UniCa UniCa News Notizie Gli hacker etici dell’Università di Cagliari in finale al CyberChallenge di Torino

Gli hacker etici dell’Università di Cagliari in finale al CyberChallenge di Torino

Federico Dal Pio Luogo, Samuele Atzori, Diego Soi, Lorenzo Siriu, Simone Cocco e Leonardo Dessì difenderanno i colori dell’ateneo. Il primo programma di addestramento e formazione gratuito in cybersecurity per studenti universitari e delle superiori, prevede sicurezza web, reti, hardware e software, crittografia, strategia di difesa/attacco. Tra i docenti, Giorgio Giacinto, Davide Maiorca, Massimo Bartoletti e Livio Pompianu. Di rilievo la collaborazione con l’assessorato regionale agli Affari generali guidato da Valeria Satta
14 giugno 2022
Il dream team. Da sinistra, Federico Dal Pio Luogo, Samuele Atzori, Diego Soi, Lorenzo Siriu, Simone Cocco, Leonardo Dessì e Davide Maiorca

Qualità e innovazione dai dipartimenti di Ingegneria elettrica ed elettronica e Matematica e informatica

Mario Frongia

I vincitori di Cyberchallenge.it 2022 per l’Università di Cagliari sono Lorenzo Siriu (studente laurea in Informatica), Diego Soi (studente laurea magistrale in Computer engineering, cybersecurity and artificial intelligence) e Leonardo Dessì (studente laurea in Informatica). Il trio parteciperà alla finale del 30 giugno a Torino con Samuele Atzori (studente liceo Euclide, Cagliari), Federico Dal Pio Luogo (studente corso di laurea in Informatica).e Simone Cocco (studente laurea in Informatica applicata e data analytics). Il risultato di pregio è emerso dopo la finale regionale tenutasi lo scorso 1° giugno. Gli hacker etici, provenienti dall’Università di Cagliari e dalle scuole superiori isolane, si sono sfidati sulla risoluzione di problemi di cyber sicurezza- Tra questi, crittografia, sicurezza web e software. La finale è stata affrontata dopo aver sostenuto un programma di addestramento realizzato e coordinato dai docenti  Davide Maiorca e Giorgio Giacinto (dipartimento Ingegneria elettrica ed elettronica) e Massimo Bartoletti e Livio Pompianu (dipartimento Matematica e informatica). Le premiazioni della finale Jeopardy inerente il progetto Cyberchallenge 2022, si sono tenute il 7 giugno nell’aula Z della facoltà di Ingegneria e architettura di Cagliari. Alla cerimonia hanno preso parte il pro-rettore vicario e delegato per Ict, Gianni Fenu e il presidente della facoltà, Daniele Cocco. La sfida di cybersecurity“Capture The Flag” ha coinvolto  studenti e nove senior coordinati dal professor Maiorca. La giuria ha assegnato anche un premio speciale “Migliore promessa” a Diego Oliva, studente dell’Istituto tecnico Othoca di Oristano.

Cagliari, Da sinistra, il prorettore vicario Gianni Fenu, Lorenzo Siriu e Davide Maiorca
Cagliari, Da sinistra, il prorettore vicario Gianni Fenu, Lorenzo Siriu e Davide Maiorca

Ateneo di Cagliari, Laboratorio nazionale di cybersecurity, Cini, Agenzia per la cybersicurezza nazionale, ministero della Difesa: la trincea per la sicurezza e la formazione

“CyberChallenge.it è il primo programma di addestramento gratuito in cybersecurity per studenti universitari e delle scuole superiori, il quale mira all’addestramento e alla formazione dei giovani in materia di sicurezza web e software, crittografia, sicurezza reti e hardware, e strategia di difesa/attacco. Il programma - spiega Giorgio Giacinto, docente al Diee e deus ex machina dell’evento - è organizzato da Laboratorio nazionale di cyber security, Cini (Consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica), con il patrocinio gratuito dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale e del ministero della Difesa”.

Cagliari. Da sinistra, Simone Cugia e Francesca Murru (Regione Sardegna), Gianni Fenu, Davide Maiorca,  Livio Pompianu e Giorgio Giacinto
Cagliari. Da sinistra, Simone Cugia e Francesca Murru (Regione Sardegna), Gianni Fenu, Davide Maiorca, Livio Pompianu e Giorgio Giacinto

Per il ministero dell’Istruzione CyberChallenge.IT è progetto per la valorizzazione delle eccellenze

I numeri dei partecipanti al progetto sono imponenti: sono stati coinvolti studenti tra i 16 e i 24 anni, e raccolte 5.300 iscrizioni distribuite tra le 34 sedi del progetto, comprendenti 31 università, Centro toscano di competenza in cybersecurity, Comando formazione e scuola di applicazione dell'Esercito (Torino) e Accademia aeronautica di Pozzuoli. L’Università di Cagliari ha avuto oltre duecento iscritti. Il programma è stato sponsorizzato da numerose aziende.

 

Una fase della finale all'ex Cisapi
Una fase della finale all'ex Cisapi

Si è tenuta all’ex Cisapi la finale Jeopardy-Cyberchallenge.it 2022

L’intesa Università-Regione Sardegna, e in particolare quella con la direzione generale Innovazione dell’assessorato Affari generali, ha portato l'evento al Centro di formazione di Mulinu Becciu. “Con la direzione - ha aggiunto il professor Giacinto - abbiamo siglato un protocollo d’intesa che comprende anche queste attività. In finale gli studenti hanno risolto autonomamente le “sfide” e determinato chi ha meglio appreso le competenze”. Una formazione specialistica di alto profilo, gioiello delle attività del Diee. “Cyberchallenge.it - ha detto il professor Maiorca - evidenzia la formazione di eccellenza dell’Università e delle scuole del territorio. Riteniamo sia fondamentale incrementare gli investimenti in questo tipo di progetti, anche per la sempre maggiore e pressante richiesta proveniente dal mondo del lavoro e della pubblica amministrazione. Occorrono figure professionali di alta qualificazione”. Il progetto mira alla creazione di consapevolezza nei giovani e allo sviluppo delle loro capacità e talenti al fine di far crescere l’intero territorio”. “Questa iniziativa - ha rimarcato l’assessora agli Affari generali, personale e riforma della Regione, Valeria Satta - è stata resa possibile anche grazie al nostro supporto e con risorse stanziate dai privati. Lo scorso anno l’Università di Cagliari si era classificata in prima posizione su trentadue accademie nelle fasi nazionali della CyberChallenge. Un riconoscimento che testimonia il grande lavoro svolto dal nostro ateneo, sui temi di sicurezza informatica a noi molto cari. Per questo motivo, tra le priorità della Regione Sardegna vi è quella di implementare strategie di cyber crisis management in modo da fronteggiare eventuali attacchi informatici, anche con la realizzazione del Polo per la sicurezza cibernetica, l’istituzione dell’Unità di crisi cibernetica e il Centro di alta formazione e sperimentazione in materia di sicurezza informatica”. Dal 2020 CyberChallenge.IT è stato riconosciuto dal ministero dell'Istruzione come progetto per la valorizzazione delle eccellenze.

 

Ill count down per gli hacker etici durante la sfida del 1° giugno scorso
Ill count down per gli hacker etici durante la sfida del 1° giugno scorso

Ultime notizie

11 agosto 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

08 agosto 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

08 agosto 2022

Comunicazione, stasera in tv i cinque corsi di laurea presentati al Poetto

In onda stasera l’approfondimento sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare. "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. Alle 21 su "Panorama sardo - speciale estate"

05 agosto 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie