UniCa UniCa News Notizie Lauree on line anche da Fonni, Orune, Tempio e Olbia

Lauree on line anche da Fonni, Orune, Tempio e Olbia

A pieno regime il sistema a distanza che sta consentendo di conseguire il titolo a studenti e studentesse che si connettono alle commissioni da ogni punto della Sardegna. L'esperienza delle lauree dei corsi in Informatica, Gianni Fenu, docente e delegato del Rettore per l'ICT: "Anche in questa situazione forniamo alla nostra regione professionalità elevate in un settore altamente strategico per lo sviluppo. Il coronavirus non ci ferma". La notizia su tutta la stampa: GUARDA LA RASSEGNA, con il servizio nel TG di Videolina
22 aprile 2020
Lauree magistrali in Informatica: in alto i due candidati Marco Guria e Hicham Lafhouli al momento della proclamazione. In basso i professori Riccardo Scateni e Michele Pinna

La commissione, composta dai docenti Maurizio Atzori, Salvatore Carta, Gianni Fenu, Michele Pinna e Riccardo Scateni (presidente), ha esaminato cinque laureandi triennali e due magistrali

Sergio Nuvoli

Cagliari, 17 aprile 2020 - Sono state discusse questa mattina le lauree in Informatica, sia triennali sia magistrali, le prime con le nuove modalità on line della Facoltà di Scienze. La commissione, composta dai docenti Maurizio Atzori, Salvatore Carta, Gianni Fenu, Michele Pinna e Riccardo Scateni (presidente), ha esaminato cinque laureandi triennali e due magistrali.

Questi i nomi dei cinque laureati del corso di laurea triennale in Informatica: Mattia Campus, Simone Mameli, Martina Carmela Piccu, Matteo Porcu e Michele Saba.

I primi due laureati del corso di laurea magistrale in Informatica in seduta telematica, hanno successivamente discusso brillantemente due tesi sui temi dei modelli conversazionali (chat bot) e del riconoscimento multibiometrico, temi di stringente attualità.

Martina Piccu mentre discute la sua laurea triennale in Informatica
Martina Piccu mentre discute la sua laurea triennale in Informatica
GUARDA IL SERVIZIO DI GIANFRANCO LOCCI ANDATO IN ONDA IN TUTTE LE EDIZIONI DEL TG DI VIDEOLINA DEL 18 APRILE 2020

Argomenti interessanti, al passo con i tempi, sulle frontiere più avanzate della ricerca scientifica del settore, sviluppati con competenza e sguardo lungo diretto al futuro. Informatica fa ancora una volta centro

Più nel dettaglio Marco Guria, originario e in collegamento da Fonni, si è laureato discutendo una tesi dal titolo “An Application of the Dialogflow Platform” che tratta dell’impiego di tecnologie di Intelligenza Artificiale per il dialogo diretto multipiattaforma con un interlocutore umano, mentre Hicham Lafhouli, originario e in collegamento da Tempio Pausania, si è laureato discutendo una tesi dal titolo “Exploring Algorithmic Fairness in Deep Speaker Verification” sull’affidabilità degli attuali sistemi di riconoscimento vocale, sui rischi di travisamento e sulla verificabilità dell’identità dell’utente.

Entrambi hanno sviluppato la loro tesi sotto la supervisione del prof. Gianni Fenu, docente di Informatica e delegato di Ateneo per l’ICT: “La particolare rilevanza della disciplina e il riconosciuto livello di qualità degli studenti in Informatica dell’Ateneo cagliaritano – è il suo commento - consentono di immettere nella società professionalità alte che ci auguriamo portino alla crescita complessiva del settore ICT, ben rappresentato in Sardegna, ma con ampi margini di sviluppo, diretto e indiretto, cui l’Università contribuisce con la ricerca, l’alta formazione e i rapporti col territorio”.

La soddisfazione della commissione in una foto di gruppo finale, dopo la discussione e la proclamazione dei laureati
La soddisfazione della commissione in una foto di gruppo finale, dopo la discussione e la proclamazione dei laureati

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di sabato 18 aprile 2020

Primo piano – pagina 15

MARTINA E MARCO, LAUREATI ONLINE DA ORUNE E FONNI

LA DISCUSSIONE DELLA TESI DA CASA ATTRAVERSO UN COMPUTER

«Possiamo applaudire, adesso»? La voce carica di emozione si è avvertita, fuoricampo, al di là del monitor. Ha strappato un sorriso, subito dopo la conquista dell'ambito traguardo, ottenuto con il massimo punteggio: 110 su 110. Da casa di Martina Piccu, a Orune, ieri mattina hanno partecipato con trasporto alla discussione della tesi di laurea della 23enne. Copione similare a Fonni, per la laurea magistrale colta da Marco Guria, 26 anni, giovane programmatore innamorato della sua terra. I due comuni della Barbagia hanno i loro primi laureati online. Dottori al tempo del Covid-19.

Filo diretto

È stato instaurato con Cagliari, con quei docenti in collegamento dalle loro abitazioni. Da una parte Orune e Fonni, dall'altra il capoluogo sardo, con la commissione di laurea al gran completo, sebbene oltre un asettico schermo. Nessuna aula magna gremita, nessun fotografo a immortalare il momento. Le primi lauree virtuali in Informatica, allestite dalla facoltà di Scienze, sono però corse vie senza intoppi. Pochi fronzoli, tanto ritmo e collegamenti chiari e all'altezza, così come le esposizioni dei laureandi.

Stranezze

L'università sbarca in Barbagia, con il suo carico di emozioni e significati. «Ho avuto proprio questa sensazione, difficile da spiegare», racconta Martina Piccu. «Certo, avevo immaginato questo giorno in maniera differente. L'idea di discutere la tesi nel mio paese, e festeggiare a casa con tutti i familiari, non mi era proprio balenata. Però, devo ammettere che è stato bello, ugualmente emozionante». Marco Guria aggiunge: «Riconosco che l'università di Cagliari ha fatto il massimo. Hanno organizzato una diretta streaming, in modo che tutti potessero vedere la discussione della tesi. Quindi, devo dire che ho vissuto l'evento con la giusta emozione, sapevo che in tanti mi stavano guardando dal pc».

Lauree virtuali

Le prime in Informatica, cinque triennali e due magistrali. I docenti Maurizio Atzori, Salvatore Carta, Gianni Fenu, Michele Pinna e Riccardo Scateni (presidente) si sono subito calati nella parte, senza esitazioni. «La particolare rilevanza della disciplina e il riconosciuto livello di qualità degli studenti in Informatica dell'ateneo cagliaritano - afferma il docente Gianni Fenu - consentono di immettere nella società professionalità alte che ci auguriamo portino alla crescita complessiva del settore Ict, ben rappresentato in Sardegna ma con ampi margini di sviluppo, diretto e indiretto, cui l'università contribuisce con la ricerca, l'alta formazione e i rapporti col territorio».

Gianfranco Locci

Il ritaglio dell'articolo pubblicato da "L'Unione Sarda" di sabato 18 apri
Il ritaglio dell'articolo pubblicato da "L'Unione Sarda" di sabato 18 apri

Link

Ultime notizie

27 maggio 2020

Coronavirus, il supporto di UniCa all’indagine epidemiologica

Dagli spazi dell’Università di Cagliari partono le telefonate per individuare le persone disponibili al test sierologico e al successivo prelievo venoso. Il ringraziamento dei vertici della Croce Rossa Italiana per la disponibilità mostrata dall’Ateneo

26 maggio 2020

Dal CLab di UniCa al progetto da un milione di euro - Bacfarm sul podio con il brevetto sui carotenoidi

La start up nata nel ContaminationLab dell'ateneo di Cagliari tra le prime cinque in Italia al "Life Science Innovation 2020" per l'idea innovativa sull'estrazione delle biomolecole antiossidanti con formidabili sviluppi in medicina, farmacia, alimentazione. "Sono stati selezionati anche per un modello di business alternativo, efficiente e sostenibile" dice Maria Chiara Di Guardo

26 maggio 2020

Sviluppo sostenibile, al via il percorso-concorso

Mercoledì 27 maggio alle 16 il primo dei quattro incontri organizzati dall’Ateneo per coinvolgere attivamente gli studenti sulle tematiche contenute nell’Agenda ONU 2030. Si inizia con il seminario tenuto da Alessandra Carucci su “Acqua pulita e servizi igienico-sanitari”, seguiranno gli altri tre appuntamenti. Quindi via al contest con premi in denaro per gli studenti e le studentesse che presenteranno un video o un elaborato giornalistico sui temi trattati. TUTTI I DETTAGLI e la RASSEGNA STAMPA

26 maggio 2020

European Digital UniverCity, manifestazione di interesse per docenti e ricercatori di UniCa

Lunedì 15 giugno scade il termine per candidare idee progettuali di didattica internazionale, con mobilità virtuale, nell’ambito dell’Università Europea EDUC. La call a pochi giorni dall'ufficializzazione dei temi prioritari e strategici sui quali i ricercatori dei sei atenei alleati (Potsdam, Cagliari, Pécs, Brno, Rennes, Paris-Nanterre) rafforzeranno la loro cooperazione interdisciplinare nei prossimi anni

Questionario e social

Condividi su: