UniCa UniCa News Notizie Blockchain, nuova nomina per Michele Marchesi

Blockchain, nuova nomina per Michele Marchesi

Il docente di Informatica che coordina il gruppo di ricerca in ingegneria del software e tecnologie blockchain (Agile Group) del Dipartimento di Matematica e Informatica farà parte del team del progetto “Blockchain Technology and Smart Contracts” svolto dall'European Law Institute (ELI) e finanziato dalla Commissione Europea. RASSEGNA STAMPA
20 settembre 2019
Immagine simbolo della Blockchain

Il progetto - coordinato da Sjef van Erp dell'Università di Maastricht e da Juliette Sénéchal dell'Università di Lille - mira a studiare l'impatto delle nuove tecnologie blockchain, Smart Contracts e DAO sul diritto privato

Sergio Nuvoli

Cagliari, 16 settembre 2019 - Michele Marchesi, professore ordinario di Informatica e docente di “Ingegneria del Software” e “Progettazione e Sviluppo di Applicazioni Blockchain” nei corsi di laurea in Informatica, è stato nominato membro del team del progetto “Blockchain Technology and Smart Contracts” svolto dall'European Law Institute (ELI) e finanziato dalla Commissione Europea.

Il progetto - coordinato da Sjef van Erp dell'Università di Maastricht e da Juliette Sénéchal dell'Università di Lille - mira a studiare l'impatto delle nuove tecnologie blockchain, Smart Contracts e DAO (Organizzazioni Autonome Decentralizzate) sul diritto privato, e a formulare proposte per adeguare le leggi e i regolamenti alle nuove realtà tecnologiche. Il contributo del professor Marchesi sarà di consulente informatico per il team di progetto.

La nomina segue la relazione invitata “Smart Contracts on a Blockchain: a New Paradigm to Automate Contractual Relationships”, tenuta dal professore nel corso della sessione “Algorithmic Regulation and Legal Services” della “2019 ELI Annual Conference and Meetings”. La conferenza si è svolta dal 4 al 6 settembre scorsi a Vienna, sede della segreteria dell'ELI.

L'European Law Institute (www.europeanlawinstitute.eu) ha sede legale a Bruxelles, ed è un'organizzazione indipendente i cui membri provengono da università e istituzioni giudiziarie europee. Non ha fini di lucro ed effettua ricerche, formula raccomandazioni e fornisce indicazioni pratiche nel campo dello sviluppo giuridico europeo. Basandosi sulla ricchezza delle diverse tradizioni giuridiche, la sua missione è contribuire a una migliore legiferazione in Europa e al rafforzamento dell'integrazione giuridica europea. L'ELI ha accordi di partnership con l'Unione Europea, e opera anche tramite finanziamenti UE (EU Operating Grants).

Il professor Marchesi coordina il gruppo di ricerca in ingegneria del software e tecnologie blockchain (Agile Group) al Dipartimento di Matematica e Informatica di UniCa.

Michele Marchesi, docente al Dipartimento di Matematica e Informatica
Michele Marchesi, docente al Dipartimento di Matematica e Informatica

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di lunedì 23 settembre 2019
Agenda (Pagina 14 - Edizione CA)
Un docente della facoltà di Scienze
nel team per i crimini informatici nella Ue
UNIVERSITÀ. Michele Marchesi esperto di “Blockchain”

Michele Marchesi, professore ordinario di Informatica e docente di “Ingegneria del Software” e “Progettazione e Sviluppo di Applicazioni Blockchain” nei corsi di laurea in Informatica all'Università di Cagliari, è stato nominato membro del team del progetto “Blockchain Technology and Smart Contracts” svolto dall'European law institute (Eli) e finanziato dalla Commissione europea.
Il progetto
L'iniziativa - coordinata da Sjef van Erp dell'Università di Maastricht e da Juliette Sénéchal dell'Università di Lille - mira a studiare l'impatto delle nuove tecnologie blockchain (una sorta di registro digitale le cui voci sono raggruppate in blocchi, concatenati in ordine cronologico e non modificabili, e la cui integrità è garantita dall'uso della crittografia), Smart Contracts e Dao (Organizzazioni autonome decentralizzate) sul diritto privato, e a formulare proposte per adeguare le leggi e i regolamenti alle nuove realtà tecnologiche. Il contributo del professor Marchesi sarà di consulente informatico per il team di progetto. La nomina segue la relazione “Smart Contracts on a Blockchain: a New Paradigm to Automate Contractual Relationships”, tenuta dal professore nel corso della sessione “Algorithmic Regulation and Legal Services” della “2019 Eli Annual Conference and Meetings”. La conferenza si è svolta dal 4 al 6 settembre scorsi a Vienna, sede della segreteria dell'Eli.
La ricerca
L'European law institute (www.europeanlawinstitute.eu) ha sede legale a Bruxelles, ed è un'organizzazione indipendente i cui membri provengono da università e istituzioni giudiziarie europee. Non ha fini di lucro ed effettua ricerche, formula raccomandazioni e fornisce indicazioni pratiche nel campo dello sviluppo giuridico europeo. Basandosi sulla ricchezza delle diverse tradizioni giuridiche, la sua missione è contribuire a una migliore legiferazione in Europa e al rafforzamento dell'integrazione giuridica europea. L'Eli ha accordi di partnership con l'Unione Europea e opera anche con finanziamenti UE.
Marchesi coordina il gruppo di ricerca in ingegneria del software e tecnologie blockchain (Agile Group) al Dipartimento di Matematica e Informatica di UniCa.

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

ANSA
Docente Università Cagliari in staff europeo sul blockchain
Importante riconoscimento per il prof. Michele Marchesi

CAGLIARI

(ANSA) - CAGLIARI, 18 SET - Le ultime tecnologie sulla sicurezza di dati e trasferimenti finanziari applicate al diritto privato. Michele Marchesi, professore ordinario di Informatica e docente di "Ingegneria del Software" e "Progettazione e Sviluppo di Applicazioni Blockchain" nei corsi di laurea in Informatica dell'Università di Cagliari, è stato nominato membro del team del progetto "Blockchain Technology and Smart Contracts" svolto dall'European Law Institute (ELI) e finanziato dalla Commissione Europea. Il progetto - coordinato da Sjef van Erp dell'Università di Maastricht e da Juliette Sénéchal dell'Università di Lille - mira a studiare l'impatto delle nuove tecnologie blockchain, Smart Contracts e DAO (Organizzazioni Autonome Decentralizzate) sul diritto privato, e a formulare proposte per adeguare le leggi e i regolamenti alle nuove realtà tecnologiche. Marchesi sarà consulente informatico per il team di progetto. La nomina segue la relazione invitata "Smart Contracts on a Blockchain: a New Paradigm to Automate Contractual Relationships", tenuta dal professore nel corso della sessione "Algorithmic Regulation and Legal Services" della "2019 ELI Annual Conference and Meetings". La conferenza si è svolta dal 4 al 6 settembre scorsi a Vienna, sede della segreteria dell'ELI. L'European Law Institute (www.europeanlawinstitute.eu) ha sede legale a Bruxelles, ed è un'organizzazione indipendente i cui membri provengono da università e istituzioni giudiziarie europee. Non ha fini di lucro ed effettua ricerche, formula raccomandazioni e fornisce indicazioni pratiche nel campo dello sviluppo giuridico europeo. Basandosi sulla ricchezza delle diverse tradizioni giuridiche, la sua missione è contribuire a una migliore legiferazione in Europa e al rafforzamento dell'integrazione giuridica europea. L'ELI ha accordi di partnership con l'Unione Europea, e opera anche tramite finanziamenti UE (EU Operating Grants). Marchesi coordina il gruppo di ricerca in ingegneria del software e tecnologie blockchain (Agile Group) al Dipartimento di Matematica e Informatica di UniCa. (ANSA).

ANSA
ANSA

Link

Ultime notizie

04 luglio 2022

UniCa4Ukraine, conclusi i corsi di italiano

Venti cittadine ucraine hanno seguito le lezioni tenute da studentesse e studenti dei corsi di laurea magistrale in Lingue e letterature europee ed americane, Traduzione specialistica dei testi e in Filologie e letterature classiche e moderne. Nei giorni scorsi la consegna degli attestati di partecipazione

30 giugno 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 giugno 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

Questionario e social

Condividi su: