UniCa UniCa News Notizie ContaminationLab, primo incontro a Cagliari con diciotto atenei e i rappresentanti di Miur e Mise

ContaminationLab, primo incontro a Cagliari con diciotto atenei e i rappresentanti di Miur e Mise

Comunità, Sostenibilità, Disseminazione e Governance. Il CLab di UniCa, capofila nazionale dell'Italian CLab Network, lunedì 4 dicembre ospita le delegazioni per ribadire le linee guida per i prossimi 36 mesi e approvare l'Advisory board
01 dicembre 2017
CLab, una storia di successo

ContaminationLab, Cagliari capofila nazionale
In città i delegati di diciotto atenei, Miur e Mise. Al primo incontro dell’Italian CLab Network prendono parte anche i rappresentanti dei ministeri per lo Sviluppo economico e dell’Università. “Puntiamo a facilitare la creazione di nuove imprese” dice il pro rettore Maria Chiara Di Guardo

 

Cagliari, 1 dicembre 2017

Mario Frongia


Lunedì 4 dicembre, alle 10, il Crea (Centro servizi per l’innovazione e l’imprenditorialità dell’Università di Cagliari) - via Ospedale n. 121 - ospita il primo incontro della rete nazionale dei ContaminationLab. All’evento prendono parte i delegati del Miur (ministero istruzione università e ricerca), del Mise (ministero per lo sviluppo economico) e dei diciotto atenei coinvolti nell’Italian CLab Network. All’apertura dei lavori partecipa anche il rettore, Maria Del Zompo. 

Culla di contaminazione, sostenibilità, talento. L’incontro curato dal ContaminationLab dell’ateneo di Cagliari, è il primo in ambito nazionale. Il CLab isolano è stato nominato dal Miur coordinatore e capofila nazionale dell’Italian CLab Network. Ai lavori prendono parte i delegati delle Università di Padova, Verona, Trento, "Ca' Foscari" Venezia, Modena e Reggio Emilia, Pisa, Torino, Bergamo, Basilicata, Napoli "Parthenope", Teramo, Palermo, Calabria, Salento, Catania, Sassari, “Mediterranea” Reggio Calabria e Politecnico di Bari. La rete nazionale dei CLab è stata approvata dal ministero per l’Università lo scorso 13 giugno. Al centro dei lavori di lunedì,  la mission del Network e l’approvazione dell’Advisory board che coordinerà le attività dei prossimi 36 mesi. Insomma, contaminazione di idee e discipline scientifiche, talento e intuito, programmazione e competenze hanno una culla naturale. Il CLab di Cagliari - National Winner 2016 del Premio Europeo per la promozione di impresa - sostiene e promuove gli obiettivi strategici del Miur per lo sviluppo del progetto: Comunità, Sostenibilità, Disseminazione e Governance.

 

 

CLab, festa e idee senza fine
CLab, festa e idee senza fine

 

Cultura di impresa e valori sociali. “L’obiettivo del Network – spiega Maria Chiara Di Guardo, prorettore all’Innovazione e al territorio e responsabile scientifico del CLab UniCa - è potenziare una rete informalmente già attiva da diversi anni, includendo tutti i CLab del territorio nazionale. Il Network, coinvolge diversi portatori di interesse, progetta, implementa e innova per la diffusione della cultura di impresa”. Ma non solo. “Puntiamo a facilitare la creazione di nuova impresa, veicolare le nostre esperienze fuori dal contesto accademico, promuovere i valori di responsabilità sociale ed esportare - rimarca la professoressa Di Guardo - il modello di eccellenza del CLab UniCa su l’intero territorio nazionale”.

 

Maria Chiara di Guardo, pro rettore Innovazione e territorio
Maria Chiara di Guardo, pro rettore Innovazione e territorio

Quattro precetti. L’obiettivo Comunità favorirà la diffusione del know-how e delle best-practice. I servizi per la Sostenibilità, con la creazione di sinergie con il mondo pubblico-privato e la valorizzazione economica del know-how e della rete, saranno volti a generare valore e a garantire il proseguimento delle attività del progetto una volta concluso. I servizi di Disseminazione, con i Contamination Camp, diffonderanno l’esperienza CLab, dando al Network visibilità nazionale, europea e internazionale. Infine, i servizi di Governance, coinvolgendo e responsabilizzando i nodi della rete, renderà efficiente la gestione delle realtà presenti e future e favorirà la diffusione di una strategia comune a livello nazionale. I CLab offrono percorsi di apprendimento extracurricolari (semestrali o annuali) sviluppati con modelli didattici innovativi e sperimentali, con un triplice obiettivo: catalizzare le competenze “accademiche” dei partecipanti, favorire la collaborazione, raffinare le doti di team-working, accrescere le abilità trasversali, stimolare e accompagnare le idee imprenditoriali proposte da gruppi di studenti di differenti estrazioni disciplinari.

ContaminationLab, il presente è già futuro
ContaminationLab, il presente è già futuro

Ultime notizie

15 dicembre 2017

UniCa ospita Paolo Fabbri, uno dei padri e maestri della semiotica

Il semiologo italiano interviene al Campus Aresu ad una serie di appuntamenti del corso di laurea in Lingue e comunicazione sulla malalingua politica, il senso delle isole e il tatuaggio, semiotica e antropologia. RASSEGNA STAMPA con l'intervista con Manuela Arca su L'UNIONE SARDA

15 dicembre 2017

Le migrazioni: una prospettiva interculturale ed interdisciplinare

Ha inizio il 18 gennaio (alle 15 in Aula B della Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche) il X corso di educazione alla solidarietà internazionale organizzato dall'Associazione Sucania, in collaborazione con il Centro Studi di Relazioni Industriali dell'Università di Cagliari e la Fondazione Anna Ruggiu onlus e con il sostegno della Fondazione di Sardegna

15 dicembre 2017

Bioedilizia, il futuro è adesso

Un Master di grande valore culturale e professionale organizzato con l’ASPAL e il Consorzio AUSI di Iglesias: bioarchitettura e rispetto dell’ambiente parole chiave per adeguarsi alle sfide di un mercato del lavoro che non aspetta. “La rete con le istituzioni e le imprese consente di costruire filiere di sicuro successo”, commenta il direttore Antonello Sanna. Qui le INTERVISTE, la FOTOGALLERY e i VIDEO dell'avvio del Master

Questionario e social

Condividi su: