UniCa UniCa News Notizie L’Alleanza EDUC festeggia ad ottobre il suo secondo anniversario

L’Alleanza EDUC festeggia ad ottobre il suo secondo anniversario

L’Università europea EDUC-European Digital UniverCity, finanziata dalla Commissione europea, ha appena festeggiato il suo secondo anniversario.
11 ottobre 2021

Le Università di Potsdam (Germania), Masaryk (Repubblica Ceca), Pécs (Ungheria), Cagliari, Paris Nanterre e Rennes 1 (Francia) si sono infatti unite nell’Alleanza EDUC il 1° ottobre 2019. 

EDUC riunisce 6 università con diverse lingue, discipline e facoltà, nonché studenti, ricercatori, docenti e personale amministrativo, creando un ambiente condiviso ed inclusivo per persone di culture diverse e con differenti obiettivi. Puntando sulla digitalizzazione l’alleanza crea nuovi spazi per lo scambio europeo e la discussione, sviluppando nuove modalità e opportunità per affrontare insieme le sfide della società. Inclusione, mobilità, networking e scambio sono le priorità di EDUC. Per raggiungere questi obiettivi l'Alleanza continua a sviluppare nuove ed entusiasmanti offerte per i suoi gruppi target, tra le quali:

  • nuovi format di mobilità per gli studenti dell'Alleanza (Gap year, scuole estive e invernali online e in presenza, corsi intensivi collegati a progetti specifici che iniziano con una fase preparatoria online e continuano con una settimana in presenza presso l’Università organizzatrice);
  • numerosi corsi online di varie discipline;
  • corsi di lingua.

Inoltre, grazie all’Alleanza, si sono organizzati 7 seminari di ricerca, l’ultimo dei quali si terrà a novembre. I seminari hanno messo in contatto ricercatori delle 6 Università sulle tematiche prioritarie per l’Alleanza, offrendo loro uno spazio per il networking e lo sviluppo di progetti futuri.

I docenti sono stati coinvolti nella realizzazione di approcci pedagogici innovativi e hanno partecipato alla creazione di format di insegnamento nuovi e originali. Grazie alla EDUC Academy hanno potuto beneficiare di supporto per la realizzazione di format internazionali da utilizzare sia con i propri studenti sia con gli studenti dell’intera Alleanza. 48 i progetti di didattica internazionale innovativa approvati in questi due anni che hanno visto il coinvolgimento di più di 150 docenti delle 6 Università.

Il personale amministrativo delle 6 Università ha avuto l'opportunità di incontrarsi e scambiare le migliori pratiche anche grazie a programmi di mobilità di una settimana. Inoltre, vari corsi di lingua ed e-tandem offrono nuove opportunità per ampliare le proprie conoscenze.

L’alleanza è in continua evoluzione, infatti nella sua breve vita ha già ampliato i suoi orizzonti con il progetto H2020 EDUC-SHARE, che ha lo scopo di sviluppare un’agenda della ricerca a lungo termine, trasferire conoscenza e coinvolgere i cittadini, ampliando le opportunità di collaborazione tra le 6 università e con gli ecosistemi locali. Grazie ad EDUC sono nati anche altri nuovi progetti collegati, EDUCARDS e EDUC+M, e si sta lavorando attivamente per la candidatura di EDUC II per consolidare il futuro dell’alleanza.

Per maggiori informazioni è possibile scrivere una mail a educ@unica.it

QUI il link alla pagina ufficiale dell’Alleanza

II_YearEDUC.png
II_YearEDUC.png

Ultime notizie

20 ottobre 2021

L’Università di Cagliari accoglie altri due studenti di origine eritrea

UNICORE 3.0. Tiegisti e Nahom sono arrivati dall’Etiopia per seguire i corsi di UniCA grazie al progetto «University Corridors for Refugees» promosso dall’Agenzia Onu UNHCR e sostenuto in città dalla Caritas diocesana e dal College universitario Sant’Efisio di Cagliari, che collaborano con il nostro ateneo. Ieri la conferenza stampa presieduta dall’arcivescovo, monsignor Giuseppe Baturi, e dalla prorettrice all’internazionalizzazione, Alessandra Carucci

20 ottobre 2021

Giornate Deleddiane, al via la tre giorni di iniziative

Aperte con l'intervento del Rettore Francesco Mola le manifestazioni organizzate dall'Università degli Studi di Cagliari, l'Istituto Superiore Regionale Etnografico e l'Università di Sassari per celebrare la scrittrice premio Nobel a 150 anni dalla nascita. "È un’iniziativa importante, che coinvolge i due Atenei e le scuole. Portare l’università fuori dall’università vuol dire accogliere la più grande parte del sapere: è uno sforzo che dobbiamo e vogliamo fare anche con Università di Sassari, tanto più dopo l’esperienza drammatica che abbiamo vissuto" queste le parole del Magnifico

Questionario e social

Condividi su: