UniCa UniCa News Notizie Malattia di Parkinson: tra ricerca clinica e confronto

Malattia di Parkinson: tra ricerca clinica e confronto

Esperti internazionali a confronto sullo stato dell’arte dopo duecento anni dagli Shaking Palsy. Lectio di Gian Luigi Gessa
06 aprile 2017


Cagliari, 6 aprile 2017 - In alto un’immagine della prima giornata dell’incontro scientifico all’Hotel Regina Margherita di Cagliari. In basso i video con il prorettore alla ricerca di UniCa, Micaela Morelli, e il dottor Gianni Cossu, neurologo - Centro Parkinson Azienda "Brotzu"

 
 
Lo stato dell’arte dopo duecento anni dagli Shaking Palsy. Un incontro di alto profilo scientifico curato dai neurofarmacologi dell’ateneo di Cagliari con gli specialisti del Brotzu guidati da Gianni Cossu. Interviene anche il pro rettore Micaela Morelli
  
Cagliari, 4 aprile 2017
Mario Frongia

   
Giovedì 6 e venerdì 7 aprile, dalle 14.30 alle 18.30 e dalle 8.45 alle a18.30, l’Hotel Regina Margherita - viale Regina Margherita, di Cagliari - ospita “1817-2017: la malattia di Parkinson”. Ai lavori - coordinati dal Centro Parkinson dell’Azienda Brotzu in collaborazione con la Neurofarmacologia del dipartimento di Scienze biomediche dell’Università di Cagliari - partecipano alcuni dei principali esperti internazionali. 
 
Il tema. Dalla lectio di Gian Luigi Gessa (“Interazione dopamina-noradrenalina nel controllo delle funzioni corticali”) a Nicola Modugno (Pozzilli) con “Terapie complementari nella malattia di Parkinson”. Ma alla due giorni, in quattro sessioni si affrontano le tematiche e le più recenti intuizioni terapiche e cliniche sulla patologia che prende il nome di James Parkinson. Da segnalare gli interventi e la partecipazione di, tra gli altri, di Maurizio Melis, Micaela Morelli, Marco Diana, Walter Fratta, Francesco Marrosu. Tra i discussant, di rilievo le presenze degli specialisti Morgante (Messina/Londra), Cortelli (Bologna), Rascol (Tolosa), Ceravolo (Pisa), Bonifati (Rotterdam) e Calabresi (Perugia). Gaetano di Chiara dibatte di "Dopamina, tra movimento ed emozioni”, Gianni Cossu di “Out of Cns”: sistema gastroenterico e neuropatie periferiche nella malattia di Parkinson”, Manolo Carta di “Fisiopatologia delle discinesie”.
 
Segni e sintomi. L’incontro, arricchito dalle presenza di alcuni dei maggiori opinion-leader nazionali e internazionali, è stato immaginato per celebrare duecento anni di progressi nella comprensione dei segni e dei sintomi della malattia di Parkinson, delle sue cause, del suo trattamento e degli auspicabili futuri sviluppi di una cura non più solo sintomatica. “Una malattia che in questi 200 anni ha mostrato di essere molto più complessa rispetto a quanto apparisse dai primi studi sui sintomi motori. La riunione - spiega Gianni Cossu, neurologo, Centro Parkinson azienda Brotzu, responsabile scientifico dei lavori - è articolata sulla falsariga dei capitoli di "The Shaking Palsy", elaborati da James Parkinson nel 1817. Si delinea lo stato dell’arte nella conoscenza della malattia. Uno spazio centrale della riunione è dedicato a ricordare il contributo della scuola neurofarmacologica cagliaritana che negli ultimi decenni ha avuto un ruolo centrale nella ricerca preclinica e clinica sulla dopamina e sui suoi straordinari effetti nel controllo del movimento e delle emozioni”.

 

(ic)

Ultime notizie

30 settembre 2022

Sharper 2022, la ricerca tra futuro del cibo e del clima, lauree in carcere, bullismo, fakenews, crisi idrica, farmaci anti cancro, scarti e materiali innovativi

Oggi l’Orto botanico ospita la Notte delle ricercatrici e dei ricercatori. Stili di vita, robotica, astronomia, fascino della fisica e della matematica. Oltre cinquanta tra eventi, talk, esperimenti divulgativi e giochi per i bimbi curati da specialisti e partner dell’ateneo. Prevista anche una caccia al tesoro scientifica. Ieri a Massama il rettore Francesco Mola ha presenziato alla discussione della tesi in Scienze economiche di un detenuto

29 settembre 2022

«Un fiore all’occhiello dell’Ateneo»

Le parole di Fabrizio Pilo, prorettore all’innovazione e ai rapporti con il territorio, all’avvio delle celebrazioni per i 25 anni della Banca del Germoplasma della Sardegna: una realtà di altissimo livello scientifico, custodita nell’Orto Botanico di UniCa, al centro di una fitta rete di collaborazioni internazionali: quasi 7 milioni e 400mila euro di finanziamenti per 65 progetti realizzati con partner di 26 Paesi, 293 articoli scientifici, di cui 258 su importanti riviste internazionali, firmati da oltre 230 autori diversi, 19 volumi pubblicati

28 settembre 2022

Biodiversità a rischio, un workshop all’Orto Botanico di UniCa

Al via gli incontri di SEEDFORCE, un progetto LIFE guidato dal Museo delle Scienze di Trento che coinvolge 15 partner italiani e stranieri con lo scopo di salvaguardare 29 specie autoctone dall’estinzione. Coinvolti i ricercatori dell’Università di Cagliari

28 settembre 2022

Tessuto Digitale Metropolitano: nuove soluzioni per una città più “intelligente”

Presentati alla Manifattura Tabacchi i risultati delle attività di ricerca, formazione e trasferimento tecnologico portate avanti in 5 anni a partire dal 2017 dall’Università di Cagliari e dal CRS4 nell’ambito del progetto TDM finanziato da Sardegna Ricerche. L’intervento del prorettore alla ricerca Luciano Colombo: "Un'iniziativa che rafforza la collaborazione con gli enti presenti sul territorio su temi di grande impatto e attualità"

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie