UniCa UniCa News Notizie Giornata delle donne e delle ragazze nella scienza. L’Università di Cagliari tra diritti, uguaglianza e formazione: disponibile il link per seguire i lavori

Giornata delle donne e delle ragazze nella scienza. L’Università di Cagliari tra diritti, uguaglianza e formazione: disponibile il link per seguire i lavori

Domani, giovedì 11 febbraio, si tiene l’International day of women and girls in science. Istituito dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. L’evento viene introdotto alle 9 dal rettore Maria Del Zompo, a seguire lectio del prorettore Micaela Morelli. Coinvolti i corsi di laurea in Biologia, Biotecnologie, Chimica, Fisica, Geologia, Matematica, Informatica, Scienze ambientali e naturali coinvolti nel Piano lauree scientifiche. Masterclass e attività con circa 430 ragazze di novanta istituti sardi
10 febbraio 2021
Determinazione, competenza, sensibilità: la giornata della scienza dedicata al mondo femminile

Parità di accesso e di partecipazione alla ricerca e alla scienza

Mario Frongia

Domani, giovedì 11 febbraio, dalle 9 alle 18.30, si svolge on line l’International day of women and girls in science. La Giornata Internazionale per le donne e le ragazze nella scienza si svolge in diretta streaming ed è stata istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per promuovere l’uguaglianza di genere e a far sì che donne e ragazze ottengano parità di accesso e partecipazione nella scienza. Curato dai corsi di laurea in Biologia, Biotecnologie, Chimica, Fisica, Geologia, Matematica, Informatica, Scienze ambientali e naturali coinvolti nel Piano lauree scientifiche dell'Università di Cagliari, l’evento prevede iniziative al mattino l'introduzione del rettore Maria Del Zompo, i saluti dei direttori di dipartimento, di Micaela Morelli (prorettore Ricerca scientifica e Premio per la scienza 2020), Alberto Masoni (direttore Istituto nazionale fisica nucleare, Cagliari) e da Susi Ronchi (presidente Corecom Sardegna). Testimonianze preziose, attive sul fronte della divulgazione scientifica, in grado di recepire e trasmettere l’universo del sapere con i tempi e le aspettative delle nuove generazioni.

A seguire il link al canale YouTube per seguire l'evento

https://www.youtube.com/channel/UCzfS4GSs8B_79Hr6vXaaL3A

Il rettore Maria Del Zompo durante una recente manifestazione curata dal Dipartimento di fisica1.jpg
Il rettore Maria Del Zompo durante una recente manifestazione curata dal Dipartimento di fisica1.jpg

Oltre novanta scuole superiori e 430 ragazze al lavoro. Proficue Masterclass per ciascuna disciplina

Quattocentotrenta ragazze di una novantina di istituti superiori isolani saranno al lavoro fin dal mattino (oltre trecento) su specifici temi. Coinvolgimento e inclusione - con la partecipazione di scolaresche provenienti anche da Arzachena e Sassari - viaggiano e si sviluppano su percorsi avvincenti. Di particolare interesse la lectio della professoressa Morelli (Premio Donna della scienza 2020)  su "Il contributo delle donne nella scienza". La manifestazione, dedicata in particolare alle studentesse più meritevoli dell’ultimo biennio delle scuole secondarie di secondo grado, vede le ragazze riunite insieme per poi essere divise in gruppi e, affiancate dalle ricercatrici dei vari dipartimenti coinvolti, impegnate in attività sperimentali nei diversi ambiti scientifici. Il tutto - anche con Masterclass ad hoc per ciascuna materia - prende corpo al mattino e procede nel pomeriggio con l'esposizione e il racconto del lavoro con i team di ricerca. In chiusura, le votazioni e la consegna dei premi alle scolaresche. La giornata gode dei patrocini e del supporto di Università di Cagliari, Infn, Osservatorio astronomico di Cagliari, Istituto officina dei materiali, Istituto nazionale di astrofisica, Consiglio nazionale delle ricerche, Supera (Supporting of equality in research and academia), Giulia-Giornaliste Sardegna e Laboratorio scienza.

Monserrato. La conoscenza e le testimonianze del passato per poter affrontare presente e futuro: il Museo di fisica in Cittadella a Monserratofisica.jpg
Monserrato. La conoscenza e le testimonianze del passato per poter affrontare presente e futuro: il Museo di fisica in Cittadella a Monserratofisica.jpg

La scienza in rosa, tra ospiti di pregio, prospettive e dibattito: un bel colpo per il Dipartimento di fisica

Figure accademiche, didattiche e connesse indissolubilmente al mondo della ricerca sono in gioco con ciascuna area disciplinare. La GIornata affianca temi e argomenti attuali e dibattuti. Da segnalare, un parterre di pregio con interpreti e testimoni della scienza che crea sviluppo e conoscenza. Tra questi, Anna Grassellino (direttrice Quantum materials and systems center del Fermilab, Chicago). Il dibattito a seguire, sul tema “Per una scienza inclusiva” viene moderato da Alessia Zurru (UniCa e Infn) e da Paola Carboni (Supera, UniCa). Quindi sugli scenari di “Impariamo a osare” interviene Patrizia Colella (Fisica e dirigente scolastica). L’evento viene trasmesso in diretta streaming sulla piattaforma Zoom, canale Youtube del Dipartimento di Fisica (divulgazione.dsf.unica.it). L’International day fa parte degli eventi satellite per i festeggiamenti dei 400 anni dell’Università di Cagliari.

Informazioni e link per ciascuna disciplina.

https://sites.unica.it/plsunica/

Biologia e Biotecnologiehttps://sites.unica.it/plsunica/masterclass-biologia/

Chimica: https://sites.unica.it/plsunica/programma-chimica/

Fisicahttps://divulgazione.dsf.unica.it/wp/women-in-science-2021/

Geologiahttps://sites.unica.it/pls/master-class-women-and-girls-in-science-febbraio-2021/

Informatica: https://sites.unica.it/pls-informatica/ 

Matematica: https://sites.unica.it/pls-matematica/women-and-girls-in-science-2021/

Link diretta streaming https://www.youtube.com/channel/UC4TYLMNbTJY4KOnprqdEPNA

Gli allegati a seguire contengono programma, partecipazioni e indicazioni operative generali e per ciascuna area disciplinare 

Monserrato (CA). Una veduta di un laboratorio del dipartimento di Scienze chimiche e geologiche
Monserrato (CA). Una veduta di un laboratorio del dipartimento di Scienze chimiche e geologiche

Allegati

Ultime notizie

22 maggio 2022

UniCa C’è a Monumenti Aperti

Si rinnova anche per l'edizione 2022 la collaborazione tra l'Università degli Studi di Cagliari e la manifestazione Monumenti Aperti, organizzata da Imago Mundi. Otto i siti dell'Ateneo aperti al pubblico nelle giornate di sabato 21 e domenica 22 maggio: il Palazzo del Rettorato, l'Archivio storico dell'Università, la Collezione Piloni, il MUACC, i giardini della Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e sociali, l'Orto Botanico, la Cittadella dei Musei con le sue fortificazioni e il Trentapiedi dei Monumenti a Pirri, realizzato dal laboratorio Vestigia UniCa, coordinato da Fabio Calogero Pinna, docente di Archeologia pubblica

21 maggio 2022

Sant’Arte, torna il festival di Pinuccio Sciola

Da venerdì 27 a domenica 29 maggio l’iniziativa dedicata al genio di San Sperate. Dall’Università di Cagliari il patrocinio e il coordinamento scientifico del convegno “Il Tempo di Sciola”, venerdì 27 maggio dalle ore 18 al Museo del Crudo, con l’intervento di Pamela Ladogana e Simona Campus

20 maggio 2022

Venerdì 27 maggio la presentazione del Rapporto CRENoS

A partire dalle 10 nell’Aula A della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche (in viale Sant'Ignazio n.76, Cagliari) la presentazione del 29mo Rapporto sull’economia della Sardegna che il CRENoS redige ogni anno per analizzare le tendenze economiche recenti e fornire alcune analisi della congiuntura. Dopo i saluti dei rettori dei due atenei sardi, a illustrare i dati sarà Gianfranco Atzeni, docente di Economia politica all'Università di Sassari. Per accedere nell'aula sarà necessario indossare una mascherina FFP2. L'evento sarà trasmesso in streaming sul canale Youtube dell'Università di Cagliari e sulla pagina Facebook del CRENoS

20 maggio 2022

Ricerca, dal Fetal programming al come e al quando ci si potrà ammalare

“Dimmi che gestazione hai avuto e ti dirò se e di quali malattie potrai soffrire da adulto”. È stata questa, negli anni '80, l’intuizione dell’epidemiologo David Barker. L'ipotesi sostiene il lavoro, pubblicato dall'European review for medical and pharmacological sciences, curato dal team di specialisti dell’’Università di Cagliari e dell’Aou. La ricerca ha esplorato una casistica di pazienti che  hanno contratto il Covid-19

Questionario e social

Condividi su: