Bollino Grin 2006

Certificazione di qualità: il corso di laurea di informatica del nostro Ateneo ha ottenuto il "Bollino GRIN" anche per l’anno 2006.
19 luglio 2006
Certificazione di qualità: il corso di laurea di informatica del nostro Ateneo ha ottenuto il "Bollino GRIN" anche per l’anno 2006.
 
Con il nuovo ordinamento degli studi universitari (il cosiddetto 3+2)  vi è il rischio reale che - soprattutto nei settori ad alto impatto occupazionale, come l’informatica - si scateni la corsa ad offrire formazione universitaria che ha poi un livello reale di qualità molto basso.
 
Le famiglie e gli studenti sono un po’ disorientati da questa proliferazione: si teme di compiere scelte sbagliate, sotto la spinta di sapienti operazioni pubblicitarie. D’altro canto, per moltissimi genitori è difficile avere la sofisticata preparazione necessaria per distinguere tra due corsi di laurea apparentemente uguali.

Anche il mercato del lavoro rischia di non riuscire a capire bene se un corso di laurea è sufficientemente buono. Per l’informatica questo problema è particolarmente sentito ed estremamente delicato, perché tutti ormai abbiamo in qualche modo a che fare con un calcolatore e siamo consapevoli della sua sempre crescente importanza e presenza nella società. Ma, come è ben noto per quanto riguarda le automobili, una cosa è saperle guidare (abilità ormai universale) ed un cosa ben diversa è saperle progettare (abilità che posseggono gli ingegneri meccanici).

Per questo motivo il GRIN, l’Associazione italiana dei docenti universitari di informatica, ha introdotto a partire dal 2004 un marchio di qualità, denominato "Bollino GRIN", che certifichi la bontà dei corsi di laurea in informatica. Le regole ed i risultati del processo di erogazione del marchio di qualità sono pubblici, per garantire a studenti e famiglie la massima trasparenza in un servizio critico per orientare la scelta in materia di studi universitari. Il processo viene gestito e condotto, a partire dal 2005, con la collaborazione dell’AICA (Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico).
L’informatica è il primo dei corsi di laurea del 3+2 che ha definito, con il patrocinio della CRUI, la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, un marchio di qualità valido a livello nazionale per la formazione universitaria. Se questa certificazione non è ancora riconosciuta a livello formale, a livello sostanziale comunque garantisce che i laureati in un corso di laurea con tale certificazione hanno una visione completa di tutte le problematiche collegate all’informatica.

La certificazione si ottiene in basi a vari criteri: un adeguato numero di docenti dell’area INF/01, che ci siano almeno 78 crediti nel settore dell’Informatica e che almeno 7 delle 11 aree individuate abbiano almeno 6 crediti, proprio per garantire che la formazione dei laureati sia ad ampio spettro e non specifica in un solo settore. Inoltre, per i crediti nel settore INF/01 e da quest’anno anche in MAT, devono essere indicati anche i sillabi, secondo un documento prodotto dalla Commissione Didattica del Grin.

Il corso di Laurea di Informatica dell’Università di Cagliari ha ottenuto il Bollino GRIN anche per l’anno 2006, certificando così la qualità del corso.
 
G. Michele Pinna
Presidente del Consiglio di Classe di Informatica e Tecnologie Informatiche
 
 

Ultime notizie

11 agosto 2022

Dottorati di ricerca, boom delle borse di UniCa

Dalle 77 dell’anno precedente passano a 133 per il XXXVIII ciclo. Il rettore Francesco Mola: “Grande sforzo dell’Ateneo che punta decisamente sui propri giovani, dando loro una straordinaria opportunità di formazione avanzata e di crescita professionale, e sullo sviluppo del territorio, mirando a tematiche di grande urgenza e di alto impatto”

10 agosto 2022

Comunicazione, festoso approfondimento tv dei cinque corsi di laurea presentati al Poetto

La puntata sul successo della festosa, affascinante e inedita presentazione nel Lungomare è andata in onda all'interno di "Panorama sardo - speciale estate". "La cultura va alla città e viceversa" dice Antioco Floris. "Siamo qui per catturare un pubblico sempre più vasto" aggiunge Ester Cois. "Lavoriamo per essere sempre più vicini e inclusivi" rimarca Elisabetta Gola. All'interno il link per la visione

08 agosto 2022

Nuraghe project, nuove scoperte grazie ai rilievi LiDAR da drone del CNR ISPC

Grazie all’accesso ai laboratori dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR ISPC) parte dell’infrastruttura di ricerca per l’Heritage Science (E-RIHS), gli archeologi dell’Università di Cagliari guidati da Riccardo Cicilloni hanno ottenuto importanti risultati nel sito nuragico di Bruncu 'e s'Omu nel territorio di Villa Verde in provincia di Oristano

05 agosto 2022

Nasce «The Hadron Academy»

Aperte le iscrizioni al primo dottorato in Italia dedicato allo sviluppo tecnologico e biomedico dell’adroterapia, forma avanzata di radioterapia che utilizza particelle pesanti come protoni e ioni carbonio per trattare i tumori più complessi. Coordinato da Annalisa Bonfiglio, e promosso dal CNAO, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica e dalla Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, insieme all’Università degli Studi di Cagliari, è aperto a 5 studenti meritevoli a cui saranno assegnate altrettante borse di studio, una delle quali messa a disposizione dal nostro Ateneo. Iscrizioni aperte a medici, fisici medici, biologi, bioingegneri, ingegneri di processo, fisici, giuristi, economisti, filosofi

Questionario e social

Condividi su:
Impostazioni cookie