UniCa UniCa News Notizie Una piattaforma italiana per la finanza d’impatto: il ruolo della Regione Sardegna

Una piattaforma italiana per la finanza d’impatto: il ruolo della Regione Sardegna

Dipartimento di Scienze economiche e aziendali, giovedì 27 giugno nell’Aula A del Polo universitario di viale Sant’Ignazio si discute di un tema che sta catalizzando l’interesse di un sempre maggior numero di investitori, studiosi e policy maker: la nostra regione può essere un laboratorio di sperimentazione di pratiche virtuose. RASSEGNA STAMPA
25 giugno 2019
Un'immagine simbolo della finanza di impatto

Ne discutono con i docenti di UniCa i più autorevoli studiosi italiani del tema, operatori dell’ecosistema finanziario locale, esperti della pubblica amministrazione e del settore privato

Sergio Nuvoli

Cagliari, 24 giugno 2019 – Si parlerà di finanza d’impatto durante il convegno organizzato giovedì 27 giugno a Cagliari dal Dipartimento di Scienze economiche e aziendali dell’Università di Cagliari in collaborazione con l’Università di Roma La Sapienza, il Center for Positive Finance – Unitelma Sapienza e Social Impact Agenda per l’Italia.

L’appuntamento è a partire dalle 15 nell’Aula A del Polo universitario di viale Sant’Ignazio: i lavori si protrarranno fino alle 18.30, quando termineranno con le conclusioni di Riccardo De Lisa, docente di Economia degli intermediari finanziari, che con i colleghi Rosella Carè e Luca Piras ha curato l’organizzazione dell'iniziativa.

Il tema sta oggi catalizzando un sempre maggiore interesse di investitori, studiosi e policy maker, per via del formidabile potenziale di sviluppo che questo tipo di strumenti sono in grado di attivare in innumerevoli campi della vita economica e sociale. Si tratta infatti di quegli investimenti che sono in grado di generare un impatto sociale e ambientale in aggiunta a un ritorno finanziario.

Riccardo De Lisa, docente di Economia degli intermediari finanziari, è anche consigliere di amministrazione dell'Ateneo
Riccardo De Lisa, docente di Economia degli intermediari finanziari, è anche consigliere di amministrazione dell'Ateneo

La finanza d’impatto è un nuovo modo di partecipazione privata ai sempre più gravosi e sempre meno sostenibili impegni finanziari pubblici

La Sardegna, in particolare, si presta ad essere un laboratorio di sperimentazione di partiche virtuose delle quali esistono già numerosi e significativi esempi. Ne discuteranno, nella tavola rotonda prevista alle 17.15 con il coordinamento di Luca Piras e l’intervento di Rosella Carè, Riccardo Barbieri, consigliere di amministrazione SFIRS, Francesco Sanna, Presidente FIDICOOP Sardegna, Massimo Temussi, Direttore generale dell’Agenzia regionale per il Lavoro, e Matteo Muntoni, Bando Innovazione Sociale.

La finanza d’impatto è un nuovo modo di partecipazione privata ai sempre più gravosi e sempre meno sostenibili impegni finanziari pubblici. Di tutto ciò si discuterà giovedì con un parterre di grande qualità, composto dai più autorevoli studiosi italiani del tema, da operatori dell’ecosistema finanziario locale, da esperti della pubblica amministrazione e del settore privato.

Luca Piras, docente di Finanza aziendale
Luca Piras, docente di Finanza aziendale

RASSEGNA STAMPA

LA NUOVA SARDEGNA di martedì 25 giugno 2019
Economia – pagina 14
Finanza d'impatto, un ruolo per l'isola
La Sardegna sperimenta investimenti con effetti socio-ambientali

CAGLIARI Per finanza d'impatto si intende quel settore di investimenti in grado di generare, appunto, un impatto sociale e ambientale in aggiunta a un ritorno finanziario. Il tema sta catalizzando un sempre maggiore interesse da parte di investitori, studiosi e policy maker per via del formidabile potenziale di sviluppo che questo tipo di strumenti sono in grado di attivare in innumerevoli campi della vita economica e sociale.
La Sardegna, in particolare, si presta ad essere un laboratorio di sperimentazione di pratiche virtuose delle quali esistono già numerosi e significativi esempi. Di tutto ciò si discuterà giovedì a Cagliari nel convegno organizzato dal dipartimento di scienze economiche e aziendali dell'università di Cagliari in collaborazione con l'università di Roma La Sapienza, il Center for positive finance Unitelma Sapienza e Social Impact Agenda per l'Italia. Il parterre sarà composto dai più autorevoli studiosi italiani del tema, da operatori dell'ecosistema finanziario locale, da esperti della pubblica amministrazione e del settore privato. Il via alle 15 nell'Aula A del Polo universitario di viale Sant'Ignazio.
Del ruolo dell'isola discuteranno, nella tavola rotonda alle 17.15 con il coordinamento di Luca Piras e l'intervento di Rosella Carè, Riccardo Barbieri (consigliere di amministrazione Sfirs), Francesco Sanna (presidente Fidicoop Sardegna), Massimo Temussi (direttore generale dell'agenzia regionale per il lavoro, e Matteo Muntoni, bando innovazione sociale. I lavori si protrarranno fino alle 18.30 con le conclusioni di Riccardo De Lisa, docente di economia degli intermediari finanziari, che con i colleghi Rosella Carè e Luca Piras ha curato l'organizzazione dell'iniziativa. La finanza d'impatto è un nuovo modo di partecipazione privata ai sempre più gravosi e sempre meno sostenibili impegni finanziari pubblici. (a.palm.)

LA NUOVA SARDEGNA
LA NUOVA SARDEGNA

L’UNIONE SARDA di mercoledì 26 giugno 2019
Agenda (Pagina 19 - Edizione CA)
UNIVERSITÀ. Convegno oggi al Dipartimento di economia
LA FINANZA D'IMPATTO, IL RUOLO DELLA REGIONE
L'Isola laboratorio di pratiche virtuose

Si parlerà di finanza d'impatto durante il convegno organizzato per oggi dal Dipartimento di Scienze economiche e aziendali dell'Università di Cagliari in collaborazione con l'Università di Roma, La Sapienza, il Center for Positive Finance - Unitelma Sapienza e Social Impact Agenda per l'Italia. L'appuntamento è per le 15 nell'Aula A del Polo universitario di viale Sant'Ignazio. I lavori si protrarranno fino alle 18,30, quando termineranno con le conclusioni di Riccardo De Lisa, docente di Economia degli intermediari finanziari, che con i colleghi Rosella Carè e Luca Piras ha curato l'organizzazione dell'iniziativa.
GLI INVESTITORI Il tema sta oggi catalizzando un sempre maggiore interesse di investitori, studiosi e policy maker, per via del formidabile potenziale di sviluppo che questo tipo di strumenti sono in grado di attivare in innumerevoli campi della vita economica e sociale.
IMPATTO SOCIALE Si tratta infatti di quegli investimenti che sono in grado di generare un impatto sociale e ambientale in aggiunta a un ritorno finanziario.
La Sardegna, in particolare, si presta ad essere un laboratorio di sperimentazione di pratiche virtuose delle quali esistono già numerosi e significativi esempi. Ne discuteranno, nella tavola rotonda prevista oggi pomeriggio alle 17,15 con il coordinamento di Luca Piras e l'intervento di Rosella Carè, Riccardo Barbieri, consigliere di amministrazione Sfirs, Francesco Sanna, presidente Fidicoop Sardegna, Massimo Temussi, direttore generale dell'Agenzia regionale per il Lavoro e Matteo Muntoni, Bando Innovazione sociale.
LA PARTECIPAZIONE La finanza d'impatto è un nuovo modo di partecipazione privata ai sempre più gravosi e sempre meno sostenibili impegni finanziari pubblici.
Di tutto ciò si discuterà oggi con un parterre di grande qualità, composto dai più autorevoli studiosi italiani del tema, da operatori dell'ecosistema finanziario locale, da esperti della pubblica amministrazione e del settore privato.

L'UNIONE SARDA
L'UNIONE SARDA

Allegati

Link

Ultime notizie

17 gennaio 2020

Psicologia della Salute, c’è la Scuola di specializzazione

Domande di partecipazione alla selezione entro il 30 gennaio. Formerà psicologi specialisti nel campo della salute, in una prospettiva multidisciplinare, con un titolo che consente di poter partecipare ai concorsi per Dirigente Psicologo del Servizio Sanitario Nazionale e abilita all’esercizio della professione psicoterapeutica. ON LINE IL BANDO E LE ISTRUZIONI PER PARTECIPARE

16 gennaio 2020

Sviluppo sostenibile, via al dialogo con la Regione

Durante l’incontro tra il Rettore Maria Del Zompo e l’Assessore Gianni Lampis è stata rimarcata la condivisione di principi e obiettivi dell’Agenda 2030 sullo Sviluppo sostenibile. Verso la costituzione di un gruppo di lavoro per organizzare insieme specifiche iniziative sul tema

15 gennaio 2020

Elezioni Consiglio Universitario Nazionale

Giovedì 16 gennaio ultima delle tre giornate di voto per eleggere nel CUN un professore di I fascia dell’area scientifico-disciplinare 14, un ricercatore dell’area scientifico-disciplinare 06 e un ricercatore dell’area scientifico-disciplinare 08. Seggio aperto in Rettorato dalle 11 fino alle 13.45

15 gennaio 2020

5G: l’Università di Cagliari tra i sei vincitori del Bando Mise

Progetto da oltre un milione di euro in collaborazione con Linkem e Tiscali. Un grande risultato per l’Università di Cagliari, capofila, grazie alla sperimentazione coordinata dal professor Luigi Atzori, del Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica, terza classificata tra le proposte relative al “Programma di supporto delle tecnologie emergenti nell'ambito del 5G”. Dimostrata ancora una volta la capacità dell'Ateneo di proporre ricerca scientifica di elevato valore nel settore delle comunicazioni di nuova generazione. Coinvolti anche l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, GreenShare, Flosslab, la Regione Sardegna, i comuni di Cagliari, Guspini e Iglesias, il CTM e Abbanoa

Questionario e social

Condividi su: