UniCa UniCa News Notizie Fermiamo la violenza di genere. È possibile passare dalle parole ai fatti?

Fermiamo la violenza di genere. È possibile passare dalle parole ai fatti?

Se lo chiede un seminario coordinato da Cristina Cabras (del Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia) al quale interverranno parlamentari, amministratori e amministratrici, docenti e ricercatori e presidenti di Centri Antiviolenza. L’iniziativa – che rientra nel programma di Studi umanistici #25novembretuttol’anno – prosegue l’impegno di UniCa sul tema
13 dicembre 2021
Prosegue l'impegno dell'Ateneo contro la violenza di genere

Sergio Nuvoli

Cagliari, 13 dicembre 2021 – Prosegue l’impegno dell’Università di Cagliari contro la violenza di genere: si terrà infatti martedì 14 dicembre a partire dalle 15.30 in Aula Motzo (Polo di Sa Duchessa) il seminario dal titolo “Fermiamo la violenza di genere. È possibile passare dalle parole ai fatti?”, aperto a tutto l'Ateneo e organizzato e coordinato dalla prof.ssa Cristina Cabras (Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia UniCa). L’iniziativa, già prevista nelle scorse settimane, era stata poi rimandata.

All’incontro interverranno parlamentari, politici e politiche di vari livelli istituzionali, la Presidente degli Stati Generali delle Donne, la Consigliera di parità della Città Metropolitana, amministratrici locali, Presidenti dei Centri Antiviolenza.

L'iniziativa rientra nel programma della Facoltà di Studi umanistici “#25novembretuttol'anno”: sarà rilasciato un attestato di partecipazione utile per il riconoscimento di CFU liberi.

Per la partecipazione in presenza è necessario prenotarsi scrivendo a ccabras@unica.it, mentre l’indirizzo per collegarsi on line sulla piattaforma Teams è disponibile in locandina e in calce alla notizia.

L'accesso all'Aula Motzo sarà consentito solo con il green pass.

La prof. Cristina Cabras in uno scatto di Francesco Cogotti
La prof. Cristina Cabras in uno scatto di Francesco Cogotti

Allegati

Link

Ultime notizie

22 maggio 2022

UniCa C’è a Monumenti Aperti

Si rinnova anche per l'edizione 2022 la collaborazione tra l'Università degli Studi di Cagliari e la manifestazione Monumenti Aperti, organizzata da Imago Mundi. Otto i siti dell'Ateneo aperti al pubblico nelle giornate di sabato 21 e domenica 22 maggio: il Palazzo del Rettorato, l'Archivio storico dell'Università, la Collezione Piloni, il MUACC, i giardini della Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e sociali, l'Orto Botanico, la Cittadella dei Musei con le sue fortificazioni e il Trentapiedi dei Monumenti a Pirri, realizzato dal laboratorio Vestigia UniCa, coordinato da Fabio Calogero Pinna, docente di Archeologia pubblica

20 maggio 2022

Venerdì 27 maggio la presentazione del Rapporto CRENoS

A partire dalle 10 nell’Aula A della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche (in viale Sant'Ignazio n.76, Cagliari) la presentazione del 29mo Rapporto sull’economia della Sardegna che il CRENoS redige ogni anno per analizzare le tendenze economiche recenti e fornire alcune analisi della congiuntura. Dopo i saluti dei rettori dei due atenei sardi, a illustrare i dati sarà Gianfranco Atzeni, docente di Economia politica all'Università di Sassari. Per accedere nell'aula sarà necessario indossare una mascherina FFP2. L'evento sarà trasmesso in streaming sul canale Youtube dell'Università di Cagliari e sulla pagina Facebook del CRENoS

20 maggio 2022

Ricerca, dal Fetal programming al come e al quando ci si potrà ammalare

“Dimmi che gestazione hai avuto e ti dirò se e di quali malattie potrai soffrire da adulto”. È stata questa, negli anni '80, l’intuizione dell’epidemiologo David Barker. L'ipotesi sostiene il lavoro, pubblicato dall'European review for medical and pharmacological sciences, curato dal team di specialisti dell’’Università di Cagliari e dell’Aou. La ricerca ha esplorato una casistica di pazienti che  hanno contratto il Covid-19

Questionario e social

Condividi su: