UniCa UniCa News Notizie «L’esperienza universitaria è in presenza»

«L’esperienza universitaria è in presenza»

Intervistato da Vito Biolchini ai microfoni della trasmissione RAI Mediterradio, il Rettore Francesco Mola evidenzia l’impegno dell’Ateneo per il ritorno alla normalità e sottolinea l’attenzione riservata all’uguaglianza di genere nella composizione della squadra di governo: “Su alcune iniziative siamo stati pionieri: siamo tra i primi Atenei ad avere approvato un Gender Equality Plan”
21 maggio 2021
Mediterradio, la trasmissione in onda sulle frequenze di Rai Sardegna

La sfida più urgente, la composizione della nuova governance, i rapporti euromediterranei al centro del dialogo andato in onda nei giorni scorsi sulle frequenze della RAI

Sergio Nuvoli

Cagliari, 22 maggio 2021 - “La sfida più grande è capire che l’esperienza universitaria è in presenza: questa pandemia ha creato una serie di scenari che possono anche essere visti come opportunità, ma – a mio avviso – anche vissuti come delle minacce: i giovani devono incontrarsi, devono incontrare i docenti, fare l’esperienza universitaria come l’abbiamo fatta tutti, perché quello è davvero un momento di crescita”.

Ha detto così, il Rettore dell’Università di Cagliari, Francesco Mola, intervistato da Vito Biolchini ai microfoni di “Mediterradio”, la fortunata trasmissione radiofonica in onda su Rai Sardegna che getta un ideale ponte di collegamento con la vicina Corsica. Concetti ripetuti dal Magnifico appena ieri durante il seminario nell’Aula magna della Facoltà di Ingegneria e Architettura, a sottolineare come quella del ritorno nelle aule sia un’urgenza davvero sentita.

“Non è stato difficilissimo”, è stata la pronta risposta del prof. Mola al giornalista che gli domandava cosa significasse per lui aver rappresentato in modo così ampio ed equilibrato entrambi i generi nella squadra di governo: “Avendo a disposizione tante colleghe e colleghi capaci e preparati, pronti alla sfida, i meccanismi si sono equilibrati tra loro. Ho voluto fare molta attenzione all’uguaglianza di genere, perché il nostro Ateneo è stato pioniere di alcune iniziative: per esempio, siamo tra le prime università ad avere approvato un Gender Equality Plan. E’ stata un’esperienza illuminante per me: quando le questioni sono importanti, per affrontarle serve un approccio profondamente scientifico”.

Provocato sull’importanza dei rapporti euromediterranei, da sempre al centro della trasmissione Rai, il Rettore non ha avuto dubbi: “Credo molto in questo tipo di impostazione – ha spiegato - Abbiamo numerosi progetti di ricerca in ambito mediterraneo. La posizione della Sardegna è davvero importante per rilanciare anche una politica universitaria di alta formazione che può attrarre un bacino molto specifico, non solo di continuità geografica, ma anche di approccio culturale. Credo ci siano tante occasioni per permettere un’alleanza e una mobilità naturale di studentesse e studenti, ma anche di ricercatrici e ricercatori tra le sponde del Mediterraneo”.

Il Rettore Francesco Mola
Il Rettore Francesco Mola

Link

Ultime notizie

22 maggio 2022

UniCa C’è a Monumenti Aperti

Si rinnova anche per l'edizione 2022 la collaborazione tra l'Università degli Studi di Cagliari e la manifestazione Monumenti Aperti, organizzata da Imago Mundi. Otto i siti dell'Ateneo aperti al pubblico nelle giornate di sabato 21 e domenica 22 maggio: il Palazzo del Rettorato, l'Archivio storico dell'Università, la Collezione Piloni, il MUACC, i giardini della Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e sociali, l'Orto Botanico, la Cittadella dei Musei con le sue fortificazioni e il Trentapiedi dei Monumenti a Pirri, realizzato dal laboratorio Vestigia UniCa, coordinato da Fabio Calogero Pinna, docente di Archeologia pubblica

21 maggio 2022

Sant’Arte, torna il festival di Pinuccio Sciola

Da venerdì 27 a domenica 29 maggio l’iniziativa dedicata al genio di San Sperate. Dall’Università di Cagliari il patrocinio e il coordinamento scientifico del convegno “Il Tempo di Sciola”, venerdì 27 maggio dalle ore 18 al Museo del Crudo, con l’intervento di Pamela Ladogana e Simona Campus

20 maggio 2022

Ricerca, dal Fetal programming al come e al quando ci si potrà ammalare

“Dimmi che gestazione hai avuto e ti dirò se e di quali malattie potrai soffrire da adulto”. È stata questa, negli anni '80, l’intuizione dell’epidemiologo David Barker. L'ipotesi sostiene il lavoro, pubblicato dall'European review for medical and pharmacological sciences, curato dal team di specialisti dell’’Università di Cagliari e dell’Aou. La ricerca ha esplorato una casistica di pazienti che  hanno contratto il Covid-19

Questionario e social

Condividi su: