UniCa UniCa News Notizie Cercatori di meraviglie, c’è anche l’Università di Cagliari

Cercatori di meraviglie, c’è anche l’Università di Cagliari

Duilio Caocci, docente di Letteratura italiana e di Letteratura sarda alla Facoltà di Studi umanistici e componente della giuria, ha presentato le opere finaliste al prestigioso Premio letterario Giuseppe Dessì: “Una selezione di libri di profilo assoluto – ha detto - ma anche un certo grado di eccezione rispetto agli schemi tradizionali con cui siamo abituati a considerare le opere letterarie”. Dal 22 settembre a Villacidro, sabato 28 la premiazione dei vincitori
10 settembre 2019
Dal 22 al 29 settembre a Villacidro un nutrito programma di iniziative corona il Premio letterario Giuseppe Dessì

E' uno dei premi tra i più apprezzati in Italia, per l’entità del riconoscimento in denaro previsto e certamente per l’apprezzamento dell’autorevolezza della giuria di esperti

Sergio Nuvoli

Cagliari, 6 settembre 2019 - “Si tratta di un’iniziativa molto importante che coinvolge ormai diverse generazioni, essendo giunta alla XXXIV edizione. Devo confessarvi poi che le discussioni sui libri da premiare tra i componenti della giuria non sono mai fini a se stesse, ma riguardano argomenti molto vasti, evidentemente sollecitati dai volumi esaminati. Si tratta di un premio tra i più apprezzati in Italia: prima di tutto per l’entità del riconoscimento in denaro previsto e certamente per l’apprezzamento dell’autorevolezza della giuria, in questo caso assolutamente degna di rilievo perché annovera alcuni tra i più importanti accademici italiani del settore”. Sono le parole con cui Duilio Caocci, docente di Letteratura italiana e di Letteratura sarda alla Facoltà di Studi umanistici, ha parlato questa mattina del Premio letterario Giuseppe Dessì durante la conferenza stampa nella sede della Fondazione di Sardegna.

E la presenza del professore nella Giuria che ogni anno assegna il Premio intitolato allo scrittore di Villacidro mostra quanto l’Ateneo sia attento al grande fermento culturale suscitato dall’iniziativa organizzata dalla Fondazione presieduta da Paolo Lusci. Accanto a loro due, questa mattina c’erano il sindaco di Villacidro Marta Cabriolu, il suo vice e assessore alla Cultura Giovanni Sebastiano Maria Spano, e il responsabile delle Relazioni esterne della Fondazione di Sardegna Graziano Milia.

La conferenza stampa alla Fondazione di Sardegna
La conferenza stampa alla Fondazione di Sardegna

In corsa per il premio scrittori del calibro di Gianrico Carofiglio, Francesco Permunian e Matteo Terzaghi, mentre in quella dedicata alla poesia figurano Michele Mari, Italo Testa e Patrizia Valduga

In corsa per il premio finale della manifestazione significativamente intitolata “Cercatori di meraviglie”, che sarà assegnato durante la serata di sabato 28 settembre, ci sono – nella sezione Narrativa – scrittori del calibro di Gianrico Carofiglio, Francesco Permunian e Matteo Terzaghi, mentre in quella dedicata alla poesia figurano Michele Mari, Italo Testa e Patrizia Valduga. “Una pattuglia di premiati di profilo assoluto – l’ha definita Caocci, rivelando il metodo seguito dalla giuria - ma tra le opere individuate c’è certamente anche un certo grado di eccezione rispetto agli schemi tradizionali con cui intendiamo questo genere di opera letteraria. Per la prosa sono stati scelti tre libri diversissimi tra loro, non certo perfettamente conformi alla forma romanzo cui siamo abituati. Ma anche nelle opere di poesia selezionate abbiamo seguito lo stesso principio: abbiamo cercato di valorizzare anche opere elaborate non in modo classico. È il caso, ad esempio, di Patrizia Valduga”. Sono state ben 351 le opere pervenute, 239 per la narrativa e 112 per la poesia.

Il Premio speciale della Giuria andrà a Claudio Magris, mentre Lina Bolzoni e Tullio Pericoli sono gli autori individuati per il Premio speciale Fondazione di Sardegna, che finanzia in gran parte l’iniziativa, che – ormai da qualche anno – propone un programma di assoluto interesse. A partire da domenica 22 a domenica 29 settembre, è stato predisposto un fitto calendario tra presentazioni letterarie, mostre, spettacoli e concerti, un nutrito programma per le scuole e – dall’anno scorso – speciali visite guidate ai luoghi cari a Giuseppe Dessì.

Duilio Caocci e Paolo Lusci durante la presentazione alla stampa
Duilio Caocci e Paolo Lusci durante la presentazione alla stampa

Link

Ultime notizie

30 giugno 2022

STOREM. Giornate di studio internazionale sul tema della sostenibilità legata alle attività turistiche

Giovedì 30 giugno e venerdì 1 luglio il nostro ateneo ospita docenti e ricercatori delle università UNA e UCI del Costa Rica, Eafit della Colombia e, in collegamento, esperti dell'università UWI (Barbados) e Paul Valery (Francia) per due giornate di confronto sul progetto Erasmus+ Cbhe “Storem”. L’incontro del primo luglio è aperto al pubblico, dalle 9,30, nell’Aula 11 del polo universitario di via San Giorgio 12 (Campus Aresu) per gli interventi del professor Mario Socatelli, dell’Universidad para la Coperaticion Internacional (Costa Rica) e, a seguire, del professor Corrado Zoppi, dell’Università di Cagliari, e di Francesca Uleri (Associazione Culturale Terras)

30 giugno 2022

Malattie genetiche, l'Università di Cagliari nel nuovo Centro nazionale di ricerca

L'ateneo è tra i fondatori della struttura sorta per lo “Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a Rna” finanziata dal Pnrr con 320 milioni di euro. Le specialiste Raffaella Origa, referente scientifica, e Patrizia Zavattari, sono le coordinatrici del progetto. Il rettore Francesco Mola: "Abbiamo conferma delle valide e riconosciute competenze del settore acquisite negli anni"  

28 giugno 2022

Raccontare la ricerca: adesioni entro il 4 luglio per la SHARPER Night 2022

Data e sede sono già confermate: si terrà venerdì 30 settembre 2022 nell’Orto botanico di Cagliari la nuova edizione di SHARPER Night, iniziativa inserita nel contesto europeo delle European Researchers’ night. Fino al prossimo lunedì 4 luglio ricercatrici e ricercatori dell'Ateneo potranno inviare le proprie proposte per organizzare eventi, conversazioni, podcast e laboratori collegati all’iniziativa.

Questionario e social

Condividi su: