UniCa UniCa News Notizie Ricercatori e ricerca d'eccellenza, strategia e visione per brillare anche in Europa

Ricercatori e ricerca d'eccellenza, strategia e visione per brillare anche in Europa

L’Università di Cagliari e gli step per l’award 'HR Excellence in Research. Aperto da Francesco Mola e Alessandra Carucci il seminario su Strategia dell’ateneo, Struttura interna e Cabina di regia. Il passaggio permette di ottenere il riconoscimento ufficiale dalla Commissione Europea. "Siamo un Paese debole nell'innovare" ha detto Fulvio Esposito dell'Università di Camerino. "Attrarre giovani talentuosi per una buona ricerca è fondamentale" ha aggiunto Chiara Biglia, Politecnico di Torino
05 dicembre 2022
Cagliari. Una fase del seminario. Da sinistra, Alessandra Carucci, Francesco Mola e Fulvio Esposito

Scopo della strategia è quello di migliorare le condizioni di lavoro dei ricercatori di UniCa e rendere l’ateneo più attrattivo per i migliori talenti

Mario Frongia

Al fine di approfondire il processo e condividerlo con tutte le componenti dell’ateneo, lunedì 5 dicembre, dalle 16 alle 18, nell’aula magna del rettorato (via Università n. 40) si è tenuto il seminario istituzionale “Verso la candidatura di UniCa all’ottenimento del label HR Excellence in Research” (vedi la locandina) organizzato dalla Direzione ricerca e territorio. "La nostra candidatura - ha spiegato il rettore, Francesco Mola - è nata da varie considerazioni. Intanto, se l’ateneo cresce e cresce la qualità dei ricercatori, va restituita qualcosa ai ricercatori. Abbiamo creato un framework all’interno del quale il loro lavoro sia ancora più valorizzato. E vogliamo che abbiano la giusta visibilità le tante iniziative che in questi anni hanno dato lustro all’ateneo. Penso ai lavori curati dal Comitato unico di garanzia e culminate nel Gep, il Piano per l’uguaglianza di genere che nel 2020, fra i primi in Italia, abbiamo approvato. E non scordo iniziative importanti quali le adesioni all’Educ, la rete universitaria europea che ha reso possibili importanti scambi di ricerca importanti, e al Coara (Coalition for advancing research assessment). Siamo certi che valutazione e competitività siano fondamentali, specie quando sono basate su regole chiare e condivise a livello europeo. Il nostro impegno è e rimane forte. Saremo tutti in prima linea, dalla governance agli uffici". Dalle parole del rettore a quelle della prorettrice all'Internazionalizzazione: "Per condurre questo progetto abbiamo creato una struttura organizzativa che ha seguito una strategia Bottom-up, ovvero che parte dal basso. Abbiamo realizzato - sottolinea Alessandra Carucci - quattro focus group ciascuno dedicato agli altrettanti livelli dei ricercatori, dai dottori di ricerca a post-doc, ricercatori e professori. Da qui sono nati quattro gruppi di lavoro. Adesso abbiamo un anno per preparare il dossier di candidatura. Si tratta di un dossier complesso costituito da quattro documenti che riguardano descrizione del processo, analisi dei gap, piano d’azione e check-list di verifica. La candidatura per l’Hrs4r è stata stimolata all’interno del progetto Educ Share. Tanto che, per ora, delle sei università che partecipano all’alleanza, tre hanno già ottenuto il label. L’obiettivo? Che i sei atenei raggiungano lo stesso traguardo entro la fine del progetto”.

 

L'intervento da remoto di Chiara Biglia, Politecnico di Torino
L'intervento da remoto di Chiara Biglia, Politecnico di Torino

Innovazione e idee di ricerca talentuose, pilastri fondamentali per la crescita e lo sviluppo

Al seminario sono intervenuti Fulvio Esposito, "emerito" dell’Univers?ità di Camerino e Chiara Biglia, responsabile del Servizio talenti e ambiente della ricerca del Politecnico di Torino. “I miei amici marchigiani fanno da sempre le scarpe. Ottime calzature che però non innalzano la linea del Pil: purtroppo, noi per l’innovazione siamo in serie C. E non va bene, siamo dietro alle nazioni trainanti, con Estonia e Lituania. Inoltre, abbiamo una parte del Paese agganciata all’Europa che corre. La risposta? È fondamentale attrarre ricercatori. Giovani che mettono le loro idee innovative nei prodotti. Attrarre formare e trattenere i talenti ci dà una mano a raggiungere buoni risultati” ha spiegato brillantemente il professor Esposito. Cinzia Biglia ha aggiunto: “Vanno colte le opportunità del Pnrr. Noi, su questo fronte, stiamo formalizzando i progetti e lavoriamo al quarto piano d’azione. Peraltro, abbiamo inserito la Strategia dentro il Piano strategico 2018/24, così come indica l’Unione europea. Più in generale, la sfida passa dall’attenzione al welfare e alle pari opportunità, al coinvolgimento di ricercatori appartenenti a tutte le categorie scientifico-disciplinari, al project manager inserito all’interno della direzione ricerca. E abbiamo creato un percorso che fa riferimento a un ambiente sano, attento ai bisogni, al benessere e alle carriere dei giovani e delle giovani. Infine, ci muoviamo, grazie alle intese con altri atenei, per attrarre i ricercatori anche dall’estero”.

Una fase della lectio di Fulvio Esposito, "emerito" dell'Università di Camerino
Una fase della lectio di Fulvio Esposito, "emerito" dell'Università di Camerino

Lunedì 5 dicembre 2022. Aula magna del rettorato, Palazzo Belgrano

Seminario UniCa sulla strategia HRS4R. Il programma dei lavori

Verso la candidatura di UniCa all’ottenimento del label HR Excellence in Research

 

SALUTI ISTITUZIONALI

  • Francesco Mola, Magnifico Rettore dell’Università di Cagliari
  • Alessandra Carucci, Prorettrice delegata per l’Internazionalizzazione

INTERVENTI

  • Fulvio Esposito, professore emerito dell’Università di Camerino
    UniCa entra nella comunità della Human Resources Strategy for Researchers - Perché non sia un esercizio di ticking boxes
     
  • Chiara Biglia, responsabile Servizio sviluppo talenti e ambiente della ricerca del Politecnico di Torino
    I benefici dell’adesione alla Human Resources Strategy for Researchers: l’esperienza del Politecnico di Torino

DIBATTITO E CONCLUSIONI

  • Moderazione a cura di Alessandra Carucci
In alto, Francesco Mola e Alessandra Carucci. Sotto: Fulvio Esposito e Chiara Biglia
In alto, Francesco Mola e Alessandra Carucci. Sotto: Fulvio Esposito e Chiara Biglia

La partecipazione è aperta a tutti i docenti e i ricercatori come pure a tutto il personale tecnico amministrativo-bibliotecario, ai dottorandi, agli assegnisti e ai borsisti

Il seminario si inserisce nelle iniziative di divulgazione della strategia Hrs4r all’interno dell’ateneo, nelle attività dell’alleanza Educ e del progetto H2020 Educ-Share.

La slide sulla fase Bottom-up commentata dal professor Esposito
La slide sulla fase Bottom-up commentata dal professor Esposito

Tra gli intenti dell’ateneo c’è il potenziamento della visibilità internazionale e dell’attrattività verso ricercatrici e ricercatori italiani e stranieri, in linea con le politiche dell’ERA per la creazione dello spazio europeo della ricerca

ENDORSEMENT Unione Europea. Lo scorso 10 novembre è giunta la comunicazione di conferma. La Commissione Europea ha accettato la candidatura dell’Università di Cagliari al percorso per l’ottenimento del prestigioso sigillo HR Excellence in Research con l’attuazione della Human Resources Strategy For Researchers (HRS4R). Il processo prosegue con le successive tappe, coordinate da una cabina di regia, insediata il 9 dicembre 2021, composta dal rettore Francesco Mola con i prorettori Gianni Fenu (vicario, con delega per Ict e sport), Luciano Colombo (Ricerca) e Alessandra Carucci (Internazionalizzazione). Ne fanno inoltre parte i delegati del rettore Luigi Raffo (Progetti internazionali), Donatella Rita Petretto (Integrazione sociale e diritti delle persone con disabilità) ed Elio Usai (Qualità dei processi e dei servizi), con il direttore generale Aldo Urru, la presidente del Comitato unico di garanzia Ester Cois, il coordinatore del Presidio per la qualità di ateneo Guido Ennas, il coordinatore della Consulta dei dottorati Giuseppe Sergioli, il presidente del Nucleo di valutazione Stefano Usai, il dirigente della Direzione personale, organizzazione, performance, Fabrizio Cherchi, il dirigente della Direzione ricerca e territorio Gaetano Melis, la responsabile della Gestione procedura HRS4R in UniCa, Elisabetta Cagetti

HRS4R. Human Resources Strategy For Researchers è un percorso di accreditamento volontario, orientato alla valorizzazione e al miglioramento di iniziative a supporto dei ricercatori. Scopo principale è quello di migliorare le condizioni di lavoro di tutti i ricercatori e ricercatrici di UniCa per rendere l’ambiente di lavoro stimolante, tutelante e attraente per i migliori talenti. Il processo certifica gli enti che decidono di implementare iniziative finalizzate all’attuazione della Carta europea dei ricercatori e del Codice di condotta per il loro reclutamento (C&C), un corpus di principi sanciti dall’Unione Europea per regolare diritti e doveri di atenei, enti di ricerca e ricercatori, con un’attenzione particolare alle procedure di assunzione, secondo i principi "Open, Transparent e Merit-based Recruitment" (Otmr).

I vari passaggi legati alla Gap analisys
I vari passaggi legati alla Gap analisys

Per la Commissione Europea il termine Researcher è inteso nel senso più ampio e comprende tutti i ricercatori, dal dottorando all’ordinario

PROCEDURE. Prendono il via i dodici mesi entro cui UniCa dovrà presentare il dossier relativa alla fase iniziale, con il coinvolgimento del personale dedicato alla ricerca e ai processi amministrativi a supporto. Si tratta di un percorso ambizioso di miglioramento continuo, un impegno ciclico di lungo termine per tutte le componenti della nostra Università e, al fine di allineare quanto più possibile le politiche interne con i principi delineati dai documenti della C&C, UniCa giungerà alla formulazione di azioni migliorative relative allo sviluppo professionale, alla formazione continua, alla ricerca, alla valorizzazione della mobilità, al miglioramento dell’ambiente lavoro, al supporto per l’accesso a finanziamenti competitivi per la ricerca, al reclutamento e alla valorizzazione delle pari opportunità e, non ultimo, alla non discriminazione, in coerenza con quanto l'ateneo sta già attuando nell’ambito del Piano di uguaglianza di genere.

STRUTTURA INTERNA. La compagine d’ateneo per l'implementazione dell’HRS4R è costituita da organi di governo dell’ateneo (tra cui il rettore, il direttore generale, il senato accademico e il consiglio di amministrazione), un comitato direttivo (SC, responsabile della supervisione del processo di implementazione di HRS4R, fornendo indicazioni e informando gli organi direttivi), Gruppi di lavoro tecnici (TWG: quattro gruppi specifici sugli aspetti etici e professionali, sul reclutamento e la selezione, sulle condizioni di lavoro e sicurezza sociale, sulla formazione e lo sviluppo) e Focus group dei ricercatori (RFG). Tutti i dettagli sono riportati nella sezione di Unica.it dedicata alla HRS4R Strategy (LINK).

Ricercatori e ricercatrici, un popolo da mettere nelle condizioni di lavoro ideali
Ricercatori e ricercatrici, un popolo da mettere nelle condizioni di lavoro ideali
Cagliari. Aula magna affollata per il seminario su ricercatori ed eccellenza
Cagliari. Aula magna affollata per il seminario su ricercatori ed eccellenza

Link

Ultime notizie

06 febbraio 2023

BullyBuster, il tour dell’acchiappa-bulli nelle scuole d'Italia

Dopo il via in un istituto di Avellino, ora è il turno del Liceo Motzo di Quartu Sant'Elena per la presentazione e prova pratica del sistema multidisciplinare messo a punto dai ricercatori delle università di Napoli, Cagliari, Foggia e Bari. Per UniCa il referente scientifico è il professor Gian Luca Marcialis: “La piattaforma e l’app per smartphone e pc sono ora a disposizione di ragazzi, famiglie, scuole e forze dell'ordine. Andando nelle scuole riusciamo a far ‘toccare con mano’ il semplice modo con cui le soluzioni avanzate, permesse dagli algoritmi dell’intelligenza artificiale e unite al diritto e alla psicologia, riescono ad essere estremamente utili per il rilevamento e il contrasto delle azioni di bullismo o cyberbullismo”

05 febbraio 2023

Torna la Coppa Rettore di calcio a 11. Adesioni entro venerdì

SCADENZA ISCRIZIONI IL 10 FEBBRAIO. Il torneo universitario 2023 è organizzato dal Cus Cagliari in collaborazione con l’ateneo. Ogni squadra (necessario per tutti il certificato medico) può essere composta da un numero illimitato di studenti, anche appartenenti a facoltà diverse, che per tutta la durata del campionato non potranno giocare con nessun altro team partecipante

03 febbraio 2023

Addio all'architetto Giovanni Carbonara

Si è spento mercoledì primo febbraio a Roma il professor Giovanni Carbonara, maestro di restauro, capofila della cosiddetta “scuola romana”. Aveva ottant’anni. Il prossimo 31 maggio avrebbe dovuto essere a Cagliari, ospite della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio del nostro ateneo. Pubblichiamo un suo ricordo a cura delle docenti Caterina Giannattasio, Donatella Rita Fiorino e Valentina Pintus.

03 febbraio 2023

PREMI ERC. Le ricerche di Miriam Melis al top in Europa

NEUROSCIENZE. L’ateneo tra le università e centri scientifici di grande prestigio internazionale. Il riconoscimento di eccellenza alla professoressa del dipartimento di Scienze biomediche porta a Cagliari un finanziamento di circa 2 milioni di euro per il proseguo degli studi sulla dopamina e sulla sua importanza nei meccanismi di elaborazione degli stimoli sensoriali e nell’ambito dei disturbi inerenti apprendimento, sviluppo, comportamento e interazioni sociali. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie