UniCa UniCa News Notizie Quattro secoli di attività scientifiche, quattro grandi ricercatori, una strada di prestigio e accreditamento

Quattro secoli di attività scientifiche, quattro grandi ricercatori, una strada di prestigio e accreditamento

Il volume “La ricerca nei 400 anni dell’Università degli studi di Cagliari” narra e cattura. Pubblicato da UnicaPress e curato da Micaela Morelli, contiene le esaltanti esperienze di Enrico Bombieri, Giuseppe Brotzu, Giovanni Lilliu e Antonio Pacinotti. “Un percorso e una tradizione di alto profilo, stimolante anche per l’attualità” dice Luciano Colombo
23 dicembre 2021
Quattro grandi scienziati nel volume curato da Micaela Morelli

La ricerca scientifica, la didattica avanzata e la storia dei quattro secoli dell'ateneo di Cagliari

Mario Frongia

Presentato al convegno "La ricerca nei 400 anni dell’Università degli Studi di Cagliari”, tenutosi a Cagliari il 23 marzo scorso, il volume edito da UnicaPress è uno scrigno prezioso contenente buone pratiche. Curato da Micaela Morelli, ordinario di Farmacologia, docente a Scinze biologiche e già prorettrice alla Ricerca, l’opera è stata presentata lo scorso 23 marzo in aula magna. “Il libro ha un alto valore scientifico, culturale e divulgativo. Siamo grati alla professoressa Morelli per averne seguito passo passo la realizzazione. I quattro scienziati citati sono figure motivanti e motivo di orgoglio per l’intera comunità accademica. Ma, al tempo stesso, sono un esempio di dedizione e costituiscono un’eredità e un felice patrimonio che deve sempre contraddistinguere l’attività dei nostri ricercatori e dell’Università di Cagliari” spiega Luciano Colombo, prorettore per la Ricerca scientifica e direttore ad interim di Unicapress.

 

Luciano Colombo, ordinario di Fisica teorica della materia
Luciano Colombo, ordinario di Fisica teorica della materia

Tra ricerca e insegnamento, la spina dorsale e la cifra qualitativa degli atenei

“La ricerca, insieme all’insegnamento, ha caratterizzato fin dalla nascita, e continua a caratterizzare, la vita delle Università italiane. Questo volume vuole ripercorrere, attraverso alcuni dei ricercatori più importanti che hanno svolto le loro ricerche nel nostro ateneo, il lungo e prezioso cammino della scienza. A 400 anni dalla sua fondazione, testimoniano la grande vitalità ma anche le difficoltà attraversate nel tempo” dice Micaela Morelli. Il primo capitolo del volume racconta le basi sulle quali è stata costruita l’Università di Cagliari e descrive la storia dei ricercatori presentati nel video. “È interessante notare in questo capitolo come le donne, pur arrivando in ritardo all’Università, abbiano trovato in questa istituzione un riconoscimento importante per il loro avanzamento culturale. Ringrazio la già rettrice Maria Del Zompo e il rettore Francesco Mola per avere fortemente voluto questo volume come futura memoria delle celebrazioni dei 400 anni dalla fondazione dell’Università degli studi di Cagliari” aggiunge la professoressa Morelli. Il volume è dedicato a quattro geniali figure che hanno operato all’Università di Cagliari nel secolo scorso: il matematico Enrico Bombieri, il medico Giuseppe Brotzu, l’archeologo Giovanni Lilliu e il fisico Antonio Pacinotti. La presentazione in aula magna del poker di scienziati è stata affidata ai professori Guido Pegna, Andrea Mameli, Stefano MOntaldo, Carlo Lugliè, Gianluigi Gessa e Giancarlo Nonnoi. Il video dedicato ai 400 anni di ricerca nell’Università di Cagliari è disponibile su YouTube:

https://www.youtube.com/watch?v=ZqweBf1bUrg

Micaela Morelli, Donna della scienza nel 2020
Micaela Morelli, Donna della scienza nel 2020

Pubblicazioni di qualità a scandire un percorso proficuo

“La ricerca nei 400 anni dell’Università degli Studi di Cagliari” nasce nella sezione Unicapress/Comunicazione. La cura degli aspetti editoriali è stata seguita da Elisabetta Marini, già direttrice di Unicapress. La casa editrice dell'Università di Cagliari è stata istituita il 5 settembre 2018. Pubblica, distribuisce e promuove prodotti editoriali di qualità derivanti dalla ricerca e dalla didattica condotte nell'ateneo, o che abbiano attinenza con tematiche di interesse per l’ateneo o per la Sardegna. La diffusione delle opere, a livello nazionale e internazionale, è coerente con i princìpi della comunicazione della scienza ad accesso aperto.


Informazioni:

 

Unicapress, la casa editrice dell'Università del capoluogo regionale è operativa dal 2018
Unicapress, la casa editrice dell'Università del capoluogo regionale è operativa dal 2018

Link

Ultime notizie

22 maggio 2022

UniCa C’è a Monumenti Aperti

Si rinnova anche per l'edizione 2022 la collaborazione tra l'Università degli Studi di Cagliari e la manifestazione Monumenti Aperti, organizzata da Imago Mundi. Otto i siti dell'Ateneo aperti al pubblico nelle giornate di sabato 21 e domenica 22 maggio: il Palazzo del Rettorato, l'Archivio storico dell'Università, la Collezione Piloni, il MUACC, i giardini della Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e sociali, l'Orto Botanico, la Cittadella dei Musei con le sue fortificazioni e il Trentapiedi dei Monumenti a Pirri, realizzato dal laboratorio Vestigia UniCa, coordinato da Fabio Calogero Pinna, docente di Archeologia pubblica

20 maggio 2022

Venerdì 27 maggio la presentazione del Rapporto CRENoS

A partire dalle 10 nell’Aula A della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche (in viale Sant'Ignazio n.76, Cagliari) la presentazione del 29mo Rapporto sull’economia della Sardegna che il CRENoS redige ogni anno per analizzare le tendenze economiche recenti e fornire alcune analisi della congiuntura. Dopo i saluti dei rettori dei due atenei sardi, a illustrare i dati sarà Gianfranco Atzeni, docente di Economia politica all'Università di Sassari. Per accedere nell'aula sarà necessario indossare una mascherina FFP2. L'evento sarà trasmesso in streaming sul canale Youtube dell'Università di Cagliari e sulla pagina Facebook del CRENoS

20 maggio 2022

Ricerca, dal Fetal programming al come e al quando ci si potrà ammalare

“Dimmi che gestazione hai avuto e ti dirò se e di quali malattie potrai soffrire da adulto”. È stata questa, negli anni '80, l’intuizione dell’epidemiologo David Barker. L'ipotesi sostiene il lavoro, pubblicato dall'European review for medical and pharmacological sciences, curato dal team di specialisti dell’’Università di Cagliari e dell’Aou. La ricerca ha esplorato una casistica di pazienti che  hanno contratto il Covid-19

Questionario e social

Condividi su: