UniCa UniCa News Notizie Antonio Capone ai vertici dell'Associazione italiana di riprotesizzazione

Antonio Capone ai vertici dell'Associazione italiana di riprotesizzazione

Il direttore della clinica ortopedica e traumatologica dell'Università di Cagliari è stato eletto nel corso del convegno nazionale Air tenutosi a Bologna il 16 febbraio
23 febbraio 2018
Il professor Capone dirige la scuola di ortopedia e traumatologia dell'ateneo

La nomina del neo presidente nazionale dell’Associazione di riprotesizzazione è un riconoscimento di prestigio anche per l'accademia cagliaritana

Ortopedia, a testa alta anche in ambito nazionale. Antonio Capone, direttore della clinica ortopedica e traumatologica dell’Università di Cagliari, è stato eletto presidente del consiglio direttivo dell’Associazione italiana di riprotesizzazione (Air). Lo specialista, dal 2010 componente del consiglio direttivo della Società scientifica è salito sul gradino più alto durante il quarto congresso nazionale dell’Associazione tenutosi a Bologna il 16 febbraio scorso. Di fatto, un importante riconoscimento per il docente, per la facoltà di Medicina e per l’ateneo. Una nomina di pregio che accresce la reputazione della scuola cagliaritana di ortopedia.

Cagliari, 23 febbraio 2018

Mario Frongia

 

 

Gli interventi in artroscopia mostrano una crescita dell'80 per cento
Gli interventi in artroscopia mostrano una crescita dell'80 per cento

Artroprotesi, tra presente e futuro

L’Air ha lo scopo di prevenire e trattare i fallimenti delle protesi articolari di anca, ginocchio e spalla. Un tipo di chirurgia che nei prossimi  anni presenterà una crescita esponenziale (+80 per cento) sia per la crescita del numero di artroprotesi impiantate nell’ultimo decennio, sia per l'aumento della vita media della popolazione. Tra gli obiettivi della Società, la realizzazione di una rete nazionale di centri di riferimento regionali per la chirurgia di revisione protesica per  ottenere un miglioramento del livello di assistenza ai pazienti. “Il concentrare in questi centri le professionalità, la formazione  e la tecnologia potrebbe comportare minori tempi nelle liste d’attesa ed una maggiore efficacia degli interventi con minor rischio di complicanze. Inoltre - spiega il professor Capone - in base alla legge Gelli sul rischio clinico, l’Associazione dovrà partecipare alla definizione delle linee guida da parte del ministero della Salute sulla procedure diagnostiche e terapeutiche nella chirurgia protesica decisive nel processo di depenalizzazione dei reati medici”.

 

Cagliari. Una veduta dell'ospedale Marino, sede delle attività del team coordinato da Antonio Capone
Cagliari. Una veduta dell'ospedale Marino, sede delle attività del team coordinato da Antonio Capone

Ultime notizie

25 settembre 2020

UniCa ha un Piano per l'uguaglianza di genere

L'Ateneo di Cagliari è tra i primi in Italia a dotarsi di uno strumento che disegna un percorso di cambiamento istituzionale di medio-lungo periodo, pensato per diventare parte integrante dell’identità e del funzionamento dell’istituzione. Nato nell'ambito del progetto SUPERA coordinato da Luigi Raffo, è stato sviluppato coinvolgendo tutte le componenti dell’ateneo, con interviste, momenti di co-progettazione e un’intensa attività di consultazione. Il Rettore Del Zompo: "In un periodo in cui finalmente questi temi stanno spesso rimbalzando nel dibattito pubblico, abbiamo scelto da tempo di passare ai fatti: il Piano per l’uguaglianza di genere si affianca al Bilancio di genere". TUTTI I DETTAGLI. RASSEGNA STAMPA. LA NOTIZIA ANCHE SU REPUBBLICA.IT

25 settembre 2020

Una borsa di studio intitolata a Giulio Angioni

Il Comune di Guasila e la Facoltà di Studi Umanistici di UniCa istituiscono una borsa di studio dedicata ai laureati e alle laureate in discipline demoetnoantropologiche intitolata a Giulio Angioni. L’iniziativa rientra all’interno del programma del Festival dell’Altrove. Scadenza fissata per il 28 settembre

25 settembre 2020

A-posto, le istruzioni per il rientro in aula

L’Università di Cagliari assicura la fruizione della didattica in modalità mista: in questi giorni gli iscritti stanno ricevendo le istruzioni per scegliere se seguire i corsi integralmente a distanza oppure seguire una parte delle lezioni in presenza attraverso una turnazione specifica. La scelta si fa on line. Il Rettore Maria Del Zompo richiama tutti alla responsabilità personale. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: