UniCa UniCa News Notizie Lynda Benhaha, dall’Algeria a Cagliari per la laurea in Relazioni internazionali

Lynda Benhaha, dall’Algeria a Cagliari per la laurea in Relazioni internazionali

Traguardo raggiunto in pieno rispetto dei tempi previsti dal Progetto di cooperazione internazionale SARDEGNA FORMED, ‘Sardegna per il Mediterraneo’. Online il video ISMOKA con l’intervista in cui la studentessa maghrebina parla dell'esperienza maturata in ateneo, dell'impatto con la nostra cultura, delle difficoltà e dei bei momenti vissuti durante i due anni del corso di specialistica della facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche
17 luglio 2020
Lynda Benhaha

Ivo Cabiddu
 
Proveniente dall’Università Algeri 2, grazie al Progetto Formed, Lynda Behaha ha frequentato a Cagliari i due anni del corso di specialistica in Relazioni internazionali (facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche). Discutendo ieri la tesi “Il processo di decolonizzazione algerina durante il periodo del presidente Houari Boumediene (1965-1978)”, è la prima studentessa a laurearsi nel 2020 esattamente nei tempi previsti dal programma internazionale finanziato dalla Fondazione di Sardegna con borse di mobilità per studenti di Tunisia, Marocco e Algeria.

Nell’occasione la dottoressa Behaha ha rilasciato un’intervista al nostro Ufficio Ismoka (International Students Mobility Office KAralis University of Cagliari), con la sua testimonianza sulle difficoltà incontrate e, soprattutto, sugli aspetti positivi dell’esperienza di formazione maturata nell’ateneo cagliaritano. Clicca qui per il link diretto al video realizzato da Francesca Olivi.
 

SARDEGNA FORMED (Sardegna per il Mediterraneo)

Formare giovani altamente qualificati e promuovere la cooperazione internazionale tra le università della sponda sud del Mediterraneo e della Sardegna. Sono questi alcuni degli obiettivi principali del progetto SARDEGNA FORMED (Sardegna per il Mediterraneo), in cui è da anni protagonista l’ateneo cagliaritano.

Ogni anno il progetto permette a giovani della sponda sud del Mediterraneo di effettuare i loro studi universitari nei due atenei sardi. Le università di Cagliari e Sassari, con il loro ruolo centrale nel bacino, contribuiscono al progetto riconoscendo agli studenti del Maghreb l’esonero dal pagamento delle tasse universitarie, fornendo il necessario supporto organizzativo e garantendo l’accesso ai servizi di accoglienza di norma riservati agli studenti stranieri in mobilità (il visto d’ingresso in Italia, la richiesta del permesso di soggiorno, l’assistenza nel reperimento di una sistemazione logistica in città, l’accesso alle mense di Cagliari e di Sassari, la cura della preparazione linguistica nella lingua italiana).
Al progetto collabora Unimed, l’associazione di atenei appartenenti alle nazioni che si affacciano sul bacino del Mediterraneo, curando i rapporti di cooperazione con le università del Maghreb aderenti al partenariato “Sardegna Formed” e gestendo con loro le procedure di selezione degli studenti beneficiari dell’iniziativa.
 

Nei riquadri alcune immagini tratte dal video Ismoka sull'esperienza della giovane Lynda Behaha all'Università di Cagliari
Nei riquadri alcune immagini tratte dal video Ismoka sull'esperienza della giovane Lynda Behaha all'Università di Cagliari

Link

Ultime notizie

14 giugno 2021

Venerdì 18 giugno il 28mo Rapporto CRENoS sull'economia della Sardegna

Sarà Gianfranco Atzeni, docente di Economia politica all'Università di Sassari, a presentare l'analisi condotta dai ricercatori dei due atenei sardi, autori di un documento riconosciuto come il punto di riferimento più autorevole e completo in materia. L'appuntamento è per le 10.30 nell'Aula A della Facoltà di Scienze economiche, politiche e giuridiche: i lavori saranno introdotti dalla neodirettrice del CRENoS Anna Maria Pinna e vedranno la partecipazione dei due rettori degli atenei sardi, Francesco Mola e Gavino Mariotti. Quindi la discussione dei dati con un panel di imprenditori. L'iniziativa sarà trasmessa in streaming sulla pagina facebook del CRENoS e sul canale YouTube di UniCa. Il link per la partecipazione in presenza e la RASSEGNA STAMPA

10 giugno 2021

Amazon Women in Innovation, borsa di studio per una studentessa di UniCa

Claudia Fadda, studentessa in ingegneria elettrica, elettronica e informatica, ha vinto la borsa di studio bandita all'interno del programma Amazon in the Community, nato per incentivare le giovani donne a intraprendere un percorso di studi nell’ambito delle discipline STEM. Da quest’anno anche l’Università degli Studi di Cagliari aderisce all'iniziativa. Le quattro vincitrici avranno l’opportunità di sviluppare la propria carriera accademica grazie alle borse di studio della terza edizione del progetto che mira ad avvicinare le ragazze meritevoli alle discipline STEM, ad aiutarle a diventare le leader del domani e ad avere successo nel mondo della tecnologia e dell’innovazione. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: