UniCa UniCa News Notizie All’Università di Cagliari 35 scuole di specializzazione di Medicina e Chirurgia

All’Università di Cagliari 35 scuole di specializzazione di Medicina e Chirurgia

Centrato l’obiettivo di attivare in sede 28 Scuole e consentire ai laureati in Medicina e Chirurgia di seguire le attività di altre 7 – attivate in altre sedi – rimanendo nelle strutture dell’Ateneo: ecco l’elenco completo delle possibilità. La soddisfazione del Rettore: “Puntiamo a dare un futuro a tanti giovani laureati in Medicina e arrestarne l’emorragia verso altre regioni italiani e verso altri Paesi europei ed extraeuropei. E’ anche una risposta alla gravissima crisi – peraltro denunciata da oltre 10 anni e che dunque non stupisce – legata alla mancanza di specialisti sul territorio”. RASSEGNA STAMPA
06 luglio 2019
Immagine simbolo, un medico in corsia

Risultano accreditate tutte le scuole proposte per il prossimo Anno Accademico, ripartono la Scuola di Chirurgia Generale e la rinnovata Scuola di Medicina dello Sport

Sergio Nuvoli

Cagliari, 5 luglio 2019 - Grande successo della Facoltà di Medicina e chirurgia e dell’Università di Cagliari: l’uso intelligente delle risorse fatto negli ultimi due anni ha permesso di rispettare i nuovi criteri di accreditamento delle Scuole di specializzazione, divenuti particolarmente impegnativi. Fondamentale si è rivelato l’impegno economico dell’Ateneo per raggiungere l’obiettivo di attivare in sede 28 Scuole e consentire ai laureati in Medicina e Chirurgia di seguire le attività di altre 7 – attivate in altre sedi – rimanendo nelle strutture dell’Ateneo. Risultano infatti accreditate tutte le scuole proposte per il prossimo Anno Accademico, ripartono la Scuola di Chirurgia Generale e la rinnovata Scuola di Medicina dello Sport.

Questo l’elenco completo delle Scuole attivate all’Università di Cagliari: Allergologia e Immunologia Clinica, Anatomia Patologica, Anestesia, Rianimazione e Terapia intensiva e del dolore, Chirurgia Generale, Chirurgia Vascolare, Dermatologia e venereologia, Ematologia, Farmacologia e tossicologia clinica, Genetica Medica, Ginecologia e Ostetricia, Igiene e Medicina Preventiva, Malattie dell'Apparato Cardiovascolare, Medicina del Lavoro, Medicina dello Sport, Medicina Interna, Medicina Legale, Microbiologia e virologia, Neurologia, Neuropsichiatria Infantile, Oftalmologia, Oncologia medica, Otorinolaringoiatria, Patologia clinica e Biochimica Clinica, Pediatria, Psichiatria, Radiodiagnostica, Reumatologia, Scienza dell'alimentazione.

Il Presidente della Facoltà di Medicina e Chirurgia, Gabriele Finco, con il Rettore Maria Del Zompo
Il Presidente della Facoltà di Medicina e Chirurgia, Gabriele Finco, con il Rettore Maria Del Zompo

L’Università di Cagliari fa parte della rete formativa in altre 7 Scuole di Specializzazione: ai laureati del nostro Ateneo sarà in questo modo permessa la frequenza seguendo le attività nelle strutture di Cagliari

Come detto, l’Università di Cagliari fa parte della rete formativa in altre 7 Scuole di Specializzazione: ai laureati del nostro Ateneo sarà in questo modo permessa la frequenza seguendo le attività nelle strutture dell’Ateneo. Si tratta delle Scuole in Chirurgia Plastica (Sassari), Endocrinologia e Malattie del ricambio (Roma - Cattolica), Geriatria (Sassari), Malattie dell'apparato digerente (Sassari), Medicina Fisica e riabilitativa (Roma Tor Vergata), Ortopedia e Traumatologia (Sassari) e Urologia (Roma - Cattolica).

Con lo stesso criterio, l’Università di Cagliari consente ai laureati dell’Università di Sassari di iscriversi alle seguenti 12 scuole, seguendo le attività nelle strutture dell’Ateneo sassarese: Anatomia Patologica, Chirurgia Vascolare, Dermatologia e venereologia, Ematologia, Genetica Medica, Medicina Legale, Neurologia, Neuropsichiatria Infantile, Otorinolaringoiatria, Pediatria, Radiodiagnostica, Reumatologia.

Una vista del Rettorato dell'Università di Cagliari
Una vista del Rettorato dell'Università di Cagliari

Aumentati i contratti di formazione specialistica assegnati, che però non sono ancora sufficienti: le borse disponibili sono infatti in totale 153, di cui 136 ministeriali e 17 regionali, a fronte di 277 laureati iscrivibili

“L’Ateneo di Cagliari ha retto da solo alla sfida – commenta Maria Del Zompo, Rettore dell’Università di Cagliari – Due gli obiettivi che abbiamo raggiunto: dare un futuro a tanti giovani laureati in Medicina e arrestarne l’emorragia verso altre regioni italiani e verso altri Paesi europei ed extraeuropei. E’ anche una risposta alla gravissima crisi – peraltro denunciata da oltre 10 anni e che dunque non stupisce – legata alla mancanza di specialisti sul territorio”.

Notevolmente aumentati i contratti di formazione specialistica assegnati, che però non sono ancora sufficienti: le borse disponibili sono infatti in totale 153, di cui 136 ministeriali e 17 regionali, a fronte di 277 laureati iscrivibili (di cui dunque 124 non possono iscriversi proprio perché senza borsa). “Se ci fossero le borse potremmo specializzarli tutti – riprende il Rettore – Ci auguriamo che la Regione possa aumentare il numero di borse disponibili per consentire l’iscrizione ad un maggior numero di laureati e rendere più sereno il futuro del Sistema Sanitario Regionale a tutela della salute dei sardi”.

Maria Del Zompo, Rettore dell'Università di Cagliari, ha commentato positivamente il risultato centrato grazie ad un lavoro di squadra e all'utilizzo intelligente delle risorse
Maria Del Zompo, Rettore dell'Università di Cagliari, ha commentato positivamente il risultato centrato grazie ad un lavoro di squadra e all'utilizzo intelligente delle risorse

RASSEGNA STAMPA

L’UNIONE SARDA di sabato 6 luglio 2019
Cagliari (Pagina 19 - Edizione CA)
Nascono 28 scuole ?di specializzazione
UNIVERSITÀ. Medicina

All'Università sarà possibile frequentare 28 nuove scuole di specializzazione di Medicina e chirurgia. Gli studenti potranno anche seguire, dall'Ateneo, 7 scuole di altre sedi. «Puntiamo a dare un futuro ai laureati in Medicina e arrestarne l'emorragia verso altre regioni italiane e all'estero», il commento della rettrice Maria Del Zompo, secondo cui la novità «è una risposta alla gravissima crisi legata alla mancanza di specialisti sul territorio».
L'elenco delle scuole attivate all'Università: Allergologia e immunologia clinica, Anatomia patologica, Anestesia, Rianimazione e terapia intensiva, Chirurgia generale, Chirurgia vascolare, Dermatologia e venereologia, Ematologia, Farmacologia e tossicologia clinica, Genetica medica, Ginecologia e ostetricia, Igiene e medicina preventiva, Malattie cardiovascolari, Medicina del lavoro, Medicina dello sport, Medicina interna, Medicina legale, Microbiologia e virologia, Neurologia, Neuropsichiatria infantile, Oftalmologia, Oncologia medica, Otorinolaringoiatria, Patologia clinica e biochimica clinica, Pediatria, Psichiatria, Radiodiagnostica, Reumatologia, Scienza dell'alimentazione. Scuole fuori sede: Chirurgia plastica, Geriatria, Malattie dell'apparato digerente, Ortopedia e traumatologia (Sassari), Medicina Fisica e riabilitativa, Endocrinologia e malattie del ricambio, Urologia (Roma).

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA
Tematiche: Medicina - Salute

Link

Ultime notizie

16 luglio 2019

Gestione intelligente dell’energia elettrica

Il Diee ospita l’incontro del progetto Semi. Ai lavori, con gli specialisti dell’ateneo guidati da Sara Sulis, prendono parte i referenti di Sardegna ricerche e i delegati delle nove aziende isolane coinvolte

11 luglio 2019

Trajos: Making Music in Sardinia Today

Etnomusicologia, un progetto multimediale co-prodotto dal Labimus del Dipartimento di Lettere Lingue e Beni Culturali al meeting della più importante società scientifica mondiale del settore che si terrà a Bangkok Chulalongkorn University

11 luglio 2019

Al centro c'è lo studente

Iscrizioni aperte dal 16 luglio. L’offerta formativa per l’Anno Accademico 2019/2020: sono 81 i corsi di laurea attivati, aumentano i double degree (corsi che rilasciano un doppio titolo), aumentano gli immatricolati (+9.52% sulle lauree triennali e a ciclo unico, +25% sulle magistrali). Il Prorettore vicario Francesco Mola: “Intorno ai corsi di laurea c’è una vera infrastruttura costituita dai servizi agli studenti. No a barriere di ingresso". Il Prorettore alla Didattica Ignazio Putzu: "Non interventi spot, ma una strategia complessiva", il Direttore Generale Aldo Urru: "Supportiamo il diritto allo studio con oltre 27 milioni di euro e tasse tra le più basse d’Italia". Il resoconto e le immagini dell'incontro con la stampa, con la RASSEGNA STAMPA e i servizi dei TG

Questionario e social

Condividi su: