UniCa UniCa News Notizie UniCa per la Giornata della Memoria

UniCa per la Giornata della Memoria

Visitabile nell’atrio di Palazzo Belgrano fino a fine mese la mostra "A 80 anni dalle leggi razziali": l’esposizione ricostruisce il clima che determinò l’emanazione delle norme per effetto delle quali vennero espulsi Doro Levi, Camillo Viterbo e Alberto Pincherle. Rimandata di qualche mese a causa della pandemia la posa delle tre pietre di inciampo con i loro nomi
26 gennaio 2022
La mostra visitabile in Rettorato fino a fine mese

L’esposizione - curata da Mariangela Rapetti, Gianluca Scroccu e Eleonora Todde, docenti del Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali - ricostruisce nel dettaglio il clima culturale dell'epoca

Sergio Nuvoli

Cagliari, 26 gennaio 2022 - È visitabile nell’atrio del Rettorato dell’Università di Cagliari, fino a fine mese, la mostra "A 80 anni dalle leggi razziali". L’Ateneo cagliaritano partecipa anche in questo modo alla Giornata della Memoria 2022.

L’esposizione - curata da Mariangela Rapetti, Gianluca Scroccu e Eleonora Todde, docenti del Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali - ricostruisce nel dettaglio il clima culturale dell'epoca che portò all'applicazione della norma che imponeva agli atenei italiani l'espulsione immediata dei docenti ebrei. E' possibile vedere documenti dell'Archivio storico dell'Ateneo, dell'Archivio Centrale dello Stato e dell'Archivio di Stato di Cagliari.

È stata rimandata di qualche mese la cerimonia di posa delle tre pietre di inciampo in via Università (davanti all’ingresso di Palazzo Belgrano), già programmata per ricordare i tre docenti - Doro Levi, Camillo Viterbo e Alberto Pincherle - espulsi nel 1938.

Novembre 2018: Giovanni Pincherle osserva il pannello della mostra in cui è esposto uno scritto autografo del padre
Novembre 2018: Giovanni Pincherle osserva il pannello della mostra in cui è esposto uno scritto autografo del padre

La collocazione delle pietre di inciampo rientra nel progetto “Stolpersteine”, a cui l’Ateneo ha aderito su proposta del Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali

In quell’occasione si svolgerà anche un seminario di approfondimento alla presenza dei discendenti dei tre professori.

La collocazione delle pietre di inciampo, sampietrini d’ottone di piccole dimensioni opera dell’artista tedesco Gunter Demnig, con i dati biografici dei tre docenti, rientra nel progetto “Stolpersteine”, a cui l’Ateneo ha aderito su proposta del Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali.

Come si ricorderà, alla fine del 2018 il Magnifico Rettore aveva formulato le scuse dell’Ateneo ai familiari dei tre docenti, durante la cerimonia di inaugurazione della mostra sulle leggi razziali, allestita anche allora nell’atrio di Palazzo Belgrano.

La mostra allestita nell'atrio di Palazzo Belgrano, sede del Rettorato di UniCa
La mostra allestita nell'atrio di Palazzo Belgrano, sede del Rettorato di UniCa

Il progetto internazionale “Stolpersteine”

Conosciuto in Italia come “Pietre d’inciampo” (www.stolpersteine.eu), è nato da un’idea dell’artista tedesco Gunter Demnig per commemorare le vittime delle persecuzioni nazifasciste per motivi di religione, razza, idee politiche, condizioni di salute e orientamenti sessuali.

Le Pietre d’inciampo sono oggi oltre 70.000 in tutta Europa, fra cui circa 1.300 in Italia. Le Pietre sono state già installate in numerosi comuni italiani, fra i quali Bologna, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma e Torino, e anche presso diversi atenei italiani, fra i quali Venezia-Ca’ Foscari e Padova, in questi casi in memoria dell’ingiusta espulsione dei docenti di origine ebraica in seguito alle Leggi razziali del 1938.

Link

Ultime notizie

19 maggio 2022

Unica&Imprese, al via l’Agrifood edition 2022

Tecnologie e applicazioni avanzate, prodotti, processi, promozione e commercializzazione. Il confronto tra ricercatori e imprese del territorio coinvolte nell’agroalimentare in Sardegna. “L’Università di Cagliari è da anni impegnata a promuovere e alimentare il processo di produzione di valore fungendo da motore di sviluppo e generatore di innovazione del settore” dice Fabrizio Pilo. Le iscrizioni all’evento del Crea si chiudono il 10 giugno. All'interno il link per formalizzare l'adesione

19 maggio 2022

Il Premio La Marmora a Beppe Severgnini

L’Aula Magna di Palazzo Belgrano ha ospitato la consegna del riconoscimento al giornalista del Corriere della Sera e scrittore, assegnato dai cinque Rotary Club di Cagliari. L’amore per la nostra terra nelle parole del premiato: “Molti sedicenti amici della Sardegna in realtà non la conoscono. Se facessimo un esame a quanti sbarcano nell’Isola, forse staremmo tutti un po’ più larghi”. Quindi l’analisi: “In corso una periferizzazione del pianeta. Chi ha già vissuto in periferia sa già come fare, per questo avete grandi potenzialità”

19 maggio 2022

Amazon Women in Innovation, assegnata la borsa di studio

E' Giorgia Orofino, studentessa nel corso di Ingegneria elettrica, elettronica e informatica, la vincitrice della selezione promossa per il secondo anno dalla multinazionale in collaborazione con l'Università degli Studi di Cagliari. L'iniziativa fa parte del programma Amazon nella Comunità, creato per incentivare e aiutare le giovani donne a intraprendere un percorso di studi e a soddisfare la propria ambizione di lavorare nel settore dell’innovazione e della tecnologia. RASSEGNA STAMPA

18 maggio 2022

Ricerca, quattro dipartimenti dell’Università di Cagliari al top in Italia

Giurisprudenza, Ingegneria elettrica ed elettronica, Matematica e Informatica, Scienze politiche e sociali hanno superato la prima selezione e sono in corsa per entrare nella lista dei 180 Dipartimenti di eccellenza. Confermato il trend positivo dei risultati ottenuti sulla VQR. L’orgoglio dell’Ateneo nelle parole del Rettore Francesco Mola: “Risultato importante e incoraggiante”. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: