comunicare con l’infrastruttura software di telemedicina, permettendo il monitoraggio degli esercizi funzionali e dei progressi nel recupero per il miglior ricondizionamento neuromotorio possibile sulla base delle abilità recuperabili.

Dimostrazione di una seduta di tele-riabilitazione
Dimostrazione di una seduta di tele-riabilitazione

DoMoMEA è un progetto Cluster Top-Down finanziato da Sardegna Ricerche con fondi POR FESR 2014/2020 – Asse Prioritario I “Ricerca scientifica, sviluppo tecnologico e innovazione”


TITOLO DEL PROGETTO: DoMoMEA - Tele-riabiliazione domiciliare neuromotoria a favore dei soggetti con esiti di ictus cerebrale a disabilità moderata mediante dispositivi elettronici avanzati

SOGGETTO ATTUATORE: Università degli studi di Cagliari, Dipartimento di Ingegneria elettrica ed elettronica, in collaborazione con: Università degli Studi di Sassari, Dipartimento di Scienze biomediche.

SCHEDA OBIETTIVI. Il progetto prevede un sistema di dispositivi elettronici comunicanti di telemedicina per l’analisi del movimento e la rilevazione di biopotenziali per la soluzione di un problema clinico molto importante e sentito. Sei gli obiettivi realizzativi del progetto:
• definizione di un approccio all’intervento di ricondizionamento neuromotorio del soggetto colpito da ictus cerebrovascolare con disabilità moderata entro 6-8 mesi dall’evento acuto, adeguato ad un’implementazione in telemedicina: un insieme di esercizi riabilitativi misurabili e somministrabili a domicilio, nel contesto di sedute autogestite dal paziente, e la loro ingegnerizzazione per consentirne il monitoraggio quantitativo;
• sviluppo di un sistema hardware e software per la registrazione in tempo reale di movimenti e altri parametri fisiologici di interesse;
• ingegnerizzazione del dispositivo da fornire al paziente per la riabilitazione domiciliare, comprensivo di sensori e interfaccia utente. Tale dispositivo consterà di un sistema trasportabile a basso costo senza necessità di installazione;
• prototipazione dell’infrastruttura di telemedicina del sistema DoMoMEA;
• validazione dell’efficacia del sistema per la tele-riabilitazione motoria DoMoMEA e livello di accettabilità e usabilità della tecnologia per i pazienti e gli operatori;
• pubblicizzazione e diffusione delle attività di progetto presso i soggetti erogatori di servizi clinici di assistenza e riabilitazione, presso le imprese fornitrici di servizi informatici/ICT e verso l’opinione pubblica, fornendo visibilità alle imprese del Cluster. Tutto ciò porterà a due risultati fondamentali:
- disponibilità effettiva di una tecnologia per tele-riabilitazione domiciliare ad uno stadio di prototipazione avanzata;
- riduzione della disabilità percepita dei soggetti con ictus cerebrale grazie ad un trattamento riabilitativo domiciliare in telemedicina.

AZIENDE PARTNER COINVOLTE: Policlinico sassarese Spa, KINETIKA Sardegna Srl, Centro medico fisioKinesiterapico dei dottori Piria e Musso Snc, Studio fisioterapico Beta, Gpem Srl, Area3 Srl, MEDICAL Spa, ISURA SOLUTIONS Srl, Centro servizi Computer di Lorenzo Sarria, Medical concept lab srl, Medispa srl.

CREDITI ECM, NUMERO CHIUSO. L’evento del 27 marzo, che si svolgerà a partecipazione gratuita in modalità FAD sincrona sulla piattaforma Zoom, dà diritto all’acquisizione di sei crediti ECM per le professioni medico chirurgo (medicina fisica e riabilitazione, reumatologia, neurologia, neurofisiopatologia, geriatria, medicina dello sport, ortopedia e traumatologia, oncologia, medicina generale (medici di famiglia), pediatria (pediatri di libera scelta), pediatria, medicine alternative, continuità assistenziale, direzione medica di presidio ospedaliero, organizzazione dei servizi sanitari di base, igiene, epidemiologia e sanità pubblica, medicina del lavoro e sicurezza degli ambienti di lavoro), fisioterapista, terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, infermiere, terapista occupazionale, infermiere pediatrico, assistente sanitario, tecnico ortopedico.
Quanti interessati all’attestato di partecipazione possono iscriversi specificando di non essere interessati ai crediti ECM. Ai fini dell’ottenimento dei crediti formativi, ma anche solo dell’attestato di partecipazione per quanti non richiedono ECM, i partecipanti dovranno completare con esito positivo il test di verifica (>75% delle risposte corrette) entro la giornata stessa dell’evento.
Sono ammessi fino a 500 partecipanti: per non saturare i posti iscrizione si raccomanda l’iscrizione solo di chi realmente interessato al link https://eraclitea.org/areaelearning/login/signup.php, specificando il codice DoMoMEA21.

Evento finale sabato 27 marzo 2021, ore 8:30-13:30

 
PROGRAMMA 

(piattaforma Zoom FAD sincrona)

  • 8:30
    Apertura dei lavori
    Danilo Pani, Università di Cagliari
  • 8:45
    Ictus: definizione e percorso diagnostico-terapeutico
    Maurizio Melis, ARNAS G. Brotzu, Cagliari
  • 9:20
    La neuroriabilitazione post-ictus in contesti clinici e domiciliari
    Marco Monticone, Università di Cagliari e ARNAS G. Brotzu, Cagliari
  • 10:00
    Tecnologie per la neuroriabilitazione del paziente post-ictus in clinica
    Maura Casadio, Università di Genova
  • 10:35
    L’importanza della valutazione quantitativa del movimento: principi di base e problematiche specifiche affrontate nel progetto DoMoMEA
    Andrea Cereatti, Politecnico di Torino
  • 11:10
    La teleriabilitazione motoria mediante dispositivi elettronici low-cost e modelli scalabili: l’approccio del progetto DoMoMEA
    Danilo Pani, Università di Cagliari
  • 11:45
    Dimostrazione del sistema DoMoMEA
    Danilo Pani, Università di Cagliari - Andrea Cereatti, Politecnico di Torino
  • 12:30
    I risultati del progetto DoMOMEA e il futuro
    Danilo Pani, Università di Cagliari
    13:00
    Dibattito finale
    13:30
    Chiusura dei lavori e consegna del questionario di valutazione
Evento formativo accreditato ECM
Evento formativo accreditato ECM

INFORMAZIONI PROGETTO. Responsabile Scientifico: Prof. ing. Danilo Pani, Università di Cagliari - Segreteria Organizzativa: Dipartimento Ingegneria elettrica ed elettronica - Università di Cagliari, 070 675 5763, danilo.pani@unica.it.
 
ASSISTENZA TECNICA EVENTO
. Provider ECM: Accademia Eraclitea srl – ID : 310 (in caso di necessità contattare: gabriele.daquila@eraclitea.it oppure ilenia.fiorito@eraclitea.it).

 

DoMoMEA utilizza dispositivi elettronici comunicanti per l’analisi del movimento e la rilevazione di biopotenziali
DoMoMEA utilizza dispositivi elettronici comunicanti per l’analisi del movimento e la rilevazione di biopotenziali

Link

Ultime notizie

04 luglio 2022

UniCa4Ukraine, conclusi i corsi di italiano

Venti cittadine ucraine hanno seguito le lezioni tenute da studentesse e studenti dei corsi di laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed americane, Traduzione specialistica dei testi e in Filologie e letterature classiche e moderne. Nei giorni scorsi la consegna degli attestati di partecipazione

30 giugno 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 giugno 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

Questionario e social

Condividi su: