UniCa UniCa News Notizie Via libera al WiFi gratis in Italia

Via libera al WiFi gratis in Italia

L’operatore Free-hotspots.com ha trovato un modo per rendere legale e piu immediato l’accesso ai propri 56 hot spot da luoghi pubblici
17 gennaio 2007
R A S S E G N A   W E B

Nonostante l’accordo stipulato nel novembre scorso è sempre guerra commerciale tra Novel e Microsoft. A pochi giorni dal debutto di Vista, il nuovo sistema operativo Microsoft, Novell lancia una campagna a favore della convenienza del proprio SUSE Linux Enterprise Desktop (SLED) 10, che integra gratuitamente anche la suite Open Office 2.
 
 

LA STAMPA

 
Si avvicina la data di rilascio della versione consumer del sistema operativo più atteso degli ultimi tempi. Nelle aspettative di Microsoft, e dei tanti produttori di computer, Vista è certamente al primo posto ma c’è qualcun’altro che corre ai ripari per ribadire al pubblico un’alternativa.
Si tratta di Novell, paladina della crociata dei sistemi operativi open source contro quelli proprietari, che ha reso pubblico, con evidente tempestività, l’ennesimo report in cui si dimostra che Suse Linux Enterprise Desktop 10 costerebbe alle aziende il 10% di Vista.
Novell fa un confronto basato sui costi di sottoscrizione. A fronte di un investimento di 50 dollari per un anno, 125 per tre, di Suse Linux, Microsoft ne richiede 385 (299 di licenza e 86 di manutenzione) per un anno e 557 dollari per tre. A questo dato Novell aggiunge che nel pacchetto da 50 dollari è compresa la suite OpenOffice mentre, scegliendo l’alternativa Microsoft, si dovrebbe mettere in conto un costo compreso tra 400 e 500 dollari.
Le argomentazioni di Novell sono ben illustrate in uno specifico sito e riguardano, oltre al puro costo dei prodotti, anche il Tco (total cost of ownership), ovvero il costo distribuito negli anni comprensivo anche dei servizi di assistenza, formazione e manutenzione.
La casa americana, inoltre, sottolinea il fatto che, per usare Suse non è necessario avere un Pc particolarmente prestante mentre uno dei problemi di Vista sarà certamente l’esigenza di un hardware all’altezza.
Il costo della manutenzione, inoltre, per chi adotterà Vista in ambito aziendale, secondo Novell dovrebbe incrementarsi di 87 dollari all’anno. Una simulazione che considera un’azienda con 25 installazioni di Vista e con Microsoft Systems Management Server 2003 prevede una spesa complessiva di gestione di circa 6mila dollari.
Se si considera Windows Server 2003 e i soliti 25 Vista si scende a 4mila dollari o anche a circa 2mila a seconda della tipologia di licenza scelta. Per la gestione di una infrastruttura simile, invece, Novell chiederebbe 1700 dollari.
Insomma, a novembre, tra squilli di trombe e annunci sulla stampa, Novell e Microsoft avevano stretto un accordo per risolvere i problemi di incompatibilità tra Windows e Linux e ora? Beh, gli affari sono affari.
  
 

 
IN RETE
 
- novell . com
 
 

Ultime notizie

25 giugno 2022

Antonio Pigliaru, un pensiero ancora attuale che sfida il presente

Convegno internazionale di ampio respiro sull'opera dello studioso sardo, a 100 anni dalla nascita. In Aula Maria Lai si sono confrontati sui suoi studi docenti e ricercatori di tutto il mondo: in tutti gli interventi è emerso l'estremo rigore della sua ricerca, il metodo e la passione che costringono a confrontarsi senza retorica sui suoi scritti, a partire dalla nuova edizione del volume più noto

24 giugno 2022

International Smart City School 2022: the challenge of climate change

SUMMER SCHOOL EUROPEA A CAGLIARI. Dal 20 giugno sono iniziate le attività della scuola internazionale sulle smart cities e la sfida imposta dal cambiamento climatico. L’iniziativa dell’Università di Cagliari, curata dal docente Luigi Mundula e organizzata insieme agli altri atenei Ue dell’alleanza Educ - Paris Nanterre, Rennes 1, Potsdam, Masaryk, Pécs - impegnerà studenti e professori delle sei università fino al primo luglio. In programma un ricco calendario di lezioni in lingua inglese, eventi, aperiNET, lavori di gruppo, visite di studio e culturali, con ampio spazio all’interazione dei partecipanti internazionali

24 giugno 2022

Un percorso che punta sulle persone: inaugurato oggi il master in gestione delle risorse umane

“L’obiettivo è agire sul territorio per rilanciarlo attraverso la formazione di profili di alta professionalità”: così Gianni Fenu, prorettore vicario dell’Università di Cagliari, ha aperto l’incontro inaugurale del master di II livello in Gestione e sviluppo delle risorse umane, che formerà 36 professioniste e professionisti nel settore della gestione e valorizzazione del personale.

23 giugno 2022

Gestione e sviluppo delle risorse umane: il 24 giugno l’evento inaugurale del master

Nasce in collaborazione con l’ASPAL il nuovo master dell’Università di Cagliari dedicato a formare nuovi manager delle risorse umane. Si tratta di figure chiave per le imprese, sempre più impegnate non solo nel controllo, ma anche nella valorizzazione del personale. L’evento di inaugurazione si svolgerà alle 10 nell’Aula Magna del Rettorato, in via Università 40

Questionario e social

Condividi su: