UniCa UniCa News Notizie Università: da aprile nuovo bando per il "rientro dei cervelli"

Università: da aprile nuovo bando per il "rientro dei cervelli"

In una lettera del Ministro al CUN spiraglio positivo anche per la sorte dei quasi 450 ricercatori rientrati in Italia dal 2001
26 marzo 2007
Potrebbe essere operativo da aprile il primo bando per il piano per il cosiddetto “rientro dei cervelli”. La sorte dei quasi 450 ricercatori tornati finora in Italia dal 2001 ad oggi potrebbe essere positiva. Il Ministro della Ricerca e dell’Università, Fabio Mussi, ha scritto al Cun una lettera che apre concreti spiragli per la loro stabilizzazione in ruolo come docenti.
 
Il “rientro dei cervelli” – inventato dall’allora Ministro Letizia Moratti con un decreto del 2001, prorogato nel 2003 e nel 2005 – si era fermato al 31 gennaio dello scorso anno: da quella data niente più fondi né programmi specifici. Il sottosegretario del Ministero dell’Università e della Ricerca scientifica spiega su Il Sole 24 Ore di sabato scorso: “Abbiamo già trasmesso per i pareri di rito il decreto di rifinanziamento, il primo bando varrà circa 3 milioni di euro e potrebbe partire già dal prossimo mese”. Si tratta di un piano che potrebbe aprire le porte degli atenei italiani a circa un centinaio di ricercatori, con contratti che Modica ipotizza di una durata da uno a quattro anni, e con dotazioni per la ricerca.
 
Niente da fare invece per i nuovi incentivi da destinare alle università per la stabilizzazione dei ricercatori rientrati: “Vogliamo vedere prima come vanno a finire le circa 40 richieste arrivate finora dagli atenei”, ha chiarito il sottosegretario. Si tratta di richieste che ora potranno contare sulla “svolta” contenuta nella lettera che il Ministro ha mandato al Cun, in cui chiede di rivedere l’interpretazione della legge (la l. 230/05) per “consentire e agevolare la stabilizzazione in ruolo” di chi è già rientrato. E’ infatti il Consiglio Universitario Nazionale che esprime il parere sulla permanenza in Italia di chi è stato richiamato dall’estero. Finora il Cun aveva stabilito – in una delibera di luglio – che chi non possedeva già il titolo di professore ordinario o associato (o “titoli equivalenti”) non poteva salire in cattedra.
 
La mossa del Ministro intende superare questa indicazione: l’abilitazione si potrà conquistare anche in base alla valutazione della ricerca e del “periodo di docenza” svolti dal ricercatore rientrato.
 

Ultime notizie

02 dicembre 2022

Disturbi del neurosviluppo e dipendenze patologiche, un problema trascurato

Dalla Cittadella di Monserrato una linea diretta con le tre giornate di lavori del 4° Forum nazionale sulle dipendenze patologiche, in corso a Riva del Garda. L’iniziativa - coordinata dalla prorettrice per il presidio della Cittadella universitaria, Paola Fadda - si svolge grazie alla collaborazione tra il Dottorato di ricerca in neuroscienze dell’Università di Cagliari e l’Istituto di neuroscienze del Cnr insieme ai colleghi medici e farmacologi di Verona

02 dicembre 2022

L’Università di Cagliari verso l’award ''HR Excellence in Research''

Lunedì 5 dicembre 2022 nell’aula magna del rettorato il seminario istituzionale per presentare la strategia dell’ateneo e il lavoro della Struttura interna e della Cabina di regia che soprintendono a tutte le fasi di attuazione della Human Resources Strategy for Researchers (HRS4R) per ottenere il riconoscimento ufficiale dalla Commissione Europea. Ospiti e relatori dell'evento il professore emerito Fulvio Esposito (Università di Camerino) e la dottoressa Chiara Biglia (Politecnico di Torino)

30 novembre 2022

Municipalità, social e pandemia: lo stato dell'arte con Le parole giuste

La comunicazione pubblica delle amministrazioni comunali in Sardegna durante il lockdown. Epic Pops, progetto diretto dal sociologo Alessandro Lovari, ha analizzato circa 70 mila post pubblicati nel periodo pandemico sulle pagine istituzionali facebook e instagram dei municipi della Sardegna. Sono stati presentati i risultati nel corso del seminario che si è tenuto nell’aula magna Maria Lai. Contattati i 377 comuni isolani

29 novembre 2022

Con la Rete delle università sostenibili, l’ateneo di Cagliari in luce per la Settimana europea dei rifiuti

Terza missione sempre uno dei punti di forza del nostro ateneo. In occasione dell'European Week for Waste Reduction, le attività di UniCa in particolare evidenza con gli interessanti progetti di economia circolare curati dai professori Mauro Coni e Aldo Muntoni (Dipartimento di ingegneria civile, ambientale e architettura), presentati recentemente anche nel programma Linea Verde Life su Rai1

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie