UniCa UniCa News Notizie Passaggio di consegne a Palazzo Belgrano

Passaggio di consegne a Palazzo Belgrano

Entra ufficialmente in carica il nuovo Rettore dell’Università di Cagliari: è Francesco Mola, ordinario di Statistica, eletto a dicembre scorso con un amplissimo consenso. Incontro affettuoso con Maria Del Zompo, che lascia dopo sei anni la guida dell’Ateneo. RASSEGNA STAMPA
02 aprile 2021
Il gesto di saluto tra Francesco Mola e Maria Del Zompo in epoca COVID

Il nuovo Rettore – che resterà in carica fino al 2027 - ha 59 anni, è professore ordinario di Statistica alla Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche, e dal 1998 insegna all’Università di Cagliari

Sergio Nuvoli

Cagliari, 2 aprile 2021 - Francesco Mola è il 60mo Rettore dell’Università degli Studi di Cagliari. Eletto il 15 dicembre scorso con oltre il 90% delle preferenze accordate dalle varie categorie, entra in carica oggi succedendo a Maria Del Zompo, che ha guidato l’Ateneo dal 2015.

Il nuovo Rettore – che resterà in carica fino al 2027 - ha 59 anni, è professore ordinario di Statistica alla Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche, e dal 1998 insegna all’Università di Cagliari. Qui ha ricoperto diversi incarichi, tra i quali direttore del dipartimento di Scienze economiche e aziendali, prima di assumere il ruolo di Prorettore vicario di Maria Del Zompo e di Presidente del Comitato Unico di Garanzia. È stato anche componente del Centro per la qualità, del Nucleo di valutazione dell'Ateneo e presidente del Consiglio di corso di laurea in Economia e gestione aziendale.

Francesco Mola e Maria Del Zompo si sono incontrati a Palazzo Belgrano per un affettuoso saluto e un ideale passaggio di consegne nella Stanza del Rettori, davanti alla teca che custodisce la mazza cerimoniale, simbolo del potere accademico nelle università italiane.

Lungo e cordiale incontro tra Maria Del Zompo e Francesco Mola a Palazzo Belgrano
Lungo e cordiale incontro tra Maria Del Zompo e Francesco Mola a Palazzo Belgrano
La notizia letta da Elena Laudante nell'edizione delle 14 del TGR RAI Sardegna del 2 aprile 2021

Nella stessa sala, da ieri è appeso il ritratto della ormai ex rettrice realizzato da Angelo Liberati: un'opera che sintetizza il percorso artistico del pittore, e - attraverso la tecnica usata - ripercorre alcune tappe della carriera della prof.ssa

Nella stessa sala, da ieri è appeso il ritratto della ormai ex rettrice realizzato da Angelo Liberati. il pittore, originario di Frascati ma ormai sardo d'adozione, ha realizzato un'opera che ne sintetizza l'opera e il percorso artistico. Oltre alle tecniche del ritratto tradizionale, infatti, l'opera utilizza le metodologie care a Liberati, come il décollage, che ha consentito all'autore di affiancare alla figura della professoressa altre immagini che ricostruiscono i passaggi più importanti della sua carriera.

L’opera arricchisce la galleria di ritratti dei tanti Magnifici che hanno guidato l’ateneo nei suoi 400 anni di vita. Alla consegna del quadro ha partecipato, oltre allo staff del Rettore, anche Rita Pamela Ladogana, docente di Storia dell’arte al Dipartimento di Lettere, lingue e beni culturali.

Maria Del Zompo con Angelo Liberati davanti al ritratto
Maria Del Zompo con Angelo Liberati davanti al ritratto

RASSEGNA STAMPA

L'UNIONE SARDA del 3 aprile 2021

Prima Cagliari - pagina 17

Il docente di statistica succede a Maria Del Zompo, starà in carica sei anni

Università, inizia l'era di Mola

Il 2 aprile 2021 resterà una data per certi versi storica per l'università di Cagliari. Da ieri, infatti, è cominciata l'era del nuovo rettore, Francesco Mola, il primo non sardo degli ultimi 65 anni, il terzo negli ultimi 100. Eletto senza rivali (la sua è stata una candidatura unica) il 15 dicembre scorso con una maggioranza bulgara (oltre il 90% delle preferenze) entra in carica succedendo a Maria Del Zompo, al comando dal 2015, prima donna della storia dell'ateneo. Ciò che intende fare da qui fino al 2027, quando scadrà il mandato, il nuovo rettore lo ha già messo nero su bianco nel programma elettorale di 36 pagine e ribadito qualche tempo fa in un'intervista all'Unione Sarda. Rivolgendosi indirettamente a docenti e ricercatori dell'ateneo, disse che «il nostro è un ruolo di servizio e credo che ci debba essere continuità con le cose fatte bene e abbandonare ciò che non ha funzionato», mentre agli studenti disse che «l'obiettivo è rendere sempre meno pesante il ruolo del contributo studentesco e incrementare quantità e qualità degli esoneri continuando a premiare anche il merito».
Le nuove mosse
Napoletano, 59 anni, sposato con una dirigente scolastica, due figlie, Mola è docente ordinario di Statistica al Dipartimento di Scienze economiche e aziendali e Prorettore vicario con Maria Del Zompo. Nell'Isola dal '98, inizialmente come ricercatore, ha fatto tutta la “gavetta” fino all'elezione alla guida dell'ateneo. E proprio in ateneo, adesso, c'è grande attesa per l'azione del nuovo rettore: da tutti definito un uomo empatico, cordiale e flessibile, la prima “verifica” a cui è atteso Mola è la nomina del nuovo prorettore vicario e degli altri prorettori. A sentire il suo giudizio sul bilancio del governo Del Zompo, «molto positivo», ci si potrebbe aspettare un governo in continuità con la precedente amministrazione, a cominciare dalla riconferma di tutti (o quasi) i prorettori in uscita: Ignazio Putzu alla didattica, Alessandra Carucci all'internazionalizzazione, Maria Chiara di Guardo all'innovazione e rapporti con i territori, Micaela Morelli alla ricerca, Pietro Ciarlo alla semplificazione amministrativa, Giorgio La Nasa alle attività sanitarie e Vito Lippolis, delega per la Cittadella di Monserrato.
Lo scenario
Ma dal momento che si tratta di Francesco Mola, uno che con la sua candidatura unica è stato capace di mettere d'accordo tutte le facoltà, scardinando anche il meccanismo dell'alternanza tra Medicina e Ingegneria (come aveva già fatto nel recente passato Giovanni Melis), è difficile fare una previsione. Qualche scenario, però, si può provare a ipotizzare: Giorgio La Nasa, per esempio, nominato appena tre mesi fa in sostituzione di Francesco Marongiu, in pensione, potrebbe essere riconfermato. Difficile, infatti, immaginare che una nomina della Del Zompo fatta quando Mola era già ufficialmente il nuovo Rettore venga ora rimessa in discussione. Pietro Ciarlo e Micaela Morelli, invece, entrambi vicini alla pensione, potrebbero non essere riconfermati. Ma insomma, tocca attendere le mosse ufficiali per capire se sarà un governo in continuità con l'amministrazione Del Zompo oppure in “rottura”.
Obiettivi
In più di un'occasione ha ribadito di essere soddisfatto del livello di attenzione che la Regione dedica all'università, «abbiamo un grosso aiuto dalla Regione che ci ha permesso di sopperire a difficoltà dovute alla diminuzione dei finanziamenti statali. Ogni euro che arriva all'ateneo ha una ricaduta sul territorio». Quindi quel messaggio agli studenti: «L'università dovrebbe essere gratuita perché forma le persone che fanno crescere una società. Ma è impossibile e per questo ci sarà una grande attenzione alle tasse». (ma. mad.)

 

Al Magnifico

Vaccini, didattica e tasse: le priorità per gli studenti

Vaccini per tirocinanti e specializzandi di Medicina, ripristino del servizio di counseling psicologico, pari opportunità per gli studenti e guardia sempre alta sulle tasse. Sono queste le priorità, secondo gli studenti universitari, di cui il nuovo rettore Francesco Mola dovrebbe tenere conto. «Tirocinanti e specializzandi entrano in ospedale e vivono lo stesso livello di rischio degli altri professionisti sanitari. Da qui la necessità di fare subito il vaccino», spiega Sara Usai, 25 anni, rappresentante degli studenti al Senato accademico e dell'associazione ResetUniCa. «Da novembre, inoltre, il rappresentante degli studenti nel cda dell'Ersu, pur essendo stato eletto, non è stato ancora nominato. Non è compito dell'università farlo, ma facciamo presente che occorre farlo quanto prima», aggiunge.
Tra gli studenti c'è molto ottimismo per l'insediamento del nuovo rettore. «Abbiamo sempre avuto un dialogo proficuo con l'ex rettore e fin dalla sua elezione la stessa cosa è avvenuta anche con quello nuovo», dice Piera Caocci, 23 anni, rappresentante nel cda per la lista Progetto Studenti. «Siamo sicuri che col dialogo e la collaborazione che Mola ha già dimostrato in questi ultimi mesi riusciremo ad affrontare e risolvere i problemi». (ma. mad.)

Gli articoli su L'Unione Sarda del 3 aprile 2021 a pagina 17
Gli articoli su L'Unione Sarda del 3 aprile 2021 a pagina 17

LA NUOVA SARDEGNA del 3 aprile 2021

Sardegna - pagina 10

Università di Cagliari
Mola è il nuovo rettore
succede a Maria Del Zompo

CAGLIARI. Francesco Mola è il 60esimo rettore dell'Università di Cagliari. L'accademico era stato eletto il 15 dicembre scorso, con oltre il 90 per cento delle preferenze, e ieri è entrato ufficialmente in carica succedendo a Maria Del Zompo, alla guida dell'ateneo dal 2015 e anche la prima donna della storia a ricevere l'incarico nell'università cagliaritana. Il nuovo rettore - che resterà in carica fino al 2027 - ha 59 anni, è professore ordinario di Statistica alla Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche, e insegna all'Università di Cagliari dal 1998. Nel corso degli anni Mola ha ricoperto diversi incarichi, tra i quali direttore del dipartimento di Scienze economiche e aziendali, prima di assumere il ruolo di Prorettore vicario di Maria Del Zompo e di presidente del Comitato unico di garanzia. È stato anche componente del Centro per la qualità, del Nucleo di valutazione dell'ateneo e presidente del Consiglio di corso di laurea in Economia e gestione aziendale. Ieri mattina Francesco Mola e Maria Del Zompo si sono incontrati a Palazzo Belgrano, la sede gli uffici del rettorato dell'Ateneo cagliaritano e della biblioteca universitaria, dove si sono scambiati un affettuoso saluto e dove hanno effettuato l'ideale passaggio di consegne nella Stanza del Rettori, davanti alla teca che custodisce la mazza cerimoniale, simbolo del potere accademico nelle università italiane. Nella stessa sala, è appeso il ritratto della ormai ex rettrice realizzato da Angelo Liberati. L'opera arricchisce la galleria di ritratti dei tanti Magnifici che hanno guidato l'ateneo nei suoi 400 anni di vita. Alla consegna del quadro ha partecipato, oltre allo staff del Rettore, anche Rita Pamela Ladogana, docente di Storia dell'arte al Dipartimento di Lettere, lingue e beni culturali.

La notizia su La Nuova Sardegna del 3 aprile 2021 a pagina 10
La notizia su La Nuova Sardegna del 3 aprile 2021 a pagina 10

Link

Ultime notizie

10 aprile 2021

Sardegna in zona rossa, da lunedì 12 aprile sospese le attività didattiche in presenza

Messaggio del Rettore Francesco Mola: quanto programmato proseguirà a distanza secondo il calendario stabilito a inizio semestre. "Ci teniamo a ricordarvi che la macchina organizzativa rimarrà comunque sempre attiva - scrive il Magnifico - in modo da consentirci di ripartire con la didattica mista non appena le condizioni sanitarie lo consentiranno". Il Direttore Generale Aldo Urru ha inviato al personale una CIRCOLARE sullo SVOLGIMENTO DELL'ATTIVITA' LAVORATIVA in zona rossa

09 aprile 2021

Erasmus+ Traineeship, pubblicato l'avviso per 400 borse

Al via le selezioni per partecipare al programma europeo che permette di svolgere un periodo di tirocinio presso imprese, centri di formazione, università e centri di ricerca o altre organizzazioni dei Paesi aderenti all'accordo. Le borse di mobilità sono riservate a coloro che risultano essere regolarmente iscritti per l'anno accademico 2020/2021 ai corsi di studio della nostra Università. Scadenza per la presentazione delle domande fissata alle 14 del 30 aprile. RASSEGNA STAMPA

09 aprile 2021

Regionalismo italiano, una tavola rotonda per discutere del suo futuro

Venerdì 16 aprile alle 16, sulla piattaforma Teams, in occasione della presentazione dei volumi di Stefano Aru e di Tanja Cerruti, il Dipartimento di Giurisprudenza organizza una tavola rotonda per discutere sul destino del regionalismo in Italia. Parteciperanno Cristiano Cicero, direttore del dipartimento, Gianmario Demuro, Francesco Clementi, Andrea Deffenu, Elena D'Orlando, Alessandro Morelli, Andrea Morrone, Anna Maria Poggi e Giulio Salerno. Le conclusioni sono affidate a Pietro Ciarlo. IL LINK PER SEGUIRE L'EVENTO. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: