UniCa UniCa News Notizie Beni archeologici, al via le iscrizioni alla scuola di specializzazione

Beni archeologici, al via le iscrizioni alla scuola di specializzazione

Pubblicato il bando di concorso per l'anno accademico 2021/2022 del percorso di studi che formerà archeologhe e archeologi specialisti nel settore della tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio archeologico. Sedici i posti a disposizione, scadenza il 30 settembre.
06 settembre 2021
Scuola di specializzazione in Beni archeologici

Pubblicato il bando per la Scuola di specializzazione in Beni archeologici

Cagliari, 9 settembre 2021 - Aperte le iscrizioni per il nuovo anno accademico della Scuola di specializzazione in Beni archeologici organizzata dal Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali dell'Università degli studi di Cagliari. Il bando prevede 16 posti così ripartiti: 12 posti per laureati italiani, 2 posti per laureati stranieri, 2 posti per laureati figli di emigrati sardi all’estero. Le domande devono essere presentate on line entro il 30 settembre.

Possono partecipare alla selezione candidati e candidate in possesso di laurea specialistica in Archeologia (S/2), laurea magistrale in Archeologia (LM-2), laurea in Lettere (vecchio ordinamento equiparata alle lauree in Archeologia S/2 e LM/2) o altro titolo equipollente che abbiano conseguito un minimo di 90 CFU nei settori disciplinari dell’ambito caratterizzante. Possono presentare domanda di ammissione con riserva anche laureandi e laureande, purché conseguano il titolo accademico entro il 30 novembre.

La Scuola si propone di formare specialiste e specialisti con uno specifico profilo professionale nel settore della tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio archeologico. Il percorso formativo è organizzato in ambiti che si riferiscono a diverse tipologie di studi e in quattro curricula professionalizzanti, relativi ai settori scientifico disciplinari di carattere archeologico: archeologia preistorica e protostorica, archeologia classica, archeologia tardo antica e medievale, archeologia orientale. La formazione prevede l’approfondimento delle discipline archeologiche relative alla conoscenza del patrimonio architettonico, figurativo, dei documenti della cultura materiale e delle conoscenze tecnico-metodologiche e pratico-operative delle attività sul campo. 

Un momento di lavoro durante l'attività formativa
Un momento di lavoro durante l'attività formativa

Link

Ultime notizie

22 settembre 2021

Mancano due giorni alla Notte dei Ricercatori. Vaccini e pandemia tra i temi più attesi

Anche l’edizione 2021 vede l’Università di Cagliari in prima fila, venerdì 24 settembre, con tanti eventi divulgativi coordinati da ricercatrici e ricercatori, dimostrazioni scientifiche e incontri su temi attuali e di forte impatto. L’iniziativa si tiene dalle 16 alle 22,30 all’Orto botanico e, oltre al focus di grande interesse su Covid19, prevede una serie di interessanti presentazioni e attività varie dedicate a robotica, cinema, antimateria, cervello, big data, intelligenza artificiale, Internet delle cose, storia, medicina, fisica e chimica. PER PARTECIPARE OCCORRE ISCRIVERSI ONLINE

21 settembre 2021

Eletti i nuovi Presidenti di Facoltà

Le sei facoltà dell’università cagliaritana hanno scelto i loro presidenti che resteranno in carica per il triennio 2021-2024. Gli eletti sono i professori ordinari Elio Acquas (Biologia e Farmacia), Daniele Cocco (Ingegneria e Architettura), Luca Saba (Medicina e Chirurgia), Paolo Ruggerone (Scienze), Nicola Tedesco (Scienze economiche giuridiche e politiche) e Antonello Mura (Studi umanistici). A tutti loro le congratulazioni del magnifico rettore Francesco Mola, sotto la cui guida si apre così un nuovo ciclo per la governance delle strutture didattiche d’ateneo.

20 settembre 2021

Diritto e emergenza sanitaria, un convegno a Giurisprudenza

Si svolgerà il 23 e il 24 settembre, sulla piattaforma Zoom, il primo convegno annuale del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Cagliari, sul tema "Le categorie generali nell'emergenza sanitaria". I due giorni di confronto, introdotti dal direttore Cristiano Cicero e dal Prorettore Gianni Fenu, vedranno la partecipazione di docenti afferenti ai principali atenei italiani, conclusioni affidate a Pietro Ciarlo

Questionario e social

Condividi su: