UniCa UniCa News Notizie L’Università di Cagliari nel network di ricerca SEAWHEAT del programma Europeo COST

L’Università di Cagliari nel network di ricerca SEAWHEAT del programma Europeo COST

ALGHE E ALIMENTAZIONE. Il Dipartimento di Scienze della vita e dell’ambiente (Disva) in prima fila nel network internazionale costituito ufficialmente nell’ottobre 2021, che unisce ricercatori e imprese del settore blue-biotech per la valorizzazione e l’utilizzo delle macroalghe, in particolare dell’Ulva, un’alga marina popolarmente conosciuta come ‘’lattuga di mare’’. Fra le aziende coinvolte nelle attività anche la sarda Livegreen, specializzata nella produzione di Spirulina
03 marzo 2022
Innovativo network di ricerca internazionale sul tema 'Ulva: tomorrow’s “wheat of the sea”, a model for an innovative mariculture' (Ulva: "il grano del mare" del futuro, modello per una maricoltura innovativa). A destra nell'immagine il professor Addis

La “Lattuga di mare” è un'alga verde, della specie Ulva, diffusa in tutti i continenti

Sulla base di precedenti progetti europei e paneuropei sull’utilizzo delle alghe marine, il progetto SeaWheat ha identificato questa alga verde come il miglior candidato e organismo modello per la produzione di nuove biomasse. Le numerose specie del genere Ulva sono ampiamente studiate per il loro valore alimentare e nella mangimistica, nonché per l’interessante composizione biochimica (proteine, lipidi, pigmenti e antiossidanti) e le proprietà medicinali. La produzione di Ulva è già una realtà e può essere condotta in impianti di maricoltura e in strutture a terra.

Team di scienziati e imprese per lo studio e l’utilizzo di biomasse vegetali marine

IL PROGRAMMA COST, European Cooperation in Science and Technology, è un programma intergovernativo finanziato dall’Unione Europea nell’ambito di Horizon 2020 e Horizon Europe, che promuove la creazione di reti di ricerca interdisciplinari che uniscono il mondo accademico, sviluppatori e imprese su tematiche innovative di interesse internazionale. Le azioni COST si sviluppano in ambito pan-europeo inclusivo, creando opportunità di networking su un’ampia area geografica puntando alla crescita di giovani ricercatori dando loro opportunità e nuovi spunti per le loro carriere.

1971-2021 SCIENZA SENZA CONFINI
Il programma EU COST che finanzia il network SEAWHEAT ha compiuto i 50 anni, con il motto di celebrazione: 50 years of science without borders!

Le sei aree tematiche del network SeaWheat
Le sei aree tematiche del network SeaWheat

La “Lattuga di mare” è un'alga verde assai comune in tutto il Mediterraneo

IL NETWORK SEAWHEAT, raggruppa 28 Paesi, un team di oltre 133 partecipanti, e 16 imprese, per lo studio e valorizzazione della lattuga di mare nell’alimentazione umana, nel settore mangimistico e come fonte di microelementi ad elevato valore nutraceutico. Fra le aziende del network, anche Livegreen, azienda sarda specializzata nella produzione di Spirulina. SeaWheat punta molto alla formazione dei giovani e agli scambi tra accademia e impresa. Nel piano sono previsti numerosi corsi di formazione per giovani ricercatori, con attività in hosting facilities e diverse training schools.
 

Il sito web del network è visitabile all’indirizzo https://seawheat.ussl.info.

NOMINA MINISTERIALE. Piero Addis, docente di Ecologia del Dipartimento di Scienze della Vita e dell'Ambiente (DiSVA), fa parte del Management Committee del progetto come delegato italiano nominato dal National Contact Point COST del Ministero per l’Università e la Ricerca. La COST Action “SeaWheat” è coordinata dall’Università di Haifa (Israele) e durerà quattro anni.

Il professor Addis a Buongiorno Regione, sui RaiTre (archivio Unica.it)
Il professor Addis a Buongiorno Regione, sui RaiTre (archivio Unica.it)

LE FINALITÀ DI SEAWHEAT soddisfano le priorità per le “Sfide della società” nell’ambito della strategia Europea Horizon 2020 per la sicurezza alimentare. La sua attuazione contribuirà inoltre al raggiungimento dell’obiettivo 14 dello Sviluppo Sostenibile (UNSDG) per la conservazione e lo sfruttamento sostenibile delle risorse naturali.

Ulva, la "lattuga di mare", consigliata dagli esperti, sostenibile, sicura e appetitosa
Ulva, la "lattuga di mare", consigliata dagli esperti, sostenibile, sicura e appetitosa

Informazioni e contatti

LINK ai social media del progetto SeaWheat:


INFO
Professor Pierantonio Addis
www.unica.it/unica/page/it/pierantonio_addis
Università di Cagliari - Dipartimento di Scienze della Vita e dell'Ambiente
Via Fiorelli 1 - 09126 Cagliari, Italy
Tel: +39 070 675 8082 - Fax: +39 070 675 8022
Email: addisp@unica.it

 

Ivo Cabiddu
 

Passi avanti per un'economia verde, con sviluppo innovativo di industrie blue-biotech di algacoltura, con produzione e utilizzo di massa dell'Ulva, facilitando l’introduzione di questo alimento nella cultura europea
Passi avanti per un'economia verde, con sviluppo innovativo di industrie blue-biotech di algacoltura, con produzione e utilizzo di massa dell'Ulva, facilitando l’introduzione di questo alimento nella cultura europea

Ultime notizie

30 giugno 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 giugno 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

28 giugno 2022

Raccontare la ricerca: adesioni entro il 4 luglio per la SHARPER Night 2022

Data e sede sono già confermate: si terrà venerdì 30 settembre 2022 nell’Orto botanico di Cagliari la nuova edizione di SHARPER Night, iniziativa inserita nel contesto europeo delle European Researchers’ night. Fino al prossimo lunedì 4 luglio ricercatrici e ricercatori dell'Ateneo potranno inviare le proprie proposte per organizzare eventi, conversazioni, podcast e laboratori collegati all’iniziativa.

Questionario e social

Condividi su: