UniCa UniCa News Notizie Oltre 100mila presenze per "Equinozio dei saperi"

Oltre 100mila presenze per "Equinozio dei saperi"

Grande successo a Roma per la notte bianca universitaria in occasione del cinquantesimo anniversario dell’Unione Europea
26 marzo 2007
R A S S E G N A   W E B

Grande successo a Roma per la notte bianca universitaria in occasione del cinquantesimo anniversario dell’Unione Europea
 
 
 
 
Roma, 25 marzo 2007- Oltre 100.000 persone che hanno potuto trascorrere la notte dividendosi tra lezioni, meeting e più di cento spettacoli culturali. Sono i numeri dell’"Università della notte - Europa dei Saperi" che fino all’alba ha trattenuto migliaia di studenti e curiosi di tutte le età tra i viali e le aule di sei atenei della Capitale: "Sapienza", "Tor Vergata", "Roma Tre", Luiss, Iusm e Link Campus - University of Malta.
L’iniziativa, arrivata alla seconda edizione, è stata promossa dal Comune di Roma in collaborazione con la Comunità Europea, nell’ambito dei festeggiamenti per il cinquantesimo anniversario della firma dei Trattati di Roma.
Europa che è stata al centro di gran parte dei dibattiti e convegni che si sono succeduti durante la manifestazione, con grande partecipazione dei giovani interessati a dire la loro opinione sul passato, ed in particolare sul futuro, del vecchio Continente. Tutto la manifestazione è stata seguita in diretta da Radio Città Futura, con degli stand in ognuno dei sei Atenei.

Parole e musica si sono alternate nella Città Universitaria della "Sapienza", dove per più di sei ore si sono concentrati circa 40.000 visitatori. Il via alla notte è stato dato dall’incontro "L’Europa di chi costruisce l’Europa", a cui hanno presenziato, oltre al Magnifico Rettore Renato Guarini, anche Margot Wallstrom, vice presidente della Comunità Europea ed Emma Bonino, Ministro delle Politiche Comunitarie.
Poi, nelle diverse aule, sono cominciate le lezioni, moderate da giornalisti come Michele Cucuzza, Annalisa Spezie, Mimosa Martini e Francesco Giorgino, sui temi dell’Europa, dalle radici dell’istituzione, passando per lo sviluppo sostenibile, fino ad arrivare ai temi caldi della lotta alla criminalità e del lavoro.
In contemporanea, sempre alla "Sapienza", l’autore cinematografico e teatrale Vincenzo Cerami leggeva "L’ecclesiaste", con la musica del maestro Aidan Zammit.
Non sono poi mancati proiezioni di film e cortometraggi realizzati dagli studenti, mostre fotografiche e spettacoli di cabaret.
A chiudere la notte l’evento forse più atteso dagli studenti, il concerto in Aula Magna, stracolma, che è stato aperto dall’esibizione di gruppi Erasmus, seguiti poi dalla band emergente Le Mani, che hanno cantato buona parte del loro repertorio tra cui la hit che rimbalza nelle radio "Stai bene come stai".
A seguire è salito sul palco Luca Carboni, mito di tante generazioni, che intervistato da Massimo Cotto, ha alternato racconti sulla sua lunga carriera con l’esecuzione acustica di tanti suoi successi, da "Ragazzi ci stiamo sbagliando" a "Silvia lo sai", fino ad arrivare a "Le ragazze" e "Mare mare".
Ma l’artista ha detto la sua anche sull’Europa e i giovani: "La mia generazione ha assistito a nuovi stimoli che arrivavano dall’Europa, e anche i ragazzi di oggi hanno l’obbligo di stare in questo tempo e di prendere ciò che offre".
L’ultimo a salire sul palco è stato il giovane cantautore romano Pier Cortese che ha eseguito i suoi successi come "Souvenir" e il brano presentato quest’anno al Festival di Sanremo, "Non ho tempo".
Tutta la manifestazione è stata seguita in diretta dalla radio d’Ateneo, Radio Sapienza, che, con i suoi studenti-inviati, ha trasmesso sul web interviste, approfondimenti e curiosità.
 
La cultura ed il divertimento non sono mancate anche negli altri Atenei coinvolti nella Notte Bianca.
A Tor Vergata si sono alternati i concerti dei gruppi Cor Veleno e Officina Zoè, per poi passare alle risate d’autore con il comico Dario Vergassola e le sue "Interviste impossibili". A Roma Tre si è spaziato dalla musica classica di Mozart alla dance, con proiezioni di filmati e cortometraggi sull’Europa. Tanto sport e balli di gruppo allo Iusm, l’istituto per le scienze motorie, mentre alla Luiss l’hanno fatta da padrone sfilate di moda, esposizioni di Ferrari e cortometraggi. Cross-medialità, discoteca e performance teatrali alla Link University of Malta, dve gli studenti hanno anche organizzato una mostra fotografica sui grandi del jazz.
Grande partecipazione e vitalità quindi in tutti gli Atenei, che nonostante la pioggia, sono stati riempiti dall’entusiasmo di giovani e non, per una notte di festa e cultura in nome dell’Europa.
 

 
FONTE
 
 
 


IN RETE
 
 
 
 
 
 
 

Ultime notizie

02 dicembre 2022

Disturbi del neurosviluppo e dipendenze patologiche, un problema trascurato

Dalla Cittadella di Monserrato una linea diretta con le tre giornate di lavori del 4° Forum nazionale sulle dipendenze patologiche, in corso a Riva del Garda. L’iniziativa - coordinata dalla prorettrice per il presidio della Cittadella universitaria, Paola Fadda - si svolge grazie alla collaborazione tra il Dottorato di ricerca in neuroscienze dell’Università di Cagliari e l’Istituto di neuroscienze del Cnr insieme ai colleghi medici e farmacologi di Verona

02 dicembre 2022

L’Università di Cagliari verso l’award ''HR Excellence in Research''

Lunedì 5 dicembre 2022 nell’aula magna del rettorato il seminario istituzionale per presentare la strategia dell’ateneo e il lavoro della Struttura interna e della Cabina di regia che soprintendono a tutte le fasi di attuazione della Human Resources Strategy for Researchers (HRS4R) per ottenere il riconoscimento ufficiale dalla Commissione Europea. Ospiti e relatori dell'evento il professore emerito Fulvio Esposito (Università di Camerino) e la dottoressa Chiara Biglia (Politecnico di Torino)

30 novembre 2022

Municipalità, social e pandemia: lo stato dell'arte con Le parole giuste

La comunicazione pubblica delle amministrazioni comunali in Sardegna durante il lockdown. Epic Pops, progetto diretto dal sociologo Alessandro Lovari, ha analizzato circa 70 mila post pubblicati nel periodo pandemico sulle pagine istituzionali facebook e instagram dei municipi della Sardegna. Sono stati presentati i risultati nel corso del seminario che si è tenuto nell’aula magna Maria Lai. Contattati i 377 comuni isolani

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie