UniCa UniCa News Notizie Quando c'era Enrico Berlinguer

Quando c'era Enrico Berlinguer

Tre appuntamenti per ricordare com’era la cultura italiana negli anni di Berlinguer. La manifestazione, organizzata dalla Fondazione Enrico Berlinguer con il patrocinio dell’Università di Cagliari e il sostegno di Fondazione Sardegna, Legacoop, Unipol e Cgil, chiude le ricche celebrazioni per il centenario della nascita del segretario del PCI. Le date: giovedì 24 novembre, giovedì 1° dicembre, martedì 13 dicembre. Interverranno numerosi docenti del nostro Ateneo e di diverse altre università.
22 novembre 2022
immagine tratta dalla locandina dell'evento. Foto © Luigi Ghirri, 18 settembre 1983 Reggio Emilia

Il 25 maggio 1922, quando Enrico Berlinguer venne al mondo a Sassari, figlio dell’avvocato Mario Berlinguer e di Maria Loriga, il Partito comunista di cui sarebbe diventato leader indiscusso, era nato da poco più di un anno, fondato a Livorno con il contributo di un altro celebre sardo, Antonio Gramsci, che all’epoca aveva trent’anni. Fu nel marzo del 1972, durante il XIII° congresso del PCI che si tenne a Milano, che Berlinguer venne eletto segretario succedendo a Luigi Longo. Un incarico che mantenne per dodici anni, fino al giorno della sua morte, avvenuta l’11 giugno in seguito a un ictus che l’aveva colpito il 7 giugno durante un comizio che stava tenendo a Padova, in vista delle imminenti elezioni europee. Quelli del suo segretariato furono anni complicati, segnati dal terrorismo e dalle stragi. Gli anni del compromesso storico e del sequestro Moro; delle battaglie sul divorzio e sull’aborto; contraddistinti sul piano internazionale dalla contrapposizione tra USA e URSS e dai nuovi totalitarismi che si instaurano in America Latina con Pinochet in Cile e Videla in Argentina. Anni che Berlinguer attraversa accarezzando la visione di un comunismo europeo e portando il suo partito ad un consenso che supera il 30%.

foto archivio fondazione Berlinguer
foto archivio fondazione Berlinguer

“La cultura italiana negli anni di Enrico Berlinguer”. Le tre giornate

I seminari raccolti sotto il titolo “La cultura italiana negli anni di Enrico Berlinguer” si svolgeranno il 24 novembre, il 1° dicembre e il 13 dicembre alla Fondazione Sardegna (via San Salvatore da Horta 2) con inizio alle 16.30. “L’obiettivo dell’iniziativa – spiega Salvatore Cherchi della Fondazione Enrico Berlinguer – è discutere le idee e le relazioni del leader comunista con la cultura e le sue espressioni nel periodo in cui si sviluppa la sua leadership e cioè gli anni Settanta ed i primi degli Ottanta del secolo scorso. Le questioni basilari del programma che abbiamo organizzato sono essenzialmente due: la riflessione su quegli anni e che cosa resti di attuale nel tempo presente”.

Si comincia giovedì 24 con “Le idee e la politica di Enrico Berlinguer”. Dopo i saluti introduttivi di Cherchi e di Claudio Atzori, (Legacoop Sardegna). interverranno: Silvio Pons (Scuola Normale di Pisa) su Berlinguer, il socialismo realizzato e la sinistra europea; Anna Tonelli (Università di Urbino) su Berlinguer e il partito di “combattenti, organizzatori, educatori”; Vittorio Pelligra (UniCa) su Scuola, merito e lavoro. Un’idea oltre l’ideologia e Roberto Battiston (Scuola Superiore Normale di Pisa) su Berlinguer e i nuovi orizzonti della tecnologia. Moderano la giornata Maria Del Zompo e Gianluca Scroccu (UniCa).

La seconda giornata (1° dicembre) è intitolata “Le arti e la letteratura negli anni di Enrico Berlinguer”. Diversi docenti del nostro Ateneo si alterneranno per parlare di letteratura (Stefania Lucamante); cinema (David Bruni); teatro (Roberta Ferraresi); musica (Ignazio Macchiarella), arti visive (Pamela Ladogana). Moderano Ignazio Macchiarella e il regista Salvatore Mereu. Verranno inoltre presentati gli esiti dei laboratori degli studenti della Facoltà di Studi umanistici su “La lingua di Enrico Berlinguer” (a cura di Rita Fresu).

La terza e ultima giornata (13 dicembre) ha per titolo “Enrico Berlinguer, la scienza e la tecnica”. Interverranno il rettore Francesco Mola, Antonello Cabras (Fondazione Sardegna), Gianni Piras (Fondazione Berlinguer), Samuele Piddiu (CGIL). Seguirà una tavola rotonda moderata dalla giornalista Susy Ronchi, dialogheranno con il pubblico Elisabetta Cerbai (Università di Firenze), Maria Del Zompo e Micaela Morelli (UniCA). In conclusione, verrà presentato il documentario “Enrico Berlinguer: l’ultimo viaggio in Sardegna”. realizzato da studenti e studentesse della Facoltà di Studi umanistici sotto la supervisione dei docenti Diego Cavallotti, Antioco Floris, Andrea Lotta, Marco Lutzu.

Un ultimo viaggio datato 15 gennaio 1984. Berlinguer restò sull'isola quattro giorni, appena arrivato a Cagliari tenne un comizio al bastione Saint Remy. Berlinguer attraversò in lungo e in largo la Sardegna percorrendo più di mille chilometri. 

(m.l.) 

Allegati

Ultime notizie

28 novembre 2022

Viaggio di studio negli USA, tra New York, Filadelfia, Atantic City e Washington

Studentesse e studenti della laurea magistrale in Ingegneria civile dell'Università di Cagliari per nove giorni a contatto con la realtà dei grandi cantieri americani di infrastrutture stradali, in contesti urbani e logistici molto diversi da quello locale. Da questa esperienza didattica scaturiranno lavori di tesi e tirocini formativi negli Stati Uniti. La soddisfazione del gruppo di allievi/e del professor Mauro Coni nel report inviato dai giovani universitari alla nostra redazione

25 novembre 2022

CAREER DAY 2023

Il 12 e il 13 gennaio 2023 sono in calendario le due giornate organizzate dall’Università di Cagliari con l’Assessorato regionale del Lavoro e con l’Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro (Aspal) per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Da una parte laureati/e, studenti e studentesse di UniCa e dall’altra le imprese del territorio impegnate nella ricerca di giovani preparati per garantire un apporto innovativo alle esigenze aziendali presenti e future

25 novembre 2022

25 novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Si rinnova l’appuntamento con la ricorrenza istituita dall’assemblea delle Nazioni Unite il 17 dicembre 1999. Numerose le iniziative che coinvolgono la nostra università. Ester Cois, delegata del Rettore per l’Uguaglianza di genere e presidente del Comitato unico di garanzia di UniCa, spiega: “Tenere viva l’attenzione di tutta la comunità d’ateneo - personale docente e ricercatore, personale tecnico amministrativo e bibliotecario, corpo studentesco - sul tema della diffusione di una cultura improntata sui principi dell’equità, dell’intersezionalità, dell’inclusione, della valorizzazione delle differenze”.

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie