UniCa Ricerca Finanziamenti alla ricerca Pubblicare in Open Access - Contratti trasformativi

Pubblicare in Open Access - Contratti trasformativi

I contratti trasformativi

Il nostro ateneo, attraverso il Sistema bibliotecario dell’ateneo di Cagliari, consapevole del ruolo fondamentale che le collezioni bibliografiche in formato elettronico rivestono a supporto delle attività didattiche e di ricerca, partecipa da anni alla sottoscrizione di contratti consortili nazionali promossi dal Gruppo Care (Coordinamento per l’accesso alle risorse elettroniche) della Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui).
A partire dal 2020, il Gruppo Care ha iniziato a sottoscrivere, per la prima volta in Italia, nuovi contratti di tipo trasformativo (tranformative agreements) che introducono un diverso modello economico che dovrebbe sostenere il processo di comunicazione scientifica e favorire la transizione al modello Open Science. In estrema sintesi, la spesa sostenuta dalle istituzioni accademiche per la consultazione dei periodici scientifici si trasforma in spesa anche per la pubblicazione ad accesso aperto (publish & read) da parte degli autori a esse affiliati, che non sono-saranno più tenuti al pagamento delle cosiddette Apc (Article Processing Charge).
Tra le motivazioni che spingono verso questa nuova tipologia di contratti se ne segnalano alcune di particolare rilevanza e, prima fra queste, la ferma volontà di contrastare il fenomeno del cosiddetto double dipping, a causa del quale le università e i centri di ricerca sono costrette a pagare gli abbonamenti ai periodici scientifici sui quali si pubblicano i risultati delle ricerche finanziate dalle istituzioni stesse. Altro obiettivo fondamentale è quello di ridurre, fino all’azzeramento completo, i costi a carico degli autori spronandoli a pubblicare ad accesso aperto a vantaggio della comunità scientifica mondiale.
I contratti trasformativi sono ancora in una fase che potremmo definire embrionale e transitoria, ed esistono differenze sostanziali: si parla di contratto Read & Publish quando nello stesso si paga sia per leggere, consultare, che per pubblicare; con il Publish & Read, invece, si paga solo per pubblicare perché il costo di lettura è già compreso nel costo del contratto. Alcuni includono tutto, oppure in parte, il portfolio di un editore, non Oa e Oa Gold; altri includono tutte, oppure in parte, le pubblicazioni attribuibili a un’istituzione: Open Access a la carte o All-you-can Publish-Buffet.
Cosa molto importante da evidenziare è che, comunque, in tutti i contratti trasformativi l’autore ha sempre facoltà di scegliere se pubblicare ad accesso aperto oppure no e, tale scelta, si effettua dopo aver ricevuto la comunicazione di accettazione dell’articolo per la pubblicazione.

I contratti trasformativi sottoscritti dall’università di Cagliari

L’ateneo cagliaritano ha aderito a due dei primi contratti trasformativi nazionali promossi in Italia: Acs (American Chemical Society) e Springer, dei quali si riportano in sintesi le caratteristiche.

Acs - American Chemical Society

Editore: American Chemical Society.
Settore disciplinare: Chimica, Scienze Farmaceutiche.
Tipologia: Piattaforma di e-journals.
Tipo di contratto: contratto trasformativo (sottoscrizione + off-setting).
Durata del contratto: quadriennale (2020-2023) - con decorrenza a partire da luglio 2020.
Cosa prevede il contratto: i costi sostenuti dall’ateneo per la consultazione dei periodici, basati sulla spesa storica dell’ente, andranno a coprire anche quelli per le pubblicazioni ad accesso aperto (Apc) da parte degli autori affiliati. In pratica, la spesa totale è suddivisa tra una quota per le pubblicazioni open access (crescente nel corso del contratto) e una di sottoscrizione dei contenuti non open access (decrescente nel corso del contratto). Il numero di token (articoli) Oa fissato nel contratto non prevede una distribuzione precostituita tra le istituzioni aderenti ma aumenterà durante i quattro anni fino alla copertura del fabbisogno totale stimato (dall’84 al 98 per cento sulla base dei dati di pubblicazione 2018).
Copertura: Acs, come gli altri contratti trasformativi, prevede l’accesso all’intera collezione dei periodici elettronici dell’editore, con l’unica eccezione della rivista Omega.
Gestione dell’accesso aperto: tutti i gli autori appartenenti all’università di Cagliari (docenti, ricercatori, assegnisti, dottoranti e specializzandi), avranno la possibilità di pubblicare ad accesso aperto in tutte le riviste ibride (ovvero riviste che possono contenere sia articoli ad accesso aperto che chiuso) dell’editore, salvo limitazioni previste dal contratto che saranno comunicate durante la fase di sottomissione dei lavori per i quali si richiede la pubblicazione. Dopo la consueta procedura di peer review e l’accettazione dell’articolo, il corresponding author (ovvero chi, tra i vari autori, s'incarica di sottoporre l’articolo e seguire l’iter della pubblicazione), per poter usufruire dell’agevolazione economica, dovrà dimostrare l’affiliazione all’istituzione attraverso un'email istituzionale o il nome formale dell’istituzione. Una volta confermata la sua afferenza all’istituzione, riceverà un'email con il link alla piattaforma di gestione degli articoli e lì potrà decidere se pubblicare o meno in Oa. Se lo farà, non dovrà sostenere nessun costo aggiuntivo (poiché lo stesso è già stato sostenuto a monte, dall’ateneo) e l’articolo sarà immediatamente ad accesso aperto.
La Licenza di pubblicazione sarà in genere la Cc-By (salvo alcuni singoli journal che prevedono Cc-By-Nc). Il copyright rimarrà all’autore.
Il flusso di pubblicazione sulle riviste Acs viene gestito attraverso il sistema RightsLink for Scientific Communications di Ccc (Copyright Clearance Center):
1) Acs identifica le affiliazioni dei corresponding authors che dovranno sottomettere i contributi utilizzando l’indirizzo istituzionale;
2) i corresponding authors decideranno se pubblicare in Accesso Aperto e con quale licenza (Acs informerà la Crui delle eventuali decisioni di non pubblicazione in Accesso Aperto);
3) Crui-Care gestirà centralmente le autorizzazioni per monitorare il consumo annuale delle istituzioni aderenti al contratto (processo che non blocca la pubblicazione dei contributi);
4) i voucher si consumeranno progressivamente fino a esaurimento del numero disponibile.

Springer

Editore: Springer Nature.
Settore disciplinare: multidisciplinare.
Tipologia: piattaforma di e-journals.
Tipo di contratto: trasformativo (modello Compact di Publish & Read).
Durata del contratto: quinquennale (2020-2024).
Cosa prevede il contratto: la spesa complessiva del contratto, in linea con quella dei precedenti, andrà a coprire anche i costi per le pubblicazioni ad accesso aperto (Apc) da parte degli autori affiliati. In pratica, la spesa totale è suddivisa tra una quota per le pubblicazioni open access (crescente nel corso del contratto) e una di sottoscrizione dei contenuti non open access (decrescente nel corso del contratto). Il numero di token (articoli) Oa fissato nel contratto non prevede una distribuzione precostituita tra le istituzioni aderenti ma, aumenterà, durante i cinque anni di vigenza contrattuale fino alla copertura del fabbisogno totale stimato. Il contratto prevede la sottoscrizione e la pubblicazione in tutte le riviste ibride contenute nella piattaforma SpringerLink.
Copertura: le istituzioni partecipanti accederanno, senza restrizioni di perimetro, a tutte le riviste Springer, a quelle Palgrave, agli Adis, ai takeover e alle sottoscrizioni individuali mantenute al di fuori del contratto Crui.
Gestione dell’accesso aperto: tutti i gli autori appartenenti all’università di Cagliari (docenti, ricercatori, assegnisti, dottoranti e specializzandi), avranno la possibilità di pubblicare ad accesso aperto in tutte le riviste ibride pubblicate dall’editore. Al termine della procedura di peer review e accettazione degli articoli da parte delle riviste prescelte e immediatamente prima della pubblicazione, i corresponding authors potranno spuntare l’opzione relativa alla possibilità di pubblicare o meno ad accesso aperto purché i lavori rientrino nelle tipologie di articoli previste dall’accordo: original papers e review papers.
La Licenza di pubblicazione sarà in genere la Cc-By (salvo alcuni singoli journal che prevedono Cc-By-Nc). Il copyright rimarrà all’autore.
Al fine di rendere il processo il più trasparente possibile è importante che i corresponding authors utilizzino sempre il nome formale dell’istituzione alla quale sono affiliati e gli indirizzi di posta elettronica istituzionali.
Il flusso di pubblicazione sulle riviste Springer prevede che, dopo l’accettazione della pubblicazione da parte dei peer reviewers:
1) Springer identifichi l’affiliazione del corresponding author attraverso la verifica dell’indirizzo email istituzionale o l’Ip address dell’istituzione o il nome formale della stessa;
2) il corresponding author decida se pubblicare o meno in Accesso Aperto;
3) l’istituzione (attraverso un proprio referente interno) validi la corretta affiliazione del corresponding author;
4) le pubblicazioni si consumino progressivamente fino a esaurimento del numero disponibile;
5) Crui-Care abbia l’overview centrale dell’andamento delle pubblicazioni;
6) ciascuna istituzione abbia l’overview dei comportamenti dei propri corresponding authors in tempo reale sul sistema Springer.
Le riviste comprese nell'accordo: elenco Springer Open Choice Journals disponibile negli allegati.

Per qualunque dubbio o ulteriore chiarimento in merito ai contratti trasformativi, inviare una mail all'indirizzo contratti_gestione@unica.it.

Questionario e social