UniCa UniCa News Notizie A breve il secondo bando di mobilità EDUC Gap Year 2021-2022

A breve il secondo bando di mobilità EDUC Gap Year 2021-2022

Sei uno studente e vuoi vivere un’esperienza in Francia con un modello di mobilità innovativo e arricchente da diversi punti di vista? L’EDUC Gap Year potrebbe fare al caso tuo.
13 ottobre 2021

L’Alleanza EDUC aprirà a breve il secondo bando per la partecipazione all’EDUC Gap Year, uno strumento di mobilità che consente allo studente di trascorrere un semestre presso una delle università partner francesi (Paris Nanterre o Rennes 1).

Il Gap Year è una nuova ed unica opportunità di vivere un’esperienza europea e di acquisire nuove competenze. Gli studenti selezionati potranno infatti realizzare un periodo di mobilità fisica presso le due università francesi dell’Alleanza EDUC per seguire i corsi e sostenere gli esami in una o più discipline, diverse da quelle del proprio corso di studio.

I vantaggi del Gap Year per gli studenti:

  • un arricchimento del proprio curriculum grazie allo studio di discipline diverse da quelle del corso di studi;
  • un’immersione linguistica attraverso la pratica del francese e dell’inglese;
  • un’apertura culturale attraverso la conoscenza di altri contesti europei;
  • l’opportunità di sviluppare competenze trasversali che costituiscono un valore aggiunto per la futura carriera professionale;  
  • il riconoscimento dell’esperienza grazie al rilascio di un certificato EDUC e inserimento delle attività svolte nel proprio diploma supplement
  • eventuale riconoscimento di crediti liberi (a discrezione dei Corsi di Studio).

Il 18 ottobre 2021 dalle ore 12:30 alle 13:30 si terrà, online ed in inglese, un evento di presentazione di questa opportunità. In quell’occasione sarà possibile avere maggiori informazioni sulla borsa e sulle Università ospitanti.

Complessivamente con il secondo bando saranno finanziate 15 borse di mobilità della durata massima di 5 mesi, 10 per Paris Nanterre e 5 per Rennes 1, per effettuare l’esperienza nel secondo semestre dell’A.A. 2021/2022.

Ammissibilità

L’assegnazione delle borse di mobilità è riservata a tutti gli studenti regolarmente iscritti all’Università degli Studi di Cagliari, sia a corsi triennali che magistrali o a ciclo unico. L’ordine di preferenza è:

  • Iscritti ad un corso del II° ciclo o al 4° o 5° anno di un corso a ciclo unico;
  • Iscritti ad un corso del I° ciclo.

Gli studenti che hanno già beneficiato di contributi pubblici per la mobilità (ERASMUS e/o GLOBUS) possono presentare la propria candidatura. La priorità nell’assegnazione delle borse di mobilità per il Gap Year verrà comunque riconosciuta ai candidati che non hanno mai beneficiato di contributi per la mobilità.

Gli studenti dovranno avere un’adeguata conoscenza della lingua francese o inglese, corrispondente al livello B1 del QCER (Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue).

La mobilità deve essere svolta e conclusa prima della laurea dello studente.

Come partecipare

Il bando verrà pubblicato la settimana del 18 ottobre 2021 e sarà disponibile a questo link:  https://unica.it/unica/it/educ_opportunita.page

Supporto finanziario

Le borse di mobilità per la seconda call del Gap Year sono finanziate dalle Università di Paris Nanterre e Rennes 1. Agli studenti beneficiari sarà riconosciuto un contributo mensile il cui importo massimo è pari a € 900,00 e un rimborso forfettario delle spese di viaggio pari a € 300.00.

Per partecipare all’evento informativo in cui verranno forniti maggiori dettagli su questa opportunità, è possibile collegarsi alle 12:30 di lunedì 18 ottobre 2021 a questo LINK: 

https://univ-rennes1-fr.zoom.us/j/95465922214
ID of the meeting: 954 6592 2214

Secret code: 687899

Per qualsiasi informazione è possibile scrivere una mail a educ@unica.it

E' possibile consultare le slides di presentazione dell'evento del 18 ottobre: 

PromoEvento18Ottobre
PromoEvento18Ottobre

Allegati

Ultime notizie

02 dicembre 2021

Webinar sul progetto ‘‘Acuadori’’

Domani, venerdì 3 dicembre, inizia alle 10,30 il seminario online riguardante la Piattaforma ICT per la gestione sostenibile dell'acqua destinata alla vitivinicoltura di qualità. Il professor Massimo Barbaro, del Dipartimento di Ingegneria elettrica ed elettronica, quale responsabile scientifico del progetto per l’Università di Cagliari, è nel team di cui fanno parte anche Costantino Sirca (Università Sassari), Katiuscia Zedda (Abika), Roberta Pilloni (Cantine Su’Entu) e Federico Razzu (Viticoltori Romangia). DIRETTA WEB sul CANALE YOUTUBE di UNICA

02 dicembre 2021

Idee, arte e cultura a cavallo del Covid

Domani, secondo appuntamento del ciclo di seminari dai temi trasversali e inclusivi. Coordinati da Marco Zurru e Clementina Casula, gli eventi nascono dai dipartimenti di Scienze politiche e sociali e Lettere, lingue e beni culturali, in partnership con l'assessorato alla Cultura del comune di Cagliari e con l'Associazione enti locali, attività culturali e di spettacolo. Le news su iscrizioni e crediti formativi per studentesse e studenti

01 dicembre 2021

«Tecnologia è Biologia», una conferenza alla Fondazione di Sardegna

Venerdì 3 e sabato 4 dicembre dalle 18, nella sala conferenze della Fondazione di Sardegna a Cagliari, si svolgerà l'iniziativa dedicata alla conoscenza nell'era digitale con il coordinamento scientifico di Silvano Tagliagambe, l'organizzazione di Kitzanos e EjaTv, il sostegno della Fondazione e il patrocinio dell'Università degli Studi di Cagliari. Previsti gli interventi del Magnifico Rettore, Francesco Mola, e della viceministra allo Sviluppo economico, Alessandra Todde. RASSEGNA STAMPA

01 dicembre 2021

Sanità e territorio, la sfida della collaborazione

L’intervento del Rettore Francesco Mola ha acceso il dibattito al “Welcome Doctors 2021”, l’iniziativa organizzata dall’associazione “Dipartimento medico” per dare il benvenuto alle specializzande e agli specializzandi. Alla Cittadella universitaria di Monserrato confronto serrato tra buona parte delle istituzioni sarde, medici in formazione, docenti e i vertici dell’Ateneo: il dialogo è aperto per lo sviluppo della nostra società

Questionario e social

Condividi su: