UniCa UniCa News Notizie “Se la Costituzione fosse applicata integralmente, il nostro sarebbe un popolo migliore”

“Se la Costituzione fosse applicata integralmente, il nostro sarebbe un popolo migliore”

Fa tappa a Cagliari “Il viaggio della Costituzione”, importante richiamo del Rettore Maria Del Zompo: “L’autonomia descritta dalla nostra Carta fondamentale è declinata in modo inclusivo, mai escludente”. MULTIMEDIA: resoconto, GALLERIA FOTOGRAFICA, VIDEOPITCH e RASSEGNA STAMPA. Il prof. Pietro Ciarlo, docente di Diritto costituzionale, intervistato dal TG della RAI (guarda i VIDEO dei due servizi di Maria Spigonardo)
11 gennaio 2018
Il taglio del nastro della mostra all'ex Manifattura Tabacchi

di Sergio Nuvoli e Rossana Orrù

Cagliari, 10 gennaio 2018 – “Da cittadino come tutti gli altri la Costituzione mi ha sempre incuriosito. L'articolo 5 richiama i concetti di autonomia e decentramento: l'autonomia è descritta dalla nostra Carta fondamentale come uno scambio, è declinata in maniera inclusiva, mai escludente”. Lo ha detto il Rettore Maria Del Zompo, intervenendo questa mattina alla conferenza stampa di presentazione della quinta tappa de “Il viaggio della Costituzione”, il progetto promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e coordinato dalla Struttura di Missione per gli anniversari di interesse nazionale, in collaborazione con i Ministeri competenti e con i Comuni interessati dall’iniziativa, che porta il testo della Carta costituzionale in 12 città italiane, creando uno spazio rappresentativo e aperto a tutti i cittadini. Alla conferenza sono intervenuti con il sindaco Massimo Zedda, la Prefetta di Cagliari Tiziana Giovanna Costantino e il Presidente della Regione Francesco Pigliaru.

Il Rettore Del Zompo
Il Rettore Del Zompo
Guarda il video integrale dell'intervento del Rettore

“I Padri costituenti sono stati davvero intelligenti – ha proseguito la prof.ssa Del Zompo – indicando l’atteggiamento più adeguato da tenere rispetto alle autonomie in una Repubblica democratica come la nostra. La nostra Costituzione è molto moderna e attuale: se riuscissimo ad applicarla nei suoi principi, saremmo al contempo sia una repubblica sia un popolo migliore". Un tentativo che vede l’Università degli Studi di Cagliari in prima fila: questa mattina con il Rettore, hanno partecipato alla conferenza stampa e all’inaugurazione della mostra, visitabile all’ex Manifattura Tabacchi, numerosi docenti dell’Ateneo e il Direttore generale Aldo Urru: dal Prorettore vicario Francesco Mola al Prorettore per la semplificazione e innovazione amministrativa Pietro Ciarlo, il direttore del Dipartimento di Giurisprudenza Fabio Botta, e i docenti Gianmario Demuro e Luciano Marrocu.

Il prof. Demuro e il Prorettore Mola
Il prof. Demuro e il Prorettore Mola
Guarda il servizio di Maria Spigonardo nel TgR RAI del 10 gennaio 2018 (ore 14) con le dichiarazioni del prof. Pietro Ciarlo

“La Costituzione parla di territori diversi – ha sottolineato il Rettore - La diversità dei territori esige rispetto e uno sguardo particolare da parte della Repubblica unitaria in cui ci riconosciamo: la necessità dell’autonomia di una realtà come la nostra non vuol dire separarsi, ma stare bene in una realtà unica e unita. In questo senso da tempo – con il Comune e la Regione – stiamo lavorando perché vengano modificati alcuni criteri di suddivisione delle risorse che ancora non guardano alla diversità dei territori. Cominciano ad arrivare i risultati, perché lo stiamo chiedendo insieme”.

“L’Ateneo cagliaritano sta crescendo, nonostante tutto – ha concluso la prof.ssa - in modo importante, serio e sostenibile. Tutto dipende dalla fiducia delle famiglie e degli studenti nei nostri confronti e di quello che fa la politica per tutto il sistema”.

Viaggio della Costituzione, il Rettore osserva il testo in mostra all'ex Manifattura Tabacchi
Viaggio della Costituzione, il Rettore osserva il testo in mostra all'ex Manifattura Tabacchi
Guarda il servizio di Maria Spigonardo nel TgR RAI del 10 gennaio 2018 (ore 19.35) con le dichiarazioni del prof. Pietro Ciarlo

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA dell’11 gennaio 2018
Cronaca Regionale (Pagina 7 - Edizione CA)
Mostra sulla Costituzione a Cagliari
Governo delle Regioni, Pigliaru farà una proposta ai colleghi presidenti

“Il Viaggio della Costituzione” arriva a Cagliari per parlare, come recita l'articolo 5, di autonomia e decentramento. E, forse, non poteva essere diversamente perché, come spiega il presidente della Regione Francesco Pigliaru «l'autonomia è un principio indispensabile per una regione come la Sardegna». Autonomia significa, almeno per l'Isola, anche insularità, un problema «riconosciuto, almeno a parole, dalla Costituzione, rispetto al quale adesso occorre definire compensazioni e soluzioni».
Il presidente della Regione parla a margine della quinta tappa del progetto organizzato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri per festeggiare i 70 anni di vita della Costituzione, che porta la nostra Carta in dodici città italiane e che ieri ha fatto tappa in Sardegna. «La Costituzione è importante anche perché riconosce le autonomie delle regioni e, in generale, l'importanza delle regioni nel disegno istituzionale», dice Pigliaru. E aggiunge: «In questi 70 anni il Paese ha oscillato per capire se fosse meglio avere un governo centralistico o averne uno fatto da tanti governi regionali. Io sono a favore della seconda ipotesi, un governo quindi che non scommette solo sui ministri romani, spesso inefficienti, ma che tiene conto delle competenze di tutte le regioni. Per questo motivo», aggiunge, «la prossima settima in Conferenza delle Regioni proporrò un catalogo delle migliori politiche delle regioni, per capire quali funzionano e quali no».
La Carta resta un simbolo imprescindibile. Il concetto lo ribadisce il sindaco di Cagliari, Massimo Zedda: «Per noi è un onore ospitare il Viaggio della Costituzione. Anzi, un doppio onore, perché insieme alla Costituzione nel 1948 abbiamo ottenuto lo Statuto sardo. Una tappa due volte importante per noi, con cui celebriamo l'attualità del pensiero scritto all'interno della Carta», alla quale, come noto, hanno contribuito anche 15 costituenti sardi, da Emilio Lussi a Renzo Laconi, da Giuseppe Saragat ad Antonio Segni. Sull'attualità della Carta, nessuno ha debbi. «Certo, in alcuni passaggi potrebbe essere migliorata, ma se la Costituzione fosse applicata integralmente il nostro sarebbe un popolo migliore», afferma Maria Del Zompo, rettore dell'università di Cagliari.
All'ex Manifattura Tabacchi di Cagliari è stata inaugurata la mostra itinerante sulla Costituzione, aperta fino al 30 gennaio.
Mauro Madeddu

L'UNIONE SARDA dell'11 gennaio 2018
L'UNIONE SARDA dell'11 gennaio 2018

UNIONESARDA.IT
Cultura » Cagliari
La Costituzione è arrivata a Cagliari, quinta tappa del suo tour italiano
Mercoledì 10 gennaio 2018 - 16:38

"È un onore per Cagliari poter ospitare il Viaggio della Costituzione. È una tappa dedicata in particolare ai più giovani, con diverse iniziative per le nostre studentesse e i nostri studenti – ha dichiarato Massimo Zedda, Sindaco di Cagliari – Saranno loro i testimoni del grande lavoro fatto dalle madri e dai padri costituenti che, in nome del bene collettivo, seppero mettere da parte gli interessi personali. Un esempio, il loro, da rimettere al centro in un periodo di grande disaffezione per la politica".
La cerimonia inaugurale dell'evento si è svolta oggi al Palazzo comunale cagliaritano alla presenza del Prefetto Tiziana Giovanna Costantino, del Rettore dell'ateneo cittadino Maria Del Zompo e del presidente della Regione Sardegna Francesco Pigliaru. Dopo la presentazione dell'iniziativa, giunta alla sua quinta tappa e dedicata sull'Isola all'approfondimento dell'Articolo 5° della Carta costituzionale sui concetti di autonomia e decentramento, partirà la mostra correlata, con filmati, immagini, frasi di personaggi celebri e commenti audio di Roberto Benigni.
L'evento sarà visitabile fino al 30 gennaio presso la ex Manifattura Tabacchi e il 18 gennaio si svolgerà uno l'incontro "Dialoghi sulla Costituzione" con il professore di Diritto costituzionale dell'ateneo cagliaritano Roberto Bin e il collega del dipartimento di Storia contemporanea Luciano Marrocu, moderati dal giornalista ed ex direttore de L'Unione Sarda Gianni Filippini.
"La nostra Costituzione è molto moderna e attuale: se riuscissimo ad applicarla nei suoi principi, saremmo al contempo sia una Repubblica sia un popolo migliore", ha commentato a margine dell'inaugurazione il rettore dell'Università di Cagliari Maria Del Zompo.

UNIONESARDA.IT
UNIONESARDA.IT

CASTEDDUONLINE.IT
Cagliari, il rettore del Zompo: “La nostra Costituzione così attuale, va applicata al meglio”
Mercoledì 10 gennaio 2018

“Da cittadino come tutti gli altri la Costituzione mi ha sempre incuriosito. L’articolo 5 richiama i concetti di autonomia e decentramento: l’autonomia è descritta come uno scambio, è declinata in maniera inclusiva, mai escludente”. Lo ha detto il Rettore Maria Del Zompo, intervenendo questa mattina alla conferenza stampa di presentazione della quinta tappa de “Il viaggio della Costituzione”, il progetto promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e coordinato dalla Struttura di Missione per gli anniversari di interesse nazionale, in collaborazione con i Ministeri competenti e con i Comuni interessati dall’iniziativa, che porta il testo della Carta costituzionale in 12 città italiane, creando uno spazio rappresentativo e aperto a tutti i cittadini.
“I Padri costituenti sono stati davvero intelligenti – ha proseguito la prof.ssa Del Zompo – indicando l’atteggiamento più adeguato da tenere rispetto alle autonomie in una Repubblica democratica come la nostra. La nostra Costituzione è molto moderna e attuale: se riuscissimo ad applicarla nei suoi principi, saremmo al contempo sia una repubblica sia un popolo migliore”. Un tentativo, quello di applicare la Costituzione e insegnarla ai più giovani, che vede l’Università degli Studi di Cagliari in prima fila: questa mattina con il Rettore, hanno partecipato alla conferenza stampa e all’inaugurazione della mostra, visitabile all’ex Manifattura Tabacchi, numerosi docenti dell’Ateneo e il Direttore generale Aldo Urru: dal Prorettore vicario Francesco Mola al Prorettore per la semplificazione e innovazione amministrativa Pietro Ciarlo, il direttore del Dipartimento di Giurisprudenza Fabio Botta, e i docenti Gianmario Demuro e Luciano Marrocu.
“La Costituzione parla di territori diversi – ha aggiunto il Rettore – La diversità dei territori esige rispetto e uno sguardo particolare da parte della Repubblica unitaria in cui ci riconosciamo: la necessità dell’autonomia di una realtà come la nostra non vuol dire separarsi, ma stare bene in una realtà unica e unita. In questo senso da tempo – con il Comune e la Regione – stiamo lavorando perché vengano modificati alcuni criteri di suddivisione delle risorse che ancora non guardano alla diversità dei territori. Cominciano ad arrivare i risultati, perché lo stiamo chiedendo insieme”.
“L’Ateneo cagliaritano sta crescendo, nonostante tutto – ha concluso la prof.ssa – in modo importante, serio e sostenibile. Tutto dipende dalla fiducia delle famiglie e degli studenti nei nostri confronti e di quello che fa la politica per tutto il sistema”.

CASTEDDUONLINE.IT
CASTEDDUONLINE.IT

TTECNOLOGICO.COM
Inaugurazione “viaggio della costituzione”, il rettore di Cagliari: “se la nostra costituzione fosse applicata integralmente, il nostro sarebbe un popolo migliore”
Mercoledì 10 gennaio 2018

“Da cittadino come tutti gli altri la Costituzione mi ha sempre incuriosito. L’articolo 5 richiama i concetti di autonomia e decentramento: l’autonomia è descritta come uno scambio, è declinata in maniera inclusiva, mai escludente”. Lo ha detto il Rettore Maria Del Zompo, intervenendo questa mattina alla conferenza stampa di presentazione della quinta tappa de “Il viaggio della Costituzione”, il progetto promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e coordinato dalla Struttura di Missione per gli anniversari di interesse nazionale, in collaborazione con i Ministeri competenti e con i Comuni interessati dall’iniziativa, che porta il testo della Carta costituzionale in 12 città italiane, creando uno spazio rappresentativo e aperto a tutti i cittadini.
“I Padri costituenti sono stati davvero intelligenti – ha proseguito la prof.ssa Del Zompo – indicando l’atteggiamento più adeguato da tenere rispetto alle autonomie in una Repubblica democratica come la nostra. La nostra Costituzione è molto moderna e attuale: se riuscissimo ad applicarla nei suoi principi, saremmo al contempo sia una repubblica sia un popolo migliore”. Un tentativo, quello di applicare la Costituzione e insegnarla ai più giovani, che vede l’Università degli Studi di Cagliari in prima fila: questa mattina con il Rettore, hanno partecipato alla conferenza stampa e all’inaugurazione della mostra, visitabile all’ex Manifattura Tabacchi, numerosi docenti dell’Ateneo e il Direttore generale Aldo Urru: dal Prorettore vicario Francesco Mola al Prorettore per la semplificazione e innovazione amministrativa Pietro Ciarlo, il direttore del Dipartimento di Giurisprudenza Fabio Botta, e i docenti Gianmario Demuro e Luciano Marrocu.
“La Costituzione parla di territori diversi – ha aggiunto il Rettore – La diversità dei territori esige rispetto e uno sguardo particolare da parte della Repubblica unitaria in cui ci riconosciamo: la necessità dell’autonomia di una realtà come la nostra non vuol dire separarsi, ma stare bene in una realtà unica e unita. In questo senso da tempo – con il Comune e la Regione – stiamo lavorando perché vengano modificati alcuni criteri di suddivisione delle risorse che ancora non guardano alla diversità dei territori. Cominciano ad arrivare i risultati, perché lo stiamo chiedendo insieme”.
“L’Ateneo cagliaritano sta crescendo, nonostante tutto – ha concluso la prof.ssa – in modo importante, serio e sostenibile. Tutto dipende dalla fiducia delle famiglie e degli studenti nei nostri confronti e di quello che fa la politica per tutto il sistema”.

TTECNOLOGICO.COM
TTECNOLOGICO.COM

VISTANET.IT
La Costituzione “in persona” arriva a Cagliari con il viaggio per celebrare i 70 anni dall’entrata in vigore
Mercoledì 10 gennaio 2018 – 14:55

La Costituzione italiana “sbarca” a Cagliari. In occasione del 70esimo anniversario (celebrato il 27 dicembre), la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha organizzato il progetto “Il viaggio della Costituzione” in dodici città, una per ognuno dei primi 12 articoli, recanti i principi fondamentali, nonché il tema ad esso ispirato. Il capoluogo sardo è la quinta tappa, dedicata al quinto articolo: “La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali”.
Stamane, presso l’ex Manifattura Tabacchi, in viale Regina Margherita, c’è stato il taglio del nastro per l’inaugurazione della mostra itinerante, alla presenza del sindaco di Cagliari Massimo Zedda, del rettore dell’Università di Cagliari Maria Del Zompo, del Presidente della Regione Francesco Pigliaru, del Prefetto Tiziana Costantino e dell’arcivescovo monsignor Arrigo Miglio. Presenti i rappresentanti delle forze armate. Successivamente è stato suonato l’inno di Mameli e quello della Brigata Sassari. La mostra sarà arricchita da filmati dell’epoca, frasi celebri di personaggi illustri, approfondimenti grafici e multimediali. All’interno dell’area espositiva è presente una copia della Costituzione. Ci saranno  poi numerose iniziative rivolte agli studenti. Sarà visitabile, con ingresso gratuito, dal 10 al 30 gennaio, dalle 9 alle 19, orario continuato dal lunedì alla domenica.
«Cagliari è onorata di ospitare questa tappa del Viaggio della Costituzione – ha detto il sindaco Zedda – I nostri studenti saranno i testimoni del grande lavoro svolto dai padri costituenti che misero da parte gli interessi personali in nome del bene collettivo». Il primo cittadino ha anche ricordato le figure di Emilio Lussu e Renzo Laconi, che fecero parte dell’Assemblea costituente. «È importante applicare in tutto e per tutto i principi costituzionali per essere una Repubblica migliore – ha detto il rettore Maria Del Zompo – Occorre anche rafforzare l’autonomia regionale, che significa stare bene insieme valorizzando le oggettive diversità territoriali» .
Stefania Lapenna

VISTANET.IT
VISTANET.IT

ANSA.IT
Parte il "Viaggio della Costituzione"
Settantesimo anniversario Carta, tour toccherà 12 città
Mercoledì 1° gennaio 2018 - 15.35

Tour della Costituzione in tutta Italia in occasione del settantesimo compleanno della Carta. E la quinta tappa, sino al 30 gennaio, è a Cagliari. Il progetto, promosso dalla presidenza del Consiglio dei ministri e coordinato dalla struttura di missione per gli anniversari di interesse nazionale, è sbarcato questa mattina nell'aula consiliare del Municipio.
Il "Viaggio della costituzione" toccherà altre undici città.
La tappa di Cagliari è dedicata al quinto articolo della costituzione: "la Repubblica una e indivisibile riconosce, promuove le autonomie locali, attua nei servizi che dipendono dallo Stato il più ampio decentramento amministrativo, adegua i principi e i metodi della sua legislazione alle esigenze dell'autonomia e del decentramento".
"La Costituzione - ha spiegato il presidente della Regione Francesco Pigliaru a margine dell'evento - è importante anche perché ci riguarda direttamente per il riconoscimento delle autonomie di alcune regioni e perché sottolinea l'importanza delle regioni nel disegno istituzionale complessivo. In questi 70 anni l'Italia ha oscillato tra decidere che è importante avere un governo molto centrale o avere un governo con diversi governi locali, ipotesi che prediligo".
Presente anche il sindaco di Cagliari Massimo Zedda: "Per noi un doppio compleanno - ha detto - perché nel 1948 abbiamo ottenuto anche lo Statuto sardo. Una scelta importante che questo viaggio tocchi anche Cagliari".
La mostra itinerante sulla costituzione è arricchita da approfondimenti grafici multimediali: filmati storici, frasi celebri di personaggi chiave, commenti audio ai 12 articoli fondamentali affidati alle parole di Roberto Benigni. Al termine del percorso i visitatori potranno rinnovare la propria adesione alla carta costituzionale con un atto simbolico: una firma virtuale accanto a quella dei padri costituenti. Il tema "autonomia e decentramento" sarà approfondito il 18 gennaio all'ex manifattura tabacchi all'interno dell'incontro sardo dei dialoghi sulla Costituzione.

ANSA.IT
ANSA.IT

SARDEGNAOGGI.IT
Il "Viaggio della Costituzione" fa tappa a Cagliari
In occasione del 70° Anniversario della Carta Costituzionale, la Presidenza del Consiglio dei Ministri promuove un tour di dodici tappe per tracciare un percorso simbolico tra la nascita della Repubblica e i nostri giorni.
Mercoledì 10 gennaio 2018 – 15.58

CAGLIARI -  “Il Viaggio della Costituzione” raggiunge Cagliari, quinta delle dodici città ad ospitare la mostra itinerante sulla Carta Costituzionale. Il capoluogo sardo sarà protagonista del progetto promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e coordinato dalla Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale dal 10 al 30 gennaio.
La cerimonia inaugurale si è tenuta oggi, presso il Palazzo Comunale, alla presenza del Sindaco di Cagliari Massimo Zedda, del Prefetto Tiziana Giovanna Costantino, del Rettore dell’Università degli Studi di Cagliari Maria del Zompo e del Presidente della Regione Sardegna Francesco Pigliaru.
La tappa di Cagliari è dedicata al quinto articolo della Costituzione – “La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali; attua nei servizi che dipendono dallo Stato il più ampio decentramento amministrativo; adegua i principi ed i metodi della sua legislazione alle esigenze dell'autonomia e del decentramento” – e introduce un’occasione di dialogo sui temi “Autonomia e decentramento”.
“È un onore per Cagliari poter ospitare il Viaggio della Costituzione. È una tappa dedicata in particolare ai più giovani, con diverse iniziative per le nostre studentesse e i nostri studenti – ha dichiarato Massimo Zedda, Sindaco di Cagliari – Saranno loro i testimoni del grande lavoro fatto dalle madri e dai padri costituenti che, in nome del bene collettivo, seppero mettere da parte gli interessi personali. Un esempio, il loro, da rimettere al centro in un periodo di grande disaffezione per la politica”.
A ciascuna delle città sono associati uno dei primi dodici articoli, recanti i principi fondamentali, e il tema cardine ad esso ispirato. Lo scopo è quello di promuovere occasioni di confronto utili a guidare studenti e cittadini nella comprensione del valore storico e culturale della Carta Costituzionale.
La mostra itinerante sulla Costituzione, a ingresso libero, è arricchita da approfondimenti grafici e multimediali: filmati storici, frasi celebri di personaggi chiave, commenti audio ai 12 articoli fondamentali affidati alle parole di Roberto Benigni. Al termine del percorso, i visitatori potranno rinnovare la propria adesione alla Carta Costituzionale con un atto simbolico: l’apposizione di una firma “virtuale” accanto a quella dei Padri Costituenti. A Cagliari la mostra sarà visitabile dal 10 al 30 gennaio (dalle ore 9:00 alle ore 19:00, tutti i giorni, con orario continuato) presso l’Ex Manifattura Tabacchi, in viale Regina Margherita 33.
Il tema “Autonomia e decentramento”, associato a questa quinta tappa, sarà approfondito il 18 gennaio, alle ore 17.00, presso l’Ex Manifattura Tabacchi, all’interno dell’incontro sardo dei “Dialoghi sulla Costituzione”: un ciclo di lezioni, a cura di Editori Laterza, strutturate nella forma di un dibattito tra un giurista e un ricercatore di altra materia, e coordinati da un giornalista. Interverranno Roberto Bin, professore di Diritto costituzionale all’Università di Cagliari e Luciano Marrocu, professore di Storia contemporanea all’Università di Cagliari, moderati da Gianni Filippini, giornalista ed ex direttore dell’Unione Sarda. Introdurrà Massimo Zedda, Sindaco di Cagliari.
Nell’anno delle celebrazioni per il 70° Anniversario della Costituzione Italiana, questo progetto vuole tracciare un percorso simbolico tra la nascita della Repubblica e i nostri giorni, creando uno spazio rappresentativo e aperto alla cittadinanza.

SARDEGNAOGGI.IT
SARDEGNAOGGI.IT

SARDINIAPOST.IT
Parte il ‘Viaggio della Costituzione’, tappa a Cagliari sino al 30 gennaio
Mercoledì 10 gennaio 2018

Tour della Costituzione in tutta Italia in occasione del settantesimo compleanno della Carta. E la quinta tappa, sino al 30 gennaio, è a Cagliari. Il progetto, promosso dalla presidenza del Consiglio dei ministri e coordinato dalla struttura di missione per gli anniversari di interesse nazionale, è sbarcato questa mattina nell’aula consiliare del Municipio. Il “Viaggio della costituzione” toccherà altre undici città. La tappa di Cagliari è dedicata al quinto articolo: “la Repubblica una e indivisibile riconosce, promuove le autonomie locali, attua nei servizi che dipendono dallo Stato il più ampio decentramento amministrativo, adegua i principi e i metodi della sua legislazione alle esigenze dell’autonomia e del decentramento”.
“La Costituzione – ha spiegato il presidente della Regione Francesco Pigliaru a margine dell’evento – è importante anche perché ci riguarda direttamente per il riconoscimento delle autonomie di alcune regioni e perché sottolinea l’importanza delle regioni nel disegno istituzionale complessivo. In questi 70 anni l’Italia ha oscillato tra decidere che è importante avere un governo molto centrale o avere un governo con diversi governi locali, ipotesi che prediligo”.
Presente anche il sindaco di Cagliari Massimo Zedda: “Per noi un doppio compleanno – ha detto – perché nel 1948 abbiamo ottenuto anche lo Statuto sardo. Una scelta importante che questo viaggio parta proprio da Cagliari”. La mostra itinerante sulla costituzione è arricchita da approfondimenti grafici multimediali: filmati storici, frasi celebri di personaggi chiave, commenti audio ai 12 articoli fondamentali affidati alle parole di Roberto Benigni. Al termine del percorso i visitatori potranno rinnovare la propria adesione alla carta costituzionale con un atto simbolico: una firma virtuale accanto a quella dei padri costituenti. Il tema “autonomia e decentramento” sarà approfondito il 18 gennaio all’ex Manifattura tabacchi all’interno dell’incontro sardo dei dialoghi sulla Costituzione.

SARDINIAPOST.IT
SARDINIAPOST.IT

YOUTG.NET
La Costituzione approda in Sardegna: a Cagliari la quinta tappa del tour per i settant'anni della Carta
Mercoledì 10 gennaio 2018

CAGLIARI. Il "Viaggio della Costituzione" approda a Cagliari. In occasione del settantesimo compleanno dall'entrata in vigore della Carta, il tour promosso dalla presidenza del Consiglio dei ministri fa tappa ne capoluogo sardo. Una tappa interamente incentrata sul quinto articolo, dedicato ai temi dell'autonomia e del decentramento: "La Repubblica una e indivisibile riconosce, promuove le autonomie locali, attua nei servizi che dipendono dallo Stato il più ampio decentramento amministrativo, adegua i principi e i metodi della sua legislazione alle esigenze dell'autonomia e del decentramento".
Partito da Milano l'11 settembre, prima di sbarcare sull'Isola il "Viaggio della Costituzione" è passato da Catania, Reggio Calabria e Bari: resterà ospite della Manifattua Tabacchi fino al 30 gennaio per poi trasferirsi ad Aosta e da lì in altre sei città. A inaugurare la tappa cagliaritana questa mattina nell'aula consiliare di Palazzo Bacaredda il sindaco Massimo Zedda e il governatore Francesco Pigliaru: "Per noi un doppio compleanno - commenta il primo cittadino - perché nel 1948 abbiamo ottenuto anche lo Statuto sardo".
Aperta tutti i giorni a orario continuato dalle 9 alle 19, la mostra itinerante è arricchita da una vasta gamma di approfondimenti multimediali, dai filmati d'epoca ai commenti audio sui dodici principi fondamentali della Costituzione a cura di Roberto Benigni. Al termine del percorso i visitatori potranno rinnovare simbolicamente la propria adesione alla Carta ponendo la propria firma virtuale accanto a quella dei padri costituenti.

YOUTG.NET
YOUTG.NET

CAGLIARIPAD.IT
Parte il “Viaggio della Costituzione”, prima tappa a Cagliari
Tour della Costituzione in tutta Italia in occasione del settantesimo compleanno della Carta
Mercoledì 10 gennaio 2018

Tour della Costituzione in tutta Italia in occasione del settantesimo compleanno della Carta. E la prima tappa, sino al 30 gennaio, è a Cagliari. Il progetto, promosso dalla presidenza del Consiglio dei ministri e coordinato dalla struttura di missione per gli anniversari di interesse nazionale, è sbarcato questa mattina nell’aula consiliare del Municipio.
Il “Viaggio della costituzione” toccherà altre undici città. La tappa di Cagliari è dedicata al quinto articolo della costituzione: “la Repubblica una e indivisibile riconosce, promuove le autonomie locali, attua nei servizi che dipendono dallo Stato il più ampio decentramento amministrativo, adegua i principi e i metodi della sua legislazione alle esigenze dell’autonomia e del decentramento”.
“La Costituzione – ha spiegato il presidente della Regione Francesco Pigliaru a margine dell’evento – è importante anche perché ci riguarda direttamente per il riconoscimento delle autonomie di alcune regioni e perché sottolinea l’importanza delle regioni nel disegno istituzionale complessivo. In questi 70 anni l’Italia ha oscillato tra decidere che è importante avere un governo molto centrale o avere un governo con diversi governi locali, ipotesi che prediligo”. Presente anche il sindaco di Cagliari Massimo Zedda: “Per noi un doppio compleanno – ha detto – perché nel 1948 abbiamo ottenuto anche lo Statuto sardo. Una scelta importante che questo viaggio parta proprio da Cagliari”.
La mostra itinerante sulla costituzione è arricchita da approfondimenti grafici multimediali: filmati storici, frasi celebri di personaggi chiave, commenti audio ai 12 articoli fondamentali affidati alle parole di Roberto Benigni. Al termine del percorso i visitatori potranno rinnovare la propria adesione alla carta costituzionale con un atto simbolico: una firma virtuale accanto a quella dei padri costituenti. Il tema “autonomia e decentramento” sarà approfondito il 18 gennaio all’ex manifattura tabacchi all’interno dell’incontro sardo dei dialoghi sulla Costituzione.

CAGLIARIPAD.IT
CAGLIARIPAD.IT

Link

Ultime notizie

23 gennaio 2018

Cagliari, continua il viaggio della Costituzione

Il 24 gennaio, alle 15, nell’ex Manifattura Tabacchi, si terrà un dibattito – incontro sul futuro delle autonomie locali e della Città Metropolitana: il confronto Cagliari - Firenze

23 gennaio 2018

Introduzione storica al continente africano

Nel mese di febbraio un ciclo di seminari organizzato dal CdS in Relazioni Internazionali: strumenti e conoscenze per un’analisi approfondita delle istituzioni statuali del continente

Questionario e social

Condividi su: