UniCa UniCa News Notizie A Giacomo Cao il Premio Navicella Sardegna 2021

A Giacomo Cao il Premio Navicella Sardegna 2021

Il docente del Dipartimento di Ingegneria meccanica, chimica e dei materiali premiato nella sua qualità di scienziato con il prestigioso riconoscimento assegnato annualmente a personalità sarde, di nascita, di origine o di adozione, che abbiano dato lustro alla Sardegna a livello nazionale ed internazionale. Sabato 18 settembre alle 21 su Videolina uno speciale sul Premio
17 settembre 2021
I vincitori del Premio Navicella Sardegna 2021: Angelica Grivel Serra, Max Sirena, Simonetta Columbu, Stefano Oppo, Giacomo Cao, Carlo Cimbri, Manu Invisible, Stefania Pinna

La cerimonia di consegna del premio si è tenuta nei giorni scorsi nella splendida cornice del Teatro Mario Cerioli di Porto Rotondo. La gratitudine del docente a quanti hanno contribuito a raggiungere questo risultato

Sergio Nuvoli

Cagliari, 17 settembre 2021 - E’ andato a Giacomo Cao – nella sua qualità di scienziato – il Premio Navicella Sardegna 2021, assegnato nei giorni scorsi nella splendida cornice del Teatro Mario Ceroli di Porto Rotondo.

Con il docente dell’Università di Cagliari sono stati premiati, per gli altri settori del Premio, la scrittrice Angelica Grivel Serra, lo skipper di Luna Rossa Max Sirena, il canottiere Stefano Oppo, l’attrice Simonetta Columbu, l’amministratore delegato del Gruppo Unipol-Sai Carlo Cimbri e lo street artist Manu Invisible. Il riconoscimento è stato consegnato al professor Cao da Salvatore Rubino, vicepresidente della Fondazione di Sardegna e direttore del Laboratorio di Microbiologia dell’AOU di Sassari. Il riconoscimento speciale per la comunicazione intitolato ad Olimpia Matacena  quest'anno è stato attribuito alla giornalista di Skytg24 Stefania Pinna.

"Sono molto lusingato per il prestigioso premio che mi è stato conferito - dichiara a UniCaNews - e ringrazio di cuore tutti coloro che hanno contribuito a vario titolo, in Ateneo, al Distretto AeroSpaziale della Sardegna e al CRS4, al raggiungimento di quella visibilità scientifica, tecnologica e mediatica che ha permesso di conseguire questo risultato".

Il professor Cao, in forza al Dipartimento di Ingegneria meccanica, chimica e dei materiali (che ha diretto da luglio 2015 fino a pochi mesi fa, quando ha ceduto il timone ad Antonio Baldi), è stato individuato e premiato con il prestigioso riconoscimento “in quanto rappresentante dell'importantissimo e strategico settore della ricerca e della tecnologia che consente alla Sardegna di progredire e di creare nuove occasioni di sviluppo all'interno di reti internazionali con partner di primaria importanza a livello mondiale”, come ha riportato “L’Unione Sarda”.

Salvatore Rubino (vicepresidente Fondazione di Sardegna) consegna il premio a Giacomo Cao
Salvatore Rubino (vicepresidente Fondazione di Sardegna) consegna il premio a Giacomo Cao

Il prestigioso riconoscimento viene assegnato annualmente a personalità sarde, di nascita, di origine o di adozione, che abbiano dato lustro alla Sardegna a livello nazionale ed internazionale

La giuria del Premio Navicella Sardegna – giunto alla ventesima edizione – è formata da personalità del mondo della cultura, della comunicazione, del giornalismo, delle istituzioni e della medicina. Ad ogni premiato è stata consegnata una delle navicelle in argento realizzate dall’orafo cagliaritano Bruno Busonera ed ispirate al famoso bronzetto nuragico, assegnate annualmente a personalità sarde, di nascita, di origine o di adozione, che abbiano dato lustro alla Sardegna a livello nazionale ed internazionale. La conduzione della serata, come nelle precedenti edizioni, era affidata alla giornalista del TG di Videolina Egidiangela Sechi.

La navicella in argento creata da Bruno Busonera
La navicella in argento creata da Bruno Busonera

Giacomo Cao: dal 2016 inserito nella lista dei Top Italian Scientists, è ordinario di Principi di Ingegneria chimica, Presidente del Distretto Aerospaziale della Sardegna e Amministratore unico del CRS4

Classe 1960, ordinario di Principi di Ingegneria Chimica, il professor Cao è stato visiting scholar presso il Department of Chemical Engineering, University of Notre Dame, USA nel 1988, 1992 e 1993 oltre che research associate nel 1993 presso la stessa Università americana.

Il suo curriculum è ricchissimo: oltre ad essere Presidente del Distretto Aerospaziale della Sardegna e Amministratore unico del Crs4, dal novembre 2016 è stato inserito nella lista dei Top Italian Scientists, e da luglio del 2018 è componente della Commissione Nazionale per la Previsione e Prevenzione dei Grandi Rischi per il settore chimico, nucleare, industriale e trasporti.

È coautore di oltre 200 pubblicazioni su riviste specialistiche a carattere nazionale ed internazionale che determinano valori di h-index rispettivamente pari a 37 (scopus) e 46 (google scholar), oltre che di 6 libri e 12 brevetti.

Il professor Cao con il Rettore dell'Università di Cagliari, Francesco Mola
Il professor Cao con il Rettore dell'Università di Cagliari, Francesco Mola

Link

Ultime notizie

19 ottobre 2021

Campus di viale Sant’Ignazio, non solo spazi verdi

Serata di pregio nell’Aula magna Vera Cao Pinna di Palazzo Baffi per la presentazione del volume di Pier Francesco Cherchi e Marco Lecis che ridisegna gli spazi della Facoltà di Scienze economiche, giuridiche e politiche. Il Rettore Francesco Mola: “Avremo sempre più studenti e studentesse abituati ad un mondo sempre connesso che simula gli spazi aperti. Noi dobbiamo offrire loro l’esperienza reale. Tenere una comunità in spazi chiusi è un delitto”. L’iniziativa segna il passaggio di testimone tra Stefano Usai e Nicola Tedesco alla guida della Facoltà

18 ottobre 2021

Giornate Deleddiane, UniCa celebra la scrittrice premio Nobel

Dal 20 al 22 ottobre, l'Università degli Studi di Cagliari approfondirà gli aspetti letterari e umani di Grazia Deledda, a 150 anni dalla nascita, attraverso un convegno con esperte e esperti di letteratura e cinema. L'iniziativa fa parte del ricco calendario di eventi realizzato dall'Istituto Superiore Regionale Etnografico in collaborazione con il nostro Ateneo e l'Università di Sassari

Questionario e social

Condividi su: