UniCa UniCa News Notizie I delitti della salina all’Orto Botanico

I delitti della salina all’Orto Botanico

Domenica doppio appuntamento per la presentazione del nuovo romanzo firmato da Francesco Abate: il giornalista de “L’Unione sarda” presenterà la sua opera nel polmone verde dell’Università di Cagliari alle 10 e alle 11.45 come anteprima del Marina cafè Noir. Posti esauriti, ingressi nel rispetto delle norme di prevenzione del Covid-19. RASSEGNA STAMPA
13 ottobre 2020
Francesco Abate in una splendida fotografia di Daniela Zedda

Domenica 18 si terrà infatti un doppio incontro all’Orto Botanico per l’anteprima del festival Marina Café Noir: il motivo della scelta di questa inedita location verrà spiegato dall’autore domenica

Sergio Nuvoli

Cagliari, 14 ottobre 2020 – Farà tappa all’Università di Cagliari il tour di presentazione del nuovo romanzo di Francesco Abate “I delitti della salina” edito da Einaudi Stile Libero.

Domenica 18 si terrà infatti un doppio incontro all’Orto Botanico per l’anteprima del festival Marina Café Noir: il motivo della scelta di questa inedita location verrà spiegato dall’autore domenica. Sono già esauriti tutti i posti per i due appuntamento della presentazione.

Il doppio appuntamento nel polmone verde dell’Ateneo – reso possibile dal direttore dell’Orto, Gianluigi Bacchetta, e dal personale dell’Università - fa parte di una serie di incontri studiati secondo le norme di prevenzione del Covid-19. L'accesso nei luoghi degli appuntamenti prevede infatti la registrazione, la misurazione della temperatura, l'igienizzazione delle mani e il distanziamento fra i partecipanti.

La copertina del libro
La copertina del libro

Il libro

Quando una delle sigaraie – le manifatturiere del tabacco – va a chiederle aiuto, Clara Simon non sa che fare. È una bella ragazza, con quegli occhi a mandorla ereditati dalla madre, una cinese del porto che, nonostante le differenze di classe, aveva sposato il capitano di marina Francesco Paolo Simon. Poi però è morta di parto e il marito è finito disperso in guerra. Cosí, Clara vive con il nonno, uno degli uomini più in vista di Cagliari, e lavora all'Unione, anche se non può firmare i pezzi: perché è una donna, e soprattutto perché in passato la sua tensione verso la giustizia e il suo bisogno di verità l'hanno messa nei guai. Ma la sigaraia le spiega che i piciocus de crobi, i miserabili bambini del mercato, stanno scomparendo uno dopo l'altro e, di fronte alla notizia di un piccolo cadavere rinvenuto alla salina, Clara non riesce a soffocare il suo istinto investigativo. Grazie all'aiuto del fedele Ugo Fassberger, redattore al giornale e suo amico d'infanzia, e al tenente dei carabinieri Rodolfo Saporito, napoletano trasferito da poco in città e sensibile al suo fascino, questa ragazza determinata e pronta a difendere i più deboli attraversa una Cagliari lontana da ogni stereotipo, per svelarne il cuore nero e scellerato.

L’autore

Francesco Abate, 56 anni, cagliaritano, dal 1993 è giornalista de L’Unione Sarda. Dal 1998 ha scritto 15 romanzi, vinto diversi premi. Dal 2007 è autore Einaudi, casa editrice con cui ha pubblicato sei romanzi.

Link

Ultime notizie

24 ottobre 2020

Cda dell’ERSU, si va al ballottaggio

Martedì 27 ottobre i docenti e i ricercatori dell’Ateneo di nuovo alle urne (elettroniche) dalle 9 alle 18 per scegliere chi – tra Barbara Barbieri e Antioco Floris – li rappresenterà nel Consiglio di amministrazione dell’Ente regionale per il diritto allo studio per il triennio 2020/23. Tutti i dettagli del primo turno: ha partecipato al voto più del 43% degli aventi diritto

23 ottobre 2020

Beni e servizi, il paradosso della crescita economica

Il cambiamento del peso di un singolo settore della struttura produttiva di un Paese può incidere sulla crescita economica? Il prestigioso American Economic Journal: Macroeconomics pubblica un lavoro scientifico di Alessio Moro, docente al Dipartimento di Scienze economiche e aziendali, e Miguel Leon-Ledesma (Università of Kent e visiting scientist di UniCa) che studia come mai scoperte tecnologiche rivoluzionarie non corrispondono sempre a una crescita del sistema economico. L'articolo inserito tra gli highlights di ricerca della rivista. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: