UniCa UniCa News Notizie Chiavette USB per gli studenti francesi

Chiavette USB per gli studenti francesi

Corriere della sera: a Parigi e dintorni verranno distribuiti 175 mila "pezzi" con tutti i programmi necessari per un normale utilizzo del computer
07 febbraio 2007
R A S S E G N A   W E B
 
   
Francia, 6 febbraio 2007. Lo scorso primo febbraio, il consiglio regionale della Île-de-France ha annunciato un progetto di sensibilizzazione degli studenti circa le tecnologie informatiche. Grazie a un investimento di oltre due miliardi e mezzo di euro, a partire dal prossimo settembre verranno distribuite in tutta la regione delle chiavette Usb da 1 GB dotate di tutti i programmi base necessarie per un normale utilizzo del computer; in questo modo gli studenti potranno accedere ai software da qualsiasi terminale sia scolastico che casalingo. Anche Parigi fa parte dell’Île-de-France e, in tutto il territorio regionale, si conteranno 130 mila pezzi destinati ai liceali francesi e 45 mila ai ragazzi iscritti al primo anno di altri istituti di formazione.
 
MOLTO OPEN SOURCE. Le chiavette Usb ospiteranno una serie di software precaricati, tutti esclusivamente open source; non è necessario dover acquistare programmi proprietari, perché il mondo dell’open source produce applicazioni alternative valide e complete. Nella chiave in dotazione sono presenti: la suite sostituiva di Office per comporre testi, fogli di calcolo e presentazioni, un browser per navigare su internet, un’applicazione per leggere la posta elettronica, un programma di instant messaging per mantenere i contatti con gli amici e un lettore multimediale per riprodurre audio e video.
 
POCO COMPATIBILE. L’attenzione generale si è immediatamente soffermata sui software open source, trasformando il progetto in una sensibilizzazione nei confronti del software libero; lo dimostrano le interpretazioni di Zdnet, Cnet e Silicon. In realtà, tutte le applicazioni presenti parrebbero compatibili solo con il sistema operativo Windows, tralasciando le altre piattaforme; la scelta delle applicazioni presenti non sembra, quindi, essere una promozione del software libero, quanto piuttosto, una selezione necessaria per contenere i costi ed evitare problemi di copyright.
 
Marina Rossi

Ultime notizie

06 ottobre 2022

Presentazione dei risultati del progetto di ricerca BIRDIE-S

Oggi, nell’aula magna del rettorato di Cagliari, si svolge il convegno sugli importanti studi condotti dalle ricercatrici e dai ricercatori di Enel Foundation, Università di Cagliari e Politecnico di Torino sulle opportunità e prospettive per la Sardegna, che può ambire a diventare un polo di eccellenza per lo studio e l’attuazione delle politiche di transizione energetica. Anche alla luce dell’attuale scenario internazionale, si parla di elettrificazione dei consumi, dello sviluppo di comunità energetiche rinnovabili, di stabilità dei prezzi e della sicurezza energetica. Fabrizio Pilo, prorettore all'innovazione e ai rapporti con il territorio: "L'obiettivo è creare le condizioni affinché la Sardegna diventi il riferimento internazionale per la transizione energetica, dalla quale può ottenere grandi benefici ambientali, sociali ed economici". L'EVENTO ANCHE IN STREAMING, SU TEAMS

06 ottobre 2022

Urban Nature 2022

L’8 ottobre torna in tutta Italia "Urban Nature", sesta edizione dell’iniziativa promossa dal WWF per diffondere il valore e la cura della natura in città per il benessere delle persone. Al convegno organizzato nel Parco di Molentargius partecipano esperti e ricercatori universitari. Appuntamento alle 10, nell’edificio Sali Scelti del Parco naturale regionale Molentargius-Saline

05 ottobre 2022

Igag days, si parla di Capitale Naturale

Dal 6 ottobre due giornate in cui il personale dell’Istituto di geologia ambientale e geoingegneria del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Igag) proveniente dalle sedi di Roma, Milano e Cagliari si riunisce in Sardegna per discutere dei temi di ricerca nel campo delle scienze delle Terra solida. Apertura dei lavori nell'Aula magna di via Marengo con la partecipazione del direttore del DICAAR Giorgio Massacci

05 ottobre 2022

Innovation Campus, Samsung e Università di Cagliari annunciano la prossima edizione

Mentre è in conclusione il corso 2022 - a fine ottobre le premiazioni dei migliori finalisti - l'ateneo e la company coreana confermano l'iniziativa anche per il 2023. Intelligenza artificiale e Internet of things al centro dei training a cui potrà partecipare gratuitamente una selezione di studenti e studentesse provenienti dalle facoltà STEM di UniCa. Il prorettore vicario con delega all'ICT, Gianni Fenu: "Un’ulteriore esperienza di crescita per i partecipanti, in termini di arricchimento professionale e funzionale al miglior inserimento nei contesti lavorativi pubblici e privati”

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie