UniCa UniCa News Notizie ContaminationLab, al via la settima edizione

ContaminationLab, al via la settima edizione

Sei mesi di formazione avanzata gratuita per 120 studenti e laureati. Il percorso di eccellenza promosso dall’Università di Cagliari mette in palio dieci borse di studio da quattromila euro ciascuna per gli studenti provenienti d’oltre Tirreno. Le iscrizioni on line si chiudono a mezzanotte dell’8 novembre
14 ottobre 2019
Sfida trasversale e multidisciplinare. Il successo di un evento capofila del network italiano dei CLab

Porte aperte per studenti e laureati in atenei nazionali ed europei

Mario Frongia
 

Venerdì 8 novembre a mezzanotte si chiudono le iscrizioni alla settima edizione del ContaminationLab curato e promosso dall’Università di Cagliari. Gli aspiranti startupper provenienti da altri atenei possono inviare la propria candidatura entro le 130 del 5 novembre (bando disponibile su http://clabunica.it/archivio-bandi/). Mentre studenti e laureati dell’ateneo del capoluogo avranno altri tre giorni a disposizione per compilare il modulo di iscrizione on line sul form presente sul sito www.clabunica.it. La #07Edizione del Contamination Lab UniCa conferma il ruolo e il percorso di eccellenza dell’Università di Cagliari per la creazione di cultura di impresa. Un viaggio gratuito di sei mesi rivolto a studenti e laureati provenienti da tutti gli atenei d’Europa,. “Le competenze acquisite durante il proprio percorso di studi e le motivazioni personali aiutano a crescere e mettere in azione il cambiamento. Con il CLab - spiega Maria Chiara Di Guardo, pro rettore Innovazione - si possono comprendere come una passione possa diventare professionalità ed eventualmente un lavoro”.

 

Maria Chiara Di Guardo. Pro rettore per Innovazione e territorio, dirige il Crea e il CLab dell'ateneo di Cagliari
Maria Chiara Di Guardo. Pro rettore per Innovazione e territorio, dirige il Crea e il CLab dell'ateneo di Cagliari

Sette vizi capitali e il circolo vizioso nel motto che accompagna la settima edizione

Il percorso parte a dicembre e si chiude a giugno 2020. Sarà riservato a 120 iscritti provenienti da tutti gli ambiti disciplinari dell’Università di Cagliari e a dieci partecipanti provenienti da atenei italiani ed europei, per i quali sono previste dieci borse di studio da quattromila euro ciascuna per potersi trasferire a Cagliari e frequentare il percorso. Il CLab 2019/20 ruota attorno ai sette vizi capitali. La campagna promozionale della nuova edizione ha un tema che gioca sull’assonanza numerica. Sette sono i vizi, sette sono le edizioni raggiunte dal Contamination Lab dell’Università di Cagliari. “Un circolo vizioso”, il motto scelto dagli organizzatori, rappresenta un concetto di rottura, quasi provocatorio. Ai vizi capitali non si attribuisce più un’accezione negativa. Superbia, avarizia, lussuria, invidia, gola, ira e accidia sono al contrario interpretati come molla per la creazione di impresa, elementi che muovono al raggiungimento dell’obiettivo che ogni idea di impresa innovativa si prefigge.

 

Idee e talento per innovare e superare ostacoli e difficoltà
Idee e talento per innovare e superare ostacoli e difficoltà

Ricerca, mercato, obiettivi. La creazione di impresa, tra cultura ed emozioni

Il successo di una startup è il risultato di un lungo processo estremamente complesso che si compone di vari elementi. Molti di questi sono legati alle emozioni di ogni aspirante startupper. I sette vizi rappresentano le molle motivazionali di ogni azione volta al successo imprenditoriale. “Sono sfidanti le richieste lanciate dal mondo del mercato. E per questo le risposte devono essere risposte complesse. Il CLabUniCa - aggiunge la professoressa Di Guardo - è un circolo vizioso perché per raggiungere un obiettivo imprenditoriale di successo sono necessari tanti passi intermedi. Il risultato finale può essere di successo ma chi fa impresa non è immune dall’errore. Prova emozioni, paure, è soggetto ad errori, sbagli e ripensamenti”. Ma non solo. “La ricerca fa impresa” è il secondo dei temi divulgati dalla campagna di questa settima edizione. Gli studi condotti dall’ateneo sono il filo rosso che accompagna la creazione di impresa all’interno del CLab dall’inizio del percorso, fino alla sua conclusione e oltre addirittura, una volta che le startup siano state costituite e si reggano sulle proprie gambe.


 

Qui sotto la photogallery "I sette vizi capitali" del CLab VII 
(clicca per ingrandire le immagini)

La corsa delle start up, tra autonomia, ricerca e bersagli da centrare
La corsa delle start up, tra autonomia, ricerca e bersagli da centrare

Ultime notizie

09 luglio 2020

Giacomo Cao amministratore unico del CRS4

La Commissaria straordinaria di Sardegna Ricerche, Maria Assunta Serra, ha nominato il direttore del Dipartimento di Ingegneria meccanica, chimica e dei materiali al vertice del Centro di ricerca e sviluppo studi superiori in Sardegna: fondato dal Nobel Carlo Rubbia, è l'ente che svolge attività di ricerca e trasferimento tecnologico alle imprese nel campo delle tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni. Il professor Cao succede al CdA presieduto da Annalisa Bonfiglio, anche lei docente nella stessa Facoltà del nostro Ateneo

08 luglio 2020

Scampi mangia-plastica, ambiente a rischio

Circa otto miliardi di tonnellate di residui dispersi in mare, percorso e quantità di materie inquinanti di cui si ignora l’ammontare. Lo studio dei ricercatori dell’Università di Cagliari, pubblicato dalla rivista Environmental Science and Technology, amplia i quesiti sulle condizioni ecosostenibili del pianeta e sulle modalità di intervento

07 luglio 2020

Annalisa Bonfiglio tra le cento esperte del Paese

La banca dati che punta ad abbattere stereotipi di genere e aumentare la visibilità delle scienziate italiane, ha inserito la docente del Diee tra il pool accademico, di ricerca e professionale più qualificato. Attualità scientifica, territorio e reperibilità sono tra i criteri di una selezione che in ambito regionale annovera anche Maria Del Zompo, Marta Burgay, Patrizia Manduchi e Giulia Manca

07 luglio 2020

On line il Manifesto degli Studi

Contiene i dettagli dell’offerta formativa per l'Anno Accademico 2020/2021 e l’indicazione di tutti i corsi di laurea, con le date delle prove di accesso e di verifica della preparazione iniziale: a disposizione 81 corsi di studio (38 triennale, 6 magistrali a ciclo unico, 37 magistrali biennali), 15 dottorati di ricerca, 35 scuole di specializzazione. ISCRIZIONI POSSIBILI A PARTIRE DAL 9 LUGLIO: per facilitare la scelta sono on line TUTTI I VIDEO degli Open Day di maggio, con la presentazione di ciascun corso e di ogni servizio offerto. RASSEGNA STAMPA

Questionario e social

Condividi su: