UniCa UniCa News Notizie Vaccini, tra informazioni corrette e fantamedicina

Vaccini, tra informazioni corrette e fantamedicina

Questo pomeriggio, nell'aula magna "Alberto Boscolo" della Cittadella universitaria di Monserrato dibattito su un tema attuale e delicato. Per l'ateneo interviene Francesca Ervas, dipartimento Pedagogia, psicologia e filosofia. Il seminario prevede testimonianze di specialisti, medici e comunicatori.
11 gennaio 2018
L'evidenza scientifica e le competenze specialistiche accreditate a tutela delle nuove generazioni

VACCINI, FORMAZIONE E SCIENZA. Il seminario prevede crediti formativi per medici, giornalisti e studenti dei corsi di laurea in Scienze della comunicazione e in Medicina

Monserrato, 11 gennaio 2018
Mario Frongia


Oggi, venerdì 12 gennaio, dalle 14.30, l’aula magna “Alberto Boscolo” - Cittadella universitaria Monserrato - ospita il seminario “Comunicare con cura: il controverso caso dei vaccini, storia, filosofia, etica e cronaca di un dibattito aperto”. L’evento è organizzato dall’Ordine dei giornalisti della Sardegna con l’Azienda ospedaliero universitaria di Cagliari, i corsi di laurea in Scienza della comunicazione e Filosofia e teorie della comunicazione dell’ateneo di Cagliari, l’Osservatorio socio-territoriale per la comunicazione pubblica e la Fondazione di Sardegna. 

 


 

Francesca Ervas. Insegna Filosofia del linguaggio nella facoltà di Studi umanistici dell'ateneo di Cagliari
Francesca Ervas. Insegna Filosofia del linguaggio nella facoltà di Studi umanistici dell'ateneo di Cagliari

Vax e no vax, un tema attuale e dibattuto

 “Vax o no vax, vaccinarsi oppure no, tra dubbi e interrogativi che si pongono tanti cittadini. In medicina, la comunicazione - come precisa una nota dell’Azienda ospedaliera universitaria di Cagliari - gioca un ruolo chiave proprio per dissipare dubbi e rispondere agli interrogativi”. In sostanza, un tema di forte attualità. Medici, giornalisti ed esperti di comunicazione discutono e confrontano posizioni e indicazioni emerse e consolidate scientificamente con le derive, coltivate soprattutto in rete, antiscientifiche. “L’immunizzazione della popolazione dalle malattie infettive è un obiettivo primario per la salute pubblica. Tuttavia, nonostante l’ampio successo dei vaccini, testimoniato dalla scomparsa di alcune malattie infettive, in Italia si assiste ad un pericoloso calo della copertura vaccinale. Il seminario - si legge nella nota - ha l’obiettivo di comprendere le ragioni di questo calo, indagando il modo in cui comunicano tanto i sostenitori quanto i detrattori delle vaccinazioni. Secondo studi recenti, infatti, alla base del fenomeno di resistenza ai vaccini ci sono sia la persuasione retorica di testi disponibili nella rete, la cui efficacia sembra andare molto oltre l’informatività scientifica, sia la mancanza di fiducia negli esperti (immunologi, comunicatori scientifici, operatori sanitari), nelle loro competenze e conoscenze sul tema di sicurezza dei vaccini”.

 

Ferdinando Coghe dirige il Laboratorio di analisi chimico-cliniche e microbiologia dell'Azienda ospedaliera universitaria del capoluogo
Ferdinando Coghe dirige il Laboratorio di analisi chimico-cliniche e microbiologia dell'Azienda ospedaliera universitaria del capoluogo

"Chi ha paura dei vaccini?" è il titolo del libro firmato da Andrea Grignolio

Francesca Ervas intervista Andrea Grignolio. Ai lavori intervengono Francesca Ervas (docente dipartimento Pedagogia, psicologia e filosofia, Università di Cagliari), Ferdinando Coghe (direttore Laboratorio analisi chimico cliniche e microbiologia, Aou Cagliari), Francesco Birocchi (presidente Ordine dei giornalisti, Sardegna), Andrea Grignolio (“La Sapienza”, Roma), Elisabetta Lalumera (Università Milano-Bicocca), Marcello Montibeller (Università Sassari). Dopodomani, sabato 13, alle 10.30 Andrea Grignolio, autore del volume “Chi ha paura dei vaccini?” ricecratore anche alla Scuola normale superiore (Parigi), UNiversity of Boston e Università Rabelais (Tours), viene intervistato dalla professoressa Ervas in Aula Motzo (facoltà Studi umanistici, via Is Mirrionis 1 Cagliari). 

Cittadella universitaria di Monserrato. Uno scorcio dell'aula magna intitolata ad Alberto Boscolo, già rettore (1970/74),  storico e medievista dell'ateneo di Cagliari, scomparso nel 1987.
Cittadella universitaria di Monserrato. Uno scorcio dell'aula magna intitolata ad Alberto Boscolo, già rettore (1970/74), storico e medievista dell'ateneo di Cagliari, scomparso nel 1987.

Ultime notizie

20 aprile 2018

Ateneika 2018 scalda i motori

Dal 2 all’8 maggio prosegue tra facoltà e campus il tour promozionale e di coinvolgimento degli studenti per i giochi dell’Università di Cagliari. Le iscrizioni alla dieci giorni di sport, musica e inclusione che si tiene a Sa Duchessa, scadono il 9 maggio

20 aprile 2018

Pensare l'impossibile. L'immaginazione tra letteratura e scienza

Aula Motzo al completo per il convegno che unisce discipline umanistiche e scientifiche. Luciano Boi, visiting professor: “Un’iniziativa che ci aiuta a comprendere in che modo i diversi campi disciplinari si occupano dell’impossibile”. Rossana Martorelli, presidente della Facoltà di Studi Umanistici: “Contiamo di portare avanti, anche in futuro, questo progetto di ampio respiro”. Presente all'iniziativa il Prorettore alla Ricerca scientifica, Micaela Morelli. RESOCONTO con VIDEO e FOTO

20 aprile 2018

A Daniela Spiga il premio Ducktech

Il riconoscimento assegnato dalla Fondazione Cariplo per il lavoro scientifico di particolare rilevanza pubblicato su rivista internazionale è andato all’assegnista del DICAAR - componente del gruppo di ricerca di Ingegneria ambientale - per uno studio sul recupero di energia pulita dai rifiuti pubblicato su “Waste Management”. La dott.ssa Spiga è anche referente per l'Italia di un importante progetto internazionale sul tema. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: