UniCa UniCa News Notizie “Ma che genere di cucina”: discriminazioni, linguaggio e rappresentazione di genere

“Ma che genere di cucina”: discriminazioni, linguaggio e rappresentazione di genere

FORMAZIONE GIORNALISTI. Il corso di aggiornamento professionale promosso e curato da Giulia giornaliste, Università di Cagliari e Odg Sardegna, ha approfondito e denunciato stereotipi e modalità cristallizzate nei linguaggi inerenti il mondo dei fornelli e l’immagine della donna
10 febbraio 2022
Aula Capitini, 10 febbraio 2022 - L'intervento introduttivo del rettore dell'Università di Cagliari, professor Mola. Al tavolo, da sinistra: Francesco Birocchi, Susi Ronchi, Francesco Mola, Roberta Celot, Elisabetta Gola, Ester Cois

Mario Frongia

 

FORMAZIONE GIORNALISTI. Francesco Mola, Elisabetta Gola ed Ester Cois introducono a Sa Duchessa la ripresa dei corsi professionali in presenza

Oggi, giovedì 10 febbraio, dalle 14.30 alle 18.30, l’aula Capitini - facoltà Studi Umanistici, piazza D’armi, Cagliari – ha ospitato il corso di formazione per giornalisti dal titolo “Ma che genere di cucina”. Il corso - curato da Giulia giornaliste, Università di Cagliari e Ordine dei giornalisti della Sardegna - introduce il discorso dell’ottica di genere nel linguaggio giornalistico.

Iniziativa promossa e curata da Giulia giornaliste con OdG e UniCa
Iniziativa promossa e curata da Giulia giornaliste con OdG e UniCa

Ai giornalisti partecipanti verranno assegnati quattro crediti formativi. L’aula, in base alle regole del protocollo di Ateneo, prevede 150 posti a sedere. Per i partecipanti necessario il green pass e indossare la mascherina Ffp2, con il suggerimento di prenotare l'iscrizione al corso sulla piattaforma digitale dell’Ordine.

Oltre una cinquantina i giornalisti partecipanti al primo corso in presenza del 2022, dopo due anni di sospensione, organizzato da Giulia Giornaliste con l'Ordine regionale dei Giornalisti e l'Università di Cagliari
Oltre una cinquantina i giornalisti partecipanti al primo corso in presenza del 2022, dopo due anni di sospensione, organizzato da Giulia Giornaliste con l'Ordine regionale dei Giornalisti e l'Università di Cagliari

Docenti, esperti e imprenditrici: un tavolo che aiuta a cambiare pagina

I lavori si sono aperti con i saluti del rettore Francesco Mola. A seguire, parola a Elisabetta Gola (prorettrice Comunicazione e immagine), Ester Cois (delegata rettore politiche di genere), Francesco Birocchi (presidente Ordine dei Giornalisti Sardegna) e Susi Ronchi (fondatrice Giulia giornaliste Sardegna). Roberta Celot ha introdotto gli interventi e la proiezione delle video interviste di Maria Grazia Marilotti (coordinatrice dei lavori) a Roberta Porceddu (presidente regionale Movimento turismo del Vino Sardegna). Viviana Sirigu (ideatrice del pane Kentos, Orroli) dialoga con Daniela Ducato (fondatrice filiere Edizero industrie verdi), Gianni Lovicu (responsabile Agris Sardegna settore viticoltura) dibatte con la sommelier Sofia Carta mentre Alessandra Guigoni, (Giulia giornaliste e antropologa del food) intervista la chef Marina Ravarotto.


 

Francesco Mola
Francesco Mola

Università di Cagliari e giornalisti, confermate le prospettive e i punti di vista comuni

Francesco Mola: "Sono appassionato di cucina, in entrata e in uscita. Occasione pregiate, come quella offerta da questo scorso, permettono di avvicinarci e rafforzare sempre più a un cambio di passo formativo e culturale utile a linguaggi, pensieri e idee non discriminanti. La nostra Università ha avviato da tempo progetti e percorsi utili per abbattere il gender gap. Grazie, all'Ordine dei giornalisti e a Giulia giornaliste".

Elisabetta Gola: "La cucina è uno dei tanti mondi che necessitano di una revisione linguistica, radicata nel tempo. Il corso aiuta a scardinare pregiudizi e luoghi comuni".

Da sinistra: Francesco Mola, Roberta Celot, Elisabetta Gola, Ester Cois
Da sinistra: Francesco Mola, Roberta Celot, Elisabetta Gola, Ester Cois

Ester Cois: "Le donne, che faticano il triplo per raggiungere posizioni apicali nei vari comparti produttivi, sono in retroguardia anche nel mondo della cucina. La segregazione orizzontale e verticale a favore dei maschi è nitida. Continueremo con energia ad offrire dinamiche, percorsi e una formazione che aiuti una crescita culturale diffusa"

Cagliari, 10 febbraio 2022. Panoramica dell'Aula Capitini in occasione del corso “Ma che genere di cucina: discriminazioni, linguaggio e rappresentazione di genere"
Cagliari, 10 febbraio 2022. Panoramica dell'Aula Capitini in occasione del corso “Ma che genere di cucina: discriminazioni, linguaggio e rappresentazione di genere"

Francesco Birocchi. "Nel ringraziare l'Università di Cagliari per l'ospitalità in quest'aula della facoltà di Studi umanistici, rimarco un aspetto che riguarda la mia categoria: noi giornalisti abbiamo il dovere di usare parole opportune, equilibrate e rispettose. Con l'ateneo, anche su questo fronte, abbiamo un progetto di aggiornamento ad hoc".

Susi Ronchi. "Una straordinaria occasione di confronto che ha permesso di innalzare un'asticella culturale preziosa per la collettività. Giulia giornaliste è grata al rettore Francesco Mola e alle prorettrici Elisabetta Gola ed Ester Cois per la collaborazione e il supporto". 


 

Francesco Birocchi, Susi Ronchi e il rettore Mola
Francesco Birocchi, Susi Ronchi e il rettore Mola

Interviste e dibattito: il dietro le quinte e la quotidianità

Il pomeriggio di formazione prevedeva inoltre l’intervista di Simonetta Selloni (vice coordinatrice Giulia giornaliste nord Sardegna) a Mariano Murru (direttore tecnico cantine Argiolas, presidente Assoenologi Sardegna). A seguire, Claudia Rabellino Becce (avvocata e autrice), Marco Colognese (giornalista enogastronomico), Daniela Pinna (presidente Consorzio di tutela  Vermentino di Gallura Docg, titolare di Tenute Olbios). Alessandra Addari (coordinatrice Giulia giornaliste Sud Sardegna) con il racconto della sua esperienza tra tv e cucine e l'intervista allo chef Luigi Pomata. A scandire interventi e interviste, la lettura di versi da parte di Gavino Angius e la mini performance di Gianni Dettori sul tema “Caroselli e vecchi profumi”, presentata da Anna Brotzu (Giulia giornaliste Sardegna).

L'ottica di genere nel settore dell' enogastronomia. Scarica a fondo pagina la locandina del corso con il programma dettagliato
L'ottica di genere nel settore dell' enogastronomia. Scarica a fondo pagina la locandina del corso con il programma dettagliato

Un no preciso e determinato alle discriminazioni e ai linguaggi scorretti

“Una buona occasione per approfondire il tema degli stereotipi di genere in un ambito tradizionalmente femminile: la cucina. L’immagine della donna che sta dietro i fornelli è diffusa nella cultura popolare, e non solo, del nostro Paese. Ma – ha spiegato Susi Ronchi, già caposervizio Rai e fondatrice di Giulia giornaliste - quando l’asticella si solleva e dal focolare domestico si passa alla professione, allora la “cuoca” cede il passo allo “chef”, ruolo immaginato generalmente al maschile. E si materializza lo stereotipo”. Una riflessione a tutto campo, indispensabile per una narrazione corretta di fatti e situazioni. “Lo chef, il responsabile della cucina che imposta i menù e inventa le ricette, che sceglie e forma il personale, lo chef stellato è quasi sempre un uomo. Pochissime le donne. Il risultato - spiega Giulia giornaliste - di una discriminazione rafforzata dalle definizioni e dalla considerazione che il mondo dell’informazione attribuisce a questa qualifica che, anche grazie a trasmissioni televisive molto seguite, ha assunto un sempre maggiore rilievo professionale”. Linguaggio, considerazione sociale, e rappresentazione di genere sono temi importanti per chi svolge la professione giornalistica.

A sinistra la prorettrice alla comunicazione di UniCa, Elisabetta Gola, con la giornalista Susi Ronchi (al centro) e la professoressa Ester Cois, delegata del rettore per le politiche di genere di UniCa
A sinistra la prorettrice alla comunicazione di UniCa, Elisabetta Gola, con la giornalista Susi Ronchi (al centro) e la professoressa Ester Cois, delegata del rettore per le politiche di genere di UniCa

LINKS

Sempre attivi i rapporti di collaborazione tra l'Università di Cagliari e l'Ordine dei Giornalisti della Sardegna
Sempre attivi i rapporti di collaborazione tra l'Università di Cagliari e l'Ordine dei Giornalisti della Sardegna

Ultimo aggiornamento:
11 febbraio 2022 (IC)

Parità di genere, immagine simbolo
Parità di genere, immagine simbolo

Allegati

Ultime notizie

26 maggio 2022

Lauree magistrali in comunicazione a Cagliari

Offerta formativa di alta qualità con i tre indirizzi dell’ateneo presentati oggi giovedì 26 maggio a Sa Duchessa: Filosofia e teorie della comunicazione, Produzione multimediale, Innovazione sociale e comunicazione. L’appuntamento è alle 16 nell’aula magna di via Trentino ma anche in diretta web sulla piattaforma Zoom. Presenziano le prorettrici Elisabetta Gola (comunicazione e immagine) e Valentina Onnis (orientamento e alumni) con i coordinatori dei corsi Vinicio Busacchi, Antioco Floris e Emiliano Ilardi

25 maggio 2022

Dottorato di ricerca, e poi? Le tante prospettive per il post-doc

Francesco Mola: "Stiamo investendo molto per i primi livelli della formazione e per la possibilità di remunerare maggiormente dottorandi e assegnisti. Per le borse daremo certamente fondo a tutte le possibili risorse". Il rettore e i prorettori Carucci, Colombo, Onnis e Putzu hanno partecipato alla conferenza coordinata dal professor Sergioli che ha riunito tutti i responsabili dei corsi dell'Università di Cagliari insieme a tanti post-doc dell'ateneo che ora lavorano con successo in ambiti non accademici, anche a livello internazionale. "Un incontro da ripetere" il parere unanime di tutti i partecipanti

25 maggio 2022

Cagliari Green and Blue City: giornata di studio Dicaar-Aidda

Il confronto tra esperti del Dipartimento di ingegneria civile, ambientale e architettura e rappresentanti dell'Associazione donne imprenditrici e dirigenti d’azienda, nella mattinata del 27 maggio, sarà un'utile occasione - aperta a docenti e studenti di UniCa - per ripensare l’intero sistema economico del capoluogo sardo, in modo da valorizzare l’ambiente e le risorse naturali in una logica di economia circolare di riqualificazione e di logistica green. Appuntamento dalle 9 nell'aula magna di Ingegneria e Architettura, (polo universitario di via Marengo)

Questionario e social

Condividi su: