UniCa Servizio di Fisica Sanitaria e Radioprotezione Cosa fare per... Classificazione del personale UniCA con rischio di esposizione alle RI

Classificazione del personale UniCA con rischio di esposizione alle RI

Classificazione del personale dell’Università di Cagliari che svolga attività lavorativa a rischio di esposizione alle radiazioni ionizzanti

Nel caso in cui il personale dell’Università di Cagliari (UNICA) svolga attività lavorativa a rischio di esposizione alle radiazioni ionizzanti, presso laboratori di UNICA o presso terzi bisogna adempiere alle disposizioni del D.lgs.101/20.

È stata creata a tal fine una apposita procedura gestionale che si applica alle seguenti figure:

  1. Personale TA o docente che svolge attività presso i laboratori di UNICA classificati a rischio.
  2. Studenti, tirocinanti, borsisti, dottorandi ecc. che a diverso titolo svolgono attività a rischio presso i laboratori di UNICA e presso ospedali o laboratori gestiti da terzi.
  3. Specializzandi delle scuole di specializzazione di UNICA che svolgono attività a rischio presso laboratori UNICA o presso ospedali o laboratori gestiti da terzi.

 

In particolare, PRIMA dell'inizio dell'attività:

  • il Responsabile didattico o scientifico (Responsabile dei tirocini, Direttore della Scuola di Specializzazione, Responsabile della Ricerca, ecc., di seguito semplicemente indicato come “Responsabile”) dovrà compilare e firmare la richiesta di classificazione (modulo SFSRP_MD  01/01), con particolare riguardo alla sezione esposizioni lavorative contemporanee, unitamente al “modulo per la stima del carico di lavoro, in base al piano didattico di tirocinio” (modulo SFSRP_MD 01/02);
  • il lavoratore dovrà firmare le parti di competenza accettando in tal modo la richiesta di classificazione;
  • entrambi i moduli dovranno essere inviati all’Esperto di Radioprotezione (RPE) di UNICA.

 

Successivamente:

  • l’RPE comunicherà al Responsabile la classificazione preventiva e quest’ultimo avvierà le procedure per la visita di idoneità presso la medicina del lavoro al Medico Autorizzato;
  • alla fine delle indagini sanitarie copia del certificato di idoneità verrà inviata all’RPE per la classificazione definitiva e la istituzione della Scheda Personale Dosimetrica.

 

Solo dopo la comunicazione da parte dell’RPE della classificazione definitiva del personale il Responsabile può autorizzare l’attività a rischio RI.

 

 

Le figure interessate sono invitate a leggere la Procedura Gestionale (SFSRP_PG  01/01), in particolare i lavoratori che svolgono attività a rischio presso terzi, e a visionare il diagramma di flusso della procedura stessa (SFSRP_DF_01/01).

 

Per la definizione di lavoratore si fa riferimento all’Art.107 del D.lgs. 101/20.

 

 

Per qualunque dubbio o approfondimento contattate il Servizio di Fisica Sanitaria e Radioprotezione: radioprotezione@unica.it

Questionario e social

Condividi su: