UniCa UniCa News Notizie Presentati i nuovi corsi di laurea e i nuovi servizi

Presentati i nuovi corsi di laurea e i nuovi servizi

Illustrata alla stampa l'offerta formativa dell'Università degli Studi di Cagliari. Tra le novità, il corso di laurea triennale in Informatica applicata e data analytics e la laurea magistrale in Innovazione sociale e comunicazione. Riattivato il corso di Igiene dentale e incrementati i posti a disposizione per Assistenza sanitaria da 30 a 70. In apertura di conferenza stampa, le parole di vicinanza del Rettore Mola alle comunità colpite dai roghi e il ricordo del professor Luigi Concas. RASSEGNA STAMPA con i servizi dei TG
26 luglio 2021
Un'immagine della conferenza stampa: presenti tutte le testate giornalistiche sarde

Le principali novità dell'offerta formativa 2021/2022 del nostro Ateneo, con un impegno dichiarato subito dal Rettore: "Vogliamo che i nostri immatricolati siamo accolti, accompagnati e aiutati a fare le scelte giuste"

di Sergio Nuvoli

Cagliari, 26 luglio 2021 - "Vogliamo che i nostri immatricolati siano accolti, accompagnati e aiutati a fare le scelte giuste. Pensiamo ad introdurre una sorta di fratelli e sorelle maggiori, i buddy, assieme al rafforzamento del tutorato disciplinare. Consiglieremo poi ai direttori di dipartimento e ai coordinatori dei corsi di inserire seminari specifici sul PNRR”: parole e concetti di Francesco Mola, Rettore dell'Università di Cagliari, espressi questa mattina durante un incontro con la stampa convocato per presentare il Manifesto degli Studi e la didattica per la ripresa.

L’Università degli Studi di Cagliari ha presentato ai giornalisti di tutte le testate giornalistiche sarde la nuova offerta formativa per l’anno accademico 2021/2022 esprimendo la volontà di perseguire i suoi obiettivi istituzionali, come la proposta alle studentesse e agli studenti di un’offerta didattica diversificata e multidisciplinare utilizzando metodologie e tecnologie altamente innovative. Ma anche l'esigenza di dare risposta alle esigenze del territorio con una programmazione didattica aggiornata e più attenta alle esigenze di occupabilità, evitare la dispersione delle intelligenze, risorse primaria per lo sviluppo dell’isola, e contribuire a scongiurare l’emigrazione intellettuale. E' stata illustrata anche l'attivazione di percorsi flessibili per le diverse tipologie di studenti e studentesse (lavoratori e lavoratrici, con famiglia, con disabilità), ma anche la volontà di assolvere all’esigenza di formazione di figure professionali necessarie al Sistema Sanitario Nazionale, sulla base della programmazione regionale e in coordinamento con l’Ateneo di Sassari.  

Per il prossimo anno accademico è prevista l’attivazione di 40 Corsi di Laurea triennali, di 6 Corsi di Laurea Magistrale a Ciclo unico e 37 Corsi di Laurea Magistrale.

“La novità sono i corsi di laurea in Informatica applicata e Data analytics e in Innovazione sociale e Comunicazione - ha rimarcato il Rettore Francesco Mola - Due corsi che rispondono a precise esigenze. Il corso di laurea in Assistenza sanitaria passa da 30 a 70 studenti programmati, l’offerta internazionale si intensificherà ancora di più, e anche sulla lingua inglese aumenterà il nostro impegno: puntiamo a formare laureati di sempre più alto profilo”.

Il Rettore era affiancato dal Prorettore vicario Gianni Fenu, dal Direttore generale Aldo Urru, dal Prorettore alla Didattica Ignazio Putzu, dalla Prorettrice alla Comunicazione Elisabetta Gola e dai Dirigenti Simonetta Negrini e Gaetano Melis.

Il Rettore Francesco Mola intervistato dai TG della RAI e di VIDEOLINA
Il Rettore Francesco Mola intervistato dai TG della RAI e di VIDEOLINA
GUARDA IL SERVIZIO DI LORENZO MANUNZA ANDATO IN ONDA NELL'EDIZIONE SERALE DEL TGR RAI SARDEGNA DEL 26 LUGLIO 2021 CON LE PAROLE DEL RETTORE MOLA E DEL DG URRU

Il Prorettore alla Didattica Ignazio Putzu: "L'Ateneo amplia il ventaglio dell'offerta formativa arrivando a comprendere ambiti scientifico-culturali, non solo nuovi rispetto all’offerta pregressa, ma anche ad alto grado di innovazione"

"Tenendo conto delle richieste che provengono dal territorio e delle proposte dei dipartimenti, sempre nel rispetto del principio dell’alta qualità dell’offerta e del criterio di sostenibilità della medesima - ha spiegato il Prorettore alla didattica Ignazio Putzu - l’Ateneo amplia il ventaglio della propria offerta formativa arrivando a comprendere ambiti scientifico-culturali, non solo nuovi rispetto all’offerta pregressa, ma anche ad alto grado di innovazione, integrando il palinsesto già esistente con lauree di primo livello che garantiscano un maggiore e migliore accesso all’offerta magistrale. In questo contesto si inseriscono organicamente le nuovissime istituzioni che debutteranno il prossimo anno accademico".

Nell’ambito ingegneristico e informatico, si connette strettamente all’offerta esistente  la laurea triennale in Informatica applicata e data analytics, progettata con l'obiettivo generale di rispondere alla crescente domanda di figure professionali di informatici in grado di risolvere problematiche della società dell'informazione (gestione di enorme mole di dati per affinare tecniche di machine learning) che ruotano nel contesto dell’Intelligenza artificiale (IA). La preparazione tecnica del laureato consentirà l'inserimento prevalentemente, ma non esclusivamente, nel vivace tessuto delle imprese informatiche del settore presente in Sardegna, oltre che di tutte le aziende industriali e operanti nel settore terziario alla ricerca di profili caratterizzati da una forte specializzazione nel settore delle tecnologie dell'informazione, del problem solving e dell’IA come, ad esempio, quelle operanti nei settori bancario e finanziario. Inoltre, il corso si propone di garantire ai neolaureati l'accesso (rispettando i requisiti curriculari per l’accesso) ai corsi di Laurea Magistrale offerti dallo stesso Ateneo delle Classi LM-18 (Informatica), LM-91 (Data Science, Business classi affini. Analytics e Innovazione), LM-32 (Computer Engineering, Cybersecurity and Artificial Intelligence). Nell'area delle Scienze sociali sarà attivata la laurea magistrale in Innovazione sociale e comunicazione, che formerà figure esperte delle politiche pubbliche e della comunicazione. Il corso fornirà le competenze che permetteranno di rispondere alle richieste di tre profili professionali: esperti dell'innovazione sociale e della progettazione territoriale partecipata; esperti e progettisti della comunicazione istituzionale e politica e delle pubbliche relazioni; specialisti della ricerca sociale e dell'analisi di dati. Complessivamente il corso formerà un professionista le cui competenze sono dirette a promuovere le potenzialità del territorio attraverso la valorizzazione del potenziale di comunità e la gestione e progettazione dei processi comunicativi top-down e bottom-up. In modo particolare, il percorso formativo di SIC è focalizzato sulla dimensione teorico-metodologica della ricerca sociale. La formazione alla ricerca sociale applicata costituisce, infatti, uno strumento specifico di analisi e di intervento nella realtà sociale oggetto di osservazione. Il corso intende fornire una risposta efficace per affrontare la complessità dei processi di innovazione territoriale e dei flussi comunicativi contemporanei, sia in una fase analitica e critica, che nel campo della progettazione e gestione strategica, sia nell'ambito del settore pubblico che di quello privato (anche sociale). Nel settore sanitario sarà inoltre riattivato il corso di laurea in Igiene dentale e i posti per Assistenza sanitaria passano da 30 a 70.

 

L'intervento del Prorettore alla Didattica. Accanto a lui, il Direttore Generale Aldo Urru
L'intervento del Prorettore alla Didattica. Accanto a lui, il Direttore Generale Aldo Urru
GUARDA IL SERVIZIO DI CINZIA ISOLA ANDATO IN ONDA PER IL TG DI TCS NELL'EDIZIONE DELLE 13.30 DEL 26 LUGLIO 2021 CONDOTTA IN STUDIO DA MAURIZIO MELIS

Oltre 4 milioni di investimenti per l'aggiornamento tecnologico delle aule, dei laboratori e dei servizi offerti alle studentesse e agli studenti. Il DG Urru: "Grande attenzione alla contribuzione, le nostre sono tra le tasse più basse d'Italia"

Aldo Urru, direttore generale di UniCa, si è concentrato sulle opere realizzate per migliorare lo standard dei servizi: "Siamo pronti per la ripartenza in presenza, integrata se necessario con la didattica a distanza in maniera sincrona - ha detto - Abbiamo investito 4 milioni di euro nelle nuove tecnologie per permettere il coinvolgimento di tutti in tutte le attività. Sono state ammodernate oltre 200 aule e laboratori, tutte le aree sono presidiate dal punto di vista della sicurezza sanitaria. Gli studenti e le studentesse per noi sono sempre al primo posto. Il nostro Ateneo continua nella politica di grande attenzione alla contribuzione studentesca, tra le più basse d’Italia: in collaborazione con gli studenti e le studentesse abbiamo stilato un nuovo Regolamento molto apprezzato. Continuiamo a garantire i servizi agli studenti e alle studentesse: siamo tra i pochi Atenei ad avere i servizi per l’inclusione in grado di vantare una certificazione di qualità".

Il Direttore Generale Aldo Urru, tra il Prorettore alla Didattica Ignazio Putzu e la Dirigente Simonetta Negrini
Il Direttore Generale Aldo Urru, tra il Prorettore alla Didattica Ignazio Putzu e la Dirigente Simonetta Negrini
GUARDA IL SERVIZIO DI VALERIO VARGIU PER IL TG DI SARDEGNA 1 ANDATO IN ONDA NELL'EDIZIONE DELLE 14 DEL 26 LUGLIO 2021 CONDOTTO DA MARIO TASCA

Un Ateneo attento alle esigenze del territorio e aperto all'internazionalizzazione. Per il prossimo anno accademico prevista l'attivazione del nuovo Corso per la specializzazione per le attività di sostegno

L’Ateneo ha proseguito il percorso di internazionalizzazione dell’offerta formativa mediante l’attivazione di un corso di laurea magistrale totalmente in lingua inglese, l’attivazione di accordi internazionali per la creazione di percorsi di studio per il rilascio del doppio titolo. L’obiettivo di accrescere la dimensione internazionale è realizzato attraverso l’innovativo progetto EDUC. Si tratta di un programma di alleanze con 17 “Università europee”, la cui creazione è stata annunciata dalla Commissione europea il 26 giugno 2019. L'Alleanza di cui fa parte l’Università degli Studi di Cagliari con il finanziamento del progetto “European Digital UniverCity” (EDUC), cofinanziato dal Programma europeo Erasmus +, ha come obiettivo prioritario quello di promuovere nuovi modelli di mobilità fisica e virtuale di studenti, docenti e staff, favorire progetti di ricerca comuni e affrontare le sfide della società in maniera innovativa e multidisciplinare. Il progetto ''European Digital UniverCity'' (EDUC), coordinato dall’Università di Potsdam (Germania), oltre all’ateneo cagliaritano coinvolge anche le università di Paris-Nanterre, Rennes 1 (Francia), Masaryk (Brno, Repubblica Ceca), Pecs (Ungheria).

Negli ultimi anni, si è registrato un forte incremento della richiesta di formazione per i docenti della scuola, che ha inevitabilmente investito in primo luogo l’Università pubblica. Per queste attività, è stato costituito il Centro di Ateneo per la didattica e l’inclusione nell’alta formazione delle professionalità educative (CEDIAF), composto da docenti specialisti nel campo della didattica per la scuola e da personale tecnico ammnistrativo. Tra le attività del centro, di grande importanza l’organizzazione del Corso per la specializzazione per le attività di sostegno, che ha un grande impatto sullo sviluppo del territorio sia in termini scientifico culturali che occupazionali. Le attività didattiche sono state avviate in a gennaio e si sono concluse a luglio 2021. Al fine di consentire lo svolgimento del tirocinio curriculare, sono state stipulate con gli istituti scolastici, nel corso dell’anno accademico, 132 convenzioni. L’attivazione del corso è confermata anche per il prossimo anno accademico.

La Prorettrice alla Comunicazione Elisabetta Gola e il Prorettore vicario Gianni Fenu
La Prorettrice alla Comunicazione Elisabetta Gola e il Prorettore vicario Gianni Fenu
GUARDA IL SERVIZIO DI LORENZO MANUNZA ANDATO IN ONDA NELL'EDIZIONE DELLE 14 DEL 26 LUGLIO 2021

RASSEGNA STAMPA

ANSA

Ateneo Cagliari punta a tecnologia e innovazione,nuovi corsi

Al via iscrizioni, verso ripresa in presenza con turni

(ANSA) - CAGLIARI, 26 LUG - Una laurea triennale in Informatica applicata e data analytics. Un'altra magistrale in Innovazione sociale e comunicazione. Poi la riattivazione del corso di laurea in Igiene dentale. E l'allargamento da trenta a settanta dei posti disponibili in Assistenza sanitaria.
    Nell'ambito sanitario sarà inoltre riattivato il corso di laurea in Igiene dentale. Sono le principali novità dell'offerta formativa dell'Universitá di Cagliari per l'anno accademico 2021/2022 che si apre con il via alle iscrizioni.
    Come si ripartirà? Il rettore Francesco Mola dipinge tre scenari possibili: tutto dipenderà dall'andamento della pandemia. Si va dal piano più pessimistico che prevede la ripresa in Dad. "Ma con la situazione attuale - spiega il numero uno dell'ateneo - è possibile la ripresa in presenza con turnazioni con l'opzione della Dad. C'è poi uno scenario ancora più ottimistico. Per noi la base di tutto è la sicurezza".
    Università attrezzata. "Siamo pronti per la ripartenza in presenza - ha aggiunto il Dg Aldo Urru - integrata se necessario con la didattica a distanza in maniera sincrona. Abbiamo investito 4 milioni di euro nelle nuove tecnologie per permettere il coinvolgimento di tutti gli studenti, abbiamo ammodernato circa 200 aule e laboratori e tutte le aree sono presidiate dal punto di vista della sicurezza. Gli studenti sono sempre al primo posto. Le nuove matricole avranno nuovi servizi di orientamento. Il nuovo anno accademico riconferma una contribuzione studentesca molto contenuta, tra le più basse in Italia".
    Per il prossimo anno accademico è prevista l'attivazione di 40 Corsi di Laurea triennali, di 6 Corsi di Laurea Magistrale a Ciclo unico e 37 Corsi di Laurea Magistrale. Un'altra novità - legata anche alla voglia di ripresa e di non lasciare indietro nessuno - è quella dei "Buddy" che guideranno le matricole.
    "Vogliamo che i nostri immatricolati siano accompagnati, accolti e aiutati a fare le scelte giuste - ha detto Mola - Pensiamo ad una sorta di 'fratelli e sorelle maggiori assieme al rafforzamento del tutorato disciplinare. Consiglieremo poi ai direttori di dipartimento e ai coordinatori dei corsi di inserire seminari specifici sul PNRR, una realtà che i nostri studenti e le nostre studentesse - al termine del loro percorso - si troveranno a gestire". (ANSA).
 

ANSA.IT
ANSA.IT
GUARDA IL SERVIZIO DI VERONICA FADDA PER IL TG DI VIDEOLINA ANDATO IN ONDA NELL'EDIZIONE POMERIDIANA DEL 27 LUGLIO 2021

L'UNIONE SARDA del 27 luglio 2021

Cagliari - pagina 21

Ateneo . Al via le immatricolazioni per il prossimo anno. Mola: «Creiamo laureati di alto livello»

Università, un'offerta da 83 corsi

Ha retto all'onda d'urto della pandemia. Ma la sfida viene ora. E si gioca su più fronti: la crescita dell'offerta formativa, con due nuovi corsi di laurea, la riattivazione del corso di Igiene dentale, l'investimento di quattro milioni di euro per l'ammodernamento di aule e laboratori. All'orizzonte ci sono anche il ritorno in aula in autunno, per il momento in modalità mista, «ma siamo già pronti per affrontare tutti gli scenari», spiega il rettore Francesco Mola, e l'istituzione di seminari specifici sul Pnrr, «perché si tratta di una realtà che i nostri studenti e le nostre studentesse, al termine del loro percorso, si troveranno a gestire», spiega ancora il rettore. Ecco le principali novità dell'offerta formativa dell'università di Cagliari per l'anno accademico 2021-2022 che quest'anno, ancora una volta, cresce. Le novità In chiave digitale, il futuro è già presente all'ateneo cagliaritano. A partire dal prossimo anno accademico, infatti, arrivano le lauree (triennale) in Informatica applicata e data analytics e (magistrale) in Innovazione sociale e comunicazione. I nuovi corsi hanno come obiettivo principale quello di evitare il fenomeno dei "cervelli in fuga": trattandosi, infatti, di corsi molto richiesti, gli studenti avranno adesso un ulteriore opportunità di formarsi in Sardegna in settori all'avanguardia. «Si tratta di due corsi che rispondono a precise esigenze del territori», sottolinea il rettore Mola. Tra le novità, anche l'incremento del numero dei posti disponibili per il corso di laurea in assistenza sanitaria, che passa da 30 a 70 studenti. Inoltre, «l'offerta internazionale si intensificherà ancora di più, e anche sulla lingua inglese aumenterà il nostro impegno. Formare laureati pronti a lavorare per la nostra Regione, di livello sempre più alto, è il nostro obiettivo», dice ancora il rettore. La chiave per competere è l'internazionalizzazione: l'ateneo, infatti, rilancia il percorso di internazionalizzazione dell'offerta formativa attraverso l'attivazione di un corso di laurea magistrale totalmente in lingua inglese e l'attivazione di accordi internazionali per la creazione di percorsi di studio per il rilascio del doppio titolo. In particolare, il nuovo progetto UniCa prevede il raggiungimento del livello B2 in lingua inglese al termine del percorso triennale di tutti gli studenti dell'ateneo, con lezioni ed esercitazioni in laboratorio, e una certificazione internazionale per gli studenti dei corsi magistrali. «L'ateneo prevede anche un terzo ciclo di formazione composta da 16 dottorati di ricerca, 14 internazionali, e 30 scuole di specializzazione di area medica», sottolinea Ignazio Putzu prorettore alla didattica. Il rientro Dunque, come si ripartirà in autunno? Sono tre scenari possibili: tutto dipenderà dall'andamento della pandemia. Si va da quello più pessimistico che prevede la ripresa in dad, fino a quello più ottimistico con tutti gli studenti in aula. «Con la situazione attuale», spiega il numero uno dell'ateneo, «è possibile la ripresa in presenza con turnazioni e l'opzione della dad. Per noi la base di tutto è la sicurezza». «Abbiamo investito 4 milioni di euro nelle nuove tecnologie per permettere il coinvolgimento di tutti gli studenti, abbiamo ammodernato circa 200 aule e laboratori e tutte le aree sono presidiate dal punto di vista della sicurezza», sottolinea Aldo Urru, direttore generale. Supporto allo studio Un sostegno agli studenti è rappresentato dalla no tax area per gli Isee fino a 23mila euro. Ma se si parla di sostegno allo studio è fondamentale sottolineare la conferma del servizio di counseling psicologico di ateneo, fruibile durante tutto l'anno accademico. Tra i vari servizi anche la tessera baby, destinata alle studentesse in stato di gravidanza, che, tra le altre cose, permette l'accesso gratuito al materiale dei corsi e-learnig dell'ateneo. Ma. Mad.

 

Didattica. La spinta del Covid

Il dato

L'università scalda i motori. Dopo lezioni e sessioni di laurea da remoto non vede l'ora di riprendere e lo fa potenziando l'aspetto sanitario. Il Covid spinge, infatti, il corso di laurea in assistenza sanitaria e l'ateneo, rispondendo a una crescete domanda di figure specializzate nella lotta al Covid, raddoppia i posti di disponibili che dal prossimo anno accademico passano da 3 a 70. Rispetto al coronavirus, infatti, gli assistenti sanitari sono stati in prima linea durante tutte le fasi che hanno caratterizzato la pandemia: dai primissimi tamponi effettuati fino al tracciamento e sorveglianza fondamentali per governare la situazione, all'attuale somministrazione dei vaccini che li vede appunto implicati, minuto dopo minuto sempre di più, in un lavoro di rete, di corretta comunicazione e presa in carico nei confronti dei cittadini. «In questo momento, con la pandemia, queste figure professionali sono ricercatissime», spiega Paolo Contu, coordinatore del corso di laurea triennale di assistenza sanitaria. «Ma anche in epoca pre-Covid e quando la pandemia sarà terminata, l'assistente sanitario rappresenta una figura preziosissima», aggiunge. Tanto è vero che un assistente sanitario trova lavoro poche settimane dopo la laurea. (ma. mad.) 

 

Il progetto. Gli studenti più anziani aiutano le matricole

Ecco "buddy", il nuovo tutor per amico

Superato lo scoglio della Maturità per le future matricole è già tempo di tuffarsi in una nuova sfida, verso il mondo accademico. Un percorso impegnativo, durante il quale può capitare di perdere di vista la propria "rotta" fatta di lezioni da seguire, esami da sostenere e crediti da acquisire. Per evitare che ciò accada, scongiurando il pericolo di abbandono, le matricole potranno fare affidamento su una figura messa loro a disposizione dall'ateneo: i buddy, altri studenti universitari, più esperti, magari vicino alla laurea, che «come se fossero fratelli maggiori», spiega il rettore dell'università di Cagliarui Francesco Mola, potranno dare preziosi suggerimenti alle matricole. Un servizio che si affianca a quello di tutorato disciplinare dell'ateneo. Un po' psicologo, un po' fratello maggiore, il buddy, quindi, fornisce assistenza agli studenti durante il loro percorso di studi. Accoglienza, informazione, orientamento: il ruolo dei buddy sarà complementare rispetto a quello formale della segreteria perché offriranno una consulenza "mirata" fondata sull'esperienza pratica della vita universitaria. Un'idea già presente in altre università italiane ed estere che l'ateneo di Cagliari progetta adesso in vista de nuovo anno accademico. (ma. mad.)

Un'intera pagina dedicata alla nuova offerta formativa dell'Ateneo curata da Mauro Madeddu su L'Unione Sarda del 27 luglio 2021
Un'intera pagina dedicata alla nuova offerta formativa dell'Ateneo curata da Mauro Madeddu su L'Unione Sarda del 27 luglio 2021

LA NUOVA SARDEGNA del 27 luglio 2021

Sardegna - pagina 9

Presentata l'offerta formativa dell'Università, maggiore spazio all'Informatica

Cagliari, l'Ateneo riparte con 83 corsi
 

CAGLIARI. Saranno 83 i corsi di laurea attivati il prossimo anno accademico 2021/22 all'Università degli Studi di Cagliari, che si prepara al rientro in presenza di studenti e docenti. La nuova offerta formativa mantiene la promessa di garantire alle studentesse e agli studenti un'offerta didattica diversificata e multidisciplinare utilizzando metodologie e tecnologie altamente innovative; dare risposte alle esigenze del territorio con una programmazione didattica aggiornata e più attenta alle esigenze di occupabilità. Ma è prioritario anche evitare la dispersione delle intelligenze, risorse primaria per lo sviluppo dell'isola, contribuendo a scongiurare l'emigrazione intellettuale. Per il prossimo anno accademico è prevista l'attivazione di 40 Corsi di Laurea triennali, di 6 Corsi di Laurea Magistrale a Ciclo unico e 37 Corsi di Laurea Magistrale. «La novità di quest'anno è rappresentata dai corsi di laurea in Informatica applicata e Data analytics e in Innovazione sociale e Comunicazione - ha spiegato il rettore Francesco Mola - due corsi che rispondono a precise esigenze. Inoltre il corso di laurea in Assistenza sanitaria passa da 30 a 70 studenti iscritti programmati, l'offerta internazionale si intensificherà ancora di più, e anche sulla lingua inglese aumenterà il nostro impegno. Formare laureati pronti a lavorare per la nostra Regione, di livello sempre più alto: questo è il nostro obiettivo». Tenendo conto delle richieste che provengono dal territorio e delle proposte dei dipartimenti, sempre nel rispetto del principio dell'alta qualità dell'offerta e del criterio di sostenibilità della medesima, l'Ateneo amplia il ventaglio della propria offerta formativa arrivando a comprendere ambiti scientifico-culturali, non solo nuovi rispetto all'offerta pregressa, ma anche ad alto grado di innovazione, integrando il palinsesto già esistente con lauree di primo livello che garantiscano un maggiore e migliore accesso all'offerta magistrale.In questo contesto, si inseriscono organicamente le nuovissime istituzioni che debutteranno il prossimo anno accademico.Nell'ambito ingegneristico e informatico, si connette strettamente all'offerta esistente in tale area la laurea triennale in Informatica applicata e data analytics, progettata con l'obiettivo generale di rispondere alla crescente domanda di figure professionali di informatici in grado di risolvere problematiche della società dell'informazione che ruotano nel contesto dell'Intelligenza artificiale.

L'articolo su La Nuova Sardegna del 27 luglio 2021 a pagina 9
L'articolo su La Nuova Sardegna del 27 luglio 2021 a pagina 9

Allegati

Link

Ultime notizie

25 settembre 2021

Notte dei ricercatori: la festa della scienza, appassionante e a disposizione della società civile e delle nuove generazioni 

L’Università di Cagliari in prima fila nell'evento europeo che si è tenuto all'Orto Botanico. Robotica, pandemia, cinema, antimateria, cervello, internet delle cose, vaccini, diritti e storia, criminologia e medicina, chimica e geologia tra i trentaquattro eventi divulgativi su temi attuali e di forte impatto. "L'emozione della ripartenza, con un pensiero per la popolazione universitaria presente e futura" ha detto Francesco Mola. "La passione che anima ricercatrici e ricercatori è al centro degli eventi" ha aggiunto Luciano Colombo

24 settembre 2021

Cristina Bicchieri inaugura il Dottorato in Scienze economiche e aziendali

Martedì 28 settembre alle 16 con la lezione della docente della University of Pennsylvania si aprirà il nuovo anno accademico del corso dottorale in discipline economiche. "Norms and nudges: opening the black box" sarà il tema dell'intervento, che si potrà seguire in diretta streaming nel canale YouTube dell'Ateneo. IL LINK PER SEGUIRE LA DIRETTA

23 settembre 2021

Il ricordo, la memoria

In ricordo di David Carpenter Nilson, lettore (1986-2004) e professore a contratto di Traduzione nel 2004 nella allora Facoltà di Lingue di Cagliari

22 settembre 2021

Transizione energetica, la roadmap per la neutralità climatica della Sardegna

Università di Cagliari, Sotacarbo ed Enea curano la due giorni sul tema chiave per lo sviluppo del sistema Italia. Tecnologie, scenari e politiche di riqualificazione, formazione e neutralità climatica al centro del dibattito con le massime cariche regionali e nazionali del comparto. Apertura dei lavori con i rettori Francesco Mola e Gavino Mariotti. Nel team organizzativo lo staff di Fabrizio Pilo, prorettore per Innovazione e territorio

Questionario e social

Condividi su: