UniCa UniCa News Notizie All’Università di Cagliari arriva il lavoro agile

All’Università di Cagliari arriva il lavoro agile

Approvato e disponibile on line il Regolamento sullo smart working: nel 2020 una sperimentazione riguarderà – su domanda specifica - almeno il 10% del personale che potrà lavorare, in base ad un accordo con l’Ateneo, in parte all’interno dei locali del luogo di lavoro e in parte all’esterno, senza precisi vincoli di orario e di luogo di lavoro grazie al supporto della tecnologia. Due seminari per capirne di più il 5 e il 9 dicembre
25 novembre 2019
Lavoro agile: un'immagine simbolo usata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri

Sergio Nuvoli

Cagliari, 25 novembre 2019 - Arriva anche all’Università degli Studi di Cagliari il lavoro agile (o smart working), l’innovativa modalità di esecuzione della prestazione lavorativa che può essere resa, previo accordo tra il datore di lavoro e il/la dipendente, in parte all’interno dei locali del luogo di lavoro e in parte all’esterno, senza precisi vincoli di orario e di luogo di lavoro, mediante il possibile utilizzo di strumenti tecnologici, entro i soli limiti di durata massima dell’orario di lavoro giornaliero e settimanale, fermo restando il rispetto delle norme e dei principi in tema di sicurezza, riservatezza dei dati e verifica dell’adempimento della prestazione lavorativa.

Per un giorno alla settimana i dipendenti del personale tecnico-amministrativo-bibliotecario dell’Università di Cagliari, dirigenti inclusi, potranno lavorare in autonomia, all’esterno dei locali dell’Università, da casa o da qualunque altro luogo adeguato. Il lavoro agile è stato adottato dal nostro Ateneo per tutelare le cure parentali, agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, promuovere lo sviluppo del lavoro per obiettivi e risultati, incrementare la produttività del lavoro, promuovere la mobilità sostenibile.

Questa nuova e innovativa forma di lavoro sarà sperimentata nel 2020 da almeno il 10% del personale in servizio, ove il personale stesso lo richieda. Nelle prossime settimane sarà pubblicato, a cura della Direzione per il Personale guidata da Fabrizia Biggio, l’apposito bando rivolto ai/alle dipendenti, mentre sul sito di UniCa è stato pubblicato il Regolamento in materia.

Per capirne di più e incentivare la diffusione di questa modalità lavorativa si svolgeranno due seminari divulgativi rivolti al personale tecnico-amministrativo-bibliotecario: il 5 dicembre dalle 12 alle 14 nell’Aula Magna di Ingegneria (in via Marengo a Cagliari), e il 9 dicembre dalle 12 alle 14 nella Sala Congressi (Aula Rossa) della Facoltà di Medicina e chirurgia (nell’Asse Didattico E - Blocco I, Cittadella universitaria di Monserrato).

Co il lavoro agile sarà possibile lavorare anche da casa, per il 10% del personale (e sempre e solo su richiesta del dipendente)
Co il lavoro agile sarà possibile lavorare anche da casa, per il 10% del personale (e sempre e solo su richiesta del dipendente)

Link

Ultime notizie

06 luglio 2022

Esperti di logica e filosofia in arrivo a Cagliari da tutto il mondo

Il 22° workshop ‘'Trends in Logic’' si terrà nell’ateneo cagliaritano dal 18 al 20 luglio 2022. L’evento, intitolato '‘Strong & Weak Kleene Logics’', è organizzato dal gruppo di ricerca Alophis del Dipartimento di Pedagogia, Scienze psicologiche e Filosofia in collaborazione con il Dipartimento di Matematica e Informatica. Il professor Roberto Giuntini nel comitato scientifico internazionale che presiede i lavori

04 luglio 2022

UniCa4Ukraine, conclusi i corsi di italiano

Venti cittadine ucraine hanno seguito le lezioni tenute da studentesse e studenti dei corsi di laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed americane, Traduzione specialistica dei testi e in Filologie e letterature classiche e moderne. Nei giorni scorsi la consegna degli attestati di partecipazione

30 giugno 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 giugno 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie