UniCa UniCa News Notizie MuseoCagliari.it: turismo, cultura e ambiente

MuseoCagliari.it: turismo, cultura e ambiente

Nel progetto, curato dagli specialisti guidati da Paolo Sanjust al Dicaar dell'Università di Cagliari, una piattaforma dell’architettura di qualità con app per visite e itinerari turistici. Al cluster di Sardegna Ricerche prendono parte undici aziende del territorio
29 marzo 2021
La città del sole, del vento e del mare ridisegnata per buone performance turistiche, culturali e ambientali

Intuizioni, competenze e buone pratiche dagli ingegneri del Dicaar

Mario Frongia

Domani, martedì 30 marzo, si tiene l’evento conclusivo del progetto cluster MuseoCagliari.it. Al centro dei lavori condotti dagli specialisti del Dicaar (Dipartimento di ingegneria civile, ambientale e architettura dell’Università di Cagliari), una piattaforma open-data dell'architettura di qualità con app per visite e itinerari turistico-culturali. Il responsabile scientifico del progetto è Paolo Sanjust. L’evento conclusivo del progetto - incluso nei 24 cluster curati da Sardegna Ricerche e finanziato dal Por Fesr Sardegna 2014-2020 - fa capo alle sinergie tra accademia, ricerca di base e applicata. I cluster, gruppi di piccole e medie imprese che operano nello stesso settore o in settori affini, hanno un obiettivo condiviso, ideano e sperimentano progetti di sviluppo e di innovazione. "Top Down" è l'approccio utilizzato. Ovvero, le competenze dei ricercatori sono trasferite alle imprese per sviluppare innovazione comune con un prototipo, un modello o un metodo. I settori di riferimento sono quelli della S3 della Regione Sardegna: Ict, Turismo, cultura e ambiente, Reti intelligenti per la gestione efficiente dell'energia, Agroindustria, Biomedicina, Aerospazio e Bioeconomia.

Una veduta d'insieme del Dicaar e della facoltà presieduta da Corrado Zoppi
Una veduta d'insieme del Dicaar e della facoltà presieduta da Corrado Zoppi

Esigenze della città, del territorio circostante e delle imprese di settore

“Il progetto affronta le criticità evidenziate dalle imprese turistiche relativamente alla scarsa disponibilità di banche dati, ampie, ordinate e aperte, scientificamente fondate, e che consentano - spiega il professor Sanjust - la progettazione autonoma di percorsi e itinerari turistici diversi e inconsueti sul patrimonio archeologico, antico, o a quello medievale”. Il progetto verte su una piattaforma web dove sarà mappato il patrimonio di arte pubblica e architettura moderna e dove saranno individuati degli itinerari storico culturali dell'area metropolitana di Cagliari. Le aziende coinvolte in MuseoCagliari.it sono FlossLab, Cavour, Unisola, Didaxa, Radio X, Prima Idea, Eidesia, Delfis, InArch Istituto Culturale e Geoinfolab. Per il progetto, così come per tutte le iniziative cluster, vale il principio della porta aperta: le imprese interessate possono entrare a far parte del progetto in qualsiasi momento inviando al responsabile scientifico e al responsabile di Sardegna Ricerche il modulo di adesione.

Il progetto museocagliari.it è stato presentato a Sinnova 2019
Il progetto museocagliari.it è stato presentato a Sinnova 2019

Step, scaletta e modalità di fruzione e inclusione

Per ulteriori informazioni si possono contattare Paolo Sanjust (dpsanjust@unica.it) e Dario Carbini carbini@sardegnaricerche.it; sardegnaricerche.it

https://www.sardegnaricerche.it/index.php?xsl=370&s=358369&v=2&c=15066&nc=1&sc=&qr=1&qp=2&fa=1&o=1&t=3&bsc=1

Pula (CA). L'ingresso al Parco tecnologico che ospita anche Sardegna ricerche
Pula (CA). L'ingresso al Parco tecnologico che ospita anche Sardegna ricerche

Allegati

Ultime notizie

14 giugno 2021

Venerdì 18 giugno il 28mo Rapporto CRENoS sull'economia della Sardegna

Sarà Gianfranco Atzeni, docente di Economia politica all'Università di Sassari, a presentare l'analisi condotta dai ricercatori dei due atenei sardi, autori di un documento riconosciuto come il punto di riferimento più autorevole e completo in materia. L'appuntamento è per le 10.30 nell'Aula A della Facoltà di Scienze economiche, politiche e giuridiche: i lavori saranno introdotti dalla neodirettrice del CRENoS Anna Maria Pinna e vedranno la partecipazione dei due rettori degli atenei sardi, Francesco Mola e Gavino Mariotti. Quindi la discussione dei dati con un panel di imprenditori. L'iniziativa sarà trasmessa in streaming sulla pagina facebook del CRENoS e sul canale YouTube di UniCa. Il link per la partecipazione in presenza e la RASSEGNA STAMPA

14 giugno 2021

Nasce il primo Dottorato Nazionale in Sviluppo Sostenibile e Cambiamento Climatico

Aperto il bando di concorso per l’ammissione al primo Dottorato Nazionale in Sviluppo sostenibile e Cambiamento climatico, XXXVII ciclo, A.A. 2021-22. 3 anni di studi, 6 curricula, 93 borse cofinanziate al 50%, 12 borse finanziate interamente, 30 Università italiane pubbliche e private. UniCa aderisce al progetto sotto il coordinamento della Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia

Questionario e social

Condividi su: