UniCa UniCa News Notizie Dalla musica alla sicurezza informatica: l’appassionato viaggio di Gary McGraw

Dalla musica alla sicurezza informatica: l’appassionato viaggio di Gary McGraw

Il massimo esperto mondiale di Cybersecurity ospite d’onore dell’OWASP Italy Day organizzato in Facoltà di Ingegneria e Architettura. RESOCONTO, FOTO e VIDEO
20 ottobre 2017
Guarda l'intervista a Gary McGraw

di Rossana Orrù - VIDEO di Sergio Nuvoli

Cagliari, 20 ottobre 2017 – “L'iniziativa di oggi, organizzata dalla Facoltà di Ingegneria e Architettura, si inquadra all'interno del mese europeo della sicurezza informatica. Da qualche anno organizziamo delle giornate sulla consapevolezza dell'uso sicuro della rete, in particolare delle applicazioni web. Nell'ambito di queste attività siamo in contatto da tempo con l'OWASP. Importanti gli interventi di Matteo Meucci, responsabile nazionale del capitolo Italiano di Owasp, e di Gary McGraw, massimo esperto mondiale di sicurezza informatica”: il professor Giorgio Giacinto, coordinatore della Divisione CyberSercurity del PRALab, ha commentato così l’Open Web Application Security Project (OWASP) Italy Day, in corso oggi all’Università di Cagliari.

Gary McGraw e il prof. Giacinto
Gary McGraw e il prof. Giacinto
Guarda l'intervista al prof. Giacinto

“Ringrazio l’Università per l’ospitalità, sono molto onorato di essere qui a rappresentare l’OWASP – ha detto il Vice President Security Technology della Synopsys di Mountain View in California Gary McGraw – Cercherò di spiegare cosa ho imparato in questi 21 anni di esperienza in una start-up in sette punti, ispirandomi a Frank Zappa e all’autore T. Coraghasen Boyle”. Un modo alternativo di parlare di sicurezza informatica che fa riferimento al mondo della musica e della letteratura. “Il modo migliore per avere successo – ha aggiunto, infatti – è avere passione in ciò che si fa, divertirsi e perseverare”.
I lavori proseguiranno fino alle 14 di oggi.

-------------------------------------------------

I ringraziamenti di Gary McGraw a UniCa in un suo tweet
I ringraziamenti di Gary McGraw a UniCa in un suo tweet

di Sara Piras e Rossana Orrù

Il 20 ottobre dalle 10, l’Aula Magna della Facoltà di Ingegneria e Architettura in Piazza d’Armi ospiterà una tappa italiana dell’Open Web Application Security Project (OWASP) Day, inserita nel panorama degli eventi del Mese europeo della Sicurezza informatica. Durante l’evento, organizzato in collaborazione con il PRALab dell’Università di Cagliari (in particolare con la Divisione CyberSercurity coordinata dal prof. Giorgio Giacinto) verrà discusso il tema della sicurezza applicativa sul quale la OWASP Foundation ha promosso numerose e importanti iniziative.

La giornata si aprirà con l'intervento di Gary McGraw, Vice President Security Technology della Synopsys di Mountain View in California, riconosciuto come uno dei massimi esperti sui temi di sicurezza del software e autore di numerosi libri diventati oramai dei best seller sul tema.

A seguire, verranno affrontati i temi della reverse engineering e delle verifiche previste all’interno della Top 10 OWASP, e verrà infine presentato un caso di successo di gestione delle vulnerabilità delle applicazioni software.

L’evento proseguirà con una tavola rotonda dal titolo “Women In Security”, legata al progetto Women in Application Security, promosso anch’esso dall'OWASP.

Tutti gli interventi, tranne quello di Gary McGraw, saranno in lingua italiana.

La partecipazione all’evento è gratuita, ma per motivi organizzativi è gradita la registrazione a questo link.

Giorgio Giacinto, docente della Facoltà di Ingegneria e Architettura
Giorgio Giacinto, docente della Facoltà di Ingegneria e Architettura
Gary McGraw

Programma

• 10 “Welcome and opening of the works” prof. Giorgio Giacinto, ing. Davide Ariu – Università di Cagliari, Matteo Meucci OWASP Italy

• 10.15 “Seven Things: Frank Zappa, T. Coraghasen Boyle, and Twenty-one Years in Security” Ph.D. Gary McGraw, Synopsys

• 11.15 “Software Protection: fighting reverse engineering in the ASPIRE project” dr. Paolo Falcarin, University of East London

• 11.45 “Coffee Break”

• 12 “The OWASP Top 10 Proactive Controls v2” Federico Fazzi, Minded Security

• 12.30 “Gestione delle vulnerabilità delle applicazioni software: un caso concreto di successo” dr. Roberto Obialero, dr. Fabio Bucciarelli – Regione Emilia Romagna

• 13 “Women In Security“ dott.ssa Loredana Mancini, Vice Presidente WIA Committee (OWASP)

  • Annalisa Bonfiglio, Professore Ordinario Università di Cagliari e Presidente CRS4
  • Monica Pellegrino, Senior Research Analyst, ABILab
  • Maria Katiuscia Zedda, R&D&I Programme Manager – Abissi S.r.l./Abinsula S.r.l.

• 13.30

  • “Premiazione Concorso “Pixelettere di Contrabbando”, organizzato nell’ambito del progetto Europeo Dogana – ing. Davide Ariu
  • Premiazione Concorso “Usa la Scienza con Coscienza”, organizzato dal PRALab dell’Università di Cagliari – ing. Davide Ariu

• 14:00h “Light Lunch”

PraLAb
PraLAb

Ultime notizie

20 settembre 2018

L'associaizone Artecrazia presenta la mostra fotografica: Essenza di donna

Domenica 30 settembre, alle 16.30, inaugura a Cagliari, presso la Sala Mostre temporanee della Cittadella dei Musei di Cagliari, in piazza Arsenale, la mostra "Women in Art: essenza di donna". La mostra sarà visitabile tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00, sino a sabato 6 ottobre. L'iniziativa è realizzata dall'associazione Artecrazia con il contributo dell'Università degli Studi di Cagliari e dell'E.R.S.U. e con la collaborazione del giornale on line Artecracy.eu. Ingresso gratuito. Per info: associazione.artecrazia@gmail.com Women in Art: l’Arte al femminile Il progetto portato avanti dall’associazione Artecrazia nasce dalla volontà di rendere omaggio al ruolo della donna all’interno della storia dell’arte. Questo percorso ha avuto inizio nel 2017 con una conferenza dedicata a Palma Bucarelli e l’ebook “Bunker d’Arte Moderna”, per poi proseguire quest’anno con una serie di eventi di più ampio respiro. Il 2018 ha infatti visto una vera e propria strutturazione di “Women in Art”, rassegna che sulla scia di quanto già fatto l’anno scorso è riuscita ad arricchirsi con nuovi appuntamenti. Grazie al contributo dell’Università di Cagliari sono nate tre iniziative molto diverse tra loro, ma tutte legate da un unico filo conduttore: la donna nell’arte. La prima di queste ha visto l’esibizione di tre ragazze e un ragazzo provenienti dall’Accademia di Musica di Cracovia: Isabel Rico Repiso, Ida Nystad, Agostina Meloni e Magnus Wenzel. I quattro musicisti si sono cimentati in un concerto di pianoforte nell’elegantissima sala Settecentesca della Biblioteca Universitaria di Cagliari, dove attraverso la musica hanno saputo raccontare le loro esperienze formative all’estero e i legami che queste hanno contribuito a creare. Il secondo appuntamento di “Women in Art” ha invece coinvolto Simona Campus, docente di Museologia dell’Università di Cagliari e Direttrice artistica dell’EXMA. Grazie al coinvolgente racconto della prof.ssa Campus i presenti hanno potuto apprezzare la storia di Peggy Guggenheim, donna straordinariamente importante per l’arte del Novecento, collezionista e icona glamour di un intero secolo. L’aula Coroneo della Cittadella dei Musei è stata quindi il teatro di un’avvincente viaggio attraverso i salotti e i musei che hanno visto protagonista questa eccezionale donna capace di unire la sua sconfinata fantasia alle grandi capacità manageriali degne della famiglia Guggenheim. L’ultimo appuntamento della rassegna è la mostra fotografica “Essenza di donna”. Con questa esposizione in Cittadella dei Musei vogliamo concludere la nostra rassegna lasciando un’immagine della donna nella sua piena femminilità. Un ritratto che esula dal vittimismo o dalla esasperata esaltazione, ma prossimo a una quotidianità che è la vera essenza della vita. Il lavoro, gli stati d’animo, l’armonia delle forme, le differenze culturali tra civiltà lontane nello spazio e nel tempo, tra modernità e tradizione. Questi sono solo alcuni degli spunti di ricerca che i fotografi provenienti dalla scuola di Fine Arts di Cagliari hanno presentato in questa mostra. La loro indagine si è infatti concentrata su una femminilità scevra dalle ingombranti tematiche di genere, andando a concentrarsi per lo più sull’essere donna nell’accezione più pura del termine. Il messaggio che questa mostra vuole mandare è proprio quello di un rispetto quotidiano della donna, un invito ad apprezzare la bellezza femminile nelle piccole cose di tutti i giorni, senza però dimenticare le difficoltà e i paletti che la società moderna impone a quello che purtroppo ancora oggi viene spesso considerato “il sesso debole”. Chi osserva le immagini esposte non vedrà le grandi piaghe sociali come la violenza sulle donne, la disparità di trattamento sul posto di lavoro, il maschilismo, l’omofobia etc. Questo però non vuol dire che non ci siano e che non siano presenti come cicatrici sul cuore di una di quelle donne fotografate. Ecco perché “Essenza di donna” vuole essere un esercizio di rispetto, un invito alla consapevolezza non solo della bellezza femminile a 360 gradi ma anche di ciò che noi non leggiamo nella normalità del prossimo. Come dice una famosa frase di dubbia attribuzione: “Be kind, everyone you meet is fighting a hard battle”.

20 settembre 2018

Notte europea dei ricercatori a Cagliari. Il progetto Sharper sposa idee e sfide che coinvolgono dodici città italiane

Piazza Garibaldi ospita 25 gazebo-esplicativi sulle scoperte dell’Università del capoluogo e dei Centri di ricerca coinvolti. L’evento, curato dall’ateneo e dalla sezione locale dell’Istituto nazionale di fisica nucleare, vedrà i ricercatori dibattere su asteroidi, intelligenza artificiale, alieni, bioraffinerie, imprese, economia, ambiente e musica. Si parlerà anche di mobilità intelligente, sicurezza, scene del crimine, arte. Domani in rettorato la conferenza stampa di presentazione con Maria Del Zompo, Micaela Morelli, Chiara di Guardo, Alberto Masoni, Paolo Frau e Carlo Mannoni

19 settembre 2018

All'Università di Cagliari "Data (R)evolution"

GARR, la Rete dell'istruzione e della ricerca, ha scelto il nostro Ateneo per la sua conferenza annuale: si inizia il 3 ottobre nel Polo di Sa Duchessa. L'importante appuntamento è preceduto da un ricco programma di corsi di formazione, tutti gratuiti per la comunità dell’istruzione, della ricerca e della cultura: dalla cybersecurity alle risorse open da usare online, dalle piattaforme per l’e-learning alle identità digitali. Necessaria l'iscrizione: bastano pochi clic

Questionario e social

Condividi su: