UniCa UniCa News Notizie Creazione di impresa e occupazione: il Crea con Spirulina riparte dal Sulcis e viene raccontato anche dal Tg1

Creazione di impresa e occupazione: il Crea con Spirulina riparte dal Sulcis e viene raccontato anche dal Tg1

L'idea, e la visione, rimbalza in prima serata sul telegiornale dell'ammiraglia Rai. L'alga è al centro delle principali filiere di sviluppo e investimento negli ambiti alimentari, farmaceutico, cosmesi e altro. Il Centro servizi di UniCa e la miniera di Nuraxi Figus, tra ricerca, idee e sede del progetto. Presentato il bando che prevede la formazione di trenta figure specialistiche. Ai lavori hanno preso parte Maria Chiara Di Guardo, Alberto Angioni e Cristiano Galbiati. Le iscrizioni si chiudono il 31 dicembre
28 novembre 2021
La spirulina viene impiegata in vari settori in forte espansione: dal cibo a cosmesi, aerospazio, farmaceutica

Spirulina Noa per le imprese: scenario e opzioni in forte evoluzione

Mario Frongia

Giovedì 25 novembre 2021, al Crea UniCa (Centro servizi per l’innovazione e l’imprenditorialità - Università di Cagliari) - si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del nuovo progetto di creazione di impresa firmato UniCa. Alla conferenza stampa su "Spirulina Noa" hanno preso parte, con Maria Chiara Di Guardo (direttore e responsabile Crea), Cristiano Galbiati, (Full professor Physics Department-Princeton University) e Alberto Angioni (dipartimento Scienze della vita e dell’ambiente, UniCa).

Cagliari. La professoressa Di Guardo intervistata dall'inviata Giulia Serenelli per il Tg1 Rai
Cagliari. La professoressa Di Guardo intervistata dall'inviata Giulia Serenelli per il Tg1 Rai

Coltivazione, territorio e distretto economico: candidature entro il 31 dicembre

Il progetto “Spirulina Noa per le imprese” è il naturale proseguimento del percorso “Spirulina del Sulcis”. Finanziato dalla Regione Sardegna, il progetto ha consentito la sperimentazione della coltivazione della microalga spirulina con l’implementazione di un sistema innovativo di coltivazione che sfrutta le caratteristiche geomorfologiche dei terreni di proprietà della Carbosulcis. “Il progetto ha l’obiettivo di sostenere l’avvio di nuove attività imprenditoriali nel territorio utilizzando i derivati dei prodotti della ricerca. Nello specifico, a partire da un sistema innovativo di coltivazione dell’alga spirulina, anche grazie all’esperienza maturata con il progetto di eccellenza del Contamination Lab, si intende favorire la creazione di un distretto economico sfruttando i derivati di questa alga dall’alto potenziale economico” spiega la professoressa Di Guardo, direttore del Crea.

Chiara Di Guardo durante la presentazione di "Spirulina noa"
Chiara Di Guardo durante la presentazione di "Spirulina noa"

Didattica e ricerca superspecializzata, tarsferimento tecnologico e opzioni per il territorio

Su caratteristiche, attenzione dei mercati, proficuo impatto socioeconomico sul territorio e, ovviamente, dinamiche di ricerca e studio, si sono espressi i professori Galbiati e Angioni. Il progetto “Spirulina Noa per le imprese” sarà rivolto a trenta partecipanti di alto profilo, con una forte motivazione all’innovazione e all’autoaffermazione, residenti sull’intero territorio regionale. Le candidature potranno pervenire entro il 31 dicembre 2021 con le modalità riportate all’interno dell’avviso di selezione pubblicato sui siti d'ateneo e del Crea UniCa (www.crea.unica.it).

Informazioni: La conferenza stampa si tiene con la sola presenza di cronisti e istituzioni e sarà trasmesso in streaming sui canali social del Crea Unica accessibili anche dal sito ufficiale del Centro www.crea.unica.it.
L'avviso è pubblicato su

www.unica.it/unica/it/ateneo_s14_ss3.page
www.facebook.com/unicacrea   
www.instagram.com/creaunica/?hl=it
www.youtube.com/channel/UCbSuDZ7SylBrsAAV0HKxcLQ.  

Laura Poletti, responsabile comunicazione Terza missione, Crea UniCa - 070.675 8440

Da sinistra, Cristiano Galbiati e Alberto Angioni
Da sinistra, Cristiano Galbiati e Alberto Angioni

Ultime notizie

30 giugno 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 giugno 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

28 giugno 2022

Raccontare la ricerca: adesioni entro il 4 luglio per la SHARPER Night 2022

Data e sede sono già confermate: si terrà venerdì 30 settembre 2022 nell’Orto botanico di Cagliari la nuova edizione di SHARPER Night, iniziativa inserita nel contesto europeo delle European Researchers’ night. Fino al prossimo lunedì 4 luglio ricercatrici e ricercatori dell'Ateneo potranno inviare le proprie proposte per organizzare eventi, conversazioni, podcast e laboratori collegati all’iniziativa.

Questionario e social

Condividi su: